Kate Middleton incinta: morta suicida l’infermiera del King Edward Hospital che ha risposto allo scherzo

royal-wedding-2011-official-portrait‘Il duca e la duchessa di Cambridge esprimono profonda tristezza nell’apprendere della morte di Jacintha Saldanha’, lo riferisce St. James’s Palace in un comunicato diffuso.

Jacintha Saldanha è l’infermiera del King Edward Hospital, il nosocomio in cui è stata ricoverata fino a ieri la duchessa Kate Middleton per le forti nausee da gravidanza, che ha risposto allo scherzo telefonico di due dj radiofonici australiani. La coppia si è presentata come la regina Elisabetta II e il principe Carlo e ha fatto delle domande a proposito delle condizioni di salute della duchessa.

Lo scherzo ha avuto un’eco mediatico tale da non essere sopportato dalla donna, che ha scelto per questo di togliersi la vita. L’infermiera, che lavorava da quattro anni nell’ospedale preferito dai reali per il regime di privacy, è stata soccorsa questa mattina in casa sua, a pochi passi dall’ospedale, ma era ormai troppo tardi.

La polizia ha riferito che la morte dell’infermiera, la prima persona ad aver ricevuto la falsa telefonata, ‘non è al momento considerata morte sospetta’, rafforzando così l’ipotesi del suicidio. Un portavoce di Scotland Yard ha fatto sapere che ‘La polizia è stata chiamata intorno alle 9.35 di questa mattina con riferimento alla morte di una donna trovata in stato di incoscienza ad un indirizzo di Weymouth Street nel centro di Londra, non lontano dal King Edward Hospital dove la donna prestava servizio’. Il servizio di ambulanza di Londra aveva soccorso la donna, dichiarata morta sul posto. Sono in corso indagini sulle circostanze dell’episodio.

Imita voce Elisabetta II e ottiene informazioni sulla duchessa Kate

Duchess of Cambridge PregnancyL’ospedale ‘King Edward VII‘ di Londra, dove Kate Middleton è stata ricoverata per le forti nausee accusate dopo essere rimasta incinta, è stato costretto a pubbliche scuse dopo aver rivelato informazioni dettagliate sulle sue condizioni di salute. Due speaker di una radio australiana, infatti, si sono finti la regina e il principe del Galles e hanno ricevuto via telefono aggiornamenti sulla moglie del principe William.

A Mel Greig e Michael Christian è stata passata un’infermiera che ha spifferato dettagli sulle terapie che i medici stanno somministrando alla duchessa. L’ospedale si è lamentato dello scherzo e ha annunciato che effettuerà una revisione del suo sistema telefonico interno. Si sono scusati anche i dj e l’emittente radiofonica australiana. 0Ci ha molto sorpreso che la nostra chiamata sia stata passata, eravamo convinti che ci avrebbero riattaccato non appena avessero sentito i nostri terribili accenti…’, si sono giustificati gli speaker, ‘Siamo molto dispiaciuti per ogni problema che possiamo aver causato e siamo contenti di ascoltare che Kate stia meglio’.

Un episodio che ha fatto scattare l’allarme e le necessarie verifiche per capire come mai lo staff dell’ospedale privato sia potuto cadere nel tranello ordito da una radio australiana. Il King Edward VII è l’ospedale di fiducia della famiglia reale e, in quanto tale, i suoi standard di sicurezza e garanzia della privacy sono altissimi. Confermando quanto accaduto, i responsabili del nosocomio hanno garantito che l’attenzione sarà altissima. Duchess of Cambridge Pregnancy

Intanto la notizia dell’arrivo di un bebé reale sembra aver velocizzato anche il processo legislativo: il vice premier britannico Nick Clegg ha annunciato che il governo ha ricevuto il via libera da tutti i componenti del Commonwealth per procedere con la legge che metta fine alla discriminazione contro le donne nella successione al trono britannico.

Kate, la moglie del principe William, ha lasciato l’ospedale dove ha trascorso quattro giorni. Accompagnata dal marito Kate, 30 anni, è comparsa sulle scale del nosocomio sorridente mentre teneva in mano un bouquet di fiori gialli. Né lei, né William hanno parlato con i giornalisti prima di partire in auto.

Poco prima St James’s Palace aveva diffuso un breve comunicato in cui affermava che la ‘Duchessa di Cambridge è stata dimessa dal King Edward VII Hospital e adesso è diretta a Kensington Palace per un periodo di riposo’. Gli impegni immediati di Kate sono stati annullati: sembra che sia William a sostituirla. Il duca di Cambridge prenderà parte a due eventi nel fine settimana fra cui una visita all’Albert Hall sabato sera.

Fonti reali sostengono che è troppo presto per dire quando la duchessa potrà riprendere i suoi impegni, anche se pare probabile che le sarà concesso di riposare per il resto del mese. Il che significa che potrebbe non apparire in pubblico fino alla messa a cui tradizionalmente assiste la famiglia reale a Sandringham il giorno di Natale.

Tra le moltissime cose che si dicono all’indomani dall’annuncio che William e Kate aspettano un bebè, soprattutto sulla natura della particolare condizione della duchessa di Cambridge costretta in ospedale da una forma acuta di nausee, c’è quella – dal dubbio fondamento scientifico – secondo cui per chi soffre di questo disturbo nella fase iniziale della gravidanza, come nel caso di Kate, c’è un’alta probabilità che aspetti gemelli. Non un dettaglio per un bambino che nascerà erede al trono. E allora, se fossero gemelli, ci sarebbe di diritto il terzo in linea di successione, dopo Carlo e William. Il primo a vedere la luce, dicono gli esperti interpellati dai media britannici.

La nuova legislazione metterà fine al principio di primogenitura maschile, in altri termini gli eredi uomini non avranno più la precedenza sulle donne per la successione al trono. Nello stesso provvedimento e’ prevista inoltre l’eliminazione del divieto per gli eredi al trono di sposare una persona di religione cattolica. Il testo in questione era stato approvato in linea di principio al vertice dei capi di governo del Commonwwealth a Perth, in Australia, nell’ottobre 2011. Per procedere con l’approvazione, previo voto in parlamento, era necessario il via libera di tutti e 15 i componenti del Commonwealth (16 con il Regno Unito, tutti sudditi della regina britannica). Rallegrandosi per la fortunata ‘coincidenza’ che vede la decisione giungere poche ore dopo il lieto annuncio della gravidanza di Kate, Clegg ha assicurato che i tempi per l’approvazione saranno strettissimi, forse anche all’inizio del nuovo anno.

(fonte Ansa)

Kate e William dall’avvocato: niente nudo su stampa e web. Domani la prima udienza in Francia

Gli avvocati di William e Kate Middleton compariranno lunedì pomeriggio in tribunale a Nanterre, vicino Parigi, per chiedere lo stop alla pubblicazione delle foto della duchessa di Cambridge a seno nudo apparse sulla rivista Closer (Gruppo Modandori, Francia). L’udienza della causa intentata dalla coppia reale per ‘violazione della privacy’, è fissata per le 18 di domani.

Una fonte vicina afferma che la richiesta al momento riguarda solo il divieto di ripubblicare gli scatti in ristampe del numero e soprattutto quello di venderli o cederli ad altri, anche sul web. ‘E’ la prima udienza. Chiederemo un’ingiunzione contro l’uso delle immagini’, ha detto un portavoce di St. James Palace, aggiungendo che successivamente vi sarà ‘una richiesta di danni’.

Secondo la Bbc, al momento non sono previste azioni legali anche contro il magazine italiano ‘Chi’, che ha annunciato la pubblicazione delle foto, e il giornale irlandese che le ha già diffuse. Dall’emittente aggiungono però che tutte le opzioni rimangono aperte.

Fonti di St.James’s Palace citate dall’Ap sostengono invece che la coppia reale chiederà i danni alla Mondadori, editore sia di Closer che di Chi, che domani uscirà in Italia con le foto incriminate.

Finora gli scatti rubati alla duchessa sono stati pubblicati da Closer in Francia (una quindicina di immagini della coppia che prende il sole sul terrazzo), dal quotidiano irlandese Daily Star, mentre Chi prevede per domani uno speciale di 26 pagine dal titolo ‘La regina è nuda’.

Contro l’ex premier italiano ieri ha usato parole durissime John Major, l’ex premier britannico che al momento della morte di lady Diana fu nominato tutore dei figli William e Herry. In un’intervista ad Andrew Marr sulla Bbc1, Major definisce i magazine che hanno scelto di pubblicare le foto ‘guardoni’ e ricorda che la legge britannica persegue i guardoni. E quando il giornalista gli chiede cosa direbbe a Berlusconi se lo incontrasse per caso, risponde gelido: ‘E’ un’ipotesi improbabile, ma nel caso succedesse non sarebbe una conversazione piacevole’.

William e Kate sono al momento impegnati in un viaggio in Asia e nelle isole del Pacifico in occasione dei 60 anni di regno di Elisabetta II, e oggi sono sbarcati alle isole Salomone, accolti da una grande folla. Un portavoce ha fatto sapere che la coppia non si lascerà distogliere dalla vicenda delle immagini di Kate in topless nella guest house del cugino di William a Kuala Lampur nel Luberon, Francia appunto e che proseguirà con i propri impegni di viaggio.

Blog at WordPress.com.