Wiz Khalifa ‘Don’t Lie’ (No Lie Freestyle) e l’uso spropositato di una certa sostanza verde

Insieme a molte altre cose, vanno d’accordo su una  in particolare: l’uso condiviso di una quantità  spropositata di una certa sostanza verde.

Snoop Dogg e Wiz Khalifa sono amici e si vede. Anche nel video di ‘French Inhale‘, dove per tutto il tempo non fanno altro che fumare sapientemente. Nessuna sorpresa per chi li conosce. Ci sono anche un paio di shots in cui alcune donne enjoying (and, as such, inhaling) insieme al duo. Il brano arriva direttamente dalla soundtrack del loro Mac + Devin Go To High School film. Puoi vederlo di seguito.

Roll Up

Roll Up (Photo credit: Wikipedia)

Wiz Khalifa nel frattempo, sta lavorando alla promozione del suo nuovo album, O.N.I.F.C., in uscita il prossimo 28 agosto. Non si tratta semplicemente di una nuova canzone, ma è il modo di Wiz per presentare il suo freestyle insieme al singolo ‘No Lie‘ in cui compaiono 2 Chainz e Drake– (il featured single, appunto). Lo spitter di Pittsburg ha cambiato il nome in ‘Don’t Lie‘ e disseminato la produzione con riferimenti espliciti a ciò che preferisce al mondo: l’erba.

Wiz Khalifa, King del Rap in Pittsburg, sarà a Milano e per la prima volta in Italia il prossimo 15 luglio per un evento unico all’Ippodromo al Galoppo supportato da Fedez e Dj Harsh, Duke Montana e Sick Luke, Baby K e i super talentuosi Troupe d’Elite, pargoli dell’hip hop made in Italy.

| Wiz Khalifa Live a Milano 15/07/2012

Opening Act:
Fedez + DJ Harsh
Duke Montana + Sick Luke
Baby K
Troupe d’Elite



dir. by @billpaladino

Soundtrack available on itunes
http://itunes.apple.com/us/album/mac-devin-go-to-high-school/id480436587

Mac + Devin Go To High School DVD available now! Get it here:
http://bit.ly/MDiTunesTW

http://Facebook.com/MacAndDevin
http://Twitter.com/MacAndDevin
http://MacAndDevin.com

Directed by John Mazyck from Stampede Management

http://tantarobalabel.com/

Advertisements

Radiohead in Italia a settembre: dopo il crollo di Toronto, rinviate le date dei concerti

Dopo il crollo del palco a mezz’ora dal concerto di Toronto, la band canadese dei Radiohead rinvia a settembre la  tournée prevista per l’Italia da questo mese. Saltano dunque le date del 30 a Roma e del 4 luglio a Bologna, compresa quella fiorentina al Parco delle Cascine. Il concerto  bolognese era stato già spostato da Piazza Maggiore all’Arena Parco Nord. Con il sold out confermato da tempo, la tragedia di Toronto richia di far saltare per intero il tour italiano.

Ed è proprio la band a cui Thom Yorke dà voce  a dare l’annuncio, sul sito. ‘Postponed’ su ogni data del tour e poi il messaggio. ‘Come probabilmente saprete – comunicano sulla homepage – al nostro show di Toronto la parte superiore del palco è crollata e ha ucciso Scott Johnson, membro della nostra squadra di tecnici, ferendone altri tre. Il crollo ha anche distrutto l’impianto luci, che era costruito apposta per noi, e ci vorranno parecchie settimane per sostituirlo’.

Danneggiata anche la strumentazione, che comprendeva anche apparecchi vecchi di decenni e difficili da rimpiazzare. ‘Siamo ancora addolorati e scioccati per il terribile incidente, ma ci sono molti aspetti pratici da riconsiderare, perciò abbiamo deciso di spostare queste date: 30 giugno Roma, 1 luglio Firenze, 3 luglio Bologna, 4 luglio Codroipo‘. Rinviati anche due show berlinesi e uno in Svizzera.

L’incidente è avvenuto il 16 giugno, e avrebbe potuto trasformarsi in una tragedia di dimensioni assai maggiori, se non si fosse verificato prima dell’inizio del concerto, quando i cancelli erano ancora chiusi al pubblico (40 mila spettatori previsti). La band ha  dovuto cancellare lo show, ultimo in programma per gli Stati Uniti. Prevista anche una pausa di qualche giorno prima della ripresa in Europa, proprio a Roma. E invece la band non suonerà all’Ippodromo delle Capannelle, dov’era attesa per il festival Rock in Roma, e riprenderà il tour il 10 luglio con due date Nimes, in Francia.

Le nuove date del tour italiano saranno annunciate mercoledì prossimo. Si parla di settembre, che nel calendario sul sito dei Radiohead è completamente libero, ma intanto Thom Yorke voce del gruppo e compagni, sorpresi da dolore e sgomento,   sono ancora alle prese con le autorità canadesi. I quattro figurano come amministratori della Ticker Tape Touring, una delle ditte che curano la logistica della tournée, e il tribunale di Toronto sta valutando una loro eventuale responsabilità.

I Radiohead, da sempre politically correct, rimangono colpiti da una morte sul lavoro e il rinvio delle date italiane segna un coinvolgimento emotivo evidente. Scossi e molto colpiti, come loro stessi si sono definiti, a causa della tragica perdita di   Johnson, la band di Yorke sceglie di annullare le date italiane e di rispettare in questo modo la memoria del tecnico scomparso.

Uno dei tanti lavori dell’unico settore dell’industria musicale dove la crisi non era ancora arrivata, garantendo incassi miliardari a star planetarie come Madonna, U2, Coldplay, che girano il mondo in tour infiniti per ammortizzare i costi dei loro show.

E’ diverso per i Radiohead, che quando suonarono per l’ultima volta in Italia, quattro anni fa, avevano un palco semplice, effetti visivi molto originali e la solita, incontenibile, passione per la musica.

https://cookednews.wordpress.com/2012/06/17/radiohead-toronto-crolla-il-palco-un-morto-e-numerosi-feriti-concerto-annullato-la-band-in-italia-il-30-giugno/

L’urlo di Munch e la tazza da te di Lady Gaga: le vendite della settimana dagli Stati Uniti al Giappone

Dopo Seul e le contestazioni religiose alla star antireligiosa per eccellenza, Lady Gaga torna a far parlare di sè con la vendita di un oggetto fetish. Non è L’urlo di Munch, battuto durante l’ultima asta Sotheby’s a New York qualcosa come 119,9 milioni di dollari, diventando l’opera più costosa al mondo, ma è comunque una notizia.

In Giappone è stata messa in vendita la tazza da te di porcellana con l’impronta del rossetto della pop star usata durante una conferenza stampa. Per possederla i suoi fan nipponici sono disposti a sborsare 38 mila euro. Si tratta della tazza di porcellana munita di piattino, utilizzata dalla pop star americana a Tokyo tre mesi dopo la devastazione seguita al terremoto e allo tsunami dell’11 marzo del 2011 e ha la scritta ‘Preghiamo per il Giappone’.

E sembra anche che qualche acquirente ci sia, disposto a spendere fino a 4 milioni di yen. E’ questo l’incredibile prezzo offerto a cinque giorni dalla chiusura della vendita online. I proventi saranno usati per consentire a giovani artisti giapponesi di studiare negli Stati Uniti. Si sono fatti avanti già 500 potenziali acquirenti.

Instancabile Lady Gaga,  a lavoro con un tour che a quanto pare continuerà a far discutere, arriva anche la notizia di un ruolo in Men in Black 3. L’artista internazionale comparirà nel film di Barry Sonnenfeld insieme a Will Smith e Tommy Lee Jones e Justin  Bieber.  Stefani Joanne Angelina Germanotta (vero nome di Miss Gaga) e Bieber saranno due alieni al fianco del regista Tim Burton, la cui presenza era già stata annunciata in precedenza.

Per assegnare L’Urlo il capolavoro del pittore norvegese sono bastati invece appena 12 minuti. Sette potenziali acquirenti si sono disputati l’opera stimata 80 milioni di dollari, rilanciando offerte che crescevano, superando i 10 milioni in un minuto. ‘Record mondiale‘ è stato invece l’urlo del banditore Tobias Meyer. L’urlo ha così superato Nudo, foglie verdi e busto di Picasso, che era stato venduto nel 2010 per 106,5 milioni di dollari.

Realizzato nel 1895, L’urlo venduto ieri era l’unica delle quattro versioni ancora nelle mani di un privato, il norvegese Petter Olsen, il cui papà era amico e sostenitore di Munch.

Create a free website or blog at WordPress.com.