Euro2012: Buffon ‘siamo qui per stupirvi’. Domani il primo, importante match contro gli spagnoli

‘Stupire’. Per il capitano della Nazionale italiana è l’ordine categorico da seguire in questi campionati Europei appena iniziati. ‘Dentro abbiamo una grande determinazione, per capire dove ci porterà dobbiamo solo aspettare – ha detto Gigi Buffon in conferenza stampa alla vigilia dell’esordio europeo contro la Spagna, domani alle 18 allo stadio Gdansk di Danzica. C’è la consapevolezza e la convinzione di poter far bene – dice il numero 1 della nazionale, anche lui coinvolto nel Calcioscommesse. Per Buffon ‘Quello che verrà, se sarà un verdetto onesto del campo, lo prenderemo. Rappresentiamo un paese intero che sta attraversando un periodo non facile. Ma abbiamo l’opportunità per rendere i tifosi partecipi ed orgogliosi di questa Nazionale e dei ragazzi che indossano la maglia azzurra’.

Una sfida da non sottovalutare quella con la Spagna. Non solo perché l’Italia si troverà di fronte i campioni del mondo e d’Europa, desiderosa di una rivincita dopo la sconfitta agli Europei di quattro anni fa. ‘Il nostro precedente con la Spagna brucia ancora un pochino – ha ammesso il neo campione d’Italia – ma è anche vero che da quella partita in poi la Spagna ha ampiamente legittimato la supremazia che si è conquistata. Di certo inorgoglisce il fatto che nel loro momento migliore, senza rubare nulla, avevamo creato alla Spagna in quella partita qualche difficoltà’.

Secondo il portiere azzurro ‘la Spagna non deve temere l’Italia. Loro hanno talmente tante certezze che non temono nessuno. Ci rispetteranno come si fa con tutti gli avversari che si incontrano’. Gigi Buffon è consapevole che sono loro la squadra da battere. ‘Nel calcio quasi sempre vincono i più forti e loro lo sono’, ammette. Ma poi aggiunge anche: ‘Ogni tanto vincono i più bravi e questo ci lascia qualche speranza. La Grecia nel 2004 è stata superiore a tutte le altre rivali, ma non era la più forte. Lo stesso vale per la Danimarca nel 1992’.

Gigi Buffon è poi tornato sulla vicenda calcioscommesse, dopo le polemiche che lo hanno toccato anche personalmente per le sue puntate sospette in una tabaccheria di Parma. ‘Le situazioni che stiamo vivendo, e che ci sono state, chiaramente non ci possono aiutare a trovare la serenità giusta. Però se si è uomini, e se si ha una certa esperienza, come hanno molti di noi, può essere una buona leva per avere qualche stimolo in più’.

Il portiere della Juve, ormai veterano della maglia azzurra: ‘Penso che sia molto bello potere guardarsi indietro e vedere che è dal ’97 che vesto questa maglia e dopo 15 anni ci sono ancora, questo per me vuol dire tanto’.

Buffon si rivolge anche a Mario Balotelli, volto nuovo della nazionale fra i veterani. ‘A livello calcistico, è un talento puro a cui non si deve suggerire nulla. E’ uno dei pochi giocatori che può farci vincere le partite. Fuori dal campo si è sempre comportato in maniera diligente con noi. Ha 22 anni, è giusto che commetta errori: è importante che uno sbaglio si trasformi in esperienza’.

In un gruppo che comprende anche Irlanda e Croazia, quello tra Italia e Spagna è il match-clouPrandelli, dopo l’imbarcata presa in amichevole contro la Russia (azzurri sconfitti per 3-0), per questi Euro2012 sembra aver scelto di schierare la difesa a 3, puntando sullo spostamento di De Rossi centrale, in mezzo ai due juventini Bonucci e Chiellini. In attacco fiducia al tandem Cassano-Balotelli, per provare a sorprendere la non irresistibile retroguardia spagnola e per dare un segnale di risposta a tutto quello che sta accadendo al calcio italiano, sommerso dallo scandalo scommesse.

Danzica, gli azzurri nello stadio d’ambra

Nuovo di zecca, consegnato ufficialmente nel 2011, l’Arena Gdansk di Danzica ha ospitato oggi il primo allenamento degli azzurri in vista del match contro la Spagna. Stadio avveniristico dai colori ambrati – Danzica è città dell’ambra – l’Arena ha una capienza massima di 40.000 spettatori ed è il campo dove gioca le partite interne la squadra della città baltica, il Ks Lechia Gdansk. Ecco una panoramica della struttura costituita da 18.000 piastrelle simili all’ambra.

Terremoto: il 25 giugno concerto a Bologna con Emilia Live e il 15 settembre a Reggio. Vasco dice no

Il 25 giugno allo stadio dall’Ara di Bologna molti artisti emiliano romagnoli, entreranno in campo per la solidarietà alle popolazioni terremotate portando con le loro canzoni un messaggio di speranza e un contributo concreto per la ricrescita e il ritorno alla normalità delle zone colpite, e con loro la Regione Emilia-Romagna, promotore dell’evento, il comune di Bologna, Rai, agenzie, enti e radio.

Fra le voci dell’Emilia Romagna che canteranno con un incasso che sarà devoluto per la ricostruzione delle zone danneggiate dal sisma non ci sarà Vasco Rossi. Il rocker di Zocca, in provincia di Modena questa volta ha detto no.

Vasco Rossi, che ha già fatto una donazione il 31 maggio scorso, non parteciperà al concerto benefico per i terremotati perché dice ‘È un modo poco costoso e poco faticoso di fare del bene’. E mentre su Facebook i fan si dividono, raggiungendo quota tremila in pochi minuti, Laura Pausini annuncia che  devolverà l’incasso del concerto di questa sera all’Arena di Verona.

Il Concerto per l’Emilia, nato su proposta del consigliere regionale Marco Barbieri, subito raccolta dall’assessore regionale alla cultura Massimo Mezzetti, ha trovato in Beppe Carletti, la persona giusta per chiamare a raccolta gli artisti. Ad oggi hanno aderito Paolo Belli, Samuele Bersani, Luca Carboni, Caterina Caselli, Cesare Cremonini, il flautista reggiano Andrea Griminelli, Francesco Guccini, Luciano Ligabue, Andrea Mingardi, Modena City Ramblers con Cisco, Nek, Nomadi, Laura Pausini, Stadio e Zucchero, che parteciperanno a titolo gratuito. Il concerto, presentato da Fabrizio Frizzi, sarà trasmesso in diretta su Rai 1 in prima serata. Ogni artista canterà due brani. L’organizzazione dell’evento è affidata ad Assomusica, associazione degli organizzatori e dei produttori di spettacoli di musica dal vivo. ‘E’ importante – ha sottolineato il presidente della Regione Emilia-Romagna Vasco Errani – che non si spengano i riflettori sulle zone terremotate e da questo punto di vista il contributo degli artisti attraverso la loro arte e’ fondamentale, Con questo intento è previsto un altro concerto il 15 settembre al Campo Volo (Reggio Emilia) con artisti italiani’.

Il numero per l’sms 45500 rimarrà attivo, oltre il mese previsto, attraverso una proroga, per consentire un ulteriore sviluppo della solidarietà anche in seguito al concerto. Il biglietto per accedere allo spettacolo costa 30 euro ed è acquistabile a partire dalle 12 di oggi, tramite il circuito Ticketone, il circuito Booking show, Charta viva ticket.


Create a free website or blog at WordPress.com.