Slayer, with special guests Suicidal Tendencies and Exodus, to hit the road

SLAYER, WITH SPECIAL GUESTS SUICIDAL TENDENCIES AND EXODUS,
TO HIT THE ROAD
Trek Will Culminate with Sets at the
2014 “Rock On The Range” in Columbus, OH

LOS ANGELES, CA – TUESDAY, January 21, 2014 — Slayer will take a break from writing and recording their next album to hit the road on May 9 for a handful of dates intended to pummel devotees with a night of moshing and frenetic thrash-punk-metal. Joining Slayer as Special Guests for these shows are Suicidal Tendencies and Exodus, marking the first time Slayer and Suicidal have toured together since the 1990 European “Clash of the Titans” tour. Gary Holt, who continues to fill in for Slayer’s fallen guitarist Jeff Hanneman, will do double-duty as guitarist in his primary band, Exodus.

Tickets for Slayer/Suicidal/Exodus go on sale this Friday, January 24 – log onto www.slayer.net for ticketing information.

“Can’t wait for this week of shows to happen,” said Slayer’s Kerry King. “LOVE Suicidal, and havent played with them in over 20 years! Everyone knows I’m a huge Exodus fan also. I guarantee you I will be watching every show from the stage! Going to be awesome!!!”

“It’s been 24 years since Suicidal Tendencies played with Slayer,” added Suicidal Tendencies’ Mike Muir, “so it’s long overdue that we finally play some shows in the States together. I have lots of great memories from that tour, and know that there will be a lot more after these shows, for the band and the people. Can’t wait!”

Gary Holt states, ” I am very excited to announce Exodus will be joining Suicidal Tendencies and the mighty Slayer in May for a short trip ending at the Rock on the Range! Double duty will have never been so much fun! Looking forward to this one in a big way! Let the mayhem begin!”

The dates will culminate for all three bands at the May 17 “Rock on The Range” rock festival in Columbus, OH, where they will share the stage with artists including Guns N’ Roses, Avenged Sevenfold, and Kid Rock.

Confirmed dates are as follows:

MAY
9 The Great Salt Air, Salt Lake City, UT
10 Fillmore, Denver, CO
11 Shrine, Billings, MT
13 Uptown Theatre, Kansas City, MO
15 The Pageant, St Louis, MO
16 Eagles Ballroom, Milwaukee, WI
17 Rock on the Range, Columbus, OH

ABOUT SLAYER:
The Chicago Tribune’s Greg Kot wrote that the five-time-nominated, two-time Grammy winning Slayer is “one of the great American rock bands of the last 30 years, forget about genre.” Their membership in “The Big Four” – Metallica, Slayer, Megadeth and Anthrax – the four bands that defined the thrash/metal genre – secures their place in music history. Indeed, few bands come close to matching the intensity that Slayer brings to its live shows, having been named “Best Live Band” by numerous media outlets including Revolver, SPIN, and Metal Hammer. With songs that mirror the turmoil and aberrations of our society – God’s terrifying global genocide, the chaos of our broken political system, chemical warfare, the hideous minds of serial killers, and the way-too-close proximity of world horrors that technology has brought us, Slayer remains crushing and brutal, steadfastly refusing to cater to the Mainstream. Slayer’s founding member, guitarist Jeff Hanneman passed in 2012, and Exodus guitarist Gary Holt has been filling in since.

ABOUT SUICIDAL TENDENCIES:
In 1982, before Suicidal Tendencies had ever released any music, readers of the legendary Flipside fanzine voted ST “Worst band and Biggest Assholes.” When ST released its self titled album a year later, they took out a full page ad thanking everyone that voted for them and in bold letters said, “You’ll be sorry!”
The next year Flipside put ST on the cover with the print, “Love them or hate them, they are not going away,” after readers voted them “Best Band, Best new Band and Best record.”
Over the years, many controversies have surrounded the band, including being banned from playing their hometown of LA, and Tipper Gore from the PMRC trying attack the band.
To this day, whether it’s a skater, punk, metalhead, thrasher, alternative, crossover, you’ll see the ST flip hats and shirts all around the world with ST festivals as far away as Indonesia and South Korea, and touring many major festivals in Europe, South America and Asia.
Thirty years later, after several gold records and Grammy nominations, and world wide touring, ST is still loved and hated….and they don’t give a fuck.
As lead singer Mike Muir said, “We’re not hear to play what you like, we’re hear to play what we like, hopefully you’ll like it as much as we do, but Suicidal is not for everyone, so if you don’t, we ain’t losing any sleep over it.”
Now in 2014, Suicidal is still not going way, as the classic ST song say, “You can’t bring me down”!

ABOUT EXODUS:
When it comes to thrash metal, Bay Area thrashers EXODUS epitomize, define, raise the bar and have the genre on lockdown. EXODUS are one of the true forefathers of thrash, hailing an illustrious career spanning 34 years. Their 1984 breakout debut, Bonded By Blood, is a stonewall genre classic featuring cranium-crunching standards such as ‘”A Lesson In Violence”, “Strike Of The Beast” and more. Formed in 1980 with original members Kirk Hammett (guitar), Tim Agnello (guitar), Tom Hunting (drums), Carlton Melson (bass), the line-up has evolved through numerous changes before coming to their current status. EXODUS are Gary Holt (guitar), Lee Altus (guitar), Tom Hunting (drums), Jack Gibson (bass), and Rob Dukes (vocals). To date, EXODUS has released ten studio albums, two live albums and one compilation, including their most recent release of 2010’sExhibit B: The Human Condition via Nuclear Blast Records. EXODUS recently broke ground on their brand of blistering new material, set for tentative release later in 2014. EXODUS has sold over 5 Million albums worldwide.

http://www.slayer.net/us/jeff-hanneman

#CookedNews

Advertisements

Musica: Antitest al secondo album in uscita il prossimo 13 ottobre ‘ Anche senza me’

Su gentile concessione dei Derozer, riceviamo e pubblichiamo nota stampa a proposito del loro prossimo disco.

Uscirà  il 12  ottobre 2012  per  3Mendez  Records  ‘Anche Senza Me’, il secondo album degli Antitest una delle band di punta della nostra scena hardcore.

 A   tre  anni   dall’uscita   del   loro   primo  lavoro ‘Ciò Che Riconosco’ e dopo aver  girato l’italia in lungo  e in  largo  con  i  loro  show  esplosivi,  gli Antitest  ritornano alla grande con questi 9 pezzi di hardcore granitico e potente registrati tra l’Hate Studio di Rosà  e il loro Studio di Cittadella.

 La presentazione ufficiale avverrà il 13 Ottobre 2012 presso il Luca’s Bar di Stroppari (Pd) con una mega festa-concerto dove suoneranno gli ATITEST,  i DOGS di Mendez Derozer, i KAPPA KAPPA KAPPA di Milano e i giovanissimi  UNDER BLACK STARS di Bassano (Vi).

 In occasione dell’uscita del nuovo album, partirà il 6 ottobre dal  LOFI  di  Milano  un lungo  Tour  di  3  mesi  che vedrà gli  ANTITEST  girare  l’italia  assieme  agli amici  DOGS  e  KAPPA KAPPA KAPPA, sul loro sito http://www.antitest.it le date del tour…Non perdeteveli!!

 Per ordinare il disco : mendez@3merch.com

http://www.antitest.it
http://youtu.be/WtAB0nA2hRA promo disco nuovo
http://youtu.be/KDruL6uLvnI trailer video
http://www.facebook.com/events/498026996874297 evento lofi milano 6/ott 1a data tour
http://www.facebook.com/events/444090325633514 evento padova 13 ott presentazione cd

related article

Pussy Riot condannate: le punk rock antagoniste dell’Est asiatico colpevoli di vandalismo e istigazione all’odio

Sono state condannate a due anni di reclusione le Pussy Riot, le tre punk rocker riconosciute colpevoli di vandalismo e istigazione all’odio religioso dal tribunale di Mosca, dopo una performance anti Putin nella cattedrale di Cristo Salvatore lo scorso 21 febbraio. A renderlo noto il giudice Marina Syrova.

Il magistrato ha accusato le componenti della band punk russa di aver consapevolmente violato la legge nel compiere i loro atti di teppismo motivati da odio religioso. ‘Le imputate erano consapevoli della natura offensiva delle loro azioni e del loro aspetto – ha detto il magistrato – la loro intenzione era attirare l’attenzione del pubblico con il maggior eco possibile, offendendo non soltanto chi era all’interno e fuori dalla cattedrale ma anche l’intera società’. Le tre giovani donne hanno assistito in aula alla lettura della sentenza. Una di loro indossava una maglietta azzurra con un pugno chiuso e la scritta ‘No pasaran’.

A poche ore dalla condanna, le Pussy Riot si sono mostrate serene: ‘Non importa quale sarà il verdetto abbiamo già vinto. Noi russi abbiamo imparato ad arrabbiarci con le autorità e a parlare ad alta voce di politica’, ha dichiarato la 22enne Nadezhda Tolokonnikova liquidando l’eventualità di chiedere clemenza come ‘uno scherzo’, definendo ‘un’illusione’ la possibilità di ricevere un verdetto indipendente. ‘Il nostro caso non dipende dalla giustizia, ma dal timore di Vladimir Putin su quanto dovrà affrontare nell’autunno 2012 in seguito alla nostra incarcerazione’, ha aggiunto Yekaterina Samutsevich, 30 anni, la più anziana fra le Pussy Riot.

La vicenda delle punk rockers sovietiche, ha scatenato un’ondata di solidarietà internazionale con la partecipazione di varie star pop e rock. E oggi manifestazioni a favore delle tre artiste russe sono avvenute in più di una trentina di città in tutto il mondo.

A Mosca due dei più noti oppositori russi, Sergei Udaltsov e l’ex campione di scacchi Gary Kasparov, sono fra le persone arrestate oggi mentre protestavano davanti al tribunale, mentre venivano processate le tre Pussy Riot.

Di ‘sentenza sproporzionata’ parlano gli Stati Uniti che esortano le autorità russe a rivedere il caso e garantire il rispetto del diritto della libertà di espressione’. Anche la Francia con una nota del ministro degli Esteri punta il dito contro quella che definisce una sentenza ‘particolarmente sproporzionata vista la scarsa entità dei fatti che vengono imputati alle condannate’.

Una netta presa di distanza dalla sentenza arriva anche dalla cancelliera tedesca Angela Merkel. ‘Questa sentenza sproporzionatamente severa non è conforme ai valori europei di democrazia e stato di diritto, ai quali la Russia è legata in virtù della sua appartenenza al Consiglio d’Europa’, ha dichiarato Merkel.

La protesta più spettacolare giunge da Kiev, la capitale ucraina, dove attiviste di Femen a seno nudo hanno tagliato con una sega una croce di legno alta quattro metri che ricorda le vittime della repressione sovietica.

In Bulgaria sostenitori delle Pussy Riot hanno coperto i volti dei soldati del monumento ai caduti dell’Armata Rossa a Sofia con dei cappucci colorati diventati il simbolo della solidarietà alle tre cantanti punk. Una foto della performance, firmata ‘un gruppo di esseri umani’, è stata recapitata all’ambasciata russa in Bulgaria e ai principali media. Nel loro messaggio gli attivisti esortavano ‘il regime totalitario di Putin a liberare immediatamente le tre donne. Le Pussy Riot – continuava il messaggio – sono un simbolo ispiratore nella lotta per la democrazia in Russia. L’intera comunità internazionale, comprese le autorità bulgare, deve sostenerle nella lotta per impedire al regime di tappargli la bocca’.

Ed ecco in sintesi i passaggi salienti del testo del nuovo singolo anti Putin delle Pussy Riot: ‘…non si può chiuderci in una cassa. Abbatti i cekisti (gli agenti della sicurezza) in modo sempre più efficace e con sempre maggior frequenza’. E ancora: ‘Putin accende i fuochi della rivoluzione; lui si annoia e ha paura di stare con la gente nel silenzio… Il paese è pronto ad abbandonare il regime; il paese va avanti, è un covo di femministe. Anche Putin va, va a dire addio al bestiame’.

http://en.wikipedia.org/wiki/Pussy_Riot
http://pussy-riot.livejournal.com/
http://www.youtube.com/user/PussRiot?feature=watch

Musica: Derozer in arrivo con ‘Fedeli alla Tribù’

Chi se li ricorda? O chi li ha dimenticati? Intanto che andiamo con un insider interview un po’ datata, ma pur sempre contemporanea guardiamoci questo bellissimo shot trailer della vera storia dei punk assassins Derozer.

Un po’ più italiani e un po’ meno rocker dei Ramones, i mitici vicentini Derozer di ‘Ti amo quando sono sbronzo’, tornano quindi alla carica con il cuore in fiamme e un po’ di sana e cosciente musica urlata: il buon vecchio, grezzo e decorticante punk. Affilato come una lama e tagliente (come un grissino?) come l’hardcore, che più che tagliare spacca, prodotto da Indiebox e Tremendez ecco i Derozer, dal ’93 ai giorni nostri (ah non dal ’89?), come ‘non li abbiamo mai visti’.

Trailer Ufficiale del DVD Fedeli Alla Tribù, la storia dei Derozer porta con sé un release date da giugno 2012 su TreMendez e Indiebox. Finito il tour appena iniziato con l’uscita di una raccolta di 25 pezzi, un inedito e il documentario sulla loro storia, ci ritroveremo in balia di questi simpatici gentiluomini con un nuovo disco di inediti, probabilmente ad inizio 2013.

http://www.derozer.it/
http://www.myspace.com/derozer
http://it.wikipedia.org/wiki/Punk_rock 

Blog at WordPress.com.