Italiani alle Olimpiadi: i risultati del Day 14

(Great Britain competes in the Women’s Teams Synchronised Swimming Free Routine final on Day 14)

Taekwondo: Mauro Sarmiento non è riuscito a battere lo spagnolo Nicolas Garcia Hemme in semifinale e disputerà l’incontro per il  terzo posto. Un colpo quasi allo scadere del terzo round, quando i due erano in parità (1-1) ha condannato l’azzurro al tabellone dei ripescaggi. In precedenza Sarmiento aveva superato i quarti di finale, battendo l’azero Ramin Azizov 2-1 dopo aver sconfitto (5-1) nel primo incontro della categoria -80 kg, l’atleta del Kirghizistan Rasul Abduraim.

Canoa: Si è conclusa la corsa di Norma Murabito, 7ª classificata nel K1 200 (43.820), non potrà accedere alle semifinali.

Pugilato Bronzo per Vincenzo Mangiacapre nella categoria 64 kg di pugilato. L’azzurro è stato sconfitto in semifinale dal cubano Roniel Iglesias Sotolongo per 15-8 (3-2, 7-4, 5-2 i parziali). E’ la 20esima medaglia per l’Italia ai Giochi: 7 ori, 6 argenti e 7 bronzi. Clemente Russo vola in finale nei 91 kg., al termine di un match vibrante e pieno di emozioni contro l’azero Mammadov. L’azzurro, sotto dopo i primi due round (2-3 e 6-4), ha confezionato un terzo round da applausi. Il parziale di 9-4 gli ha consegnato la vittoria per 15-13. La giuria ha respinto il ricorso dell’azero, confermando il verdetto. Russo disputerà domani la finale contro l’ucraino Usyk. Roberto Cammarelle, invece, difenderà il titolo di campione olimpico della categoria + 91 kg, domenica 12 agosto. Cammarelle ha battuto, in un match molto intenso, l’azero Magomedrasul Medzhidov 13-12. In svantaggio dopo il primo round (4-6), l’azzurro ha reagito nel secondo portando a segno alcuni colpi determinanti ai fini del punteggio (6-4). Con la situazione in parità, il terzo round ha dimostrato i limiti dell’avversario e l’olimpionico ne ha subito saputo approfittare con due colpi pesanti che hanno fatto vacillare l’azero. Cammarelle affronterà nell’ultimo incontro il britannico Joshua.

Vela Con il sesto posto nella medal race della classe 470 maschile Gabrio Zandonà e Pietro Zucchetti si sono classificati al 4° posto in classifica generale con 72 punti. La medaglia d’oro è stata vinta dall’Australia (22 p.) che ha preceduto Gran Bretagna (30 p.) e Argentina (63 p.). Quinto posto finale invece per l’equipaggio femminile della 470. Giulia Conti e Giovanna Micol hanno disputato un’ottima regata finale per le medaglie, conclusa al 2° posto, collezionando 73 punti complessivi. Prima la Nuova Zelanda (35 p.) precedendo Gran Bretagna (51 p.) e Olanda (64 p.).

Nuoto di fondo Valerio Cleri ha concluso al 17° posto la 10 km con 1:51:29.5. Cleri non è riuscito a mantenersi nelle prime posizioni fin dall’inizio in una gara quanto mai impegnativa soprattutto per il ritmo che da subito hanno impresso il tunisino Mellouli con il canadese Weinberger e il tedesco Waschburger alternatisi in testa alla gara. Nella volata finale il tunisino Mellouli si è ripreso il primo posto tagliando il traguardo in 1:49:55.1 davanti al tedesco Lurz (1:49:58.5) e al canadese Weinberger (1:50:00.3).

Ginnastica ritmica: Elisa Blanchi, Romina Laurito, Marta Pagnini, Elisa Santoni, Anzhelika Savrayuk, Andreea Stefanescu hanno conquistato l’accesso alla finale con il secondo posto al termine delle due rotazioni. Oggi nella prova 3 nastri e 2 cerchi, le farfalle azzurre hanno ricevuto 27.700 punti totalizzando, con la gara di ieri (5 palle -28.100 p.), 55.800 punti. Meglio dell’Italia la Russia (56.375) ma dietro è rimasta la Bielorussia (54.750). Domenica in la finale si riparte da zero. Julieta Cantaluppi nella seconda giornata di qualificazione ha ottenuto dalla giuria alle clavette 26.850 punti, mentre nell’esercizio con il nastro ha ricevuto 26.550. In totale l’azzurra ha realizzato 105.275 punti concludendo in 15ª posizione, che non le consentirà di disputare la finale.

http://www.london2012.com/
https://cookednews.wordpress.com/2012/08/10/london2012-i-campioni-da-decidere-nel-day14-di-olimpiade/
https://cookednews.wordpress.com/2012/08/09/azzurri-a-londra2012-i-risultati-del-day13/
https://cookednews.wordpress.com/2012/08/07/london2012-italia-doping-latleta-schwazer-positivo-ai-controlli-cammarelle-in-semifinale-nella-boxe/

 

Advertisements

Azzurri a Londra2012: i risultati del Day13

Canoa: Josefa Idem ha concluso la finale del K1 500 al 5° posto in 1: 53.223. Ha vinto l’ungherese Kozak (1:51.456), davanti all’ucraina Osypenko – Radomskai (1:52.685) e alla sudafricana Hartley (1:52.923). L’azzurra ha mantenuto una posizione defilata fino ai primo 250 metri per poi rientrare in lotta per le medaglie ai 400 metri. Solo nel finale ha subito il ritorno delle avversarie dimostrando comunque grande talento e tanto carattere.

Tuffi: Noemi Batki ha completato la serie di cinque tuffi di semifinale dalla piattaforma 10 metri collezionando 325.45 punti. L’azzurra con il 10° posto ha conquistato l’accesso alla finale in programma questa sera.

Martina Grimaldi ha vinto la medaglia di bronzo nella 10 km nuoto di fondo disputata a Hyde Park con il tempo di 1:57:41.8, dietro all’ungherese Eva Risztov (oro in 1:57:38.2) e all’americana Haley Anderson (argento in 1:57:38.6). Si tratta della prima medaglia olimpica conquistata dall’Italia nella disciplina e la 18esima complessiva ai Giochi di Londra: 7 ori, 6 argenti, 5 bronzi.

Ginnastica: Nella ritmica Julieta Cantalupi, dopo le prime due rotazioni con il cerchio e la palla, occupa il 19° posto (51.875). Domani gli altri due esercizi dell’individuale: clavette e nastro.

Pallanuoto: La nazionale femminile di Fabio Conti ha concluso il torneo al 7° posto superando nell’ultimo incontro la Gran Bretagna 11-7 (2-3;4-0; 3-2;2-2).

Rinviata a domani, alle 10, la Medal Race 470 m maschile di Vela.

Niente di fatto per Manuel De Vecchi che  al termine delle cinque corse dei quarti di finale nel Ciclismo BMX, si è classificato 7° collezionando un secondo posto, due ottavi, un sesto e un quinto posto per un totale di 29 punti. Troppi per raggiungere la semifinale.

Per gli sport equestri, Valentina Truppa insella ad Eremo del Castegno ha concluso la gara di dressage al 15° posto. Il binomio azzurro ha totalizzato un 78.214% tra gli esercisti tecnici e artistici in rapporto con il piazzamento.

Aggiornamento Vela: l’assenza di vento ha tenuto in sospeso, per gran parte della giornata, gli equipaggi della classe 470 maschile che dovevano disputare la medal race. Nel pomeriggio la giuria ha deciso di rimandare la gara. Domani si disputeranno le regate finali della 470 maschile con Gabrio Zandonà-Pietro Zucchetti e femminile con Giulia Conti-Giovanna Micol.

 Venerdì 10 luglio: ore 13.00 italiane – Medal Race 470 Maschile; ore 14.00 italiane – Medal Race 470 Femminile: ore 15.30 italiane – Semifinali di Match Race.

 470 Maschile (27 nazioni) Gabrio Zandonà (CV Marina Militare)-Pietro Zucchetti (SV Fiamme Gialle) sono in zona podio. Dopo 10 prove e uno scarto gli azzurri occupano il 4° posto in classifica provvisoria con 60 punti e i parziali 6-(26)-1-8-6-14-8-4-11-3. Primi gli australiani Belcher-Page a 18 punti (oggi 1-1), secondi i britannici Patience-Bithell (22 pt), terzi gli argentini Calabrese-De la Fuente (57) e quinti i kiwi Snow Hansen-Saunders a 72.

 470 Femminile (20 nazioni) Dopo dieci prove con uno scarto le azzurre Giulia Conti- Giovanna Micol (CC Aniene) si sono qualificate per la Medal Race con il 7° posto in classifica provvisoria (parziali 8-10-(18)-2-3-1-16-16-6-7) a 69 punti. Sono cinque gli equipaggi che venerdì 10 agosto si daranno battaglia per la medaglia di Bronzo: Olanda (52), Francia (55), Brasile (61), Australia (67) e Italia.

Atletica: Donato è bronzo nel triplo

Fabrizio Donato ha vinto la medaglia di bronzo nel salto triplo. Donato ha trovato la progressione giusta che per metà gara lo stava proiettando in lotta per la prima posizione (17.45) contro lo statunitense Claye (17.54), tallonato dal compagno di squadra Daniel Greco (17.34). Al quarto salto lo statunitense Taylor ha trovato la misura giusta per superare il terzetto con 17.81, suo primato stagionale, ridimensionando la posizione dei primi tre. Nonostante i miglioramenti di Claye (17.62) e di Donato (17.48) il podio è rimasto invariato con Greco al quarto posto (17.34).

Fabrizio Donato è il secondo triplista italiano a salire sul podio dopo Giuseppe Gentile, anche lui medaglia di bronzo, a Città del Messico 1968.

Su Twitter l’hastag è #Donato

http://www.london2012.com
https://cookednews.wordpress.com/2012/08/09/london2012-bolt-pronto-per-il-doppio-sprint-finale-italia-a-che-punto-siamo-le-gare-di-domani/

Create a free website or blog at WordPress.com.