Us Open: Serena Williams al quarto titolo, Errani e Vinci le prime azzurre a vincere nello Slam

Serena Williams conquista il suo quarto titolo agli Us Open battendo in finale la numero uno del mondo, Victoria Azarenka, in 6-2, 2-6, 7-5. Roberta Vinci e Sara Errani conquistano il titolo nel doppio, diventando le prime azzurre nella storia a vincere il titolo nello Slam di Flushing Meadows.

Quarto titolo a Flushing Meadows, il quindicesimo di uno Slam, il sesto stagionale ed il 45/mo in carriera. Sono numeri da capogiro quelli di Serena Williams che ha conquistato l’Us Open battendo in finale la numero 1 del mondo, la bielorussa Victoria Azarenka con il punteggio di 6-2, 2-6, 7-5 al termine di oltre due ore di gioco. La statunitense, 31 anni tra due settimane, chiude la stagione degli Slam con la ciliegina sulla torta, al termine di quattro mesi da incorniciare.

A giugno è arrivata la vittoria di Wimbledon, sia in singolare sia in doppio con la sorella Venus. Il mese successivo la vittoria a Stanford e poi quella, più prestigiosa, alle Olimpiadi di Londra, dove, sempre sull’erba dell’Old England Club, ha bissato il successo anche nel doppio.

Un finale di stagione d’oro che va in archivio con un successo insperato, come ammette la stessa Williams durante la premiazione. ‘Ancora non riesco a credere di aver vinto. Mi ero già preparata il discorso per commentare la sconfitta, ed invece…’, dice alzando al cielo il trofeo che va ad aggiungersi alla sua prestigiosa bacheca. Serena ritrova la vittoria a New York dopo quattro anni ed un delicato intervento che nel 2010 la costrinse a restare lontana dall’attività.

L’anno successivo, nonostante l’operazione, si presentò di nuovo in campo dimostrando ancora una volta di essere la campionessa da battere. In finale però dovette arrendersi all’australiana Samantha Stosur, che conquistò la sua unica vittoria di quella stagione con il punteggio di 6-2, 6-3. Quest’anno la nuova sfida. In finale ha trovato la leader della classifica Wta, la bielorussa Victoria Azarenka – già vincitrice dell’Australian Open – che ha dimostrato di essere più in forma che mai, tanto da spaventare la statunitense al decimo game del terzo set quando, in vantaggio per 5-4, ha avuto l’occasione di portarsi a casa il titolo.

Serena ha reagito conquistando il break che le ha dato la spinta finale verso la vittoria. ‘Serena merita questo trofeo – ammette la stessa Azarenka durante la premiazione – ha dimostrato di essere una vera campionessa. Per me è un onore essere al suo fianco’. Serena lascia il campo tra gli applausi e si prepara a festeggiare il suo 31/mo compleanno, con l’augurio di tornare il prossimo anno ad alzare in alto il suo ennesimo trofeo.

Per l’Italia, i numeri cambiano a questo Us Open che ci dà comunque vincitori. Era accaduto una sola volta nel 1986 e solo nel doppio misto (Raffaella Reggi con lo spagnolo Sergio Casal), che il tennis italiano fosse iscritto nell’albo d’oro degli Us Open. La vera impresa storica è riuscita a Sara Errani e Roberta Vinci, la coppia regina del doppio mondiale, che si sono imposte in finale contro le ceche Hradecka-Hlavackova. Un incontro sempre tenuto in pugno dalle azzurre, che dopo aver vinto il primo set 6-4, hanno letteralmente dominato il secondo, vinto 6-2 dopo due break.

Strepitosa la prova della Vinci che sul proprio servizio non sbaglia mai, completando l’opera nel primo set con un serve&volley da manuale. Il secondo parziale è quasi una formalità, ipotecato con il break ottenuto sul 4-2 a quindici e poi sigillato ancora una volta dalla Vinci al servizio.

Le due azzurre, che già in singolare avevano mostrato il loro grande stato fisico: Errani in semifinale dopo aver battuto nei quarti proprio la tarantina, diventano poi la prima coppia tutta italiana sul tetto del mondo, dopo che Flavia Pennetta era arrivata in vetta in compagnia dell’argentina Gisela Dulko.

Un successo, quello sul cemento di New York, che corona una stagione straordinaria per il formidabile duo. Per la tarantina e la romagnola è il secondo Slam dopo il trionfo al Roland Garros. Nel 2012 delle due azzurre anche i successi a s’Hertogenbosch, Parigi, Roma, Madrid, Monterrey, Acapulco e Barcellona.

Per il torneo maschile, Djokovic in finale – Abbastanza distratto prima che il maltempo facesse decidere per l’interruzione del match, Novak Djokovic si scatena alla ripresa e concede pochissimo a David Ferrer. Il serbo, secondo del mondo, è anche il secondo finalista degli US Open di tennis. Si è qualificato battendo in semifinale lo spagnolo, in testa nella serie di 4, per 2-6, 6-1, 6-4, 6-2. Per Djokovic, detentore del titolo di Flushing Meadow, sarà la terza finale consecutiva degli US Open. Incontrerà il britannico Andy Murray, che nella prima semifinale, ha superato il ceco Tomas Berdych. Lo scozzese, oro alle Olimpiadi di Londra 2012, non ha mai vinto un titolo del Grande Slam.

https://cookednews.wordpress.com/2012/09/05/us-open-errani-e-vinci-ancora-numero-uno-nel-doppio-tennis/

Advertisements

London2012: Bolt pronto per il doppio sprint finale. Italia a che punto siamo, le gare di domani

(In foto: Maroi Mezien (L) of Tunisia competes against Isabelle Sambou of Senegal during their women’s Freestyle 48 kg Wrestling match on Day 12)

Occhi puntati su Usain Bolt per questo Day13 dei Giochi Olimpici di Londra 2012. La gara in cui correrà oggi l’uomo più veloce del monto è quella del doppio sprint finale sui 200m, in un giorno in cui saranno assegnate 23 medaglie d’oro in 12 sport – di cui tre nel pugilato femminile.

Grande attesa per lo sprinter jamaicano Usain Bolt, che ha conservato il titolo dei 100m con un’altra splendida vittoria allo Stadio Olimpico , domenica sera e da allora ha rivolto la sua attenzione per vincere un altro oro nei 200m.

Mentre il connazionale Yohan Blake ha vinto l’argento nei 100m, cercherà di fare ancora meglio e di eclissare super Bolt di fronte a una foltissima folla di gente.

ExCeL ospiterà le prime tre finali di pugilato di Londra 2012, con le medaglie in palio nei pesi mosca donne (48-51kg), pesi leggeri femminili (57-60kg) e pesi medi donne (69-75kg).

Si torna alla pista di atletica, e anche la finale sugli 800m finale avrà il suo pubblico: dal Kenya, David Rudisha tenta di aggiungere il titolo olimpico al titolo mondiale, vinto l’anno scorso. Mohammed Aman dall’Etiopia e Abubaker Kaki dal Sudan sono altri due rivali di questa gara, mentre Andrew Osagie è il primo atleta britannico a raggiungere la finale a 20 anni.

Il primatista mondiale degli Stati Uniti Ashton Eaton concorrerà per garantirsi il primo titolo olimpico nel Decathlon, con il giavellotto e i 1500m degli ultimi due eventi.

Christian Taylor è il favorito per la finale di salto triplo, ma ci sono buone possibilità anche per il suo compagno di squadra, lo statunitense Will Claye e l’italiano Fabrizio Donato, tra gli altri contendenti.

La folla dell’Olympic Stadium applaudirà anche nella finale femminile di giavellotto, con Barbora Spotakova in gara per la Repubblica Ceca per mantenere il suo titolo olimpico.

Ancora una grande folla è prevista a Hyde Park per la maratona di nuoto 10 km femminile, con Keri-Anne Payne che spera di vincere l’oro per la Gran Bretagna nel Serpentine.

Gli Stati Uniti e il Giappone si contenderanno la finale della competizione di calcio femminile allo stadio di Wembley. In un’emozionante semifinale, calcio di inizio al Canada, che dopo aver raggiunto tutte e sei le finali olimpiche, cercherà di vincere una terza medaglia d’oro consecutiva. Dovrà affrontare una dura prova contro una squadra che ha battuto il Giappone nella finale dei Mondiali l’anno scorso.

Horse Guards Parade ancora una volta accesa, quando si giocherà la gara di Beach Volley nella finale maschile tra Brasile e Germania.

Saranno quattro le gare nello Sprint finale di Canoa a Eton Dorney, con il doppio Canoa maschile (C2) 1000m, il Kayak maschile a quattro (K4) 1000m, il Kayak femminile singolo (K1) 500m e e il Kayak femminile doppio (K2). Le prove medaglia si svolgono al mattino.

A Greenwich Park, oro conteso nel Dressage individuale, mentre i 470 maschile medal race sarà il momento clou della gara a Weymouth e Portland.

Gli Stati Uniti e la Spagna si affronteranno in un testa a testa femminile nella finale di Polo, mentre all’Aquatics Centre le atlete di nuoto di contenderanno la finale sui 10m piattaforma nei tuffi. Per l’Italia si è qualificata Noemi Batki si è qualificata. L’azzurra ha chiuso al dodicesimo posto (324.20) il turno preliminare, mentre Brenda Spaziani, ventritreesima con 268.00, è stata eliminata.

Excel è il luogo per i maschili e femminili, 68kg e 57kg, di Taekwondo, mentre nel Freestyle Wrestling si affronteranno le donne della categoria 55kg e quelle dei 72kg.

Italia a che punto siamo

Italia forte anche nei Giochi di  squadra: Settebello e Italvolley in semifinale dopo i tornei di ieri.

Pallanuoto. Il Settebello di Alessandro Campagna vola in semifinale grazie alla vittoria 11-9 contro l’Ungheria (2-2, 5-4, 8-5, 11-9). Decisive le realizzazioni di Felugo (3), Presciutti (3), Figlioli (3), Perez (1) e Giorgetti (1), al termine di un incontro equilibrato fino al decisivo allungo nel terzo tempo. I centri di Felugo e Presciutti nel quarto tempo vanificavano il ritorno dell’Ungheria: il 10 agosto gli azzurri sfideranno la Serbia in semifinale.

Pallavolo: Gli azzurri del Ct Mauro Berruto hanno vinto l’incontro dei quarti di finale con gli Stati Uniti 3-0 (28-26; 25-20; 25-20). Savani e compagni affronteranno in semifinale il Brasile il 10 agosto.

Pugilato: Vincenzo Mangiacapre ha ottenuto l’accesso in semifinale nella categoria 64 kg e, contestualmente, la certezza di una medaglia. L’azzurro ha infatti sconfitto ai quarti il kazako Yeleussinov per 16-12 (4-5, 7-9). Si tratta del terzo pugile gia’ sicuro di un posto sul podio dopo Clemente Russo (91 kg.) e Roberto Cammarelle (+91 kg.). In semifinale Mangiacapre sfiderà il cubano Roniel Iglesias Sotolongo, che stasera ha sconfitto nettamente l’uzbeko Uktamjon Rahmonov per 21-15. Questo risultato fa raggiungere all’Italia quota 20 medaglie, mentre il pugilato eguaglia il numero di podi collezionato a Pechino 2008.

Vela: Undicesimo giorno di regata dei XXX Giochi Olimpici Londra 2012. Al termine della Medal Race per la classe 49er Giuseppe Angilella (CC  Roggero di Lauria) – Gianfranco Sibello (GS Fiamme Gialle) chiudono al  9° posto overall. Nel 470 femminile, Giulia Conti e Giovanna Micol si qualificano per la Medal Race.

Oggi riposo per il 470 maschile, che domani vedrà impegnati in Medal Race Gabrio Zandonà e Pietro Zucchetti. Dopo 10 prove e uno scarto gli azzurri sono al 4° posto in classifica provvisoria con 60 punti e i parziali 6-(26)-1-8-6-14-8-4-11-3. Primi gli australiani Belcher-Page a 18 punti (oggi 1-1), secondi i britannici Patience-Bithell (22 pt), terzi gli argentini Calabrese-De la Fuente (57) e quinti i kiwi Snow Hansen-Saunders a 72.

Primi sulla linea di partenza alle 12 ore locali il 470 femminile (Race 9&10) seguiti dalla Medal Race dei 49er e ultimo a scendere in campo il Match Race femminile. Per Giuseppe Angilella, siciliano di Palermo, ‘E’ finita col sole in tutti i sensi, anche per noi. Abbiamo raggiunto il  nostro obiettivo che era entrare in Medal Race e abbiamo protetto la nostra posizione’.

Giulia Conti-Giovanna Micol (oggi 6-7) si qualificano per la Medal Race e sono al 7° posto in classifica provvisoria. Sono cinque gli equipaggi che venerdì 10 agosto si daranno battaglia per la medaglia di bronzo: Olanda, Francia, Brasile, Italia e Australia.

http://www.londra2012.coni.it/
http://www.london2012.com/news/
https://cookednews.wordpress.com/2012/08/09/london2012-arrivano-le-bici-piu-veloci-del-mondo-ecco-la-tre-giorni-di-competizione-in-bmx/
https://cookednews.wordpress.com/2012/08/08/london2012-oro-states-nel-salto-in-lungo-nei-110m-a-ostacoli-e-sui-200m/ https://cookednews.wordpress.com/2012/08/08/alcune-foto-dal-day12-di-london2012/ https://cookednews.wordpress.com/2012/08/07/london2012-italia-doping-latleta-schwazer-positivo-ai-controlli-cammarelle-in-semifinale-nella-boxe/

London2012: Italia doping, l’atleta Schwazer positivo ai controlli, Cammarelle in semifinale nella boxe

Controlli anti doping per l’Italia nel giorno in cui ha conquistato altre tre medaglie. Alex Schwazer, campione della 50 km di Pechino, è stato escluso da Londra 2012 perché positivo all’Epo ad un test anti doping, effettuato il 30 luglio ad Oberstdorf, dove si stava preparando per i Giochi. Tesserato FIDAL, Alex Schwazer è risultato positivo per Eritropoietina ricombinante.

Per il padre del velocista ‘responsabilità mia. Le responsabilità sono mie, perché se si vede un figlio, che durante tutto l’anno è stato male, si deve capire e si deve cercare di parlargli’. Lo ha detto Josef Schwazer, il padre del marciatore Alex, escluso dalle Olimpiadi per doping. ‘L’ultima volta che è partito da qui – racconta davanti alla casa di famiglia con una voce rotta dal pianto – era distrutto. Forse l’ha fatto per non deludere gli altri. E’ stata al 100% la prima volta che ha fatto uso di queste sostanze’.

English: Alex Schwazer in action during the 20...

English: Alex Schwazer in action during the 20km racewalking italian championship in Borgo Valsugana Italiano: Alex Schwazer in azione durante il campionato italiano della 20km di marcia a Borgo Valsugana (Photo credit: Wikipedia)

Il Presidente del Comitato Olimpico Nazionale Italiano, Giovanni Petrucci, sentito il capo delegazione, Raffaele Pagnozzi, ha disposto l’esclusione immediata dalla squadra olimpica dell’atleta che non ha ancora raggiunto Londra.

Il CONI ha ricevuto nel primo pomeriggio di ieri una notifica di esito avverso per un controllo antidoping disposto precedentemente dalla WADA. Il Capo Gruppo della disciplina interessata è stato prontamente informato dal CONI.

Intanto ancora argento per gli azzurri in Olimpiade. Massimo Fabbrizi si è aggiudicato il secondo posto nella fossa olimpica al termine di un estenuante spareggio finale. Non sono bastati i 25 colpi della dell’ultima gara per attribuire il podio più alto. Allo spareggio Massimo Fabbrizi si è giocato la medaglia d’oro con il croato Giovanni Cernogoraz. Entrambi i tiratori avevano totalizzato 146 centri su 150 nell’ultima prova.

Allo shoot off Fabbrizi ha sbagliato al sesto tiro e il suo avversario ha conquistato il primo posto.

L’azzurro è entrato in finale con il quarto posto e 123 piattelli all’attivo a pari merito con lo spagnolo Serrano anche lui a quota 123.

La giornata sportiva a Londra era invece iniziata sotto i migliori auspici. Soddisfazione dalla ginnastica con l’azzurro Matteo Morandi ha conquistato la medaglia di bronzo nella ginnastica artistica agli anelli.

Per la boxe, Cammarelle in semifinale. L’olimpionico Roberto Cammarelle ha conquistato la semifinale nella categoria dei pesi supermassimi (+91) ai Giochi di Londra 2012, assicurandosi almeno la medaglia di bronzo. Il pugile azzurro ha sconfitto il marocchino Mohamed Arjaoui con il punteggio di 12-11.

Nel Beach Volley, Italia cede all’Olanda la semifinale.  L’Italia del beach volley con la coppia Nicolai-Lupo manca la semifinale ai Giochi di Londra 2012. La coppia azzurra è stata battuta dagli olandesi Nummerdor-Schull con il punteggio di 2-0 (21-16, 20-18) nella partita valida per i quarti di finale giocata questa sera.

https://cookednews.wordpress.com/2012/08/06/azzurri-alle-olimpiadi-day-10-campriani-e-oro-carabina-morandi-bronzo-agli-anelli/

https://cookednews.wordpress.com/2012/08/04/olimpiade2012-jessica-rossi-e-il-nuovo-record-mondiale-qualificata-nel-trap-come-prima-italiana-e-oro-nel-tiro-a-volo/

London2012: il Dream Team del fioretto torna a regalare un oro all’Italia. E’ il secondo

 Il Dream Team di fioretto femminile – Elisa Di Francisca, Arianna Errigo e Valentina Vezzali – torna a regalare una vittoria con il secondo oro nella prova a squadre della scherma.  La medaglia d’oro olimpica arriva in finale contro la Russia col punteggio di 45-31. Di Francisca, Errigo e Vezzali avevano occupato l’intero podio anche nella prova individuale di fioretto nella quale avevano conquistato, rispettivamente, l’oro, l’argento e il bronzo.

Nella finalissima c’è stato spazio anche per la riserva Ilaria Salvatori, che ha sofferto contro la Shanaeva ma ha firmato la stoccata del 35-21. Valentina Vezzali, l’eterna, firma la stoccata decisiva e diventa la donna italiana più medagliata di sempre alle Olimpiadi con sei ori, un argento e un bronzo.

Per la spedizione italiana si tratta della quarta medaglia d’oro ai Giochi olimpici di Londra 2012. Altro record per la Vezzali, la 38enne jesina conquista l’oro per la quarta olimpiade consecutiva, dopo avere vinto le prove individuali di fioretto a Sydney 2000, Atene 2004 e Pechino 2008.

Primo oro olimpico in carriera per Arianna Errigo e Ilaria Salvatori, secondo per Elisa Di Francisca che a Londra aveva già trionfato nella prova individuale.

Alla sesta giornata di Olimpiade, l’Italia è settima nel medagliere.

 ‎27 luglio – 12 agosto
http://www.london2012.com
https://cookednews.wordpress.com/2012/07/28/london2012-primo-oro-per-litalia-nel-tiro-con-larco-podio-azzurro-nel-fioretto-al-femminile/
https://cookednews.wordpress.com/2012/08/02/london2012-italia-a-quota-10-medaglie-battisti-e-sartori-argento-nel-canottaggio/

London2012: Daniele Molmenti è oro nella canoa slalom, il terzo per l’Italia

Quinto giorno di Olimpiade, terza medaglia d’oro. E’ il canottista Daniele Molmenti a far salire nel medagliere la squadra italiana di canottaggio.

Daniele Molmenti ha vinto l’oro nella canoa slalom con il punteggio di 93.43, precedendo il ceko Hradilek (94.78) e il tedesco Aigner (94.92). Si tratta del terzo oro dell’Italia ai Giochi di Londra. Molmenti si è fatto il regalo più bello: l’azzurro festeggia oggi il suo 28esimo compleanno.

Su Twitter sono ‘#Molmenti di gloria. #Londra2012 #oro‘.

‘Siamo grandi, siamo grandi’. Con gli occhi quasi fuori dalle orbite, Daniele Molmenti si esalta e grida tutta la sua felicità d’aver conquistato l’oro nello slalom k1 proprio nel giorno del suo compleanno: ‘Ho investito su me stesso, ho venduto anche la mia moto, una Ducati, l’avevo promesso al mio allenatore. A Pechino avevo sbagliato io, questa volta mi è servito l’aiuto di Ferrazzi per gestire la mia emotività, oggi è il mio compleanno, c’erano tante cose che combaciavano’.

Secondo oro per il team Gb, vince Wiggo nella crono. Bradley Wiggins ha vinto la medaglia d’oro nella prova a cronometro delle Olimpiadi di Londra 2012. Quello di Wiggo, primo inglese in maglia gialla al Tour de France, è il secondo oro della giornata del team Gb e il secondo dall’inizio dei Giochi. Chris Froome, sempre della squadra Gb, ha vinto il bronzo. Secondo sul podio, il tedesco campione del mondo Tony Martin, alias Panzenwagen. Wiggins, che ha dato a Martin 42 secondi, ha già conquistato sette medaglie tra cui quattro ori in passate Olimpiadi.

Finale 4X200 per la Pellegrini. Non è ancora chiusa l’Olimpiade di Federica Pellegrini. L’azzurra è tornata in acqua e ha spinto la 4X200 sl alla finale di stasera (stile libero staffetta femminile – finale 22:04). L’italia ha chiuso con il quarto tempo di 7’52″90. Prime le australiane. La staffetta azzurra composta da Alice Mizzau, Alice Nesti, Diletta Carli e Federica Pellegrini ha chiuso con il tempo ufficiale di 7’52″75, alle spalle dell’Australia, prima in 7’49″44. Secondo posto dopo le batterie per gli Usa in 7’50″75, terzo per il Canada in 7’50″84. Dietro le azzurre, le francesi con la campionessa Camille Muffat che si è di nuovo sfidata con la Pellegrini nell’ultima frazione, 7’52″88 il tempo delle transalpine.

Scherma azzurri out: Finisce la gara delle italiane nel torneo di sciabola a Londra 2012. Dopo Gioia Marzocca esce anche Irene Vecchi, eliminata nei quarti dall’ucraina O. Kharlan. Finisce ai quarti la gara olimpica di Paolo Pizzo nel torneo di spada. Il catanese, campione del mondo in carica, è stato sconfitto 15-12 dal venezuelano Ruben Limardo Gascon.

Judo, Roberto Meloni ed Erica Barbieri eliminati. Sono stati eliminati Roberto Meloni ed Erica Barbieri, i due judoka italiani impegnati nelle gare olimpiche di oggi. Meloni, sceso sul tatami nella categoria 90 Kg, è stato sconfitto agli ottavi di finale dal brasiliano Camilo Tiago. La Barbieri, che combatteva nella categoria 70 Kg, ha perso con la sudcoreana Hwang Yes-Sul ai sedicesimi.

Biscotto Badminton: via otto atlete. La federazione internazionale del badminton ha escluso dalle Olimpiadi di Londra le quattro coppie del badminton donne, ritenute colpevoli di aver ‘combinato’ dei risultati. Sono le cinesi Wang Xiaoli e Yu Yang, le indonesiane Greysia Polii e Meiliana Jauhari e le sudcoreane Jung Kyung-eun, Kim Ha-na, Ha Jung-eun e Kim Min Jung. La notizia dell’esclusione delle Olimpiadi delle quattro coppie del badminton donne autrici del ‘biscotto’ è stata data dalla Bbc, secondo cui le otto giocatrici sono state ritenute colpevoli di ‘aver violato lo spirito olimpico e di non aver fatto del loro meglio per vincere, tenendo una condotta contraria ai principi dello sport’.

Secondo Sebastian Coe, il presidente del comitato organizzatore dei Giochi, ‘si è trattato di un comportamento inaccettabile e deprimente’.

http://www.london2012.com/
http://www.danielemolmenti.it/

Olimpiadi London 2012: la protesta di Taki M’rabet, il nuotatore che si rifiuta di competere

Taki M’rabet (nuotatore tunisino) si rifiuta di competere nella piscina delle Olimpiadi London 2012 per la presenza di un atleta israeliano, membro della Israeli Air Force, le forze aeree che bombardano ogni giorno la Palestina. Motivo per cui l’atleta è stato squalificato nella gara del 28 sui 400 metri misti individuali. Riguardo all’atleta israeliano, l’unico nuotatore fra gli olimpici che compete per i 400 m individuali è Gal Nevo, 25 anni, nato a Kibutz Hamadia e laureato in economia alla Georgia University di Atlanta, negli Stati Uniti. Miglior tempo nei 20o m, farfalla maschile di oggi.

Mrabet avrà ancora l’opportunità di competere nei 200 misti individuali il 1 ° agosto. Mrabet è uno dei quattro nuotatori che competono in questo anno ai Giochi Olimpici di Londra. Secondo l’agenzia di stampa TAP, Mrabet è stato squalificato da un giudice per un fallo tecnico. Le violazioni sono punibili con la squalifica quando non si osservano gli strokes richiesti durante il misto (farfalla, dorso, rana e stile libero) e per il superamento del limite di distanza subacquea nella sezione freestyle, lo stile libero.

‘Nessuna medaglia d’oro per l’atleta olimpico tunisino, ma una coscienza d’oro – twittano dalla rete. Mentre qualcuno parla di fake, di falso perché al nome non corrisponde nessuno sportivo fra gli olimpici di London 2012. In realtà, ieri è stato diffuso il nome scritto da pronuncia. Quasi impossibile dunque risalire alla vera identità del nuotatore tunisino, 23 anni nato a Parigi, in Francia, del Sabadell Swimming Club (Sabadell, ESP). Inoltre la foto diffusa in rete è quella di Oussama Mellouli, il campione dei 1500 metri stile libero,  tunisino, anche lui alle Olimpiadi di Londra 2012. Li vediamo insieme in una foto GettyImages, durante gli Arab Games di Doha, nel dicembre del 2011.

Di seguito i commenti in Live Twitter.

Tunisian swimmer Taki M’rabet has won the entire Olympics, as far as I am concerned. No gold medals can beat a golden conscience. E ancora Nuotatore tunisino Taqi Murabit si rifiuta di gareggiare per la presenza di un israeliano membro delle forze aeree. #Olimpiadi e #dignità!

La foto: Tunisa‘s (L-R) Taki M’rabet, Talel M’rabet, Ahmed Mathlouthi and Oussama Mellouli celebrate after winning the gold medal in the men’s 4x100m freestyle relay final event at the 2011 Arab Games in Doha on December 20, 2011. AFP PHOTO/KARIM JAAFAR (Photo credit should read KARIM JAAFAR/AFP/Getty Images)

#Olympics2012#londra2012#olimpiadiinufficio

http://www.bbc.co.uk/sport/0/
http://www.london2012.com
http://www.tunisia-live.net/2012/07/28/taki-mrabet-disqualified-in-400m-individual-medley/

Designing 007: cinquant’anni di Bond Style

Daniel Craig in the gun barrel sequence that e...

Daniel Craig in the gun barrel sequence that ends Quantum of Solace (Photo credit: Wikipedia)

La spia inglese, nata dalla penna di Ian Flemming, compie mezzo secolo. Auto, pistole e soprattutto abiti di lusso lo celebrano a Londra in una mostra che ne indaga lo stile e il design. Anche con filmati sul mondo iconico abitato da James Bond per più di 50 anni. Premiato lo scenografo Sir Ken Adam, nonché il capo design della Aston Martin, insieme con i progettisti e i responsabili della leggendaria pistola d’oro, adesso tocca proprio a lui.

Armani, Tom Ford, Brioni e Givenchy.  Sono soltanto alcune delle maison che hanno firmato lo stile di James Bond, la spia più famosa e affascinante al mondo. Nato dalla penna di Ian Fleming, l’agente segreto 007 compie 50 anni e diventa protagonista, con le sue auto, le sue pistole e i suoi abiti, di una mostra inaugurata qualche giorno fa al Barbican Center di Londra. Interpretato da attori diventate icone del cinema grazie al ruolo di spia fuoriclasse, l’exhibition londinese è un viaggio omaggio allo stile del mito.

Da Sean Connery a Pierce Brosnam, passando per Roger Moore fino al più recente, biondo, Daniel Craig. Il filtro che ha consacrato all’immortalità il personaggio di Fleming è un insieme di eleganza e inossidabile impeccabilità. Dal primo James Bond, Dr No, la formula è sempre la stessa: l’avventura comincia con una bellissima donna e si conclude tra le braccia di un’altra.

In mezzo, si ammazza gente, si guidano Aston Martin, si beve Martini a gogò on the rocks e si sfoggia un’eleganza impeccabile. Bronwyn Cosgrave, che ha vestito l’ultimo 007, dice che ‘un agente segreto deve sempre apparire bello, elegante e sofisticato, ma deve anche sapersi mischiare con altri uomini sebbene sia il miglior vestito tra loro’.

Il prossimo episodio della saga arriverà in autunno. Ad interpretarlo sarà per la terza volta Daniel Craig. La nuova Bond Girl sarà Bérenice Marlohe e gli abiti saranno firmati Tom Ford.

Il 27 luglio Daniel Craig-James Bond volerà sul Parco Olimpico di Londra per poi calarsi con una scala in corda da un elicottero. L’esibizione farà parte della cerimonia d’apertura dei Giochi di London 2012 e sarà preceduta da un video firmato da Danny Boyle, direttore artistico dell’evento. Mr Bond verrà convocato dalla regina Elisabetta, che gli affiderà una delicatissima missione, ancora top secret. Non è ancora dato sapere invece se l’assenza di uno stantman procurerà vertigini al biondo 007 o semplicemente gli scompiglierà la chioma.

6 Jul – 5 Sep 2012
11am – 8pm (Thu until 10pm)

Exceptions:
Opens 10am Sat 14 Jul
Closes 6.45pm 18 & 23 Jul, 8 & 29 Aug
Closes 6.30pm 15 Aug

barbican.org.uk/bond/

London2012: per le Olimpiadi a lavoro in bici, si dorme anche in ufficio

  Abito scuro, meglio se chiaro, giacca e cravatta. E’ il look scelto per la City, il centro di Londra che non sospende i lavori neppure in prossimità delle Olimpiadi. Al più sostituisce qualche elemento dell’abito classico, elegante, per esempio la camicia piuttosto che la giacca, che a luglio, anche se a Londra, fa sempre caldo, richiesto per andare a lavoro.

I business man della City, vestiti da ciclisti, devono comunque pensare a come fare nei prossimi giorni, durante i Giochi Olimpici, che si inaugureranno il prossimo 27 luglio. Devono togliersi la giacca e  attrezzarsi per tornare a casa pedalando, una trentina di chilometri ancora. La capitale britannica si prepara così all’inizio delle Olimpiadi, sottoponendosi a degli stress test. I mezzi di trasporto nei giorni dei giochi saranno letteralmente presi d’assalto da circa 800 mila persone che parteciperanno ai diversi eventi.

Il sistema pubblico di trasporti già normalmente insufficiente per la mole di passeggeri, rischia il collasso e allora ecco che le imprese mettono in campo nuove strategie. A cominciare da Deloitte che ha previsto di far usare la bicicletta nei giorni di maggiore caos. Ma non solo, altre aziende permettono il telelavoro, mandano in ferie i dipendenti o trasferiscono momentaneamente gli uffici.

E c’è chi va oltre. Inter-action, ad esempio, che controlla enormi banche dati, sta provvedendo con i Pod Time, delle speciali capsule-dormitorio che permettono ai dipendenti di riposare sul posto di lavoro. ‘Non sono sicuro che le preoccupazioni siano esagerate, dobbiamo essere pronti a tutto e assicurare che il cliente sia sempre assistito’ spiega un manager.

Anche la borsa di Londra ha acquistato alcuni moduli dormitorio per consentire di lavorare senza rimanere bloccati a causa delle Olimpiadi. Come dire meglio essere pronti e non dormire sugli allori.

http://www.londra2012.coni.it/
http://www.london2012.com/
https://cookednews.wordpress.com/2012/06/25/la-tour-effeil-va-a-londra-o-quasi/ 

Create a free website or blog at WordPress.com.