The first age of Pop… Hal Foster and more on #RichardHamilton next week @Tate

Richard Hamilton Self-portrait 05.3.81 a 1990 Private collection © The estate of Richard Hamilton

Richard Hamilton View the main page for this artworkToggle FullscreenPreviousNext

One of the most influential British artists of the 20th century, Richard Hamilton(1922–2011) is widely regarded as a founding figure of pop art, who continued to experiment and innovate over a career of 60 years. Tate Modern presents the first retrospective to encompass the full scope of Hamilton’s work, from his early exhibition designs of the 1950s to his final paintings of 2011. This exhibition explores his relationship to design, painting, photography and television, as well as his engagement and collaborations with other artists.

Hamilton is best known for his pivotal role in the birth of pop art, including the groundbreaking installation Fun House 1956. A centrepiece of the exhibition, this immersive room combines images from movie-posters, magazines and art history, and will be shown alongside a print of the era-defining Just what is it that makes today’s homes so different, so appealing?. The depiction of Mick Jagger in the iconic series Swingeing London 67 1968–9, as well as images of other celebrities such as Bing Crosby and Marilyn Monroe, will show Hamilton’s continued interest in popular culture. Wider contemporary issues and political subjects are also addressed in his work, including the Kent State shootings and the IRA ‘dirty protests’, as well as figures like Margaret Thatcher and Tony Blair in such works as Treatment Room 1984 and Shock and Awe 2010. Hamilton’s interest in interiors, architecture and design is represented by his depictions of everything from the Guggenheim Museum in New York to a classic Braun toaster.

Richard Hamilton is curated by Mark Godfrey, Curator of International Art, Tate Modern, Paul Schimmel and Vicente Todolí with Hannah Dewar, Assistant Curator, Tate Modern.

Exhibition organised by the Museo Nacional Centro de Arte Reina Sofía in collaboration with Tate Modern.

Related events

Talks and lectures

On Hamilton with Hal Foster, Vicente Todoli and Mark Godfrey
Wednesday 12 February 2014, 18.30 – 20.00
Richard Hamilton, Politics and Art in the 1980s
Thursday 27 February 2014, 18.30 – 20.00
British Sign Language tour: Richard Hamilton
Friday 7 March 2014, 19.00 – 20.00
Curator’s tour and private view: Richard Hamilton
Monday 10 March 2014, 18.30 – 20.30

Special event
Members Evening Private view: Richard Hamilton
Tuesday 18 February 2014, 18.45 – 21.30

Courses and workshops

Advertisements

Berlusconi e la par condicio televisiva

Silvio Berlusconi

Silvio Berlusconi (Photo credit: Wikipedia)

Ventotto minuti e mezzo. E’ il tempo dell’intervento televisivo di Berlusconi, l’ennesimo, l’ultimo che va ad unirsi a una lunga lista e che ha suscitato la reazione di un gruppo di parlamentari del Pd di rivolgersi ieri all’Autorità garante per le comunicazioni. Una situazione alla quale la Rai ha promesso oggi di voler riparare.

‘Negli ultimi giorni l’on. Silvio Berlusconi ha chiesto e ottenuto spazio ad una serie di trasmissioni televisive e radiofoniche. In una ottica di equilibrio precedente alla ‘Par Condicio’ la Rai offrirà analoghi spazi di comunicazione ai leader di altre formazioni politiche’. Lo comunica Viale Mazzini.

‘Gentile presidente, la direzione generale già dal 22 novembre ha richiamato reti e testate a garantire il pluralismo e l’equilibrio nella presenza delle diverse forze politiche all’interno dei programmi di approfondimento informativo’, scrive Gubitosi nella lettera a Zavoli.

‘Successivamente, anche a seguito delle raccomandazioni emerse nell’ambito del dibattito consiliare del 19 dicembre, è stata convocata il 20 dicembre una riunione con i direttori di reti e testate volta a sottolineare ancora una volta l’esigenza di garantire pluralismo e equilibrio informativo.

L’on Berlusconi – continua il dg Rai – ha approcciato direttamente reti e testate chiedendo spazi per interviste, utilizzando, di fatto, gran parte degli spazi destinati alla sua area politica. E’ stato ospite del Tg2, delle rubriche Unomattina, Porta a Porta, dell’Arena, della rubrica radiofonica Radio anch’io e domani sarà ospite dell’intervista serale del Tg1; al contrario non è stata accettata la richiesta dell’on. Berlusconi di partecipare ad una prima serata di Porta a Porta e non ha avuto seguito la sua richiesta di partecipare ad una rubrica di approfondimento sportivo’.

Spiega ancora Gubitosi: ‘Stiamo già offrendo ai responsabili delle altre aree analoghi spazi di palinsesto per assolvere all’impegno della concessionaria del servizio pubblico radiotelevisivo di garantire al meglio il proprio dovere di informare in maniera equilibrata i cittadini’.

Arriva presto la replica di Zavoli. ‘Intravedo in alcune iniziative dei direttori di testata e addirittura di rete un mancato rispetto del mandato del Cda Rai in tema di pluralismo. Le norme sono state disattese per ragioni che non conosco, ma ho rinnovato l’invito al dg Rai di rispettare le norme”. Lo dice il presidente della Vigilanza Sergio Zavoli.

Secondo l’ex presidente Rai e deputato Pd, Roberto Zaccaria ‘Berlusconi continua la sua occupazione della TV e stamani ha potuto utilizzare l’intero programma di Uno Mattina per 28 minuti e mezzo facendo un vero e proprio comizio che ha portato addirittura ad un ritardo di 5 minuti del telegiornale.

Il contraddittorio è stato insignificante e le due domande più incisive erano preregistrate e sono state facilmente aggirate senza alcuna replica. Questo modo di utilizzare la TV da parte di un politico contrasta apertamente con le indicazioni date dall’Agcom nei giorni scorsi e ci auguriamo vivamente che nella giornata di domani il Consiglio dell’Autorità oltre a fornire i dati, che abbiamo richiesto, sulla presenza complessiva dei leader politici in questi ultimi dieci giorni si esprima sull’uso della TV a fini di esplicita propaganda.

Anche i vertici della Rai (Presidente e Direttore generale) che nei giorni scorsi avevano vietato l’invito di uomini politici nei contenitori durante le festività, sentano il dovere di rispondere perché questo inasprimento della campagna elettorale viola esplicitamente anche il monito del Capo dello Stato.’

Per oggi è attesa intanto in commissione parlamentare di Vigilanza Rai l’audizione dei vertici della Agcom. L’obiettivo è avere un quadro aggiornato della questione par condicio in vista della tornata elettorale del 24 e 25 febbraio.

MTV Spit 2013: riconfermata la serie di battaglie a suon di rap e freestyle

Pettegolezzi, voci, anticipazioni. Da un forum, un anonimo rapper da conferma della nuova serie di battaglie e spit a suon di rap italiano sul canale dedicato Mtv Italia per il prossmo anno 2013. E la notizia sembra attendibile visto i nuovi lanci sulla rete a proposito della versione 2013 di ‘Mtv-Spit’. Bella raga – dice – ieri (27 luglio, ma noi l’abbiamo ripescato soltanto oggi. Un bene o un male?) sono usciti i palinsesti per l’autunno 2012 / inverno 2013 ed MTV ha confermato che nel 2013 ci sarà una nuova edizione di Spit, da quel poco che si sa ho letto che sarà ”potenziata e allargata’.

SPIT 2013 Con Marracash – Nuova serie Nel 2013 su MTV Italia

Coerentemente con la propria mission di supercontemporaneità, nel 2012 MTV ha lanciato la propria originale versione di talent show: ‘Spit’, dove la sfida è un testa a testa tra freestylers, giovani rappresentanti del genere musicale di cui oggi più si parla.

Una vera gara in cui i rappers si scontrano a colpi di rime improvvisate su temi di attualità, davanti ad un pubblico e ad una giuria di ospiti chiamati a commentare ciascuna esibizione e con un maestro di cerimonia eccezionale: Marracash nelle inedite vesti di conduttore.

Il successo è stato eclatante, e Spit e Marracash torneranno nel 2013 con uno show rinnovato, ancora più intenso e glamour della versione precedente. Non ci resta che attendere.

Ci sarà anche un nuovo reality, ‘DogoStyle’ con protagonisti i Club Dogo, ma sinceramente è stato detto poco e niente, attendiamo buone nuove a riguardo.

Riconfermato Mtv Spit anche per il 2013 c’è il Testimone di Pif e per la prima e la seconda serata una rosa di nomi italiani come Virginia Raffaele, Ubaldo Pantani, Caterina Guzzanti e Maccio Capatonda (da gennaio 2013 con MTG, nei panni di un serissimo anchorman di tg con strane pressioni editoriali).

Per i docu-reality: confermato Ginnaste-Vite Parallele, che si concentrerà sulle giovani campionesse alle Olimpiadi di Londra. Per restare in ambito atletico, partirà anche Calciatori-Giovani Speranze, su un gruppo di sedicenni che sognano di entrare nella Primavera della FiorentinaBallerine, dedicato ai virgulti della danza classica.

Anche le serie tv saranno tante e interessanti: Teen Wolf, iniziato il 18 settembre, Girls dal 10 ottobre, Modern Family 4 novembre e da dicembre New Girl. Per i nostalgici al mattino, da ottobre, un gradito ritorno anni ’90: Buffy l’Ammazzavampiri.

http://www.mtv.it/

London2012: prima medaglia azzurra, Luca Tesconi argento nella pistola 10 metri

Tiro a Segno – Luca Tesconi regala all’Italia la prima medaglia ai Giochi. L’azzurro ha vinto l’argento nel tiro a segno, specialità pistola 10 metri, con 685.8. Oro per il coreano Jin Longoh (688.2) e bronzo per il serbo Andrija Zlatic. Quella conquistata oggi a Londra è l’ottava medaglia nella storia dell’Italia olimpica del tiro a segno, la terza d’argento. L’ultima a salire sul podio, nella gara delle carabina 3 posizioni di Atene 2004, era stata l’attuale ct della squadra azzurra (anche degli uomini) Valentina Turisini.

La scherma, Vezzali e Di Francisca: entrambe le azzurre sono in semifinale del fioretto femminile. Elisa di Francisca si è guadagnata l’accesso ai quarti battendo la tedesca Carolin Golubytskyi 15-9 grazie ad una grande rimonta. Valentina Vezzali si qualifica ai quarti di finale del torneo di fioretto ha battuto 15-6 la cinese Jinyan Chen.

Judo, salta il bronzo per Verde. Al termine di un match tiratissimo, Elio Verde che aveva illuso, si è dovuto arrendere al brasiliano  Felipe Kitadai che nell’extra time ha avuto la meglio sull’azzurro soffiandogli il bronzo.

Best event da seguire oggi in LiveTweet la finale di fioretto femminile alle 20.40 e la finale di nuoto 4×100 m stile libero staffetta femminile alle 21.43, per la quale le italiane non sono riuscite a qualificarsi. In semifinale la Vezzali affronterà la Errigo mentre la Di Fancisca se la vedrà con la coreana Nam, argento a Pechino. Due medaglie sicure per l’Italia della scherma alle Olimpiadi di Londra, con le tre azzurre nella semifinale del fioretto donne. Il terzo gradino del podio sarà deciso da una finale per il bronzo.

L’Italia dell’arco è in semifinale nel torneo maschile a squadre. Nei quarti, gli azzurri hanno sconfitto la Cina per 220-216 e ora attendono la vincente della sfida tra Messico e Francia.

Marin. Comincia bene l’avventura di Luca Marin alle Olimpiadi di Londra. L’azzurro del nuoto si è qualificato per la finale dei 400 misti che ha aperto il programma dell’Acquatic Center, chiudendo le batterie al sesto posto con 4’13″02: meglio del campione americano Michael Phelps che ha strappato l’ultimo posto per la finale. Niente da fare per l’altro azzurro Federico Turrini. Terzo tempo per l’americano rivale di Phelps, Ryan Lochte.

E niente da fare anche per la staffetta femminile 4×100 stile libero: la squadra italiana segna il proprio record ma non basta per accedere alla finale. L’Italia fallisce la qualificazione alla finale della 4×100 femminile stile libero alle Olimpiadi di Londra. Il quartetto azzurro formato da Alice Mizzau, Federica Pellegrini, Laura Letrari e Erika Ferraioli ha chiuso in 3’39″74, nuovo record italiano, al settimo posto nella seconda batteria. «Sapevamo che sarebbe stato difficile, abbiamo fatto il massimo, va bene così», ha commentato Federica a fine gara.

Phelps dentro per un soffio. La stella del nuoto statunitense si è salvata per sette centesimi ottenendo l’ottavo e ultimo tempo utile per qualificarsi.

400 stile. Samuel Pizzetti fallisce l’accesso alla finale dei 400 stile libero maschili. In batteria, l’azzurro non riesce a scendere sotto il tempo di 3’50″93. A sorpresa, fuori anche il tedesco Paul Biedermann (3’48″50), detentore del record mondiale, e il coreano Taehwan Park: il campione del mondo in carica è stato squalificato.

Tennis. Deve lottare per tre set Falvia Pennetta per superare il primo turno al torneo olimpico femminile di tennis. Nel singolare l’azzurra ha battuto per 6-2, 4-6, 6-2 la rumena Sorana Cirstea. L’incontro disputato sul campo numero 11 di Wimbledon è durato un ora e 38 minuti.

Ciclismo. Il kazako Alexander Vinokourov ha vinto la prova su strada di ciclismo, aggiudicandosi l’oro. Medaglia d’argento al colombiano Rigoberto Uran Uran. Terzo, staccato di qualche secondo, il norvegese Alexander Kristoff. Vinokourov, bandiera della kazaka Astana, ha vinto l’oro alla veneranda età di 38 anni, battendo in uno sprint a due Uran Uran, al termine di una prova lunga 249 km. A Sidney, ai Giochi del 2000, aveva vinto l’argento.

Primo degli italiani il milanese Luca Paolini, che si è piazzato al nono posto, dopo essere stato a lungo in fuga con un nutrito gruppo di corridori. Il favorito della corsa, il britannico Mark Cavendish, si è piazzato al 29esimo posto, alle spalle di un altro big, Tom Boonen. Elia Viviani si è dovuto accontentare del 38esimo posto. La corsa è stata caratterizzata da una lunga fuga che ha visto protagonista anche Vincenzo Nibali e da una caduta in curva, negli ultimi chilometri, dello svizzero Fabian Cancellara, che ha dovuto fare ricorso alle cure dei sanitari.

#PodiPodi #Londra2012 #Vezzali #aspettando1oro #Londra2012

(in foto le 8 medaglie vinte nel 2008)

http://www.londra2012.coni.it/

https://cookednews.wordpress.com/2012/07/28/gli-italiani-alle-olimpiadi-di-londra-2012-gli-azzurri-in-gara-sabato-28-luglio/

https://cookednews.wordpress.com/2012/07/28/olimpiade-2012-mission-impossible-opening-ceremony-firmata-david-boyle-con-daniel-craig-e-queen-elisabeth-ii/

Blog at WordPress.com.