Balotelli e il goal che fa vincere l’Italia. In rete è ‘amazing’ con più di 100mila visualizzazioni

La coppia di ragazzi terribili firma la vittoria sull’IrlandaGli azzurri battono 2-0 la nazionale del quadrifoglio guidata dal  Trap e, grazie alla vittoria della Spagna per 1-0 sulla Croazia, volano ai quarti di finale come secondi del Gruppo C, proprio dietro le Furie Rosse. Ed è proprio la discussa coppia d’attacco Cassano-Balotelli a firmare il pass per la fase finale.

L’Italia,  a trenta minuti dal fischio di inizio, riesce a prendere le redini del gioco e passa in vantaggio al 35′ grazie allo stacco di testa di Cassano sul corner di Pirlo. Di Natale confeziona due gol, ma la difesa irlandese riesce a metterci una pezza. Nella ripresa gli azzurri soffrono, ma è Balotelli al 90′, entrato al posto di Di Natale, a sbloccare il risultato con una bella sforbiciata ancora da corner, questa volta di Diamanti. Il migliore epilogo che ci potesse essere per l’Italia di Prandelli.

E’ la fine quando si aspetta ancora un minuto  per il risultato di Danzica: la Spagna vince e il passaggio ai quarti è sigillato.

Ora contro gli azzurri la vincente del Gruppo D. Proprio nell’incontro del biscotto impossibile, le Furie Rosse, dopo un match combattuto ad armi pari contro la sorprendente selezione di Bilic, riescono ad avere la meglio grazie ad una rete all’88’ di Jesus Navas, che chiude al meglio un micidiale contropiede di Iniesta.

La squadra di Del Bosque, quindi, accede ai quarti come prima del girone, e affronterà la seconda del Gruppo D. L’Italia chiude al secondo posto con 5 punti, dietro alla Spagna prima con 7 e precede la Croazia che si ferma a 4 punti. La formazione di Cesare Prandelli interrompe la striscia negativa record, che non la vedeva vincere una gara tra fasi finali di Mondiali ed Europei dal 17 giugno 2008 (2-0 sulla Francia ad Euro 2008).

Nei soli Europei è  imbattuta da 6 partite con bilancio di 2 vittorie e 4 pareggi ed ultimo ko datato 9 giugno 2008, 0-3 dall’Olanda. L’Italia prosegue il proprio cammino grazie al gol sblocca risultato di Antonio Cassano e bissato allo scadere da Mario Balotelli. Con questa rete il fantasista di Bari vecchia diventa, solitario, capocannoniere azzurro all time in fasi finali europee con 3 centri.

Nei quarti di finale la Spagna tornerà in campo sabato 23 giugno, ore 20.45, a Donetsk contro la seconda classificata del girone D, che conosceremo questa sera. Mentre l’Italia di Prandelli giocherà a Kiev contro la prima del gruppo D alle 20.45 di domenica 24. Nel gruppo D, fuori ormai la Svezia a 0 punti, si contendono l’accesso ai quarti Francia e Inghilterra, a 4 punti, e Ucraina, a 3.

Le partite di oggi sono Svezia-Francia e Inghilterra-Ucraina.

Ed ecco l’amazing goal di Balotelli

http://www.mariobalotelli.it/home/
http://www.figc.it/index.shtml
http://www.figc.it/ 

Euro2012: aspettando Italia Irlanda, goleades e biscotti nell’era del calcio spettacolo

A chi il biscotto e a chi la goleada: storia di campionato di vecchi, buoni termini.

E anche se Prandelli Cesare, l’attuale ct della nazionale italiana non vuol sentirne parlare di prodotti da forno e affini, biscotto e biscottate nelle sue svariate declinazioni, sembra proprio che sia stato l’ex allenatore senese a passare la palla a un pubblico affamato di giornalisti, che fra conferenze stampa ufficiali e dichiarazioni rubate a bordo campo o negli spogliatoi, fashion gossip sulle 16 maglie delle nazionali che si contendono il trofeo di campioni d’Europa 2012, formazioni, calcioscomesse, parate e portavoci dell’eterodossia, ci siamo un po’ giocati tutto. Ed ecco che aspettando il grande match decisivo con l’Irlanda del vecchio, buon Trappatoni, che oggi festeggia l’Ulysse – è il Bloomsday – con un percorso d’obbligo nella Dublino dell’autore, James Joyce, gran parte dei giornali italiani, on e offline, qualora   ne esistessero ancora, dedicato fittissime pagine (almeno una) agli incontri che decideranno le sorti di questo ennesimo, importante e caldissimo campionato di calcio. Anche sotto la pioggia.

Girandoci i pollici nell’attesa di capire dove hanno lasciato le briciole di questo gran calderone che non ancora nessuna intenzione di spegnersi, visto i risultati e le gare che ogni giorno continueranno a susseguirsi fino al prossimo, caldo mese di luglio, ci siamo chiesti origine ed etimologia di alcune parole sulle quali si sono costruite queste giornate di gossip calcio e poco spettacolo.

Quindi. Cosa vuol dire biscotto e perché per la Spagna Campione del Mondo, che ha spiazzato l’avversaria Croazia con un 4 a zero tutto sommato prevedibilissimo, si parla di goleada e il nostro italianissimo Prandelli non vuol sentire parlare invece di biscotto?

Cercando goleada (SPAGNA-IRLANDA 4-0 4′ Torres, 49′ Silva, 71′ Torres, 83′ Fabregas) ecco che cosa ci restituisce la Rete. Nel gergo calcistico – ci dice il dizionario del Corriere – serie notevole di gol messi a segno in una partita, generalmente da una sola delle squadre. Definizione e significato confermati dall’Hoefli che alla voce SPORT spiega che la goleada corrisponde ‘nel calcio, a un elevato numero di gol, spec. segnati in un’unica partita’ . Il sostantivo di chiara origine spagnola, è femminile e al plurale si pronuncia aggiungendo la s, dunque goleadas. 

Per Zeronet goleada alla spagnola, è una ricca messe di goal segnati nel corso di una partita di calcio. Già usato da molti anni, il termine divenne anche più popolare dopo la vittoria della squadra italiana ai campionati mondiali di calcio svoltisi in Spagna nel 1982. Il campionato stesso diventò il mundial, i suoi vincitori i mondiali. Uno di loro, Paolo Rossi, ebbe il soprannome di ‘chico de oro’ o Pablito (de oro) – bambino d’oro.

Per questi UEFA – Euro2012 hanno tirato  nuovamente fuori dal cilindro il termine – appropriatissimo nel caso dei tifosi troll irlandesi –  per il numero di quattro goals messi a segno dalla Furia Rossa Campione del Mondo, la Spagna , contro l’Irlanda del Trap.

Ed ecco perché Prandelli (e neppure gli spagnoli) non vuole sentire parlare di biscotto.

Nel calcio, il biscotto indica un pareggio accordato fra due squadre in danno di una terza. Che sarebbe una combine ma non proprio  e  che durante dei campionati di calcio è quanto dire. Il pareggio andrebbe a vantaggio di entrambe le squadre, portandone alla vittoria una. E supponendo un pareggio fra le furie rosse e i croati, in pareggio con la nazionale italiana al primo match, ad esempio un 2-2 Spagna e Croazia,  l‘Italia sarebbe eliminata a prescindere dal proprio risultato contro l‘Irlanda per la regola dei goal negli scontri diretti che avvantaggerebbe spagnoli e croati. Anche se arrivare a fare 2-2 non equivale proprio a uno 0-0 o 1-1.

Con i 4 goal di Spagna Croazia, la furia roja di Del Bosque sale al comando del Gruppo C a quota 4 punti: gli stessi della Croazia ma con una migliore differenza di reti. L’Italia, in caso di ‘pareggio biscottato’ tra Spagna e Croazia, sarebbe dunque condannata a prescindere dal risultato contro l’Irlanda. Dal biscotto scandinavo alla galleta, il destino degli azzurri all’Europeo è molto simile a quello di Euro 2004.

Quando Svezia e Danimarca brigarono per un fasullo 2-2 e resero vana la vittoria dell‘Italia contro la Bulgaria. Il turno andò a loro, mentre gli azzurri tornarono a casa.

Ma quando si gioca Italia – Irlanda?

Dopo i due pareggi contro Spagna e Croazia, l’Italia di Cesare Prandelli tornerà in campo lunedì 18 giugno contro l’Irlanda al Municipal Stadium di Poznan, Polonia. Fischio d’inizio alle 20:45. Alla stessa ora si gioca l’altra partita del girone C, Spagna-Croazia (in campo all’Arena Gdansk).

Per passare il turno, gli azzurri dovranno battere l’Irlanda e sperare che Spagna-Croazia non finisca con un pareggio ricco di gol (dal 2-2 in su)

 Di seguito alcuni ‘biscotti storici‘.

http://www.ansa.it/web/notizie/europei2012/news/2012/06/15/Calcio-biscotti-quanti-casi-_7043362.html
http://it.eurosport.yahoo.com/blog/top-flop/top-10-dei-biscotti-internazionali-094019353–spt.html
http://it.uefa.com/uefaeuro/

Euro2012: Buffon ‘siamo qui per stupirvi’. Domani il primo, importante match contro gli spagnoli

‘Stupire’. Per il capitano della Nazionale italiana è l’ordine categorico da seguire in questi campionati Europei appena iniziati. ‘Dentro abbiamo una grande determinazione, per capire dove ci porterà dobbiamo solo aspettare – ha detto Gigi Buffon in conferenza stampa alla vigilia dell’esordio europeo contro la Spagna, domani alle 18 allo stadio Gdansk di Danzica. C’è la consapevolezza e la convinzione di poter far bene – dice il numero 1 della nazionale, anche lui coinvolto nel Calcioscommesse. Per Buffon ‘Quello che verrà, se sarà un verdetto onesto del campo, lo prenderemo. Rappresentiamo un paese intero che sta attraversando un periodo non facile. Ma abbiamo l’opportunità per rendere i tifosi partecipi ed orgogliosi di questa Nazionale e dei ragazzi che indossano la maglia azzurra’.

Una sfida da non sottovalutare quella con la Spagna. Non solo perché l’Italia si troverà di fronte i campioni del mondo e d’Europa, desiderosa di una rivincita dopo la sconfitta agli Europei di quattro anni fa. ‘Il nostro precedente con la Spagna brucia ancora un pochino – ha ammesso il neo campione d’Italia – ma è anche vero che da quella partita in poi la Spagna ha ampiamente legittimato la supremazia che si è conquistata. Di certo inorgoglisce il fatto che nel loro momento migliore, senza rubare nulla, avevamo creato alla Spagna in quella partita qualche difficoltà’.

Secondo il portiere azzurro ‘la Spagna non deve temere l’Italia. Loro hanno talmente tante certezze che non temono nessuno. Ci rispetteranno come si fa con tutti gli avversari che si incontrano’. Gigi Buffon è consapevole che sono loro la squadra da battere. ‘Nel calcio quasi sempre vincono i più forti e loro lo sono’, ammette. Ma poi aggiunge anche: ‘Ogni tanto vincono i più bravi e questo ci lascia qualche speranza. La Grecia nel 2004 è stata superiore a tutte le altre rivali, ma non era la più forte. Lo stesso vale per la Danimarca nel 1992’.

Gigi Buffon è poi tornato sulla vicenda calcioscommesse, dopo le polemiche che lo hanno toccato anche personalmente per le sue puntate sospette in una tabaccheria di Parma. ‘Le situazioni che stiamo vivendo, e che ci sono state, chiaramente non ci possono aiutare a trovare la serenità giusta. Però se si è uomini, e se si ha una certa esperienza, come hanno molti di noi, può essere una buona leva per avere qualche stimolo in più’.

Il portiere della Juve, ormai veterano della maglia azzurra: ‘Penso che sia molto bello potere guardarsi indietro e vedere che è dal ’97 che vesto questa maglia e dopo 15 anni ci sono ancora, questo per me vuol dire tanto’.

Buffon si rivolge anche a Mario Balotelli, volto nuovo della nazionale fra i veterani. ‘A livello calcistico, è un talento puro a cui non si deve suggerire nulla. E’ uno dei pochi giocatori che può farci vincere le partite. Fuori dal campo si è sempre comportato in maniera diligente con noi. Ha 22 anni, è giusto che commetta errori: è importante che uno sbaglio si trasformi in esperienza’.

In un gruppo che comprende anche Irlanda e Croazia, quello tra Italia e Spagna è il match-clouPrandelli, dopo l’imbarcata presa in amichevole contro la Russia (azzurri sconfitti per 3-0), per questi Euro2012 sembra aver scelto di schierare la difesa a 3, puntando sullo spostamento di De Rossi centrale, in mezzo ai due juventini Bonucci e Chiellini. In attacco fiducia al tandem Cassano-Balotelli, per provare a sorprendere la non irresistibile retroguardia spagnola e per dare un segnale di risposta a tutto quello che sta accadendo al calcio italiano, sommerso dallo scandalo scommesse.

Danzica, gli azzurri nello stadio d’ambra

Nuovo di zecca, consegnato ufficialmente nel 2011, l’Arena Gdansk di Danzica ha ospitato oggi il primo allenamento degli azzurri in vista del match contro la Spagna. Stadio avveniristico dai colori ambrati – Danzica è città dell’ambra – l’Arena ha una capienza massima di 40.000 spettatori ed è il campo dove gioca le partite interne la squadra della città baltica, il Ks Lechia Gdansk. Ecco una panoramica della struttura costituita da 18.000 piastrelle simili all’ambra.

Euro 2012: al via i campionati Europei. Oggi si gioca Polonia Grecia, domani Italia contro Spagna

Iniziano oggi alle 18.00, allo stadio Narodowy di Varsavia, con il primo dei match Polonia-Grecia, gli Euro 2012, i campionati di calcio Europei. La 14esima edizione di quest’anno vedrà scendere in campo 16 squadre (24 alla prossima), pronte a competere per la vittoria. Suddivise in quattro gironi di 31 gare, si giocherà la finalissima il prossimo 1 luglio, a Kiev.

Tra le nazionali partecipanti, la favorita per il successo finale è la Spagna, attuale Campione del Mondo e d’Europa. Le Furie Rosse, come sono chiamati i giocatori della nazionale spagnola per i colori della squadra, sono inserite nel gruppo C insieme all’Italia.

Girone tutt’altro che facile per gli azzurri agli Europei di Polonia e Ucraina che incontrano subito la Spagna e avversari come l’Irlanda di mister Trapattoni e la Croazia. Gli uomini di Prandelli, nel gruppo C, giocheranno tutta la prima fase in Polonia. Per l‘esordio, previsto per domani 10 giugno, alle 18, la nazionale è arrivata con un volo charter da Cracovia a Danzica, dove giocherà contro le Furie rosse. La sfida con la Croazia sarà il 14 giugno a Poznan, sempre alle 18. A chiudere il girone l’Irlanda, il 18 giugno alle ore 20.45, ancora a Poznan.

 Spagna a parte, l’attenzione è concentrata anche su Germania e Olanda, altre due nazionali costruite per vincere. I tedeschi possono contare su un perfetto mix di giocatori esperti e giovani promesse, mentre l’Olanda, dopo la finale del Mondiale 2010 persa con la Spagna, punta a rifarsi, mettendo in campo fuoriclasse come Van Persie e Sneijder.

Seguono Francia, Portogallo e Inghilterra, con un occhio particolare anche alla nostra Nazionale. La squadra di Cesare Prandelli è considerata una possibile sorpresa. Calcioscommesse e relativi scandali a parte, gli Azzurri puntano a stupire tutti, come è accaduto nel 2006 quando, nonostante Calciopoli, hanno portato a casa il Mondiale.

Per Gigi RivaRombo di Tuono ‘è un girone alla nostra portata’. Il commento a caldo del team manager degli Azzurri, che ha dovuto rinunciare, all’ultimo minuto, agli Europei per una lussazione a una spalla ,è ottimista. ‘E’ un girone alla nostra portata anche se impegnativo, dice. La Spagna sappiamo bene chi è e come è – ha detto il capocannoniere leggenda del calcio italiano. La Croazia è un’ottima squadra e incontreremo di nuovo l’Irlanda del Trap che ci rende la vita difficile. Tuttavia ribadisco è un girone alla nostra portata’.

Ai microfoni della Rai il ct Prandelli fa un bilancio del sorteggio: ‘Non volevamo pescare Trapattoni per tanti motivi, ma sarà un girone molto difficile. Il passaggio di turno? Dipenderà dalle condizioni fisiche dei nostri giocatori. Croazia e Irlanda sono due squadre diverse e conoscendo il Trap, lotterà fino all’ultimo secondo. Ci vuole la mentalità giusta’.

‘Fateci sognare’ è il messaggio del presidente UEFA Michel Platini e di milioni di appassionati di calcio. Chi saranno i campioni d’Europa? Platini, ovviamente, non ha la sfera di cristallo: ‘So solo che otto squadre arriveranno ai quarti di finale, poi ce ne saranno quattro, poi due, e poi darò il trofeo ai vincitori – ha commentato -. Sarà una competizione molto aperta e ci saranno tante sorprese. Chi avrebbe mai pronosticato la vittoria della Danimarca nel 1992 o della Grecia nel 2004? Come sempre, il calcio è irrazionale, ma è bello proprio per questo’.

Tutti i gironi degli Europei

GIRONE A: Polonia, Grecia, Russia, Repubblica Ceca
GIRONE B: Olanda, Danimarca, Germania, Portogallo
GIRONE C: Spagna, Italia, Irlanda, Croazia
GIRONE D: Ucraina, Svezia, Francia, Inghilterra

http://www.euro2012.it/
http://it.uefa.com/
https://www.facebook.com/pages/NAZIONALE-ITALIANA-AGLI-EUROPEI-2012/197451357005873 

Blog at WordPress.com.