The World’s Most Powerful People su Forbes: Berlusconi è 21esimo fra i potenti del mondo

Silvio Berlusconi

Silvio Berlusconi (Photo credit: rogimmi)

Compare fra i Billionaires of  March 2012 di Forbes. Unico rappresentante italiano di quello che vuol dire essere di questi tempi miliardari. Berlusconi e family è al 21 posto delle Powerful People – le persone più potenti al mondo – al sesto fra gli italiani e al 169 dei Forbes Billionaires nella classifica puntualmente stilata dal magazine americano. Insieme a nomi noti e meno noti del panorama internazionale. Una breve biografia si apre cliccando sul nome, Silvio Berlusconi, la condizione sociale di former prime minister in Italy, e l’età di 75 anni.

Il nostro ex presidente del Consiglio, attualmente c’è tale Mario Monti a ricoprire la carica dietro legittimo suggerimento del presidente della Repubblica Napolitano quando il Paese era ormai al tracollo, è indicato anche come Doctor of Jurisprudence, quindi con una laurea in legge, all’Università di Milano e non alla Bocconi, status sociale divorced e padre di cinque figli. Silvio Berlusconi è anche un self made, autore della propria ricchezza che Forbes colloca nel settore Media.

‘Silvio Berlusconi – scrive Forbes – is out of office and out of jail, at least for now’ – fuori ufficio e fuori dal carcere, almeno per ora.’ The former Italian Prime Minister resigned in November amid scandals, gaffes and a crumbling economy’ – continua la biografia: l’ex premier italiano si è dimesso nel mese di novembre, tra scandali, gaffes e un’economia in rovina. ‘This past February, the media and banking maven had corruption charges thrown out of Italian court thanks to a statute of limitations, but he still faces separate charges for sex with a minor and tax fraud. He denies all allegations’. E si l’ex premier è un personaggio internazionale che lo scorso febbraio – leggiamo – è stato chiamato a rispondere del reato di corruzione inerente la gestione dei media e di fondi finanziari, procedimento giuridico conclusosi con la prescrizione grazie  ai limiti di tempo del sistema giuridico italiano (processo Mills Berlusconi prescritto grazie alla ex Cirielli). Deve ancora essere processato per aver fatto sesso a pagamento e affrontare un processo per frode fiscale di lieve entità. Accuse da lui negate.

‘Berlusconi started his career as a singer on cruise ships, and later built his fortune through Fininvest, which now has interests in media, life insurance, movie production and soccer team A.C. Milan’. L’ex premier ha iniziato la sua carriera come cantante sulle navi da crociera e ha costruito la sua fortuna con Fininvest, con interessi oggi nei media, nelle assicurazioni sulla vita, la produzione di film e la squadra di calcio AC Milano.

Gli italiani

Con $5.9 B fra gli italiani è primo a Patrizio Bertelli (Prada Luxury goods), Stefano Pessina (pharmaceutical), Carlo Benetton, Gilberto Benetton, Giuliana Benetton, Luciano Benetton, Matio Moretti Polegato (shoes), Ennio Doris & family (insurance), Diego della Valle (reatail) e Andrea della Valle (ancora shoes). E subito dopo Michele Ferrero (quello del cioccolato più famoso al mondo, la Nutella), Leonardo del Vecchio (eyewear), Giorgio Armani (fashion), Miuccia Prada, Paolo&Gianfelice Mario Rocca (pipes).

I primi dieci

Della lista dei più potenti, il primo in assoluto è il presidente degli Stati Uniti Barack Obama seguito da quello russo, Vladimir Putin. Terze posto per Hu Jintao, presidente della Repubblica Popolare di CinaLa statista tedesca Angela Merkel precede al quarto Bill Gates al quinto. Il king degli Emirati Arabi Abdullah bin Abdul Aziz al Saud è al sesto postoPer il Papa Benedetto XVI, Forbes ha scelto il sesto posto. Il portavoce della Federal Reserve Ben Bernanke è all’ottavo posto insieme al fondatore di Facebook, Mark Zuckerberg. David Cameron primo ministro inglese rientra fra i primi dieci. Ci sarebbero anche Sonia Ghandi, presidente del Congresso nazionale indiano e Mario Draghi, italiano sì ma in veste di presidente della Banca Centrale Europea (European Central Bank) subito dopo, ma la lista conta qualcosa come 169 personalità che detengono il potere nel mondo.

http://www.forbes.com/profile/silvio-berlusconi/
http://www.forbes.com/powerful-people/list/
https://cookednews.wordpress.com/2012/07/11/berlusconi-come-back-il-dopo-monti-nel-2013/

The 2012 Met Gala: Scenes from the Red Carpet. Papermag pubblica gli shoots

Direttamente dagli spalti del Met Gala 2012, la cerimonia che celebra il mondo del fashion e dell’alta moda couturier, ecco gli scatti che il sito Papermag ha pubblicato del Red Carpet.

Le fotografie sono di CAROLINE TOREM CRAIG e in questa Marc Jacobs in pizzo e mutande e Milla Jovovich in un Prada da collezione

‘Il nostro website – spiega la redazione americana  – ha scelto questo giorno (8 maggio) come giornata fra tutte per fare un breve break dal lavoro, pubblicando, anche se un po’ in ritardo, le foto del Met Gala.

Ma it’s fun guardare le foto delle celebrità nei loro vestiti indossati esclusivamente in quel giorno – dice la breve didascalia che accompagna la carrellata di immagini – così ne abbiamo pubblicate il più possibile.

Guardatele tutte – ci invitano dal magazine online – da BeyonceRooney Donatella Versace impettite sul tappeto rosso del Costume Institute Gala, annuale al Metropolitan Museum of Art di New York. 

Personaggio la cui presenza sembra essere inaspettata fra i name of famous, una delicata Kristen  Stewart in un abito pachtwork Balenciaga dal décolleté pitonato e a punta di pipistrello e con inserti in latex. La Bella Swan di Twilight, per intenderci. Ha portato l’Astrattismo al Met Ball 2012, dicono, e si è fatta fotografare abbondantemente anche vicino a una seducente Gwyneth Paltrow, in uno splendido abito di seta grigio perla Prada.

E in occasione del Met Gala verrà inaugurata domani Schiaparelli and Prada: Impossible Conversations, Schiaparelli e Prada: Conversazioni impossibili, una mostra interamente dedicata a Miuccia Prada considerata da Vogue regina del prêt-à-porter e alla rivoluzionaria couturier Elsa Schiaparelli che nei ’30 e ’40 collaborò con i surrealisti.

La mostra, organizzata dal Costume Institute, sarà aperta al grande pubblico dal 10 maggio al 19 agosto e analizzerà come le due signore abbiano usato la moda ‘per provocare e sovvertire le nozioni convenzionali legate al gusto, alla bellezza, al glamour e alla femminilità’, precisa Andrew Bolton, curatore della rassegna insieme ad Harold Koda.

Il video è stato prodotto in collaborazione con Amazon e Livestream

http://www.papermag.com/2012/05/met_gala_red_carpet_celebrity_photos.php
http://www.metmuseum.org/
http://www.metmuseum.org/exhibitions/listings/2012/impossible-conversations
http://www.metmuseum.org/exhibitions/listings/2012/impossible-conversations/audio-and-video
http://www.vogue.it/f#people-are-talking-about/vogue-arts/2012/04/schiaparelli-e-prada-al-met

Blog at WordPress.com.