Caldo: arriva Minosse il terzo anticiclone subtropicale, temperature fino a 45 gradi


Dopo Caronte e i primi giorni di caldo torrido tocca a Minosse, l’anticiclone che dall’Africa porterà sull’Italia 8 giorni di fuoco con temperature fino a 41 gradi.

Sardegna, Sicilia e Puglia le prime regioni a essere colpite dal caldo subsahariano con temperature che sfioreranno anche i 41 gradi mentre si attestano intorno ai 35-37 al Centro Sud. E se Minosse è alle porte per gran parte del Paese, su tutto il Settentrione c’è ancora tempo: la colonnina di mercurio sale progressivamente mentre si respirano gli ultimi giorni liberi dall’afa.

Sulle regioni settentrionali le temperature si sono riportate in linea con le medie dopo i temporali degli ultimi giorni, con una completa cessazione della sensazione data dal caldo appiccicoso, ma al Centro Sud gli anticicloni africani fanno a staffetta per un’estate che negli ultimi 50 anni ha un solo precedente, quello del 2003.

Caldo record, quindi, fino a metà luglio. Minosse sarà più forte tra lunedì 9 e martedì 10 e ancora da venerdì 13 e nel weekend del 14 e 15 luglio, facendo schizzare le temperature in Sicilia anche fino a 44 gradi. Dopo metà mese la temperatura tornerà alla normalità con un periodo più mite ovunque e a tratti piovoso al Nord.

http://www.meteoam.it/

Il terremoto colpisce Ravenna: nuovi eventi sismici dopo le scosse della notte

Mentre salgono a 26 le vittime del terremoto che sta sconvolgendo il Nord Italia, ancora una faglia si è aperta a Ravenna, dove pare si stiano verificando nuovi eventi sismici. Per gli esperti dell’Ingv, l’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, si tratterebbe di un fatto sporadico.

La scossa di magnitudo 4,5 che si è verificata alle 6:08 a largo di Ravenna ad una profondità di 25 chilometri interessa ‘una faglia diversa da quella del sistema che si è attivato il 20 maggio’. A dirlo il presidente dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia Stefano Gresta. Scosse notturne nel modenese e nel ferrarese, con una magnitudo di 2 e 3.

Il terremoto nel ravennate è avvenuto a un centinaio di chilometri dal sisma che ha devastato il modenese con le scosse del 20 e 29 maggio. ‘E’ un terremoto isolato, non possiamo dire se c’è un’evoluzione, uno sciame sismico in atto. Potrebbe essere anche un movimento isolato. E’ la prova che l’Italia è tutta sismica’.

Per quanto riguarda il movimento tettonico che agisce sulla penisola in senso antiorario, Gresta spiega che è  un movimento tettonico  in moto da milioni di anni, riconducibile alla placca africana che spinge su quella europea, con un movimento dinamico sulla penisola in senso antiorario’.

Intanto è salito a 26 il numero dei morti del sisma che ha colpito l’Emilia Romagna. Martedì è deceduta in ospedale, a Modena, la donna estratta viva dopo 12 ore vissute sotto le macerie della palazzina crollata, in cui abitava a Cavezzo. Morta anche un’altra donna, Sandra Gherardi, dopo cinque giorni di coma, all’ospedale Maggiore di Bologna. Quarantasei anni, la donna era stata colpita alla testa mentre camminava per strada a Cento, nel ferrarese.

A Carpi, i dipendenti di Forme Physique Srl, azienda del settore moda abbigliamento di Carpi, si sono visti recapitare a pochi giorni dal terremoto una lettera con scritto: ‘Ciascun dipendente che ritiene opportuno continuare a svolgere la propria attività, libera la proprietà da qualsiasi responsabilità penale e civile’.

Diverse le aziende che stanno chiedendo di firmare liberatorie a chi decide di continuare ad andare a lavoro nonostante l’emergenza terremoto in Emilia Romagna. Ieri è stato fatto esplodere un campanile del 1400, per sedici metri inagibile e – dicono – ‘non sottoponibile a restauro’.

News dallo spazio: passaggio di Venere sul Sole, nel 2117 il prossimo transito

Ha iniziato martedì sera il suo passaggio davanti al Sole. Che sia anche l’inizio della fine del mondo? Mettendo da parte per un attimo le profezie Maya, il transito di Venere è un evento spettacolare, che si ripeterà la prossima volta solo tra più di un secolo, nel dicembre 2117. Il passaggio della dea nera è iniziato poco dopo la mezzanotte nel cielo dell’America del Nord, poi di quella Centrale e di quello settentrionale del Sudamerica. Agli occhi degli osservatori Venere appare come un punto nero sulla superficie del Sole e può essere guardato solo attraverso dei filtri solari per non rimanerne accecati.

La Nasa sta inviando le immagini dell’allineamento tra Venere, Sole e Terra in diretta Tv via streaming attraverso il suo sito ufficiale. ‘Non si tratta di un’eclissi classica, quando il Sole è completamente coperto. Venere è grande un centesimo del Sole, quindi è come un punticino che si sovrappone sul Sole e si sposta’, ha spiegato Fred Watson, dell’Osservatorio astronomico australiano.

Venere è il secondo pianeta del sistema solare ed è il corpo celeste più luminoso nel cielo notturno. Il suo diametro è comparabile a quello della Terra (95%), così come la sua massa (80%).

Il transito di Venere davanti al sole dura circa sei ore e 40 minuti, ma in Italia il fenomeno si verificherà in piena notte impedendo di godere dello spettacolo. I primi a poterlo vedere nel nostro Paese saranno gli abitanti del nordest, che all’alba vedranno la parte finale del fenomeno.

Quando vederlo in Italia. Più fortunati saranno gli spettatori negli Stati Uniti, che potranno godere dello spettacolo astronomico a partire dalle 18 della costa est, mezzanotte fra oggi e domani in Italia. Le migliori possibilità per vedere il fenomeno le avranno gli abitanti delle Hawaii, dell’Alaska, dell’Australia orientale e del sudest asiatico. Il fenomeno sarà visibile oggi (orari locali) dalle 12.10 a Honolulu, dalle 15.06 a Los Angeles, dalle 17.06 a Città del Messico, dalle 18.04 a New York. Mercoledì invece il fenomeno sarà visibile (ore locali) a Londra dalle 5.37, a Pechino dalle 6.10, al Cairo dalle 6.38, a Tokyo dalle 7.10, a Sydney dalle 8.16 e a Auckland dalle 10.15.

Ishtar, Astarte, Afrodite, Freya: sono le divinità che gli antichi popoli collegavano a Venere, la Dea Nera. Il transito del pianeta davanti al Sole è così importante per le antiche culture, che si ritiene che la conclusione del Calendario Maya fosse in realtà programmata  e coincidesse con la conclusione del ‘Lungo Computo’.

 In molte culture Venere era associata all’amore e alla pace (come in Grecia), in altri casi invece, come per Maya e Babilonesi, all’aspetto erotico si associa quello bellico. In alcuni casi addirittura la Dea sarebbe portatrice di cataclismi e rivoluzioni. La babilonese Ishtar, ad esempio, identificata col pianeta, aveva sia l’aspetto di una dea benefica che di signora di guerra e tempeste. Stesse caratteristiche aveva la nordica Freya, da cui il nome Friday, venerdì, giorno di Venere. E non mancano in Rete le teorie alternative dei seguaci della New Age che sono pronti ad associare i recenti terremoti che hanno colpito la penisola con il rarissimo evento del passaggio della Stella del mattino.

Lanciato l’11 febbraio 2010, il Solar Dynamics Observatory o SDO, è il veicolo spaziale più avanzato mai progettato per studiare il Sole. Durante la sua missione quinquennale, esaminerà l’atmosfera e il campo magnetico della nostra stella anche per fornire una migliore comprensione del ruolo che il Sole gioca nella chimica dell’atmosfera e per il clima della Terra.

Il 5 giugno 2012SDO ha raccolto immagini del transito di Venere davanti al Sole, evento prevedibile ma raro. Il passaggio visto dalla Terra è durato circa 6 ore e avviene un paio di volte a otto anni di distanza, per poi ripetersi solo dopo altri 105 o 121 anni. L’ultimo transito è avvenuto nel 2004 e il successivo sarà visibile nel lontano 2117.

I video e le immagini mostrate qui sono costruiti ottenute a diverse lunghezze d’onda dall’ultravioletto estremo fino ad una parte dello spettro visibile. Il Sole di colore rosso è ripreso nell’ultravioletto a 304 angstrom, il sole dorato a 171 angstrom, il sole magenta a 1700 angstrom, e il sole arancione in luce filtrata nel visibile. A 304 e 171 angstrom è possibile studiare l’atmosfera del sole, che non appare nella parte visibile dello spettro.

Mentre il video di Alberto Fanelli, fotografo e videomaker riprende il transito di Venere sul Sole all’alba dai tetti di Milano, con uno speciale teleobiettivo.


06.06.2012
The transit of Venus in front of the Sun, filmed in Milano, Italy, at 5:45 AM

Shot with a Canon 70-200 f4L and a Rubinar 1000mm + two Canon 5D MK II

Rapito ingegnere italiano in Nigeria, stava costruendo una strada

La notizia è di lunedì scorso, ma è stata comunicata soltanto oggi. Un ingegnere italiano a lavoro per la Borini Prono Construction Company è stato rapito nella Nigeria del Nord da uomini armati mentre stava verificando i lavori per la costruzione di una strada. La Farnesina ha confermato la notizia, diffusa da un’agenzia di stampa cinese, e sta seguendo la vicenda su istruzione del ministro degli Esteri Giulio Terzi.

Kano, Nigeria. Photo by Shariz Chakera. Found ...

Kano, Nigeria. Photo by Shariz Chakera.

Tragico esito ha avuto invece un blitz delle forze speciali a Kano, sempre in Nigeria, per liberare un ostaggio tedesco: durante l’incursione delle teste di cuoio, hanno fatto sapere fonti della sicurezza nigeriane, i sequestratori l’hanno ucciso.

I militari hanno preso d’assalto il nascondiglio, dove era tenuto prigioniero l’ostaggio, identificato come Edgar Fritz Raupach: ‘Nel corso dello scontro a fuoco i sequestratori hanno ucciso l’ostaggio’.

La vittima, che lavorava per un’azienda edile, era stata rapita il 26 gennaio scorso nella periferia di Kano, una delle principali città del nord dello stato africano. Un sequestro rivendicato da Al Qaida nel Maghreb.

L’8 marzo scorso, durante un blitz delle teste di cuoio britanniche in Nigeria, è rimasto ucciso Franco Lamolinara, ingegnere italiano, 47 anni, sequestrato il 12 maggio 2011 a Birkin Kebin, nel nord ovest del Paese, assieme a un collega inglese.

http://www.esteri.it/mae/it

Londra 2012: arrivata a destinazione la fiaccola olimpica

La fiaccola olimpica è arrivata in Gran Bretagna. A darle il benvenuto a Land’s End, in Cornvaglia, è stato Ben Ainslie, marinaio tre volte olimpionico e primo degli oltre 100 tedofori che la porteranno a spasso per il Regno Unito.

La torcia sarà accompagnata nel suo viaggio verso Londra dalla principessa Anne, presidente del comitato olimpico britannico, che l’ha ricevuta giovedì nel corso di un’elaborata cerimonia ad Atene.

La fiaccola ha così cominciato l’ultima parte della sua lunga marcia di avvicinamento alla capitale britannica: nei prossimi 70 giorni farà tappa in un migliaio di città di Inghilterra, Scozia, Galles e Irlanda del Nord per poi concludere il suo itinerario nella città olimpionica, dove il 27 luglio è in programma la cerimonia di apertura dei Giochi.

‘L’arrivo della fiamma olimpica sul terreno di casa è un momento magico per qualsiasi paese ospitante – ha detto Sebastian Coe, capo del comitato organizzatore di Londra 2012 – un evento che unirà milioni di persone in tutto il mondo’.

Dopo essere stata consegnata dalle autorità greche al comitato organizzatore di Londra 2012, la fiaccola olimpica è stata trasportata dalla Grecia al Regno Unito con un volo speciale della British Airways. A custodire la fiaccola, il calciatore David Beckham che si è fatto fotografare vicino al prezioso fuoco e ha poi postato le immagini su Facebook.

Arrivati in Cornovaglia il calciatore ha acceso la fiaccola che sarà portata in tour per tutto il Regno Unito alla presenza della principessa Anna e del sindaco di Londra, Boris Johnson.

http://www.repubblica.it/sport/2012/05/19/foto/beckham_e_la_fiamma_olimpica_il_viaggio_in_aereo_finisce_su_fb-35473644/1/

Blog at WordPress.com.