Kobe Bryant operato: perfettamente riuscito l’intervento al tendine d’Achille. Stop dai sei ai nove mesi

kobe--473x264E’ perfettamente riuscito l’intervento chirurgico per riparare la lesione al tendine d’Achille della gamba sinistra di Kobe Bryant. Sono i Los Angeles Lakers a comunicarne la perfetta riuscita con un comunicato sul proprio sito ufficiale: l’operazione è stata eseguita dai medici Neal ElAttrache e Stephen Lombardo del Kerlan Jobe Orthopaedic Group. Per quello che concerne il recupero, si parla di uno stop che va dai sei ai nove mesi.

Durante i primi 30-40 giorni, la guardia avrà la gamba immobilizzata. Bryant, 34 anni, si è infortunato nel finale della gara vinta dai suoi Lakers contro i Golden State Warriors.

Prima di entrare in sala operatoria Kobe ha postato una foto sul proprio profilo Instagram con scritto: ‘In vista dell’operazione. Sembro Mrs Doubtfire. Tra poco l’anestesia’. I gialloviola sperano di averlo per la prima partita della stagione 2013-2014, a novembre.

L’operazione per la riparazione del tendine è stata coronata da successo ma Bryant non sarà disponibile ‘da un minimo di sei fino a nove mesi’, hanno comunicato i Lakers. Secondo il preparatore atletico del club, Gary Vitti, l’obiettivo è che Bryant sia disponibile per l’inizio della stagione 2013/14, tra fine ottobre e inizio novembre. Kobe ‘ha accettato la sfida’, ha detto Vitti.

Dolorante dopo l’infortunio, la 34enne stella del basket ha comunque escluso che quanto accaduto possa indurlo a porre fine a una lunga e sfolgorante carriera che lo ha consacrato cinque volte campione Nba (2000, 2001, 2002, 2009, 2010) e due volte olimpionico (Pechino 2008 e Londra 2012). ‘Ci sono un sacco di giocatori che hanno avuto questo stesso infortunio, dunque posso farcela”, si è ripromesso. Tra gli atleti che si sono rotti il tendine d’Achille e sono poi tornati alle competizioni c’è David Beckham.

L’ex capitano della Nazionale inglese si infortunò durante una partita di serie A quando era in prestito al Milan, ed è poi sceso nuovamente in campo con i Los Angeles Galaxy e, ultimamente, con il Paris Saint-Germain. Kobe Bryant è crollato a terra, per il cedimento del tendine, a tre minuti dalla fine del match contro i Golden State Warriors (vinto 118-116), in seguito ad un banale movimento di aggiramento di un avversario che aveva ripetuto ‘un milione di volte’. ‘Una sensazione terribile’, ha commentato il fuoriclasse, definendo l’infortunio il momento peggiore della sua carriera.

Advertisements

Gallinari infortunato, oggi la risonanza magnetica

gallinari-538x348Danilo Gallinari su una sedia a rotelle viene accompagnato nello spogliatoio dei Denver Nuggets: il dolore è lancinante, per il ginocchio sinistro dell’azzurro il rischio è della rottura del crociato anteriore. Oggi la risonanza chiarirà l’entità del danno, ma probabilmente la stagione del Gallo è finita anzitempo.

L’azzurro, che da tempo gioca nella Nba, ha vissuto una serata drammatica durante la gara che i suoi Nuggets hanno vinto in casa per 95-94 contro i Dallas Mavericks (36-39).

A circa 4 minuti e mezzo dalla fine del primo tempo, Gallinari si è infortunato da solo nel corso di un’azione offensiva.

Il numero 8 fino a quel momento aveva segnato 9 punti. Il ‘Gallo’ stava andando in offensiva contro il canestro avversario; provando ad evitare la difesa di Dirk Nowitzki ha compiuto un movimento innaturale con il ginocchio sinistro.

L’articolazione si è piegata verso l’interno e Gallinari è crollato a terra dolorante, prima di essere soccorso dallo staff medico dei Nuggets e condotto fuori a braccia da due compagni.

Da qualche settimana sono iniziati i playoff, e ora Denver ha paura di perdere uno dei suoi giocatori più importanti proprio nel momento vitale della stagione. Gallinari assicurava una media di 16,3 punti a partita, configurandosi come il secondo marcatore di una squadra che, al completo, potrebbe puntare al top nella post season.

NBA 3X, Milano tappa finale

Continua il tour che ha toccato sei città in tutta Italia e stavolta è il turno di Piazza del Duomo a Milano. Il 6 e 7 ottobre gli appassionati

English: Los Angeles Lakers Magic Johnson and ...

English: Los Angeles Lakers Magic Johnson and Boston Celtics Larry Bird in Game two of the 1985 NBA Finals at Boston Garden (Photo credit: Wikipedia)

di NBA potranno tornare a sfidarsi sui campi di NBA 3X Tour: il torneo si svolgerà nel contesto più ampio di NBA Fan Zone, durante cui saranno presenti alcuni giocatori ed il Dance Team dei Boston Celtics, oltre a due grandi leggende NBA!

Nei due giorni a Milano, l’NBA Fan Zone offre agli appassionati tantissime attività tra cui 1 central court dove si svolgeranno le gare di tiri da 3 punti, di schiacciate, blind game e tanto altro.

MILANO: TAPPA FINALE DELL’NBA 3X – La National Basketball Association (NBA) ha portato per la prima volta in Italia NBA 3X, il tour estivo in 6 tappe dedicato ai fan di NBA e alle famiglie. Milano è l’ultima occasione per poter sfidare i tuoi amici nell’emozionante torneo 3×3. Piu´di 100 squadre (2400 giocatori e giocatrici in totale) impegnate in una sfida competitiva per decretare chi sarà il più forte.

Il torneo è aperto sia a ragazzi che ragazze, divisi secondo le seguenti categorie:

11-12 – Men’s and Women’s Divisions

13-14 – Men’s and Women’s Divisions

15-16 – Men’s and Women’s Divisions

17+ Open Division (mixed gender)

Dopo l’enorme successo riscosso durante le tappe di Torino e Lignano Sabbiadoro, con 100 squadre iscritteNapoli, con 300 squadre partecipanti ed il record europeo battuto, e con oltre 100 mila appassionati presentiTrapaniOstia e Reggio Calabrial’appuntamento per la finale di NBA 3X è a Milano, il 6 e 7 ottobre – Piazza Duomo

http://www.gazzetta.it/Nba/
https://www.facebook.com/NBAItalia

Blog at WordPress.com.