Xbox Music: Microsoft contro Apple anche nel campo della musica

In attesa del lancio del suo primo tablet, Microsoft dà battaglia ad Apple anche nel campo della musica. Sarà disponibile da domani Xbox Music, un servizio simile a iTunes per l’acquisto di canzoni.

Il catalogo da 30 milioni di canzoni, quattro in più del rivale targato Apple, sarà disponibile all’inizio solo per la Xbox, la console di casa Microsoft, mentre dal 26 ottobre, data in cui dovrebbe essere lanciato ufficialmente l’ultimo sistema operativo della casa che avrà il nome di Windows 8, il servizio verrà esteso a tutti i dispositivi che utilizzano i programmi della casa di Redmond.

Comprando l’abbonamento da 9,99 dollari (circa 8 euro) sarà possibile ascoltare le canzoni su tutti i dispositivi: ‘Questo servizio – spiega Yusuf Mehdi, vicepresidente della compagnia, in un comunicato sul sito – combina gli aspetti migliori delle radio via internet, dei servizi musicali in abbonamento e dell’acquisto di musica’.

Il servizio sarà preinstallato nel sistema operativo Windows 8, dove sarà il lettore musicale di default, e permetterà anche l’ascolto gratuito dell’intero catalogo a patto di accettare alcune inserzioni pubblicitarie.

Gli utilizzatori potranno anche preparare playlist e decidere se comprare la musica scelta scaricandola sul supporto fisso invece di ascoltarla in streaming.

http://www.microsoft.com/

Apple in aggiornamento: al debutto Mountain Lion

Debutta OS X Mountain Lion, che punta alla sinergia con il mondo mobile, con la Apple Tv ma anche a una forte integrazione con i social network e il cloud. Dopo il lancio alla conferenza degli sviluppatori Apple dell’11 giugno, oggi è il giorno dell’aggiornamento del sistema operativo per Mac.

Questa nuova versione del sistema operativo integra novità al 200 per cento. Rispetto a cosa? Al vecchio. Il Lion nuovo costa per esempio 15,99 euro, mentre l’aggiornamento dello scorso anno si attestava intorno ai 24,99. Il nuovo sarà disponibile disponibile  da subito: basta cliccare sul Mac App Store per ritrovarsi all’interno della vetrina virtuale dove poter fare lo shopping tecnologico che si vuole. Accontentiamoci del fuso orario e delle nove ore di differenza ed entro questa sera, potremmo già acquistare il nuovo sistema Apple.

Tra le funzioni più interessanti del nuovo sistema operativo ci sono una maggiore integrazione con iCloud, Gatekeeper per gestire cosa installare e da dove, il Notification Center con accesso a tutti gli avvisi da Mail, l’integrazione con Twitter e Facebook, la dettatura vocale, Safari migliorato con nuove funzioni di navigazione e il Game center direttamente dal mobile: si può usare l’account di iOs o crearne uno nuovo per giocare e sfidare chiunque abbia un altro Mac, iPad, iPhone o iPod touch.

English: The logo for Apple Computer, now Appl...

English: The logo for Apple Computer, now Apple Inc.. The design of the logo started in 1977 designed by Rob Janoff with the rainbow color theme used until 1999 when Apple stopped using the rainbow color theme and used a few different color themes for the same design. (Photo credit: Wikipedia)

Di nuovo ci sono anche i Messaggi, che sostituiscono il posto di iChat, la messaggistica istantanea di Cupertino sin dal 2002. L’applicazione, simile all’omologa per iOs, il sistema operativo mobile con aggiornamento in autunno, permette di inviare messaggi ad iPadiPhone e iPod Touch in sincro: si può iniziare a scrivere un messaggio su Mac e continuarlo su iPad o un altro dispositivo. Cambiano nome anche iCal e Rubrica (Calendario e Contatti). In Mountain Lion c’è anche la funzione promemoria per gli eventi importanti da ricordare ad una certa data o quando il proprio iPad, iPhone, iPod touch o Mac raggiunge o lascia un determinato luogo.

Nel processo di integrazione del mondo Apple rientra anche la tv: con AirPlay Mirroring disponibile su Mountain Lion, lo schermo di un pc può essere condiviso con un televisore cui sia collegata una Apple tv. In pratica, quello che accade sul Mac può essere visto, wireless, direttamente sul televisore in alta definizione.

OS X Mountain Lion resta comunque un sistema basato su mouse. Sarà interessante capire come e se riuscirà a scompaginare le preferenze degli utentWindows 8, il sistema operativo di Microsoft che arriverà in autunno, più orientato verso le interfacce touch.

http://www.apple.com/it/osx/

Il caffè della mafia: indagine a Palermo

 Il caffè della mafia imposto ai bar che avrebbero acquistato una qualità inferiore rispetto al prodotto medio temendo ritorsioni.  Per questo, la Guardia di Finanza ha sequestrato 5 società per un valore di oltre 4 milioni di euro a un uomo di fiducia di Totò Riina.

Due nel settore del commercio all’ingrosso di caffè, due bar e una palestra riconducibili a un pluripregiudicato, ritenuto, in passato, uomo di fiducia di Totò Riina e condannato con sentenza definitiva per associazione mafiosa.

L’indagine denominata ‘Coffee Break, coordinate dal procuratore aggiunto Antonio Ingroia e dal pm Dario Scaletta ha evidenziato che l’uomo, denunciato per il reato di trasferimento fraudolento di valori ed estorsione aggravata dal metodo mafioso, ‘al fine di eludere le disposizioni in materia di misure di prevenzione, ha negli anni attribuito fittiziamente a propri prestanome la titolarità delle attività commerciali sequestrate, mentre nella realtà le continuava a gestire direttamente’.

 Accertati episodi di estorsione che sarebbero attribuibili all’imprenditore mafioso. Significativo quello realizzato unitamente ad altro esponente della criminalità organizzata, attualmente detenuto in carcere per scontare una condanna per 416-bis, nel quale entrambi avevano imposto ad un bar di Palermo, ‘con metodi tipici dell’intimidazione di stampo mafioso, l’acquisto di caffè commercializzato da una delle società sequestrate, nonostante il prodotto fosse di qualità inferiore rispetto ad altri presenti sul mercato ed il prezzo non certo il più conveniente’.

Il ruolo di spicco, quale imprenditore nel settore del caffè, ricoperto dal titolare delle società poste sotto sequestro è stato altresì evidenziato da alcuni collaboratori di giustizia che lo hanno indicato come soggetto che ambiva a diventare, ad ogni costo, il leader incontrastato nella fornitura del caffè presso gli esercizi commerciali di Palermo.

Nonostante gli esigui redditi dichiarati al fisco, nel corso delle indagini è stato possibile appurare l’elevato tenore di vita condotto dal titolare delle società sequestrate e dalla sua famiglia, nella gestione delle attività oggi sottoposte a sequestro.

Il business del Caffè Floriò, il nome dell’etichetta che contraddistingue la bevanda imposta dalla mafia e rifornisce decine di locali a Palermo e in tutta la Sicilia, era gestito da un boss da sempre vicino a Totò Riina: Francesco Paolo Maniscalco, 49 anni, già condannato in via definitiva per associazione mafiosa. Per questa ragione, la Caffè Floriò sas di Zaccheroni Maria e c., con sede legale in via Paolo Emiliani Giudici 4/b, è stata sequestrata dal gip Riccardo Ricciardi su richiesta del procuratore aggiunto Antonio Ingroia e del sostituto Dario Scaletta.

Il sequestro è scattato anche per altri beni che Maniscalco avrebbe gestito tramite prestanome: il bar Trilly di via Giacomo Cusmano 36, il bar Intralot di via Carlo Pisacane 10, la palestra Body Club di via Dante 58. Tutti restano aperti, affidati alla gestione di un amministratore giudiziario. Sequestrata pure la società ‘Cieffe Group‘, che avrebbe dovuto sostituire la Caffè Floriò, e ha la sua stessa sede sociale. Nel registro degli indagati sono finite dodici persone, che a vario titolo sono soci o amministratori dei beni sequestrati. Si tratta di Daniela Bronzetti (la moglie di Maniscalco), Maria Donis Zaccheroni, Antonino Prester, Francesco Paolo Davì, Giovanna Citarella, Paola Carbone, Antonella Cirino, Giuseppe La Mattina, Teresa Maria Di Noto, Salvatore Dolcemascolo, Laura Seminara e Giuseppe Calvaruso.

Intercettazioni e accertamenti patrimoniali hanno svelato che Maniscalco si occupava quotidianamente delle sue società, soprattutto la Caffè Florio, fiore all’occhiello del patrimonio del boss. Secondo la ricostruzione della Procura, i titolari di molti bar sarebbero stati avvicinati con modi sbrigativi perché acquistassero il Caffè Florio e troncassero i rapporti commerciali con tutti i fornitori. Per una di queste imposizioni, ricostruita attraverso le dichiarazioni del pentito Marco Coga (ex titolare di un bar pasticceria), la Procura chiedeva di arrestare Maniscalco e Calvaruso per estorsione. Ma il gip non ha concesso il provvedimento, ritenendo che non ci fossero esigenze cautelari: secondo l’ordinanza di Ricciardi, i fatti sono troppo risalenti nel tempo, quasi dieci anni fa, e oggi Coga non vive più a Palermo, perché inserito nel programma di protezione per i collaboratori di giustizia.

http://alessandromarciano.com/2012/05/25/i-magistrati-antonio-ingroia-e-roberto-scarpinato-a-servizio-pubblico-parlano-di-politica-e-mafia/

I tablet al posto dei laptop e nel 2016 saranno 760 milioni

I tablet nel 2016 saranno 760 milioni.  Secondo l’ultimo rapporto diffuso da Forrester Research i nuovi apparecchi elettronici che hanno superato il palmare e integrato lo smartphone, conosceranno una crescita media esponenziale del 46 per centro. Un risultato da  guinness per un’invenzione che ha soli due anni di vita e introdotta sul mercato da Apple con l’iPad.

Gli analisti prevedono che i tablet finiranno per prendere il posto dei laptop a  larga diffusione, mentre i personal computer resisteranno e nel 2012 saranno due miliardi.

Alla base del successo dei tablet ci saranno i device che servono per amplificarne le funzionalità e collegarli ad altri dispositivi come la tv. Sempre secondo il rapporto Forrester, saranno i tablet il nuovo il dispositivo a impulso touchscreen prediletto dai consumatori e in molti casi  rappresenteranno il primo strumento di accesso a internet posseduto dalle famiglie.

Il mercato continuerà ad essere dominato da Apple e Microsoft andrà avanti con il sistema operativo Windows 8 e nuove quote di mercato: questo, però, secondo le previsioni degli economisti a scapito di Android, il sistema operativo di Google.

http://play.google.com/about
http://www.youtube.com/user/googleplay
http://it.wikipedia.org/wiki/Tablet_computer
http://www.apple.com/it/ipad/
http://www.android.com/
http://www.forrester.com/home 

Blog at WordPress.com.