Salmo: il metallaro del rap italiano al RockFestin Rome per l’Orion Red Stage. Subito dopo J-Ax

Arriviamo con qualche giorno di ritardo da quando è iniziato, anche se abbiamo dato in anticipo Snoop Doog che dopo l’arresto passeggero in Norvegia per un quantitativo inappropriato di weed, marijuana, si è esibito sul palco capitolino del Rock Fest In Rome (data del 3 luglio).

C’è stato segnalato tale Salmo (e chi non lo conosce? Qualcuno c’è ndr.) ricordate il frontman di ‘ cura né luogo’ e ‘Marragheddon’ in King del Rap insieme a Marracash? Il dubstepper più hardcore d’Italia? Dicono sia il ‘metallaro’ del rap italiano. Sardo di Olbia e sempre in giro per la penisola o a lavoro per le riprese di una clip sconvolgente per immagini e voce, per la ‘strumentale’, perché è il ‘King dell’hardcore’, Maurizio Pisciottu, ‘Salmo (classe 1984) o Salmolebon è nato e cresciuto in Sardegna ed è un musicista, rapper, beat maker e writer’ – leggiamo direttamente dalla bio del sito e che carichiamo tutta, tanto fa piacere leggerla.

‘Artisticamente attivo dall’età di 13 anni, nel ‘97/’98 incide le prime strofe su vari tape. Dal 1999 produce come rapper i primi demo: ‘Premeditazione e Dolo’, ‘Sotto Pelle’ (2004) e ‘Mr. Antipatia’ (2005). Negli stessi anni lavora su progetti musicali paralleli girando per l’Italia e l’Europa con gli SKASICO (band rap-metal), con i quali produce ‘Terapia’ (2004) ’21 grams’ (2006) ‘Orange Bloom’ (2008). Nel 2009 collabora con la stoner band THREE PIGS TRIP producendo l’EP ‘Mercyfull Bullets’.

In contemporanea consuma i palchi internazionali con la punk/hardcore band TOEDGEIN incidendo ‘TOEDGEIN’ (2008) e ‘Shell Shock’ (2011). Nel 2011, dopo tredici anni di dischi e live show, il primo LP da solista ‘THE ISLAND CHAINSAW MASSACRE’, 17 tracce di puro rap sperimentale . L’atmosfera di questo album destabilizza i canoni dell’attuale scena italiana: i tappeti ritmici sono un mix di metal, drum n’ bass, elettronica, rock n’ roll e beat pesanti che riportano al sapore del rap anni ‘90. I contenuti trasudano negatività, introspezione, poesia volgare. ‘Un album elegantemente sporco – lo hanno definito imprevedibile, spontaneo da cui sono stati tratti ben nove singoli accompagnati da altrettanti video’.

SALMO ha direttamente prodotto, curando regia ed editing, i video dei singoli ‘Il senso dell’odio’ e ‘Rancho della luna’, mentre tutti gli altri videoclip sono stati realizzati da Mirco de Angelis e Alberto Salvucci, membri della Machete Crew. Nel settembre 2011 arriva Milano: è il momento per SALMO di andare a vivere in città e affittare una casa con tutta la Machete crew. Nasce una factory creativa con un home studio in cui convivono rapper, beat maker e video maker.

Nel frattempo conosce Dj Harsh e inizia ad avvicinarsi a Zona Uno Booking, grazie alla quale porta in tour fino a dicembre 2011 ‘THE ISLAND CHAINSAW MASSACRE’ suonando in più di trenta date in tutto lo stivale. A febbraio 2012 è uscito in free-download ‘MACHETE MIXTAPE’, venti tracce tra rap, dubstep e drum’n’bass che vedono la partecipazione di tutta la crew Machete e di alcuni fra i più importanti esponenti dell’attuale scena rap italiana. SALMO vive di notte e dorme di giorno. Questo disturbo del sonno continua a influenzare fortemente l’immaginario delle sue canzoni, tra riferimenti macabri e atmosfere splatter e brutali.

Nel gennaio del 2011 si è rinchiuso nella Machete Factory e ha composto e registrato in una sola settimana tutto il suo nuovo disco Death USB  presentato al pubblico il 23 Febbraio 2012, durante la settimana del Festival di Sanremo e da subito primo in calssifica su Itunes.

Cosa c’entra J-Ax? Salmo sarà live sul palco dell’Orion Red Stage al RockFest in Rome subito dopo il rapper n’ roller degli Art. 31, d’appoggio ai canadesi Datsik e prima di Young MushJ-AX torna dal vivo nell’estate 2012 dopo il grande successo del ‘Meglio Prima tour’, più di 30.000 spettatori in 14 date nell’ottobre 2011 e sold out a ripetizione continua.

Chi ha visto J-Ax dal vivo almeno una volta lo sa: è un’esperienza da non perdere, uno spettacolo di pura energia, dall’impronta decisamente rock, con almeno 25 canzoni in scaletta, per oltre 2 ore di concerto a ritmo serratissimo.

L’ultimo lavoro in studio è stato ‘Meglio Prima’, uscito in settembre 2011: 27 settimane consecutive in classifica e disco d’oro. Sette i singoli che ne sono stati tratti: ‘Dentro Me’, ‘Musica da Rabbia’, “Meglio Prima’, ‘Domenica Da Coma’  (pezzo dell’anno ai Rockol Award), ‘I Love My Bike’, ‘Altra Vita’, una ballad dallo spirito punk, il cui video è un viaggio fra i luoghi che hanno visto Ax crescere e il più recente ‘Tutta Scena’, una sorta di riempipista da pogo, ideale per anticipare l’atmosfera di questi concerti estivi. Per i suoi fan vecchi e nuovi – 500 mila su facebook e superati i 100.000 follower su twitter a pochi mesi dall’apertura dell’account – da marzo a maggio è uscita tutta la sua discografia completa, dagli album con gli Articolo 31, la sua band fino al 2005, fino a oggi, solista con 5 album all’attivo, passando per side project come i ‘Due di Picche’ con Neffa.

In questo periodo J-Ax spopola in radio anche con ‘Sempre Noi’, il featuring realizzato per l’album di Max Pezzali, in occasione del ventesimo anniversario degli 883, nonché con ‘Man Of Simple Pleasure’ una collaborazione alquanto sorprendente con i Kasabian.

A seguire J-Ax, sul palco dell’Orion Red Stage, Dubstep, Hip Hop, EDM e tanta musica elettronica con tre grandi nomi: DATSIK (Canada) + Salmo eYoung Mush.

A soli 21 anni DATSIK (Aka Troy B.) è già tra gli artisti dubstep più influenti di tutto il panorama mondiale. Il suo sound è riconoscibile per i suoni hip-hop e future-tech che creano un groove futuristico dai ritmi pesanti e linee di basso potentissime. Vanta numerose uscite che sono balzate al primo posto su Beatport, ben 7 solo nel 2009, dimostrando che la musica di Datsik è ascoltata davvero in tutto il mondo. Ha prodotto remix per the Crystal Method, Freestylers, Bassnectar, Noisia, Diplo, the Wu-tang Clan, Apex. Con la popolarità ancora in crescita Datsik continua a dedicarsi a sperimentazioni sonore che lo porteranno ad una trasformazione fino a raggiungere un livello successivo.

Di Salmo vi abbiamo già detto. Dunque.

Producer e dj attivo da primi del 2005, YOUNG MUSH esordisce come dj resident della scuderia Evilsound in un evento nel 2010 esibendosi prima di Skream, il suo dj set fu talmente esplosivo da surriscaldare una sala ancora timida nei confronti del nuovo genere. Da li in poi fu un susseguirsi di ottime performances: ha condiviso il palco con artisti di fama mondiale come Crookers (quelli di L’Italiano Balla insieme a Fabri Fibra), Steve Aoki, Dirtyphonics, Boys Noize, Cyberpunkers, Vitalic, Pendulum, Skream, Calvertron, Zomboy.

Di lui dicono: ‘Young Mush, deejay poliedrico che spazia dalla fidget alla dubstep, dalla dutch alla drum’n’bass senza mai esagerare e senza far perdere l’entusiasmo di chi ha davanti.’

Nel 2011 fonda la Beatlife Records, divenendo uno dei dj/producer piu promettenti d’Italia.

Ancora qualche info di pertinenza al RockinFest che avrebbe dovuto ospitare i Radiohead. Postdatato il tour a settembre (stesse date ma a settembre) dopo il crollo del palco a Toronto. Il concerto di Boys Noize invece, previsto a Roma sabato 7 Luglio, si terrà il 21 luglio all’interno dell’evento ‘Make Some Noise’ (Ippodromo delle Capannelle).

Il prossimo 21 luglio Salmo e la Crew Machete sarà allo SBAINIGHT @ Venice DOC Festival.



IPPODROMO DELLE CAPANNELLE
Via Appia Nuova, 1245 – Roma
POSTEPAY ROCK IN ROMA e gli eventi della THE BASE sono anche su FACEBOOK

Informazioni sul festival e le prevendite:
WWW.THE-BASE.IT – WWW.POSTEPAYROCKINROMA.COM
Tel. 06.54220870 – Info diversamente abili: Tel. 06.54220870

LUOGO CONCERTI:
IPPODROMO DELLE CAPANNELLE
Via Appia Nuova 1245 (Roma)

PREZZO BIGLIETTI:
Posto unico intero per J-Ax:  €  22,00 + 3,30 d.p.
Prezzo biglietto serata ‘Orion Red Stage’: €  15,00 + 3,00 d.p.
La sera del concerto i biglietti possono essere acquistati al botteghino dalle ore 18

ORARI:
Apertura porte: ore 18:30
J-Ax: ore 21.45

Serata dubstep ‘Orion Red Stage’: ingresso dalle 23.00, inizio show 23.30

INFOLINE: tel. 06.54220870
WEB UFFICIALIwww.postepayrockinroma.com – www.the-base.it
ORGANIZZAZIONE: THE BASE S.R.L.
DIREZIONE ARTISTICA: SERGIO GIULIANI, MAXMILIANO BUCCI

http://www.salmonlebon.com/
https://www.facebook.com/salmoofficial
https://twitter.com/Salmolebon
http://www.salmonlebon.com/videos/
www.myspace.com/salmonlebon
http://www.rockinroma.com/calendario-rock-in-roma-2012.html

Advertisements

Attualità/Blogs/Cooked News/Cultura/Eventi/fashion/Gossip&VIP/I Post più letti/Internazionale/Internet/Latest news/Magazines/Musica/Newspapers/Politica/Rete sociale/Spettacolo/Web News/world news/Worpress.Com

//////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////

La Strada dell’Atlantico è l’Atlantic Ocean Road ed è la più bella al mondo

Si trova in Norvegia ed l’autostrada più amata dai ciclisti, oltre ad essere la più amata e basta, dicono sia anche la più bella. E’ l’Atlantic Ocean Road e corre fra fiordi, isolotti e i villaggi di Averøy, per un numero imprecisato di chilometri fra cielo e mare. In trenta minuti, dalla città di Kristiansund, permette di attraversare l’Atlantic Ocean Tunnel.

Questa strada che serpeggia nella natura selvaggia è considerata dal giornale inglese ‘The Guardian‘ la strada turistica più bella al mondo.

Nonostante la forte competizione con altri itinerari automobilistici famosi in tutto il mondo, come la strada costiera di Antrim nell’Irlanda del Nord, il tratto di strada himalayano che collega Manali a Leh e la strada lungo il fiume Gibb in Australia, la Strada dell’Atlantico, sulla costa occidentale della Norvegia, si trova al primo posto della lista.

Nel 2005 è stata nominata ‘costruzione norvegese del secolo’ e i suoi 8,72 chilometri di lunghezza collegano tra loro i piccoli paesini della costa.

Dalla città di Kristiansund, la Strada dell’Atlantico si percorre in soli 30 minuti, attraversando il Tunnel dell’Oceano Atlantico. Passato il tunnel, attraverserete la bellissima isola di Averøy, con la chiesa in legno di Kvernes, lo splendido versante occidentale dell’isola e l’incantevole costa verso Hustavika.

La Strada dell’Atlantico è stata inaugurata nel 1989 ed è percorribile senza pagare pedaggio.

‘Questo tratto di strada serpeggia tra ponti che si sporgono sul mare, collegando tra loro le isole e isolotti tra la città di Molde (famosa per il suo festival annuale di musica jazz) e Kristiansund, situata tra i fiordi occidentali. Hustadvika è il famoso tratto di oceano, straordinariamente impressionate durante le tempeste. Quando il mare è calmo si possono ammirare foche e balene’ scrive il Guardian’.

Sebbene le balene siano difficili da avvistare, lungo la Strada dell’Atlantico avrete la possibilità di ammirare una ricca fauna e in qualche punto anche qualche foca. Questo emozionante tratto in auto va di isola in isola attraversando otto ponti. Quello più alto è il ponte Storseisundet, che con la sua impressionante curva rappresenta una vera propria opera d’arte di ingegneria moderna.

Stupendi luoghi per la pesca sono raggiungibili in barca dal mare oppure accessibili dal litorale roccioso. Lungo la strada troverete numerose aree di sosta che vi consentiranno di lasciare l’auto per pochi minuti oppure per alcune ore. Il paesaggio, l’aria fresca con il suo profumo di acqua salata, il tramonto o il mare in burrasca: è tutto a portata di mano.

Durante la stagione estiva, vengono organizzate battute di pesca.  Sia il Centro Sportivo di Strømsholmen che l’isola di Håholmen offrono la possibilità di partecipare a gite giornaliere. Le acque sono ideali per le immersioni. L’acqua cristallina e la forte corrente di marea attirano molti appassionati.

Lungo la strada, nella baia di Hustadvika si trova l’isola di Håholmen. Agli inizi del ‘700 a Håholmen viveva un’attiva comunità di pescatori di merluzzo. Oggi i suoi bellissimi edifici restaurati vi consentiranno di prendere una pausa dalla frenesia della vita moderna.

Potete pernottare per qualche giorno in accoglienti alloggi sul mare. Oppure semplicemente trascorrere la giornata, visitando il luogo e assaporando gustosi pranzi, entrando in contatto con la storia di un tipico villaggio di pescatori e con la cultura vichinga.

C’è la possibilità di organizzare gite di gruppo su navi vichinghe ricostruite, dove poter veleggiare e remare. L’avventuriero norvegese Ragnar Torseth ha dato il suo contributo all’isola, allestendo una mostra riguardante le sue spedizioni a bordo.

Secondo l’ufficio informazioni della regione molti turisti scelgono di viaggiare lungo la Strada dell’Atlantico proprio durante la stagione autunnale per vivere le piogge torrenziali che inondano la carreggiata. Gli operai al lavoro per la costruzione della strada dichiararono di aver visto passare ben 12 tempeste prima della sua apertura nel 1989.

Arrivare e muoversi lungo la Strada dell’Atlantico

Da Kristiansund:
Il Tunnel dell’Oceano Atlantico collega Kristiansund con l’isola di Averøy e la Strada dell’Atlantico. Dal centro cittadino di Kristiansund, seguite la Rv. 70 fino alla rotonda che segna l’inizio della Rv. 64 (seguite i cartelli per Molde). Il tunnel è lungo circa 5 km e non è consentito il transito alle biciclette.

Il Tunnel dell’Oceano Atlantico è una strada a pedaggio.

Da Molde:
Seguite la Rv. 64 per Eide e poi per Averøy.

Musica: nuovo lavoro per Jay-Z e Kanye West, ‘Watch The Throne’ avrà un seguito

Watch The Throne‘ avrà un seguito. Le due icone del rap mondiale Jay-Z e Kanye West hanno infatti in progetto un secondo album di collaborazione dopo quello uscito la scorsa estate. A confermare l’atteso ritorno del duo, attualmente in Europa per il tour promozionale, è il produttore Mike Dean: ‘Sto lavorando al nuovo album di West, ‘G.O.O.D. Music e a ‘Watch The Throne 2′ – ha dichiarato in un’intervista, un progetto non ancora iniziato, ma che sicuramente arriverà’.

Vengono quindi confermati i rumors già circolati a fine 2011, diffusi dopo una dichiarazione rilasciata dallo stesso Jay-Z a MTV News. Le star del rap hanno appena concluso cinque serate alla O2 Arena di Londra per il loro attesissimo ‘Watch The Throne’ tour .

L’11 e il 12 giugno saranno a Manchester, il 13 e il 22 a Birmingham e il 21 a Sheffield. Ma i due rapper si esibiranno anche in Francia, Germania, Olanda, Svezia, Irlanda, Norvegia, Belgio e Danimarca.

Nei giorni scorsi Kanye West ha anche debuttato al Festival di Cannes in un cortometraggio sperimentale basato sul suo album ‘Cruel Summer‘.

http://d4premiere.com/ray-jr-feat-2-chainz-big-sean-ducky-smallz-sloppy-remix/

Blog at WordPress.com.