Doodle Google con torta e candeline per i 14 anni del motore di ricerca

In realtà è stato messo in rete con qualche giorno di ritardo sulla vera data di nascita. Google ‘ (in inglese /ˈguːg(ə)l/ [ˈguːgɫ], in italiano anche modificato in /ˈgugol/) è un motore di ricerca per Internet fondato il 15 settembre 1997′ dice Wikipedia.

Il 27 settembre del 1998, i padri fondatori di Google, Larry Page e Sergey Brin, misero online il primo motore di ricerca che avrebbe fatto scuola. Cliccando sul doodle di oggi si accede a una pagina di ricerca sullo stesso Google, in un rimando all’infinito nelle pagine del celebre sito.

La notizia di oggi è che Google Street View adesso è anche ‘underwater’, subacqueo e, grazie ai suoi sub armati di telecamere,è sceso nelle profondità marine per cominciare a ‘mappare’ fotograficamente la grande barriera corallina. Il progetto, che al momento è limitato alle profondità marine al largo dell’Australia, consente di esplorare virtualmente i fondali marini della Barriera, ricchi di flora e fauna. Le rilevazioni, iniziate nel 2011, continueranno fino alla fine di dicembre per un totale di 2300 km.

Google Street View Underwater, che si avvale della collaborazione dei sub e degli esperti del Catlin Seaview Survey, tocchera’ anche sezioni della Barriera mai studiate prima d’ora. Il progetto continuerà nel 2013 in altri siti marini, tra cui le Hawaii, le Filippine e le Bermuda.

L’andamento dell’esplorazione si puo’ seguire attraverso Google Plus e gli altri social media, e sul sito della Catlin, dove c’e’ un blog dedicato, con foto e video.

Un regalo per gli utenti? Intanto, auguri di buon compleanno.

Su Twitter: #Google

 https://www.google.it/

The Huffington Post: il Pulitzer arriva in Italia. Da settembre online, con la direzione di Lucia Annunziata

Sarà Lucia Annunziata da ‘In 1/2 h‘ sulla terza rete, a dirigere il sito italiano dell’Huffington Post Italia. A darne l’annuncio è lo stesso Huffington Post Mediagroup che insieme al Gruppo Espresso prevedono ‘il lancio per il mese di settembre’. Qualche settimana fa era circolato il nome di Lilli Gruber, la conduttrice di Otto e e Mezzo, come prossima direttrice del sito italiano del giornale online vincitore quest’anno del Pulizter:  la giornalista è stata presentata come candidata del gruppo editoriale l’Espresso.

L’indiscrezione sulla Annunziata è stata data dal quotidiano Italia Oggi e poi rilanciata dalla rete. Con un curriculum di rispetto, Lucia Annunziata inizia come corrispondente dagli Stati Uniti prima per Il Manifesto e poi per La Repubblica e il Corriere della SeraA metà anni ’90 arriva in televisione, su Rai3, con il programma Linea tre, e dal 1996 al 1998 è direttore del Tg3, poi presidente della Rai e direttore dell’agenzia Ap.Biscom. Non abbandona comunque la carta stampata e dal 2004 è editorialista de La Stampa e attualmente è la direttrice responsabile di Aspenia, la rivista dell’Aspen Institute Italia. E’ stata insignita della Nieman fellowship dall’università di Harvard.

A fine aprile erano ‘sussurrati’ altri due nomi di giornaliste in lizza per la direzione del giornale online d’inchiesta. Si trattava di Concita De Gregorio, editorialista di Repubblica ed ex direttore de l’Unità, e Maria Latella, direttore di A e conduttrice di Sky. Sempre ad una donna è andata l’edizione francese del sito. A guidarlo è Anne Sinclair, moglie di Dominique Strauss-Kahn.

Prima la Francia, adesso la Spagna: l’Huffington Post alla conquista dell’Europa. Poi toccherà a Italia, Germania e Inghilterra. Il prossimo autunno sotto la guida di Lucia Annunziata, l’Huffington Post che intanto debutta in Spagna, sarà anche in italiano. È stata proprio Arianna Huffington, fondatrice nel 2005 della versione statunitense del popolare portale, a presentare il nuovo sito spagnolo. La  vincitrice del Pulitzer che quest’anno è andato al giornalismo online.

L‘Huffington Post Italia ‘potrà sfruttare le competenze editoriali e la leadership del Gruppo Espresso nonché la formula di grande successo di Huffington Post Mediagroup, che combina notiziari esclusivi, cura dei contenuti, community e strumenti di interazione, oltre a una vivace ed evoluta piattaforma di blogging’ si legge nel comunicato in cui i due gruppi editoriali annunciano la joint venture. ‘ L’accordo è per il lancio de L’Huffington Post Italia, edizione italiana di The Huffington Post, uno dei più importanti siti web americani di informazione. La partnership nasce dall’unione della potente piattaforma dell’Huffington Post  con l’autorevolezza del Gruppo Espresso.

Huffington Post, un colosso da 36 milioni di lettori

La selezione del team editoriale è già iniziata. L’annuncio congiunto viene dato da Arianna Huffington, presidente e direttore di The Huffington Post Media Group, e da Monica Mondardini, Amministratore delegato di Gruppo Editoriale L’Espresso.

Il Gruppo Espresso su internet raggiunge un’audience mensile pari a 10,1 milioni di utenti unici (Audiweb dati Panel, novembre 2011) e con Repubblica.it, ‘detiene il primato dell’informazione online in lingua italiana’ è possibile leggere sul sito del quotidiano – dando un’ulteriore importante accelerazione allo sviluppo su piattaforma digitale. Ciò sia per il contributo di innovazione che per il respiro internazionale dell’iniziativa.

The Huffington Post del The Huffington Post Media Group nel settore editoriale, dell’intrattenimento, community e dell’informazione digitale, include insieme a The Huffington Post, anche Moviefone, Engadget, TechCrunch, Patch e StyleList. Il network di siti del Gruppo unisce giornalismo, tecnologia, engagement e video per raggiungere ampie audience in ciascuna piattaforma. Con più di 20.000 bloggers – politici, celebrità, accademici, opinionisti – che intervengono in tempo reale su molte notizie della giornata, a scrivere per The Huffington Post Media Group Nora Ephron, Larry Page, Bernard-Henri Levy, Bill Maher, Robert Redford, Madonna, Alec Baldwin, Scarlett Johansson, Bill Gates e Charlie Rose.

The Huffington Post ha 36 milioni di visitatori unici al mese (comScore dicembre 2011). The Huffington Post UK e The Huffington Post Canada sono stati lanciati quest’anno. L’Huffington Post francese è online da un mese e poco più, l’Huffington Post Quebec in febbraio e l’Huffington Post spagnolo a marzo. In autunno lo potremmo leggere anche in italiano.

Google cerca un disegnatore full time per i suoi doodle

Deve avere uno spiccato senso dell’umorismo, amore per la storia, una forte e seducente immaginazione ed esperienza per almeno 4 anni. Di chi stiamo parlando? Del nuovo disegnatore full time che Google, il Gigante di Mountain View, sta cercando per i suoi ‘scarabocchi’, i Doodle celebrativi della sua homepage di eventi e pers

Ai candidati è richiesto senso dell’umorismo, amore per i fatti storici e capacità artistiche immaginative.onaggi storici.

‘Ogni giorno, centinaia di milioni di utenti visitano l’homepage di Google. Per le loro ricerche ma anche per essere rallegrati, informati e sorpresi. E forse anche per ridere un po’. Il doodle di Google lo rende possibile’, ha dichiarato il colosso di Mountain View, citato oggi dal Telegraph.

Il primo doodle venne creato il 30 agosto 1998 per celebrare il festival americano Burning Man, che si svolge ogni anno a Black Rock City, nel deserto del Nevada. Alla seconda O di Google venne aggiunto un omino stilizzato: una semplice aggiunta che fu accolta con entusiasmo dagli utenti.

Al candidato è richiesta un’esperienza professionale di almeno quattro anni, ma non vengono fornite informazioni sullo stipendio.

Il primo logo Google risale al 1997 ed è stato creato proprio da uno dei suoi fondatori, Sergey Brin (Larry Page è l’altro), con Gimp, un semplicissimo programma di fotoritocco. Un logo semplice e colorato, facilmente riconoscibile. Sicuramente uno dei più famosi al mondo. Dal 1999 il carattere utilizzato è il Catull.

All’inizio del 2011 è comparso l’attuale logo Google. Più fresco e più snello, è stata tolta l’ombreggiatura esterna che lo appesantiva e utilizzando il tono su tono, sono stati addolciti gli smussi interni.

I Doodle sono delle varianti grafiche al logo Google che vengono inserite sulla home page del motore di ricerca per festeggiare avvenimenti importanti – compleanni vip, scoperte scientifiche, festività, eventi, anniversari – che possono interessarci.

Sono molti i Doodle che hanno fatto storia, per esempio il recentissimo 50° anniversario del primo volo spaziale (12 aprile 1961) ad opera del cosmonauta russo Jurij Gagarin. Google ci ha regalato un bellissimo logo animato, in stile anni ’60 nei colori e nella grafica. L’animazione rappresenta un razzo in partenza.

Il 16 aprile scorso è comparso invece il primo Doodle Movie per festeggiare il 122esimo anniversario della nascita di Charlie Chaplin.  Un corto di circa 2 minuti e il backstage pubblicato sul Googleblog, Youtube e anche su CookedNews.

Da ricordare il primo Doodle giocabile. Il 21 maggio 2010, per festeggiare il 30° anniversario di Pac Man, il logo Google si è trasformato in un vero e proprio schema di gioco. Ciccando sul logo è possibile fare una partita a Pac Man, utilizzando la parola Google come base.

A questo link, i migliori Doodlewww.google.com/logos/

Blog at WordPress.com.