Papa Ratzinger diventa il Re di Denari

Il  Papa diventa Re di Denari. Dalll’arte burlesca, a quella satirica e sorniona della bomboletta spray. Coloratissime tag e vere e proprie opere d’arte che del graffitismo o street art ne hanno fatto la rivalsa del pueblo, o meglio del singolo artista ai più importanti canali di comunicazione e marketing, attraverso i quali passano le più grandi firme del contemporaneo. Fatta eccezione fino a qualche tempo fa per il mitico Bunksy.

L’artista inglese è riuscito a farsi un nome e a farsi conoscere in tutto il pianeta, tanto da arrivare ad essere quotatissimo fra i contemporanei, mentre le sue opere sono attentamente protette da pannelli in plexiglas per evitare le scalfiture del tempo.

Nello specifico gira da alcuni minuti in rete, su Facebook, l’immagine grottesca di Papa Benedetto XVI, papa Ratzinger, raffigurato come il re più ricco delle carte da gioco siciliano. Il re di denari appunto. L’autore, il Collettivo Satoboy, è già popolare e noto a chi usa fare l’aperitivo in prossimità del luogo in cui il papa è stato graffitato. Salerno centro storico vicolo giudaica, nei pressi della ‘Cantinella’.

https://cookednews.wordpress.com/2012/07/24/banksy-va-alle-olimpiadi-con-due-nuovi-graffiti/
https://www.facebook.com/satoboy
http://www.satoboy.com/

Apple in aggiornamento: al debutto Mountain Lion

Debutta OS X Mountain Lion, che punta alla sinergia con il mondo mobile, con la Apple Tv ma anche a una forte integrazione con i social network e il cloud. Dopo il lancio alla conferenza degli sviluppatori Apple dell’11 giugno, oggi è il giorno dell’aggiornamento del sistema operativo per Mac.

Questa nuova versione del sistema operativo integra novità al 200 per cento. Rispetto a cosa? Al vecchio. Il Lion nuovo costa per esempio 15,99 euro, mentre l’aggiornamento dello scorso anno si attestava intorno ai 24,99. Il nuovo sarà disponibile disponibile  da subito: basta cliccare sul Mac App Store per ritrovarsi all’interno della vetrina virtuale dove poter fare lo shopping tecnologico che si vuole. Accontentiamoci del fuso orario e delle nove ore di differenza ed entro questa sera, potremmo già acquistare il nuovo sistema Apple.

Tra le funzioni più interessanti del nuovo sistema operativo ci sono una maggiore integrazione con iCloud, Gatekeeper per gestire cosa installare e da dove, il Notification Center con accesso a tutti gli avvisi da Mail, l’integrazione con Twitter e Facebook, la dettatura vocale, Safari migliorato con nuove funzioni di navigazione e il Game center direttamente dal mobile: si può usare l’account di iOs o crearne uno nuovo per giocare e sfidare chiunque abbia un altro Mac, iPad, iPhone o iPod touch.

English: The logo for Apple Computer, now Appl...

English: The logo for Apple Computer, now Apple Inc.. The design of the logo started in 1977 designed by Rob Janoff with the rainbow color theme used until 1999 when Apple stopped using the rainbow color theme and used a few different color themes for the same design. (Photo credit: Wikipedia)

Di nuovo ci sono anche i Messaggi, che sostituiscono il posto di iChat, la messaggistica istantanea di Cupertino sin dal 2002. L’applicazione, simile all’omologa per iOs, il sistema operativo mobile con aggiornamento in autunno, permette di inviare messaggi ad iPadiPhone e iPod Touch in sincro: si può iniziare a scrivere un messaggio su Mac e continuarlo su iPad o un altro dispositivo. Cambiano nome anche iCal e Rubrica (Calendario e Contatti). In Mountain Lion c’è anche la funzione promemoria per gli eventi importanti da ricordare ad una certa data o quando il proprio iPad, iPhone, iPod touch o Mac raggiunge o lascia un determinato luogo.

Nel processo di integrazione del mondo Apple rientra anche la tv: con AirPlay Mirroring disponibile su Mountain Lion, lo schermo di un pc può essere condiviso con un televisore cui sia collegata una Apple tv. In pratica, quello che accade sul Mac può essere visto, wireless, direttamente sul televisore in alta definizione.

OS X Mountain Lion resta comunque un sistema basato su mouse. Sarà interessante capire come e se riuscirà a scompaginare le preferenze degli utentWindows 8, il sistema operativo di Microsoft che arriverà in autunno, più orientato verso le interfacce touch.

http://www.apple.com/it/osx/

Blog at WordPress.com.