Crisi economica e fuori dai musei si protesta bruciando le opere

Per protestare contro la crisi economica che sta investendo ogni settore della vita del nostro Paese, al Cam di Casoria si da fuoco alle opere d’arte. Responsabile dell’incendio che questa mattina ha mandato in fumo la creazione di un artista francese, Severine Bourguignon, proprio davanti la sede del museo di arte contemporanea di Casoria il direttore Antonio Manfredi.

Qualche giorno fa aveva minacciato: ‘Vogliono farci chiudere e allora bruceremo le opere’. Oggi la manifestazione di protesta. ‘E’ terribile, è una brutta scena – spiega Manfredi – ma siamo convinti che questo possa riuscire a sensibilizzare le istituzioni, non solo locali, ma anche regionali e nazionali.

Severine Bourguignon ha assistito all’incendio su Internet, dicendosi molto triste. La protesta del museo non si ferma: se non arriveranno segnali dalle istituzioni, i roghi proseguiranno. E oltre alle opere d’arte perderemmo anche una fetta, certo immateriale ma indispensabile della cultura di un Paese già molto provato – ha detto. La cultura e in particolare l’arte contemporanea faticano, forse più della media, a trovare sostegni e finanziamenti. A soffrirne sono musei come il Madre di Napoli, il Maxxi di Roma e il Cam di Casoria.

Create a free website or blog at WordPress.com.