JAY Z ‘Picasso Baby: A Performance Art Film’

JAY Z Picasso Baby Life+Time on CookedNews

‘Picasso Baby’ is a song by American hip hop artist Jay-Z from his twelfth studio album Magna Carta… Holy Grail. It is the second track on the album and features additional vocals by The-Dream and Zofia Borucka Moreno. The song was produced by Timbaland and Jerome “J-Roc” Harmon and contains a sample of “Sirens” by Adrian Younge. Following the release of the album, the song peaked at number 91 on the Billboard Hot 100 based on downloads only.

‘Picasso Baby’ has a lot of references to popular artists such as Pablo PicassoMark RothkoJeff KoonsFrancis BaconJean-Michel Basquiat, and Andy Warhol, as well as world-famous painting Mona Lisa.

The music video for the song, titled ‘Picasso Baby: A Performance Art Film‘ was shot on July 10, 2013, at the Pace Gallery in New York City. The video, directed by Mark Romanek, was inspired by the work of performance artist Marina Abramović and in particular by her 2010 installation ‘The Artist Is Present’. The shoot was attended by director Judd Apatow, rapper Wale and artistLaurie Simmons, among many other ‘important figures from the gallery and sales side of fine art.’ On August 2, 2013, the music video premiered on HBO at 11 p.m. EST.

Picasso Baby: A Performance Art Film was nominated for Best Music Video at the 56th Annual Grammy AwardsRolling Stone ranked ‘Picasso Baby’ at number 19, on their list of the 100 Best Songs of 2013, calling it “the standout track from Jay Z’s lackluster ‘Magna Carta… Holy Grail’.

JAY Z ‘Picasso Baby: A Performance Art Film.’ Directed by Mark Romanek

and NOW?

Facebook ► http://facebook.com/OfficialLifeandTimes
Twitter ► http://twitter.com/LifeandTimes
Google+ ► http://plus.google.com/+LifeandTimes
Instagram ► http://instagram.com/LifeandTimesOffi…
Tumblr ► http://jayzslifeandtimes.tumblr.com

Life+Times ► http://LifeandTimes.com

#CookedNews

Advertisements

Basquiat 24 anni dopo: il 12 agosto l’anniversario della morte dell’artista sposato alla street art

(Born: 22 December 1960; Brooklyn, New York City, United States Died: 12 August 1988; Manhattan, New York City, United States)

Il 12 agosto è stato l’anniversario della sua morte. Cooked News riporta come da Wikipaintings, ma in italiano, alcune informazioni su questo straordinario artista.

Nella sua breve vita, Jean-Michel Basquiat è stato un icona pop, figura culturale, artista di graffiti, musicista, e pittore neo-espressionista. La Street art e il neo espressionismo diventano forme d’arte proprio grazie al suo lavoro di artista.

Era un bambino precoce, e all’età di quattro anni poteva leggere e scrivere. Con il tempo, a undici anni, parlava già in inglese, francese e spagnolo in maniera fluente. E quando aveva quindici anni, è scappato di casa, vivendo per meno di una settimana a Washington Square Park, dopo di che è stato arrestato e mandato a casa da suo padre. Ha abbandonato la scuola, dopo di che il padre lo ha cacciato fuori di casa, lasciando il giovane artista a vivere con gli amici, garantendosi un minimo con la vendita di T-shirt e cartoline fatte a mano.

Nel 1970 Basquiat iniziò edifici di verniciatura a Lower Manhattan, con il pseudonimo di SAMO, guadagnandosi notorietà e una certa quantità di fama. E’ apparso in televisione nel 1979 su ‘TV Party‘, e nello stesso anno forma un gruppo rock chiamato ‘Gray’, che si è esibito in tutta New York. Durante questo periodo, è anche apparso nel video musicale ‘Rapture’ di Blondie.

E’ del 1982 la sua prima esibizione durante la quale mette in mostra il suo lavoro: in quel periodo aveva molti amici di alto profilo, tra cui una breve relazione con Madonna, un coinvolgimento breve con il musicista David Bowie, e una lunga collaborazione con l’artista Andy Warhol. Ha lavorato sui suoi dipinti in giacca e cravatta da migliaia di dollari (1.000 quella firmata Armani), in cui appare in pubblico, schizzato di vernice. E ‘apparso anche sulla copertina del New York Times Magazine nel 1986.

Anche se era un artista di successo, Basquiat è diventato dipendente da eroina, e dopo la morte del suo amico Andy Warhol nel 1987, la sua dipendenza si è aggravata. Sempre più isolato, morì di overdose di eroina nel 1988. Postumi molte delle mostre dedicate a lui e alle sue opere, film biografici, libri, raccolte di poesie e film ispirati dal suo lavoro e dalla vita.

Wikipedia article http://en.wikipedia.org/wiki/Jean-Michel_Basquiat
http://cultura.panorama.it/street-art-factory/Arte-Jean-Michel-Basquiat-The-radiand-child

Blog at WordPress.com.