Londra 2012: arrivata a destinazione la fiaccola olimpica

La fiaccola olimpica è arrivata in Gran Bretagna. A darle il benvenuto a Land’s End, in Cornvaglia, è stato Ben Ainslie, marinaio tre volte olimpionico e primo degli oltre 100 tedofori che la porteranno a spasso per il Regno Unito.

La torcia sarà accompagnata nel suo viaggio verso Londra dalla principessa Anne, presidente del comitato olimpico britannico, che l’ha ricevuta giovedì nel corso di un’elaborata cerimonia ad Atene.

La fiaccola ha così cominciato l’ultima parte della sua lunga marcia di avvicinamento alla capitale britannica: nei prossimi 70 giorni farà tappa in un migliaio di città di Inghilterra, Scozia, Galles e Irlanda del Nord per poi concludere il suo itinerario nella città olimpionica, dove il 27 luglio è in programma la cerimonia di apertura dei Giochi.

‘L’arrivo della fiamma olimpica sul terreno di casa è un momento magico per qualsiasi paese ospitante – ha detto Sebastian Coe, capo del comitato organizzatore di Londra 2012 – un evento che unirà milioni di persone in tutto il mondo’.

Dopo essere stata consegnata dalle autorità greche al comitato organizzatore di Londra 2012, la fiaccola olimpica è stata trasportata dalla Grecia al Regno Unito con un volo speciale della British Airways. A custodire la fiaccola, il calciatore David Beckham che si è fatto fotografare vicino al prezioso fuoco e ha poi postato le immagini su Facebook.

Arrivati in Cornovaglia il calciatore ha acceso la fiaccola che sarà portata in tour per tutto il Regno Unito alla presenza della principessa Anna e del sindaco di Londra, Boris Johnson.

http://www.repubblica.it/sport/2012/05/19/foto/beckham_e_la_fiamma_olimpica_il_viaggio_in_aereo_finisce_su_fb-35473644/1/

Olimpiadi 2012: 100 giorni alla partenza

Conto alla rovescia per la 30esima edizione dei Giochi Olimpici, quest’anno a Londra fra soli 100 giorni. Il 27 luglio è la data di inizio delle Olimpiadi inglesi per un’edizione, la terza nella capitale del Regno Unito dopo quelle del 1908 e del 1948. Il Comitato Olimpico Internazionale promuove ancora una volta e a pieni voti la capitale londinese  per impianti e infrastrutture all’avanguardia, che hanno permesso il recupero di una parte della città, l’East End, dismessa da tempo.

Giochi Olimpici tecnologici e rispettosi dell’ambiente, con una grande attenzione alla sicurezza, degli atleti, degli addetti ai lavori e soprattutto del pubblico. Leo Bolt, Michael Phelps, Mark Cavendish sono soltanto alcuni dei protagonisti pronti ad entrare nella leggenda insieme alla squadra americana di basket e a quelle italiane di scherma, a quella di football della Gran Bretagna selezionata fra Inghilterra, Scozia, Galles e Nord Irlanda fino al tennis il cui torneo avrà luogo sui campi di Wimbledon.

L’Italia si presenterà ai Giochi Olimpici di Londra con l’obiettivo di migliorare il bottino di quattro anni fa a Pechino, solo 27 medaglie. Finora sono 169 gli atleti azzurri qualificati: del gruppo fanno già parte 12 olimpionici. Le punte di diamante della rappresentativa azzurra, che non ha ancora un portabandiera, sono la fuoriclasse del nuoto Federica Pellegrini e la regina della scherma Valentina Vezzali.

Forti aspettative nei confronti della pallanuoto e delle azzurre della pallavolo, fresche di titolo mondiale, per non parlare delle ragazze del ciclismo, con in testa la due volte campionessa del mondo Giorgia Bronzini, le immortali Alessandra Sensini e Josefa Idem, il marciatore Alex Schwazer.

Il doppio femminile Errani-Vinci e il doppio misto Pennetta-Starace lavoreranno invece per trasformare in realtà il sogno di medaglia degli azzurri del tennis.

Previsioni per la data del 27 luglio? Anche i giochi olimpici del 2012 in programma a Londra finiscono nel mirino dei ciclonici bookmakers d’oltremanica. Secondo le previsioni dei bookies – riportate anche dal Corriere dello Sport – e relative alla temperatura massima che sarà registrata in occasione delle Olimpiadi si parla di un’estate tiepida: tra i 21 e i 25 gradi è opzione proposta a 2.37 mentre tra i 16 e i 20 è in lavagna a 3.25. I bookies non escludono che il termometro non si alzi, superando i 15 gradi (eventualità da 4.20 volte la posta). Nelle ipotesi più calde, dai 26 e ai 30 gradi, si gioca a 4.50 mentre un picco da più 30 gradi è in lavagna addirittura a 9.

Blog at WordPress.com.