Ziggy Marley announces new album, ‘FLY RASTA’ on April 15th

Happy Birthday, BOB! Iron Lion Zion. #bobmarley #tuffgong #reggae #visualfunk #jimmahfood

With his recent GRAMMY nomination for Best Reggae Album, Emmy and five-time GRAMMY-winning Reggae icon Ziggy Marley has just announced plans to release his fifth studio album, FLY RASTA, on April 15th via Tuff Gong Worldwide. Produced by Ziggy – with additional production by Dave Cooley (J Dilla, Silversun Pickups) – the album will feature former Melody Makers’s bandmates and relatives including Cedella Marley, Sharon Marley, and Rica Newell. Starting today, the album’s title track will be available on all streaming services, and as an instant grat track on the exclusive album pre-order on ZiggyMarley.com.

To hear ‘Fly Rasta‘ (feat. U-Roy) now, watch the video below featuring Marijuanamangraphic-artist Jim Mahfood as he paints an original new piece of art inspired by the song.

Make sure to stay connected with Ziggy’s website/socials, as a major U.S. tour is underway for 2014, including the worldwide album release party at Club Nokia in Los Angeles, California. Additional dates to be announced soon.

#CookedNews,#CookedNews,#bobmarley #tuffgong #reggae #visualfunk#jimmahfood

Advertisements

JAY Z ‘Picasso Baby: A Performance Art Film’

JAY Z Picasso Baby Life+Time on CookedNews

‘Picasso Baby’ is a song by American hip hop artist Jay-Z from his twelfth studio album Magna Carta… Holy Grail. It is the second track on the album and features additional vocals by The-Dream and Zofia Borucka Moreno. The song was produced by Timbaland and Jerome “J-Roc” Harmon and contains a sample of “Sirens” by Adrian Younge. Following the release of the album, the song peaked at number 91 on the Billboard Hot 100 based on downloads only.

‘Picasso Baby’ has a lot of references to popular artists such as Pablo PicassoMark RothkoJeff KoonsFrancis BaconJean-Michel Basquiat, and Andy Warhol, as well as world-famous painting Mona Lisa.

The music video for the song, titled ‘Picasso Baby: A Performance Art Film‘ was shot on July 10, 2013, at the Pace Gallery in New York City. The video, directed by Mark Romanek, was inspired by the work of performance artist Marina Abramović and in particular by her 2010 installation ‘The Artist Is Present’. The shoot was attended by director Judd Apatow, rapper Wale and artistLaurie Simmons, among many other ‘important figures from the gallery and sales side of fine art.’ On August 2, 2013, the music video premiered on HBO at 11 p.m. EST.

Picasso Baby: A Performance Art Film was nominated for Best Music Video at the 56th Annual Grammy AwardsRolling Stone ranked ‘Picasso Baby’ at number 19, on their list of the 100 Best Songs of 2013, calling it “the standout track from Jay Z’s lackluster ‘Magna Carta… Holy Grail’.

JAY Z ‘Picasso Baby: A Performance Art Film.’ Directed by Mark Romanek

and NOW?

Facebook ► http://facebook.com/OfficialLifeandTimes
Twitter ► http://twitter.com/LifeandTimes
Google+ ► http://plus.google.com/+LifeandTimes
Instagram ► http://instagram.com/LifeandTimesOffi…
Tumblr ► http://jayzslifeandtimes.tumblr.com

Life+Times ► http://LifeandTimes.com

#CookedNews

Gli astronomi e il nuovo pianeta fatto di diamandi

Dicono sia fatto di diamanti. E per noi è un pianeta completamente nuovo, dato che gli astronomi lo hanno dato come nuova scoperta. Il nuovo pianeta esotico che sembra essere costituito in  maggior parte dalla preziosa pietra, è in realtà una piccola stella nel nostro ‘cortile’ galattico.

Il nuovo pianeta fatto di diamanti è molto più denso di qualsiasi altro conosciuto finora e si compone in gran parte di carbonio. Perché è così denso? Gli scienziati calcolano che il carbonio deve essere cristallino, così una buona parte di questo strano, piccolo mondo, sembra proprio essere un diamante.

‘La storia evolutiva e la densità incredibile del pianeta suggeriscono che sia composto da carbonio – ossia un diamante enorme che orbita intorno a una stella di neutroni ogni due ore in un’ellissi così stretta che potrebbe includere il nostro Sole”, ha detto Matthew Bailes della Swinburne University of Technology di Melbourne.

A 4000 anni luce di distanza, pari a circa un ottavo della strada verso il centro della Via Lattea dalla Terra, il pianeta è probabilmente il residuo di una stella un tempo molto massiccia, che ha perso i suoi strati esterni al cosiddetto pulsar della stelle in orbita.

Le pulsar sono stelle di neutroni piccoli, morti che si trovano a soli circa 20 chilometri (12,4 miglia) in un diametro di centinaia di spin e di volte al secondo e, che emettono fasci di radiazioni.

Nel caso della pulsar J1719-1438, le si trova regolarmente spazzare la Terra e sono stati monitorati dai telescopi in Italia, Gran Bretagna e Hawaii, permettendo agli astronomi di rilevare modulazioni a causa della forza di attrazione gravitazionale del suo pianeta compagno invisibile.

Le misurazioni indicano che il nuovo pianeta diamante orbita attorno alla sua stella ogni due ore e 10 minuti, che ha una massa poco più grande di quella di Giove, ma è 20 volte più denso, proprio come riportato da  Bailes e dai suoi colleghi sulla rivista scientifica lo scorso giovedì.

Oltre al carbonio, il nuovo pianeta è probabile che contenga anche ossigeno, che può essere più prevalente in superficie e probabilmente è sempre più raro verso il centro ricco di carbonio.

La sua alta densità suggerisce che gli elementi più leggeri quali l’idrogeno e l’elio, che sono i componenti principali di giganti gassosi come Giove, non siano presenti.

E sta proprio in questo strano mondo chiamato diamante, così vicino a noi, il mistero.

Insomma potrebbe essere simile a un diamante e non proprio’, ha detto Ben Stappers dell’Università di Manchester. ‘Non credo che l’immagine di un oggetto molto brillante corrisponda a quello che stiamo vedendo qui in foto.’

Come si dice ‘vedere per credere?’.

https://cookednews.wordpress.com/2012/06/09/the-tomato-genome-una-ricerca-italiana-su-nature/
https://cookednews.wordpress.com/2012/08/06/curiosity-on-mars-le-prime-immagini-dal-pianeta-rosso/

Marissa Mayer è il nuovo CEO di Yahoo!

Ha 37 anni, aspetta un bambino e fino ad ora ha lavorato per Google. Marissa Mayer è la nuova amministratrice delegata di Yahoo, l’azienda  di San Francisco conosciuta in tutto il mondo per i suoi servizi mail e di navigazione Internet, recentemente attaccata dagli hacker su Yahoo! Voice. La Mayer, ex dirigente Google di nuova nomina, avrà un bel da fare.

Il nuovo presidente e amministratore delegato (CEO) di Yahoo avrà il compito di risollevare le sorti della società, in affanno da anni a causa di scelte commerciali poco efficaci, soprattutto di fronte al ruolo di Google sempre più competitivo, e di problemi interni che hanno portato a frequenti sostituzioni dei propri manager e della carica di CEO. Yahoo ha scelto Marissa Mayer per la sua esperienza nel settore delle ricerche online e dei servizi per i singoli utenti, ambiti in cui la società ha faticato a innovare e a mantenere il passo rispetto alla concorrenza di Google.

Marissa Ann Mayer, 37 anni, si è laureata alla Stanford University in scienze. Dopo un master in informatica, si è specializzata nella ricerca sull’intelligenza artificiale. Nel 1999 è stata la ventesima persona a essere assunta da Google e la prima donna a lavorare per la società.

Google non era ancora il Gigante di Mountain View e Yahoo era invece uno dei motori di ricerca più usati e popolari. Nella sua lunga carriera all’interno della società, circa 13 anni, la nuova ad di casa Yahoo! ha contribuito a progettare e rifinire molti dei prodotti che oggi usano centinaia di milioni di persone in tutto il mondo come Gmail, Google News e Google Immagini, iGoogle Google Doodle.  Importante il suo contributo nel definire la classica ed essenziale pagina iniziale del motore di ricerca di Big G.,  quella completamente bianca con il logo di Google e il  searcher in cui inserire la propria ricerca online.

Tre anni fa, Mayer è stata inserita dalla rivista Fortune nella classifica annuale delle 50 donne più potenti e influenti del mondo. Nello stesso anno la rivista Glamour l’ha scelta come donna dell’anno. Ancora nel 2009, Mayer si è sposata con il consulente finanziario Zachary Bogue.

L’annuncio del so nuovo incarico da ieri sta facendo il giro della Rete con Hot Topic su Twitter che riportano il nome di Marissa Mayer e la nomina di CEO di Yahoo subito dopo l’hashtag #Cambiaitalia e prima di Pil.

Dopo la diffusione della notizia da parte di Yahoo e il giro su internet, la nuova CEO ha aggiunto in un tweet di essere incinta. La coppia aspetta un bambino, che dovrebbe nascere a metà ottobre, e probabilmente la Mayer ha deciso di farlo sapere immediatamente per evitare voci e indiscrezioni che avrebbero potuto condizionare ulteriormente l’andamento in borsa di Yahoo. Il nuovo Ceo ha voluto così rivelare al mondo il caso di un colosso Usa che affida parte del suo destino a una donna in dolce attesa.

Il nuovo amministratore delegato di Yahoo! Marissa Mayer, nominata nella notte è diventata la donna più giovane in posizione apicale in una società web.

Laurea a Stanford, in Google nel 1999, diventando subito la prima donna ingegnere del colosso di Mountain View, ‘E’ stata scelta per i suoi trascorsi incomparabili nella tecnologia, design e realizzazione del prodotto’, ha spiegato il presidente di Yahoo! Fred Amoroso. Competenze che la Mayer dovrà sfruttare a pieno, visto il malessere finanziario e le turbolenze interne che attraversano Yahoo!, governata nei cinque anni precedenti da altrettanti ad. La dirigente che avrà un figlio a ottobre ha spiegato di voler prendere una breve maternità. Il sito rimane comunque tra quelli più popolari su internet (700 milioni di visitatori mensili), ma l’azienda ha lottato per monetizzare questo successo di pubblico, sempre più insidiato da Google e Facebook.

Il 2008 è stato un pessimo anno per Yahoo, già in cattive acque. Fu allora che Microsoft si offrì di rilevare la società con una offerta d’acquisto senza precedenti: 44,6 miliardi di dollari per acquisire tutti i diritti della società di San Francisco. L’intenzione di Microsoft era quella di rinforzare la propria posizione nel settore del search engine online, dominato da Google. Il CEO di Yahoo era allora il cofondatore Jerry Yang.

Rifiutata l’offerta, la situazione per Yahoo non migliorò. Iniziarono a esserci grandi contrasti e divisioni nel consiglio di amministrazione, fatto che costrinse Yang alle dimissioni. Al suo posto fu nominata Carol Bartz, CEO determinato non in grado di accrescere la competitività di un’azienda come Yahoo.

Bartz è rimasto in carica fino a settembre dello scorso anno, dopodichè  a gennaio 2012 è stato nominato al suo posto Scott Thompson. Anche in questo caso, nessuno piano di rinnovo per Yahoo a partire dai sevizi. Il nuovo Ceo ha preferito combattere contro Facebook, mettendo in piedi una vera e propria guerra dei brevetti. E’ il periodo dei duemila licenziamenti e di una riorganizzazione interna dell’azienda di San Francisco. Attualmente si è in fase di accordo.

 In seguito a uno scandalo legato a un falso curriculum presentato al momento dell’assunzione, Thompson fu costretto alle dimissioni a maggio, lasciando il posto di CEO vacante fino all’arrivo di Marissa Mayer.

La nomina di Mayer è stata accolta positivamente dagli investitori, con il titolo di Yahoo che nella seduta di ieri a Wall Street ha guadagnato il 2 per cento circa dopo mesi molto difficili. La notizia, spiegano sul Wall Street Journal, ha comunque sorpreso diversi analisti e dirigenti Yahoo, che ora temono l’ennesimo periodo di riordino interno alla dirigenza e la nascita di nuovi attriti.

Con la scelta di Marissa Mayer, la Web society ha comunque voluto dimostrare di tornare alle origini, alla realizzazione di prodotti per i singoli utenti, molti dei quali se non la maggior parte usano la posta elettronica, apprezzandone molto il servizio antivirus e antispam e lasciando in secondo piano le altre attività.

Ed ecco il press release della compagnia

 ‘Yahoo! (NASDAQ:YHOO) today announced that it has appointed Marissa Mayer as President and Chief Executive Officer and Member of the Board of Directors effective July 17, 2012. The appointment of Ms. Mayer, a leading consumer internet executive, signals a renewed focus on product innovation to drive user experience and advertising revenue for one of the world’s largest consumer internet brands, whose leading properties include Yahoo! Finance, Yahoo! Sports, Yahoo! Mobile, Yahoo! Mail, and Yahoo! Search.

Mayer said, ‘I am honored and delighted to lead Yahoo!, one of the internet’s premier destinations for more than 700 million users. I look forward to working with the Company’s dedicated employees to bring innovative products, content, and personalized experiences to users and advertisers all around the world.’

marissamayer @marissamayer
@ Yahoo!
San Francisco, CA · http://www.google.com/profiles/marissamayer

Create a free website or blog at WordPress.com.