Salmo: il metallaro del rap italiano al RockFestin Rome per l’Orion Red Stage. Subito dopo J-Ax

Arriviamo con qualche giorno di ritardo da quando è iniziato, anche se abbiamo dato in anticipo Snoop Doog che dopo l’arresto passeggero in Norvegia per un quantitativo inappropriato di weed, marijuana, si è esibito sul palco capitolino del Rock Fest In Rome (data del 3 luglio).

C’è stato segnalato tale Salmo (e chi non lo conosce? Qualcuno c’è ndr.) ricordate il frontman di ‘ cura né luogo’ e ‘Marragheddon’ in King del Rap insieme a Marracash? Il dubstepper più hardcore d’Italia? Dicono sia il ‘metallaro’ del rap italiano. Sardo di Olbia e sempre in giro per la penisola o a lavoro per le riprese di una clip sconvolgente per immagini e voce, per la ‘strumentale’, perché è il ‘King dell’hardcore’, Maurizio Pisciottu, ‘Salmo (classe 1984) o Salmolebon è nato e cresciuto in Sardegna ed è un musicista, rapper, beat maker e writer’ – leggiamo direttamente dalla bio del sito e che carichiamo tutta, tanto fa piacere leggerla.

‘Artisticamente attivo dall’età di 13 anni, nel ‘97/’98 incide le prime strofe su vari tape. Dal 1999 produce come rapper i primi demo: ‘Premeditazione e Dolo’, ‘Sotto Pelle’ (2004) e ‘Mr. Antipatia’ (2005). Negli stessi anni lavora su progetti musicali paralleli girando per l’Italia e l’Europa con gli SKASICO (band rap-metal), con i quali produce ‘Terapia’ (2004) ’21 grams’ (2006) ‘Orange Bloom’ (2008). Nel 2009 collabora con la stoner band THREE PIGS TRIP producendo l’EP ‘Mercyfull Bullets’.

In contemporanea consuma i palchi internazionali con la punk/hardcore band TOEDGEIN incidendo ‘TOEDGEIN’ (2008) e ‘Shell Shock’ (2011). Nel 2011, dopo tredici anni di dischi e live show, il primo LP da solista ‘THE ISLAND CHAINSAW MASSACRE’, 17 tracce di puro rap sperimentale . L’atmosfera di questo album destabilizza i canoni dell’attuale scena italiana: i tappeti ritmici sono un mix di metal, drum n’ bass, elettronica, rock n’ roll e beat pesanti che riportano al sapore del rap anni ‘90. I contenuti trasudano negatività, introspezione, poesia volgare. ‘Un album elegantemente sporco – lo hanno definito imprevedibile, spontaneo da cui sono stati tratti ben nove singoli accompagnati da altrettanti video’.

SALMO ha direttamente prodotto, curando regia ed editing, i video dei singoli ‘Il senso dell’odio’ e ‘Rancho della luna’, mentre tutti gli altri videoclip sono stati realizzati da Mirco de Angelis e Alberto Salvucci, membri della Machete Crew. Nel settembre 2011 arriva Milano: è il momento per SALMO di andare a vivere in città e affittare una casa con tutta la Machete crew. Nasce una factory creativa con un home studio in cui convivono rapper, beat maker e video maker.

Nel frattempo conosce Dj Harsh e inizia ad avvicinarsi a Zona Uno Booking, grazie alla quale porta in tour fino a dicembre 2011 ‘THE ISLAND CHAINSAW MASSACRE’ suonando in più di trenta date in tutto lo stivale. A febbraio 2012 è uscito in free-download ‘MACHETE MIXTAPE’, venti tracce tra rap, dubstep e drum’n’bass che vedono la partecipazione di tutta la crew Machete e di alcuni fra i più importanti esponenti dell’attuale scena rap italiana. SALMO vive di notte e dorme di giorno. Questo disturbo del sonno continua a influenzare fortemente l’immaginario delle sue canzoni, tra riferimenti macabri e atmosfere splatter e brutali.

Nel gennaio del 2011 si è rinchiuso nella Machete Factory e ha composto e registrato in una sola settimana tutto il suo nuovo disco Death USB  presentato al pubblico il 23 Febbraio 2012, durante la settimana del Festival di Sanremo e da subito primo in calssifica su Itunes.

Cosa c’entra J-Ax? Salmo sarà live sul palco dell’Orion Red Stage al RockFest in Rome subito dopo il rapper n’ roller degli Art. 31, d’appoggio ai canadesi Datsik e prima di Young MushJ-AX torna dal vivo nell’estate 2012 dopo il grande successo del ‘Meglio Prima tour’, più di 30.000 spettatori in 14 date nell’ottobre 2011 e sold out a ripetizione continua.

Chi ha visto J-Ax dal vivo almeno una volta lo sa: è un’esperienza da non perdere, uno spettacolo di pura energia, dall’impronta decisamente rock, con almeno 25 canzoni in scaletta, per oltre 2 ore di concerto a ritmo serratissimo.

L’ultimo lavoro in studio è stato ‘Meglio Prima’, uscito in settembre 2011: 27 settimane consecutive in classifica e disco d’oro. Sette i singoli che ne sono stati tratti: ‘Dentro Me’, ‘Musica da Rabbia’, “Meglio Prima’, ‘Domenica Da Coma’  (pezzo dell’anno ai Rockol Award), ‘I Love My Bike’, ‘Altra Vita’, una ballad dallo spirito punk, il cui video è un viaggio fra i luoghi che hanno visto Ax crescere e il più recente ‘Tutta Scena’, una sorta di riempipista da pogo, ideale per anticipare l’atmosfera di questi concerti estivi. Per i suoi fan vecchi e nuovi – 500 mila su facebook e superati i 100.000 follower su twitter a pochi mesi dall’apertura dell’account – da marzo a maggio è uscita tutta la sua discografia completa, dagli album con gli Articolo 31, la sua band fino al 2005, fino a oggi, solista con 5 album all’attivo, passando per side project come i ‘Due di Picche’ con Neffa.

In questo periodo J-Ax spopola in radio anche con ‘Sempre Noi’, il featuring realizzato per l’album di Max Pezzali, in occasione del ventesimo anniversario degli 883, nonché con ‘Man Of Simple Pleasure’ una collaborazione alquanto sorprendente con i Kasabian.

A seguire J-Ax, sul palco dell’Orion Red Stage, Dubstep, Hip Hop, EDM e tanta musica elettronica con tre grandi nomi: DATSIK (Canada) + Salmo eYoung Mush.

A soli 21 anni DATSIK (Aka Troy B.) è già tra gli artisti dubstep più influenti di tutto il panorama mondiale. Il suo sound è riconoscibile per i suoni hip-hop e future-tech che creano un groove futuristico dai ritmi pesanti e linee di basso potentissime. Vanta numerose uscite che sono balzate al primo posto su Beatport, ben 7 solo nel 2009, dimostrando che la musica di Datsik è ascoltata davvero in tutto il mondo. Ha prodotto remix per the Crystal Method, Freestylers, Bassnectar, Noisia, Diplo, the Wu-tang Clan, Apex. Con la popolarità ancora in crescita Datsik continua a dedicarsi a sperimentazioni sonore che lo porteranno ad una trasformazione fino a raggiungere un livello successivo.

Di Salmo vi abbiamo già detto. Dunque.

Producer e dj attivo da primi del 2005, YOUNG MUSH esordisce come dj resident della scuderia Evilsound in un evento nel 2010 esibendosi prima di Skream, il suo dj set fu talmente esplosivo da surriscaldare una sala ancora timida nei confronti del nuovo genere. Da li in poi fu un susseguirsi di ottime performances: ha condiviso il palco con artisti di fama mondiale come Crookers (quelli di L’Italiano Balla insieme a Fabri Fibra), Steve Aoki, Dirtyphonics, Boys Noize, Cyberpunkers, Vitalic, Pendulum, Skream, Calvertron, Zomboy.

Di lui dicono: ‘Young Mush, deejay poliedrico che spazia dalla fidget alla dubstep, dalla dutch alla drum’n’bass senza mai esagerare e senza far perdere l’entusiasmo di chi ha davanti.’

Nel 2011 fonda la Beatlife Records, divenendo uno dei dj/producer piu promettenti d’Italia.

Ancora qualche info di pertinenza al RockinFest che avrebbe dovuto ospitare i Radiohead. Postdatato il tour a settembre (stesse date ma a settembre) dopo il crollo del palco a Toronto. Il concerto di Boys Noize invece, previsto a Roma sabato 7 Luglio, si terrà il 21 luglio all’interno dell’evento ‘Make Some Noise’ (Ippodromo delle Capannelle).

Il prossimo 21 luglio Salmo e la Crew Machete sarà allo SBAINIGHT @ Venice DOC Festival.



IPPODROMO DELLE CAPANNELLE
Via Appia Nuova, 1245 – Roma
POSTEPAY ROCK IN ROMA e gli eventi della THE BASE sono anche su FACEBOOK

Informazioni sul festival e le prevendite:
WWW.THE-BASE.IT – WWW.POSTEPAYROCKINROMA.COM
Tel. 06.54220870 – Info diversamente abili: Tel. 06.54220870

LUOGO CONCERTI:
IPPODROMO DELLE CAPANNELLE
Via Appia Nuova 1245 (Roma)

PREZZO BIGLIETTI:
Posto unico intero per J-Ax:  €  22,00 + 3,30 d.p.
Prezzo biglietto serata ‘Orion Red Stage’: €  15,00 + 3,00 d.p.
La sera del concerto i biglietti possono essere acquistati al botteghino dalle ore 18

ORARI:
Apertura porte: ore 18:30
J-Ax: ore 21.45

Serata dubstep ‘Orion Red Stage’: ingresso dalle 23.00, inizio show 23.30

INFOLINE: tel. 06.54220870
WEB UFFICIALIwww.postepayrockinroma.com – www.the-base.it
ORGANIZZAZIONE: THE BASE S.R.L.
DIREZIONE ARTISTICA: SERGIO GIULIANI, MAXMILIANO BUCCI

http://www.salmonlebon.com/
https://www.facebook.com/salmoofficial
https://twitter.com/Salmolebon
http://www.salmonlebon.com/videos/
www.myspace.com/salmonlebon
http://www.rockinroma.com/calendario-rock-in-roma-2012.html

Advertisements

Attualità/Blogs/Cooked News/Cultura/Eventi/fashion/Gossip&VIP/I Post più letti/Internazionale/Internet/Latest news/Magazines/Musica/Newspapers/Politica/Rete sociale/Spettacolo/Web News/world news/Worpress.Com

//////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////

Wiz Khalifa ‘Don’t Lie’ (No Lie Freestyle) e l’uso spropositato di una certa sostanza verde

Insieme a molte altre cose, vanno d’accordo su una  in particolare: l’uso condiviso di una quantità  spropositata di una certa sostanza verde.

Snoop Dogg e Wiz Khalifa sono amici e si vede. Anche nel video di ‘French Inhale‘, dove per tutto il tempo non fanno altro che fumare sapientemente. Nessuna sorpresa per chi li conosce. Ci sono anche un paio di shots in cui alcune donne enjoying (and, as such, inhaling) insieme al duo. Il brano arriva direttamente dalla soundtrack del loro Mac + Devin Go To High School film. Puoi vederlo di seguito.

Roll Up

Roll Up (Photo credit: Wikipedia)

Wiz Khalifa nel frattempo, sta lavorando alla promozione del suo nuovo album, O.N.I.F.C., in uscita il prossimo 28 agosto. Non si tratta semplicemente di una nuova canzone, ma è il modo di Wiz per presentare il suo freestyle insieme al singolo ‘No Lie‘ in cui compaiono 2 Chainz e Drake– (il featured single, appunto). Lo spitter di Pittsburg ha cambiato il nome in ‘Don’t Lie‘ e disseminato la produzione con riferimenti espliciti a ciò che preferisce al mondo: l’erba.

Wiz Khalifa, King del Rap in Pittsburg, sarà a Milano e per la prima volta in Italia il prossimo 15 luglio per un evento unico all’Ippodromo al Galoppo supportato da Fedez e Dj Harsh, Duke Montana e Sick Luke, Baby K e i super talentuosi Troupe d’Elite, pargoli dell’hip hop made in Italy.

| Wiz Khalifa Live a Milano 15/07/2012

Opening Act:
Fedez + DJ Harsh
Duke Montana + Sick Luke
Baby K
Troupe d’Elite



dir. by @billpaladino

Soundtrack available on itunes
http://itunes.apple.com/us/album/mac-devin-go-to-high-school/id480436587

Mac + Devin Go To High School DVD available now! Get it here:
http://bit.ly/MDiTunesTW

http://Facebook.com/MacAndDevin
http://Twitter.com/MacAndDevin
http://MacAndDevin.com

Directed by John Mazyck from Stampede Management

http://tantarobalabel.com/

‘Giusto un giro’ making of: Marracash ed Emis Killa a lavoro sul video

C’è un regista, qualche mini fluo, una voce fuori campo, un paio di berretti al contrario, molti sunglasses e loro, quasi impercettibili. Divi, uno un po’ più dell’altro, Marracash ed Emis Killa sono a lavoro sul nuovo video di ‘Giusto un giro’, online dal prossimo 22 giugno.

Mentre aspettiamo le ore di fool merchandising, ma per conto altri (gioielli, orologi, oro/gold etc etc.) del favoloso Marracash Fabio Rizzo siciliano, in un flagship store di Milano centro, in cui a chi è bravo e compra uno di quei G – Shock Casio da immersione che fa tanto street sarà regalata una maglietta del rapper e il rapper, intanto, presta volto e mani per firmare quella che sarà una valanga di autografi a fan e spudorate groupies,  andiamo a spulciare la Rete e alcuni personal profiles in cerca di materiale buono o quasi da pubblicare.

Lo spitter della Barona, già conosciuto al pubblico per i molteplici dischi, più quello d’oro con l’ultimo ‘King del Rap’, in minitour estivo da quando ha concluso con le rap battles su Mtv Italia, è attualmente a lavoro con le riprese del video di ‘Giusto un giro’ che darà anche il nome al prossimo tour 2012, cominciando da Brescia il 20 ottobre. Per dieci date consecutive, Marracash sarà in concerto insieme a Deleterio ai raddoppi e di Dj Tayone ai piatti. Tra queste ci sarà la tappa all’Orion di Roma il 9 Novembre, mentre il 20 si torna all’Alcatraz di Milano.

 Durante l’estate Marracash terrà cinque concerti del ‘Giusto un giro Tour 2012′: 27 Maggio al Festival Poiseis a Fabriano (AN), l’1 Giugno al Fuori Orario di Reggio Emilia (dibattito + showcase), il 10 Luglio a Udin&Jazz presso il Castello della città, il 29 Luglio a Salerno per il Playsummer 2012 e il 2 Agosto al Parco Gondar di Gallipoli.

Per il figlioccio della periferia a sud di Milano, Emis Killa, già disco d’oro come J-Ax e Fabri Fibra si parla invece di ‘Erba Cattiva’ e ‘Parole di ghiaccio’, album e singolo di cui sono in uscita i nuovi video. Anche Killa è in tour estivo fino al 31 luglio.

E nel frattempo, ecco quello che abbiamo trovato sul Web http://yfrog.com/n4uxgpz. Ricordate A Scanner Darkly – Un oscuro scrutare (2006) di Richard Linklater uno dei capolavori dello scrittore statunitense Philip K. Dick? A Verona, si gira!

Per gradire, un brevissimo assaggio di ‘A Scanner Darkly’

Linklater ripropone la stessa sperimentazione estetica del suo film Waking life (USA, 2001), usata ancor prima nella versione animata de Il Signore degli Anelli (1978) di Ralph Bakshi, girando in normale live action per poi ritoccare con animazione grafica digitale (in un processo conosciuto come Interpolated rotoscoping) per un totale di 18 mesi di post-produzione e quasi un anno di dettagli in acquerello sui fotogrammi stessi.

https://www.facebook.com/Marracash
twitter.com/marracash
https://twitter.com/RealEmisKilla
 

Online il nuovo video della Dogo Gang ‘Noi siamo il Club’ feat. Marracash

E’ online da oggi il singolo dei Club DogoNoi Siamo il Club‘ feat Marracash, regia di Calu Montesano.

Pubblicato su DogoTVOfficial, il canale sharing della crew hip hop della Barona, Milano, è l’official del nuovo, omonimo album ‘Noi siamo il club’.

Previsto per il 29 maggio, dopo il posticipo deciso in rispetto delle vittime del terremoto che ha colpito il Nord Italia,  il brano è la title-track del disco della Dogo Gang degli Mc Gue Pequeno, Jake la Furia e del beatmaker Don Joe, in uscita martedì 5 giugno.

Il pezzo ha una featuring di tutto rispetto, Marracash. Il conduttore e speaker di MTV Spit, il ‘King del Rap‘ appare nel video in un elegantissimo smoking, alla guida di un’auto di lusso. Incluso di strofe.

I Club Dogo saranno performer degli MTV Days 2012 a Torino il 29 e 30 giugno.

http://www.clubdogo.org/
http://www.guepequeno.it/
http://it.wikipedia.org/wiki/Club_Dogo 

Anonymous: ‘la musica deve cambiare’. Il collettivo di hacker mette in piedi una piattaforma pirata

Cambia il modo di ascoltare musica. Ad aiutarci è un gruppo di hacker di Anonymous che con Anontune ha aperto la caccia grossa sul web, dove è permesso pescare i propri brani preferiti creando e condividendo playlist. Basta selezionare il nome della song che si vuole ascoltare e rimanere anonimi all’industria discografica. Il messaggio del gruppo è: la musica deve cambiare.

Inserisci il brano dell’artista nel browser che inizia a cercare finché non trova. Uno due, tre oppure un numero infinito di pezzi del musicista preferito fino a farne una playlist da condividere. Chi resta anonimo non rischia di essere scoperto dalle etichette che vogliono battere cassa.

 La storia di Anontune 2 (esiste una seconda versione del progetto) comincia all’incirca 6 anni fa, dopo l’incontro di alcuni Anon su un sito di hacker, che iniziarono a pensare a un progetto per scalzare l’attuale modello di business discografico. Le idee però hanno preso corpo solo lo scorso dicembre, quando è stato postato un link al sito. In un giorno si è formato il team e il 23 febbraio sono cominciati i lavori.

Lo streaming music service di Anonymous per ora conta un migliaio di utenti e l’idea che muove il progetto è raccontata in un video dal titolo esplicativo ‘la musica deve cambiare’.

‘YouTube è un buon music player, ma non puoi sentire una canzone se qualcun altro non l’ha caricata – hanno spiegato gli Anon. Cosa succederebbe se si potesse combinare musica da più siti come per esempio da Myspace, Yahoo, YouTube e altri?’. I brani possono essere caricati da qualsiasi sito come The Hype Machine. Tutto è in una fase ancora progettuale e per ora il primo obiettivo rimane  quello di migliorare il modo in cui ascoltiamo musica online.

La guerra di Anonymous contro l’industria discografica è iniziata da un bel po’. Quando lo scorso gennaio è stato chiuso Megaupload, il gruppo ha attaccato i siti Riaa, la Recording Industry Association of America, la stessa che assegna dischi d’oro e di platino in base al numero di copie vendute, e del Dipartimento di Giustizia Americano. In Italia è la Fimi – Federazione Industria Musicale Italiana – ad assegnarlo, qualche giorno fa al rapper di origini siciliane Marracash per l’album ‘King del rap’.

Secondo un avvocato della  Electronic Frontier Foundation, Corynne McSherry, il progetto Anontune sembra essere legale.

La piattaforma è ancora primitiva, ma ecco come funziona. Bisogna creare un account e poi si può stilare una playlist digitando i titoli delle canzoni che si vogliono ascoltare. Si può anche collegare l’iPod e importare nel proprio profilo i brani caricati. Il motore di ricerca di Anontune comincerà allora a cercare i titoli sul Web. Al momento, la maggior parte delle canzoni si trovano su  YouTube e SoundCloud ai quali si aggiungeranno BandcampYahoo Music e Myspace Music.

La piattaforma funziona, ma in minima parte. ‘Abbiamo molti progetti, come lo sviluppo di software per aiutare gli utenti a raggiungere il massimo dell’esperienza musicale – ha detto un cofondatore di Anontune – È già tutto lì e questa è la parte più interessante del progetto’.

Anontune non è tuttavia l’unica novità relativa al mondo di Anonymous. È nato anche Anonpaste, un sito per pubblicare i propri comunicati alternativo all’ormai noto Pastebin – la cui dirigenza a quanto pare non digeriva benissimo il fatto di essere uno strumento di Anonymous.

E sempre al gruppo sembrano essere riconducibili le azioni degli hacktivisti che hanno generato i disservizi in Cina di qualche giorno fa. Una conseguenza diretta della campagna che vuole liberare la Rete nel paese asiatico, abbattendo ciò che è noto come il Grande Firewall Cinese.

Non ci resta che aspettare e ascoltare.

Blog at WordPress.com.