Si alla libertà su cauzione per Oscar Pistorius

oscar-pistorius-secondaudienza-04Il giudice Desmond Nair ha disposto la libertà su cauzione per Oscar Pistorius.

La polizia che ha indagato sull’omicidio di Reeva Steenkamp da parte di Pistorius ha ‘commesso errori’ ha detto Nair.

Tra gli errori degli inquirenti messi in evidenza dal giudice, il fatto che la polizia non ha esaminato il cellulare di Reeva e che il detective Hilton Botha, rimosso dal suo incarico ieri, potrebbe aver inquinato la scena del delitto.

Non è stato dimostrato che Oscar Pistorius sia a rischio fuga ha aggiunto il giudice Desmond Nair.

‘Yes’, è il grido di gioia della famiglia di Osca Pistorius dopo che il giudice Desmond Nair ha concesso la libertà su cauzione all’atleta accusato di omicidio della fidanzata.

Nel corso di questo ultimo giorno di udienze preliminari presso il tribunale, il procuratore aveva detto all’atleta, che è di nuovo scoppiato in lacrime, di prepararsi a una lunga pena detentiva: ‘Deve capire che una condanna a un lungo periodo di carcere è praticamente certa’.

Pistorius, 26 anni, è arrivato in tribunale alle 6:30 del mattino, le 5:30 in Italia, coprendosi il capo con la giacca. I magistrati sudafricani intanto hanno ammesso di non avere più la certezza che sia testosterone la sostanza rinvenuta nell’abitazione di Pistorius. Un’incredibile marcia indietro dopo la testimonianza nell’aula di tribunale qualche ora prima.

‘Non possiamo dire che cosa sia’, ha detto il portavoce della procura nazionale, Medupe Simasiku. ‘Non possiamo confermare o smentire niente fino a quando riceveremo il rapporto della scientifica’.

Pistorius: una mazza insanguinata a casa dell’atleta

pistorius1402La polizia sudafricana ha ritrovato una mazza da cricket insanguinata a casa di Oscar Pistorius, lo sprinter accusato di omicidio premeditato della fidanzata, nella sua casa di Pretoria. Secondo fonti della polizia scientifica al quotidiano City Press, il cranio della fidanzata dell’atleta olimpico e paralimpico, Reeva Steenkamp, aveva subito forti lesioni e «c’era moltissimo sangue sulla mazza». La polizia sta cercando di capire se la mazza sia stata usata per colpire la modella oppure l’abbia usata la ragazza per difendersi.

Secondo il quotidiano, il primo colpo d’arma da fuoco sarebbe stato sparato in camera da letto, dopodichè la Steenkamp, colpita all’anca, si sarebbe rifugiata in bagno; la giovane è stata poi raggiunta da altri 3 proiettili da 9mm, di cui due alla testa. Il quotidiano ricostruisce anche gli istanti immediatamente successivi al dramma: il padre di Pistorius avrebbe ricevuto una telefonata dal figlio intorno alle 03 e 20 di notte, in cui lui gli chiedeva di raggiungerlo a casa; e quando la famiglia è arrivata, avrebbe trovato il giovane che scendeva le scale con il corpo della fidanzata tra le braccia.

(fonte: Agi)

Caso Pistorius: spunta la pista del rivale in amore

English: Oscar Pistorius during 2011 World cha...

English: Oscar Pistorius during 2011 World championships Athletics in Daegu (Photo credit: Wikipedia)

Un rivale in amore che avrebbe scatenato la rabbia omicida di Oscar Pistorius, il campione paralimpico accusato dell’omicidio della fidanzata la notte del 14 febbraio. Questa la pista su cui starebbero lavorando gli investigatori, secondo quanto sostengono diversi media sudafricani. In base alle indiscrezioni, Pistorius negli ultimi tempi aveva manifestato una forte gelosia nei confronti di Mario Ogle, cantante 24enne sulla cresta dell’onda, che aveva partecipato insieme a Reeva Steenkamp al reality Tropika Island of Treasur, una sorta di Isola dei famosi sudafricana.

Secondo la testimonianza di un’amica e collega di Reeva, Pistorius non voleva che la fidanzata partecipasse allo show insieme al cantante nonostante le rassicurazioni della ragazza, che in più occasioni gli aveva garantito che con Ogle era nata ‘una semplice amicizia’. Nelle ultime ore Ogle ha ritwittato sul proprio profilo un video tratto da Youtube nel quale si vede Reeva giocare con dei delfini durante l’esperienza al reality.

Nel frattempo lo zio di Oscar Pistorius, Arnold, ha rivelato che l’atleta paralimpico è “stordito dallo shock e dal dolore”. “Come potete immaginare – si legge in un comunicato – la nostra famiglia è sotto shock, innanzitutto per la tragica morte di Reeva che abbiamo avuto modo di conoscere e apprezzare negli ultimi mesi”. Lo zio di Pistorius, inoltre, ha rivelato che Oscar e Reeva avevano dei progetti di vita insieme.

(fonte il Sole24ore)

Pistorius in lacrime davanti il giudice: ‘Non ho ucciso’

Pistorius in lacrimePistorius in lacrime a Pretoria in tribunale dove è stato formalmente incriminato dell’omicidio di Reeva Steenkamp all’alba di San Valentino. L’atleta paralimpico sudafricano ha respinto ‘nei termini più forti’ l’accusa di omicidio, hanno riferito in un comunicato la sua famiglia e il suo agente.

‘Gli avvocati che rappresentano l’atleta – si legge – hanno chiesto un rinvio della procedura di richiesta di scarcerazione sotto cauzione fino a martedì, al fine di avere del tempo per condurre una propria inchiesta sulle circostanze della tragedia’. Oscar Pistorius ‘ha chiaramente precisato che intende esprimere la sua profonda solidarietà alla famiglia di Reeva. I nostri pensieri e le nostre preghiere oggi devono essere rivolte tutte a Reeva e alla sua famiglia, quali che siano le circostanze di questa terribile tragedia’.

Il tribunale di Pretoria ha deciso di sospendere l’udienza e il giudice Desmond Nair ha stabilito che l’atleta dovrà rimanere in carcere in attesa della prossima udienza, fissata per martedì. La procura, secondo alcune fonti, si prepara a chiedere l’imputazione per ‘omicidio premeditato’.

Con un vestito a giacca nero su una camicia azzurra, l’atleta è apparso molto provato, le mani a coprire il viso rivolto a terra, mentre il giudice leggeva i capi d’imputazione a suo carico. In prima fila anche il padre, Henke, e la sorella Aimee. La madre di Oscar Pistorius è morta quando lui era ancora adolescente.

Gli avvocati di Pistorius, che ha trascorso la notte in una cella del commissariato di polizia di Boschko, vicino all’abitazione dove si è svolto il dramma, hanno detto che presenteranno istanza di scarcerazione su cauzione. Ma la procura ha già fatto sapere che si opporrà alla sua liberazione.Oscar-Pistorius-62_1673113a

Intanto, la polizia sudafricana ha concluso ieri sera i rilievi nella casa di Pretoria. Il corpo di Reeva Steenkamp, 29 anni, ‘sarà consegnato alla famiglia per le esequie non appena i medici legali avranno concluso l’autopsia, domani o la settimana prossima, non sappiamo quanto tempo sarà necessario’, ha precisato alla France Presse la portavoce della polizia, Katlego Mogale. La famiglia Steenkamp dovrebbe arrivare oggi da Port Elizabeth, nel Sud del Sudafrica, per identificare formalmente il corpo della donna.

Secondo alcune indiscrezioni pubblicate oggi dalla stampa sudafricana, la giovane modella sudafricana sarebbe stata uccisa mentre si trovava in deshabillé nel bagno, da colpi d’arma da fuoco sparati attraverso la porta. La polizia, ha scritto il quotidiano Beeld, sarebbe stata chiamata due volte la sera di San Valentino dai vicini di casa, allarmati prima dalle grida di un litigio poi dai colpi d’arma da fuoco.

L’olimpionico Pistorius spara alla fidanzata e la uccide

pistorius_londra_2012L’atleta paralimpico Oscar Pistorius ha sparato alla fidanzata, colpendola a una gamba e alla testa e uccidendola. Lo riferiscono fonti di stampa sudafricane, secondo le quali Pistorius avrebbe scambiato la donna per un ladro. La fidanzata si chiamava Reeva Steenkamp, 30 anni, modella sudafricana molto nota, considerata tra le cento donne più sexy del pianeta. I due stavano insieme dal novembre scorso. La polizia ha accusato l’atleta di omicidio, escludendo l’ipotesi che il campione l’avrebbe scambiata per un ladro, come aveva sostenuto Pistorius.

L’incidente è accaduto nella sua residenza, nella zona di Silver Lakes, intorno alle 4 di mattina. Pistorius è in stato di fermo e comparirà davanti a un magistrato di Pretoria nelle prossime ore. Agli agenti avrebbe detto di aver udito dei rumori sospetti in casa e di aver sparato alla ragazza credendo che fosse un ladro.

La portavoce della polizia che ha parlato con i giornalisti, Denise Beukes, ha anche aggiunto che gli agenti erano già stati chiamati nella residenza per «segnalazioni» di natura «domestica», un termine che sembra indicare un violento litigio tra Pistorius e la fidanzata. Al fatto avrebbero assistito «altri testimoni», che vengono sentiti in queste ore.

 Oscar Pistorius, che è uscito dalla sua casa indossando una tuta grigia con il capo coperto dal cappuccio e il viso chinato verso terra, dopo l’interrogatorio è stato condotto in ospedale, per essere sottoposto ad esami per stabilire il livello di alcol nel sangue e verificare la presenza di segni di lotta. L’atleta comparirà davanti al magistrato di Pretoria «non prima di domani». L’udienza preliminare, attesa per oggi, è stata rinviata, per consentire alla polizia di raccogliere altre informazioni. Il campione paralimpico è accusato di omicidio volontario per l’assassinio della fidanzata. La polizia dovrebbe – a quanto è stato anticipato – opporsi alla richiesta, che verosimilmente sarà presentata dai suoi avvocati, di poter uscire sotto cauzione.

Nella sua versione, Pistorius aveva detto di aver scambiato la ragazza per un intruso, un ladro o un rapinatore, che tentava di introdursi in casa. Secondo questa ricostruzione, Reeva si sarebbe introdotta in casa di nascosto, alle 4 di mattina, per fare a Pistorius una sorpresa di San Valentino. Un’idea romantica dalla quale sarebbe scaturito un esito mortale.

222000-pistorius

L’atleta, che corre indossando protesi in fibra di carbonio, è stato il primo disabile a correre alle Olimpiadi insieme ai normodotati ed ha raggiunto le semifinali dei 400 metri a Londra 2012. Ai giochi paralimpici ha vinto 6 ori, un argento e un bronzo tra Atene 2004 e Londra 2012. Il settimanale Time lo ha inserito fra le 100 persone più influenti del pianeta.

In tutto il mondo l’ostinazione e la forza di Pistorius avevano suscitato affetto e simpatia. Ora con questa vicenda, che ancora ha molti punti da chiarire, il rischio è che l’immagine di Pistorius, che era divenuto un simbolo positivo, possa restare per sempre offuscata.

Create a free website or blog at WordPress.com.