Gruppo Bulgari indagato per frode fiscale: sottratti all’erario circa 3 miliardi di euro ed evaso per 46 mln

Bulgari Necklace

Bulgari Necklace (Photo credit: Wikipedia)

Avrebbero nascosto all’erario circa 3 miliardi di euro di ricavi. E avrebbero evaso le imposte per 46 milioni di euro. Per questo motivo giovedì mattina i finanzieri del Comando provinciale di Roma si sono presentati nella sede del gruppo Bulgari, sul lungotevere Marzio, e hanno sequestrato beni immobili e mobili: nella lista anche lo storico palazzo di via Condotti.

La Guardia di Finanza di Roma ha sequestrato beni immobili e disponibilità finanziarie per oltre 46 milioni di euro ai fratelli Paolo e Nicola Bulgari, indagati con altri due esponenti di spicco della società di gioielli – comprata nel 2011 dal gruppo del lusso Lvmh – per una presunta frode ai danni del fisco italiano cominciata nel 2006 e proseguita almeno fino al 2011.

Lo dice oggi in una nota il comando provinciale della Gdf di Roma, che ha eseguito i sequestri su disposizione della magistratura romana.

Le indagini sono scaturite da una serie di verifiche fiscali del Nucleo Polizia Tributaria di Roma ed hanno portato alla luce una vera e propria ‘escape strategy‘, così definita dagli stessi dirigenti del gruppo in un documento di nove fogli rinvenuto dalle Fiamme Gialle, per fuggire dal sistema di imposizione italiano e, in particolare, dalla più stringente normativa introdotta, a partire dal 1 gennaio 2006, con riferimento alla tassazione dei dividendi provenienti da Paesi a fiscalità privilegiata. Tra i beni colpiti da sequestro figurano, oltre a rapporti bancari, assicurazioni sulla vita e partecipazioni societarie, anche numerosi immobili, tra cui uno sito in via dei Condotti, nel centro di Roma.

Oltre i fratelli Bulgari, ex azionisti di maggioranza della società italiana Bulgari spa, i sequestri hanno riguardato Francesco Trapani, ex rappresentante legale di Bulgari spa, diventato, dopo la vendita a Lvmh, capo della divisione gioielli e orologi della multinazionale del lusso, ed infine Maurizio Valentini, attuale rappresentante legale della filiale italiana.

‘Per tutti l’accusa è di dichiarazione fraudolenta mediante altri artifici, per aver sottratto al fisco italiano, dal 2006 in avanti, circa tre miliardi di euro di ricavi, attraverso l’interposizione di società con sede in Olanda e Irlanda, create al solo scopo di sfuggire all’imposizione fiscale in Italia’, si legge nella nota della Gdf.

Il tenente colonnello della Gdf Alfredo Falchetti ha detto al telefono a Reuters che ‘l’attività investigativa ha permesso di accertare che questa condotta è proseguita fino al 31 dicembre 2011’.

Ad attirare l’attenzione degli investigatori è stata soprattutto la costituzione nel 2006 da parte della Bulgari spa di Bulgari Ireland Ltd (Beire), che avrebbe avuto ‘la finalità di far apparire falsamente come maturato in Irlanda il reddito derivante dall’attività’, sottoponendolo alla tassazione del 12,5% inferiore a quella italiana.

‘In questo modo Bulgari ha omesso di dichiarare ai fini Ires in Italia ricavi per quasi tre miliardi di euro nel periodo 2006-2011, nonché una base imponibile Irap di oltre un miliardo e novecento milioni di euro’, scrive la Gdf.

‘I dividendi sottratti indebitamente a tassazione nello stesso periodo ammontano invece ad oltre 293 milioni di euro, cui corrisponde un’imposta evasa in Italia da parte della capogruppo Bulgari di oltre 46 milioni di euro’, conclude il comunicato delle Fiamme gialle.

(fonte Reuters)

Balotelli e il goal che fa vincere l’Italia. In rete è ‘amazing’ con più di 100mila visualizzazioni

La coppia di ragazzi terribili firma la vittoria sull’IrlandaGli azzurri battono 2-0 la nazionale del quadrifoglio guidata dal  Trap e, grazie alla vittoria della Spagna per 1-0 sulla Croazia, volano ai quarti di finale come secondi del Gruppo C, proprio dietro le Furie Rosse. Ed è proprio la discussa coppia d’attacco Cassano-Balotelli a firmare il pass per la fase finale.

L’Italia,  a trenta minuti dal fischio di inizio, riesce a prendere le redini del gioco e passa in vantaggio al 35′ grazie allo stacco di testa di Cassano sul corner di Pirlo. Di Natale confeziona due gol, ma la difesa irlandese riesce a metterci una pezza. Nella ripresa gli azzurri soffrono, ma è Balotelli al 90′, entrato al posto di Di Natale, a sbloccare il risultato con una bella sforbiciata ancora da corner, questa volta di Diamanti. Il migliore epilogo che ci potesse essere per l’Italia di Prandelli.

E’ la fine quando si aspetta ancora un minuto  per il risultato di Danzica: la Spagna vince e il passaggio ai quarti è sigillato.

Ora contro gli azzurri la vincente del Gruppo D. Proprio nell’incontro del biscotto impossibile, le Furie Rosse, dopo un match combattuto ad armi pari contro la sorprendente selezione di Bilic, riescono ad avere la meglio grazie ad una rete all’88’ di Jesus Navas, che chiude al meglio un micidiale contropiede di Iniesta.

La squadra di Del Bosque, quindi, accede ai quarti come prima del girone, e affronterà la seconda del Gruppo D. L’Italia chiude al secondo posto con 5 punti, dietro alla Spagna prima con 7 e precede la Croazia che si ferma a 4 punti. La formazione di Cesare Prandelli interrompe la striscia negativa record, che non la vedeva vincere una gara tra fasi finali di Mondiali ed Europei dal 17 giugno 2008 (2-0 sulla Francia ad Euro 2008).

Nei soli Europei è  imbattuta da 6 partite con bilancio di 2 vittorie e 4 pareggi ed ultimo ko datato 9 giugno 2008, 0-3 dall’Olanda. L’Italia prosegue il proprio cammino grazie al gol sblocca risultato di Antonio Cassano e bissato allo scadere da Mario Balotelli. Con questa rete il fantasista di Bari vecchia diventa, solitario, capocannoniere azzurro all time in fasi finali europee con 3 centri.

Nei quarti di finale la Spagna tornerà in campo sabato 23 giugno, ore 20.45, a Donetsk contro la seconda classificata del girone D, che conosceremo questa sera. Mentre l’Italia di Prandelli giocherà a Kiev contro la prima del gruppo D alle 20.45 di domenica 24. Nel gruppo D, fuori ormai la Svezia a 0 punti, si contendono l’accesso ai quarti Francia e Inghilterra, a 4 punti, e Ucraina, a 3.

Le partite di oggi sono Svezia-Francia e Inghilterra-Ucraina.

Ed ecco l’amazing goal di Balotelli

http://www.mariobalotelli.it/home/
http://www.figc.it/index.shtml
http://www.figc.it/ 

Euro2012: aspettando Italia Irlanda, goleades e biscotti nell’era del calcio spettacolo

A chi il biscotto e a chi la goleada: storia di campionato di vecchi, buoni termini.

E anche se Prandelli Cesare, l’attuale ct della nazionale italiana non vuol sentirne parlare di prodotti da forno e affini, biscotto e biscottate nelle sue svariate declinazioni, sembra proprio che sia stato l’ex allenatore senese a passare la palla a un pubblico affamato di giornalisti, che fra conferenze stampa ufficiali e dichiarazioni rubate a bordo campo o negli spogliatoi, fashion gossip sulle 16 maglie delle nazionali che si contendono il trofeo di campioni d’Europa 2012, formazioni, calcioscomesse, parate e portavoci dell’eterodossia, ci siamo un po’ giocati tutto. Ed ecco che aspettando il grande match decisivo con l’Irlanda del vecchio, buon Trappatoni, che oggi festeggia l’Ulysse – è il Bloomsday – con un percorso d’obbligo nella Dublino dell’autore, James Joyce, gran parte dei giornali italiani, on e offline, qualora   ne esistessero ancora, dedicato fittissime pagine (almeno una) agli incontri che decideranno le sorti di questo ennesimo, importante e caldissimo campionato di calcio. Anche sotto la pioggia.

Girandoci i pollici nell’attesa di capire dove hanno lasciato le briciole di questo gran calderone che non ancora nessuna intenzione di spegnersi, visto i risultati e le gare che ogni giorno continueranno a susseguirsi fino al prossimo, caldo mese di luglio, ci siamo chiesti origine ed etimologia di alcune parole sulle quali si sono costruite queste giornate di gossip calcio e poco spettacolo.

Quindi. Cosa vuol dire biscotto e perché per la Spagna Campione del Mondo, che ha spiazzato l’avversaria Croazia con un 4 a zero tutto sommato prevedibilissimo, si parla di goleada e il nostro italianissimo Prandelli non vuol sentire parlare invece di biscotto?

Cercando goleada (SPAGNA-IRLANDA 4-0 4′ Torres, 49′ Silva, 71′ Torres, 83′ Fabregas) ecco che cosa ci restituisce la Rete. Nel gergo calcistico – ci dice il dizionario del Corriere – serie notevole di gol messi a segno in una partita, generalmente da una sola delle squadre. Definizione e significato confermati dall’Hoefli che alla voce SPORT spiega che la goleada corrisponde ‘nel calcio, a un elevato numero di gol, spec. segnati in un’unica partita’ . Il sostantivo di chiara origine spagnola, è femminile e al plurale si pronuncia aggiungendo la s, dunque goleadas. 

Per Zeronet goleada alla spagnola, è una ricca messe di goal segnati nel corso di una partita di calcio. Già usato da molti anni, il termine divenne anche più popolare dopo la vittoria della squadra italiana ai campionati mondiali di calcio svoltisi in Spagna nel 1982. Il campionato stesso diventò il mundial, i suoi vincitori i mondiali. Uno di loro, Paolo Rossi, ebbe il soprannome di ‘chico de oro’ o Pablito (de oro) – bambino d’oro.

Per questi UEFA – Euro2012 hanno tirato  nuovamente fuori dal cilindro il termine – appropriatissimo nel caso dei tifosi troll irlandesi –  per il numero di quattro goals messi a segno dalla Furia Rossa Campione del Mondo, la Spagna , contro l’Irlanda del Trap.

Ed ecco perché Prandelli (e neppure gli spagnoli) non vuole sentire parlare di biscotto.

Nel calcio, il biscotto indica un pareggio accordato fra due squadre in danno di una terza. Che sarebbe una combine ma non proprio  e  che durante dei campionati di calcio è quanto dire. Il pareggio andrebbe a vantaggio di entrambe le squadre, portandone alla vittoria una. E supponendo un pareggio fra le furie rosse e i croati, in pareggio con la nazionale italiana al primo match, ad esempio un 2-2 Spagna e Croazia,  l‘Italia sarebbe eliminata a prescindere dal proprio risultato contro l‘Irlanda per la regola dei goal negli scontri diretti che avvantaggerebbe spagnoli e croati. Anche se arrivare a fare 2-2 non equivale proprio a uno 0-0 o 1-1.

Con i 4 goal di Spagna Croazia, la furia roja di Del Bosque sale al comando del Gruppo C a quota 4 punti: gli stessi della Croazia ma con una migliore differenza di reti. L’Italia, in caso di ‘pareggio biscottato’ tra Spagna e Croazia, sarebbe dunque condannata a prescindere dal risultato contro l’Irlanda. Dal biscotto scandinavo alla galleta, il destino degli azzurri all’Europeo è molto simile a quello di Euro 2004.

Quando Svezia e Danimarca brigarono per un fasullo 2-2 e resero vana la vittoria dell‘Italia contro la Bulgaria. Il turno andò a loro, mentre gli azzurri tornarono a casa.

Ma quando si gioca Italia – Irlanda?

Dopo i due pareggi contro Spagna e Croazia, l’Italia di Cesare Prandelli tornerà in campo lunedì 18 giugno contro l’Irlanda al Municipal Stadium di Poznan, Polonia. Fischio d’inizio alle 20:45. Alla stessa ora si gioca l’altra partita del girone C, Spagna-Croazia (in campo all’Arena Gdansk).

Per passare il turno, gli azzurri dovranno battere l’Irlanda e sperare che Spagna-Croazia non finisca con un pareggio ricco di gol (dal 2-2 in su)

 Di seguito alcuni ‘biscotti storici‘.

http://www.ansa.it/web/notizie/europei2012/news/2012/06/15/Calcio-biscotti-quanti-casi-_7043362.html
http://it.eurosport.yahoo.com/blog/top-flop/top-10-dei-biscotti-internazionali-094019353–spt.html
http://it.uefa.com/uefaeuro/

Blog at WordPress.com.