Google Doodle dedicato a Gideon Sundback, inventore della zip

Google Doodle dedicato a Gideon Sundback, l’ingegnere svedese inventore della zip. Chi si appresta alla navigazione sul Web, scegliendo il gigante di Mountain View come search engine per le proprie ricerche, oggi si troverà davanti a un’accattivante immagine gif che induce subito al touch. Un clic e la schermata di una zip che si allunga sul logo di Big G si apre come per incanto.

La cerniera digitale posta in verticale sul ricamo di Google rimanda l’internauta alla biografia dell’inventore.

Sundback, nato il 24 aprile del 1880 e morto il 21 del 1954, registrò il brevetto per il suo ‘fermo separabile‘ – nome primordiale della zip – nel 1917 presso l’ufficio brevetti statunitense, con numero 1219881.

In quello stesso anno un sarto di New York utilizza il nuovo congegno per una cintura con tasche data in dotazione ai marinai americani. Vennero vendute 24 mila chiusure lampo.

Lavoro: CareerCast.com pubblica la lista dei 200 lavori migliori e peggiori al mondo. Sconsigliati il taglialegna e il reporter

CareerCast.com, sito statunitense di ricerca del lavoro, ha pubblicato la lista dei migliori e peggiori 200 al mondo. Fra i più stressanti quello del taglialegna e del giornalista reporter, soprattutto quando lavora per un quotidiano.

Ma i new jobbers americani, ai quali è direttamente rivolto il portale di searching, sembrano ambire a ben altro. Il lavoro dei sogni per i giovani nati sotto il segno della bandiera a stelle e strisce è quello dell’ingegnere di software.

Dal migliore al peggiore, i 200 lavori in lizza sono stati selezionati secondo cinque criteri ben precisi, che rispondono alla domanda, dipendono dall’ambiente di lavoro, dalla busta paga quindi direttamente dallo stipendio, dal livello di stress e di pressione lavorativa e dalle effettive prospettive di assunzione.

Secondo CareerCast.com, piazza telematica dove si incontrano domanda e offerta di lavoro, l’ingegnere del software è il lavoro migliore. A seguire una professione che trova nelle nuove tecnologie il suo core-business, ci sono i lavori sempreverdi, gli evergreen moderni e contemporanei che mai passano di moda: dal secondo al quinto posto il contabile, il manager HR addetto alle risorse umane, l’igienista dentale e il pianificatore finanziario sono i lavori intramontabili che sembrano assicurare quella stabilità economica tanto ricercata.

CareerCast.com si è basato sui dati di diverse agenzie governative statunitensi. E ha stilato anche un elenco dei lavori peggiori. Quali? Il taglialegna, innanzitutto. CareerCast non consiglia nemmeno di cercare lavoro nel settore caseario. Out quindi anche la lavorazione del formaggio, mentre suggerisce di allontanare dalla propria mente l’idea di arruolarsi come soldato semplice o di finire a fare il manutentore su una piattaforma petrolifera.

Ma sorpresa fra le sorprese, fra i lavori da scartare ma non per questo meno ambiti c’è quello del giornalista reporter. In particolare quando lavora per un giornale quotidiano specifica CareerCast.

Blog at WordPress.com.