Josefa Idem è il nuovo ministro per le Pari opportunità e per lo Sport

Josefa-IdemJosefa Idem, tedesca d’Italia, è il nuovo ministro per le Pari opportunità e per lo Sport. Canoista di fama mondiale (è la donna che ha partecipato a più edizioni delle Olimpiadi, da Los Angeles 1984 a Londra 2012), vive in Italia dal 1988: ha sposato il suo allenatore, Guglielmo Guerrini ed è cittadina italiana dal 1992. Con l’Ulivo nel 2001 è diventata assessore allo Sport per il Comune di Ravenna, e poi responsabile regionale del Pd per lo Sport.

LE PRIMARIE – Nel 2012 è candidata alle primarie del Partito democratico e risulta la più votata a Ravenna. Con le elezioni di febbraio entra in Parlamento, poi viene chiamata nella squadra di Governo di Enrico Letta. E non solo per lo Sport, ma anche e soprattutto per le Pari Opportunità.

Mi tremavano le mani –scrive su Twitter Idem – sento la responsabilità ma non la temo. Mi rimbocco le maniche e mi metto al lavoro al servizio del Paese‘.

VEZZALI: SA FARE SQUADRA – Tra i primi commenti alla nomina a ministro c’è quello dell’ex collega – come Olimpionica – Valentina Vezzali, deputato di Scelta Civica: ‘È una bella notizia, Josefa è una persona con tantissima esperienza, conosce il sacrificio. Noi sportivi siamo abituati a raggiungere dei risultati in maniera concreta. Le parole servono ma contano i fatti e noi sappiamo fare squadra per vincere tutti insieme, al di là di individualità differenti’.

Advertisements

Nasce il governo Letta, domenica il giuramento, poi alle Camere

nuovo governo LettaL’annuncio alle ore 17.20: 61 giorni dopo le elezioni, l’Italia ha un nuovo governo. Domenica il giuramento, poi alle Camere.

Dopo lunghe e convulse trattative Enrico Letta arriva al traguardo: sabato pomeriggio ha sciolto la riserva e presentato la sua squadra di Governo. Salito al Colle alle 15 per sottoporla al presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, poco dopo le 17.15 ha presentato l‘elenco dei ministri. Sessantuno giorni dopo le elezioni Politiche, e 127 giorni dopo le dimissioni di Mario Monti, quindi, l’Italia ha un nuovo esecutivo.

LA SQUADRA – Angelino Alfano guiderà il ministero degli Interni, Emma Bonino quello degli Esteri. Il ministro per i Rapporti con il Parlamento è Dario FranceschiniGiampiero D’Alia quello per la Pubblica amministrazione, Anna Maria Cancellieri quella della Giustizia, Fabrizio Saccomanni quello dell’Economia, Enrico Giovannini quello del Lavoro e delle Politiche sociali, Maria Chiara Carrozza quella per l’Istruzione. Le Riforme costituzionali vanno a Gaetano Quagliariello. Il ministero delle Politiche Agricole è stato affidato a Nunzia di Girolamo (che in Veneto ricordano per la polemica sui contadini). Tra le tante donne, il ministro Cécile Kyenge, medico oculista nato nella Repubblica Democratica del Congo, che si occuperà dell’Integrazione. È nata all’estero, in Germania, anche Josefa Idem, ministro delle Pari opportunità e dello Sport. Alla Difesa Mario Mauro, Flavio Zazonato allo Sviluppo, Trasporti Infrastrutture Maurizio Lupi, Salute Beatrice Lorenzin, Ambiente Andrea Orlando, Beni culturali e Turismo  Massimo Bray, Coesione territoriale Carlo Trigilia, Affari europei Enzo Moavero Milanesi, Affari regionali Graziano Delrio.

I primi passi dell’esecutivo di Letta, 46 anni, saranno il giuramento davanti al Capo dello Stato, domenica mattina alle 11,30, e la presentazione per la fiducia davanti alle due Camere.

‘Voglio premettere alla lettura della lista ancora una profonda gratitudine nei confronti del presidente della Repubblica per questa fiducia – ha esordito Letta alle 17.20 -, e aggiungere parole di sobria soddisfazione per la squadra che siamo riusciti a comporre, per la disponibilità dimostrata, per le competenze che si sono messe al servizio del Paese, per il record di presenza femminile e per il ringiovanimento complessivo della compagine di governo’.

‘È GOVERNO POLITICO’ – Subito dopo Letta ha preso la parola Napolitano, che ha commentato: ‘Vorrei aggiungere solo semplicissime parole a commento della presentazione della squadra di governo effettuata dall’onorevole, dal presidente Letta – ha annunciato. Innanzitutto non c’è bisogno di alcuna formula speciale per definire la natura di questo governo. È un governo politico formato nella cornice istituzionale e secondo la prassi della nostra democrazia parlamentare. È un governo nato dall’intesa delle forze politiche che insieme garantiranno la fiducia nelle due Camere. Era ed è l’unico governo possibile in un momento in cui non si poteva più aspettare oltre per le sorti del nostro Paese’.

Ecco i nomi e gli incarichi dei ministri che fanno parte del governo guidato dal presidente del Consiglio Enrico Letta.

Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio – Filippo Patroni Griffi
Interni e Vicepremier- Angelino Alfano
Difesa – Mario Mauro
Esteri – Emma Bonino
Giustizia – Anna Maria Cancellieri
Economia – Fabrizio Saccomanni
Riforme istituzionali – Gaetano Quagliariello
Sviluppo – Flavio Zanonato
Trasporti Infrastrutture – Maurizio Lupi
Poliche Agricole – Nunzia Di Girolamo
Istruzione, Università e ricerca- Maria Chiara Carrozza
Salute – Beatrice Lorenzin
Lavoro e Politiche sociali – Enrico Giovannini
Ambiente – Andrea Orlando
Beni culturali e Turismo- Massimo Bray
Coesione territoriale – Carlo Trigilia
Affari europei – Enzo Moavero Milanesi
Affari regionali – Graziano Delrio
Pari opportunità, sport, politiche giovanili – Josefa Idem
Rapporti con il Parlamento – Dario Franceschini
Integrazione – Cecile Kyenge
Pubblica Amministrazione- Giampiero D’Alia

(fonte Corsera)

Azzurri a Londra2012: i risultati del Day13

Canoa: Josefa Idem ha concluso la finale del K1 500 al 5° posto in 1: 53.223. Ha vinto l’ungherese Kozak (1:51.456), davanti all’ucraina Osypenko – Radomskai (1:52.685) e alla sudafricana Hartley (1:52.923). L’azzurra ha mantenuto una posizione defilata fino ai primo 250 metri per poi rientrare in lotta per le medaglie ai 400 metri. Solo nel finale ha subito il ritorno delle avversarie dimostrando comunque grande talento e tanto carattere.

Tuffi: Noemi Batki ha completato la serie di cinque tuffi di semifinale dalla piattaforma 10 metri collezionando 325.45 punti. L’azzurra con il 10° posto ha conquistato l’accesso alla finale in programma questa sera.

Martina Grimaldi ha vinto la medaglia di bronzo nella 10 km nuoto di fondo disputata a Hyde Park con il tempo di 1:57:41.8, dietro all’ungherese Eva Risztov (oro in 1:57:38.2) e all’americana Haley Anderson (argento in 1:57:38.6). Si tratta della prima medaglia olimpica conquistata dall’Italia nella disciplina e la 18esima complessiva ai Giochi di Londra: 7 ori, 6 argenti, 5 bronzi.

Ginnastica: Nella ritmica Julieta Cantalupi, dopo le prime due rotazioni con il cerchio e la palla, occupa il 19° posto (51.875). Domani gli altri due esercizi dell’individuale: clavette e nastro.

Pallanuoto: La nazionale femminile di Fabio Conti ha concluso il torneo al 7° posto superando nell’ultimo incontro la Gran Bretagna 11-7 (2-3;4-0; 3-2;2-2).

Rinviata a domani, alle 10, la Medal Race 470 m maschile di Vela.

Niente di fatto per Manuel De Vecchi che  al termine delle cinque corse dei quarti di finale nel Ciclismo BMX, si è classificato 7° collezionando un secondo posto, due ottavi, un sesto e un quinto posto per un totale di 29 punti. Troppi per raggiungere la semifinale.

Per gli sport equestri, Valentina Truppa insella ad Eremo del Castegno ha concluso la gara di dressage al 15° posto. Il binomio azzurro ha totalizzato un 78.214% tra gli esercisti tecnici e artistici in rapporto con il piazzamento.

Aggiornamento Vela: l’assenza di vento ha tenuto in sospeso, per gran parte della giornata, gli equipaggi della classe 470 maschile che dovevano disputare la medal race. Nel pomeriggio la giuria ha deciso di rimandare la gara. Domani si disputeranno le regate finali della 470 maschile con Gabrio Zandonà-Pietro Zucchetti e femminile con Giulia Conti-Giovanna Micol.

 Venerdì 10 luglio: ore 13.00 italiane – Medal Race 470 Maschile; ore 14.00 italiane – Medal Race 470 Femminile: ore 15.30 italiane – Semifinali di Match Race.

 470 Maschile (27 nazioni) Gabrio Zandonà (CV Marina Militare)-Pietro Zucchetti (SV Fiamme Gialle) sono in zona podio. Dopo 10 prove e uno scarto gli azzurri occupano il 4° posto in classifica provvisoria con 60 punti e i parziali 6-(26)-1-8-6-14-8-4-11-3. Primi gli australiani Belcher-Page a 18 punti (oggi 1-1), secondi i britannici Patience-Bithell (22 pt), terzi gli argentini Calabrese-De la Fuente (57) e quinti i kiwi Snow Hansen-Saunders a 72.

 470 Femminile (20 nazioni) Dopo dieci prove con uno scarto le azzurre Giulia Conti- Giovanna Micol (CC Aniene) si sono qualificate per la Medal Race con il 7° posto in classifica provvisoria (parziali 8-10-(18)-2-3-1-16-16-6-7) a 69 punti. Sono cinque gli equipaggi che venerdì 10 agosto si daranno battaglia per la medaglia di Bronzo: Olanda (52), Francia (55), Brasile (61), Australia (67) e Italia.

Atletica: Donato è bronzo nel triplo

Fabrizio Donato ha vinto la medaglia di bronzo nel salto triplo. Donato ha trovato la progressione giusta che per metà gara lo stava proiettando in lotta per la prima posizione (17.45) contro lo statunitense Claye (17.54), tallonato dal compagno di squadra Daniel Greco (17.34). Al quarto salto lo statunitense Taylor ha trovato la misura giusta per superare il terzetto con 17.81, suo primato stagionale, ridimensionando la posizione dei primi tre. Nonostante i miglioramenti di Claye (17.62) e di Donato (17.48) il podio è rimasto invariato con Greco al quarto posto (17.34).

Fabrizio Donato è il secondo triplista italiano a salire sul podio dopo Giuseppe Gentile, anche lui medaglia di bronzo, a Città del Messico 1968.

Su Twitter l’hastag è #Donato

http://www.london2012.com
https://cookednews.wordpress.com/2012/08/09/london2012-bolt-pronto-per-il-doppio-sprint-finale-italia-a-che-punto-siamo-le-gare-di-domani/

Blog at WordPress.com.