Champions League: pareggio sudato Chelsea Juventus, si va avanti

Triplice fischio finale. Finisce qui la sfida tra Chelsea e Juventus che si conclude sul 2-2, dopo una bellissima altalena di emozioni che ha regalato gol e spettacolo. Alla doppietta dell’esordiente in UEFA Champions League Oscar, rispondono Vidal (38′) nel primo tempo e Quagliarella. Nel finale finisce sulla traversa il possibile gol della vittoria di Quagliarella (80′), ma il pareggio è sostanzialmente il risultato più giusto. Bellissimo il sinistro a giro di Quagliarella, che però finisce la sua corsa sulla parte alta della traversa. L’attaccante ex SSC Napoli avrebbe potuto regalare la vittoria alla Juventus. 

Il commento di una tifosa su Twitter: ‘Buffon sei grande’ e quello di un supporter ‘e siamo usciti imbattuti anche sul campo del Chelsea grande Juventus 2-2!!’ dà più zucchero al risultato. 

Queste le prime parole dell’autore del gol del 2-1 Arturo Vidal: ‘Vogliamo giocare partite importanti come questa, dobbiamo riuscire a giocare sempre così. Il mio infortunio non è grave e i tifosi possono star tranquilli per domenica sarò a disposizione’.

‘Come in tutte le grandi squadre la concorrenza è molta, la speranza di giocare c’è sempre e io cerco di dare tutto in allenamento e di farmi trovar pronto in partita, sono le parole del goleador Fabio Quagliarella. Eravamo tutti un po’ tesi e emozionati per l’esordio, per questo sono andato ad abbracciare il mister dopo il gol, anche lui vive le nostre stesse emozioni’.

Carrera ha spiegato come la sua squadra ha affrontato la marcatura a uomo su Pirlo: ‘Sicuramente quando Pirlo è marcato a uomo dobbiamo optare per diverse soluzioni, facendo gioco con i centrali difensivi. Quagliarela in settimana si era mosso bene, Matri aveva giocato in campionato, per questo ho scelto Fabio (Quagliarella ndr). Noi abbiamo bisogno di tutti i giocatori in rosa’

Continua l’analisi del vice allenatore della Juventus, Massimo Carrera: ‘Siamo contenti di aver disputato una buona partita e aver dimostrato di potercela giocare con chiunque. Giovinco sta facendo bene quello che gli viene chiesto, con la migliore condizione riuscirà a farsi sentire anche in campo europeo’.

Le STATISTICHE confermano il perfetto equilibrio nella sfida dello Stamford Bridge: gli juventini hanno tenuto maggiormente il possesso palla (51%), mentre i Blues nonostante abbiano scagliato meno tiri, hanno centrato 5 volte la porta di Buffone, contro le sole 2 della Juventus.

Roberto Di Matteo esalta la grande prestazione del brasiliano Oscar: ‘Il debutto di Oscar è fantastico! E’ stato perfetto, era la gara giusta per lui per cominciare con noi. Abbiamo giocato bene, la nostra amarezza è nell’aver sprecato un vantaggio di due gol facendoci recuperare’. L’allenatore dei Blues non pensa a un problema di condizione fisica: ‘La Juventus è una squadra di livello e grande qualità, è difficile giocare contro i Bianconeri e abbiamo sbagliato alcune situazioni consentendo loro di pareggiare. Dovevamo cercare di più il terzo gol, non è stato un problema di condizione fisica, abbiamo fatto un errore nel gol del pareggio, ma stiamo bene fisicamente’.

Grande orgoglio per la prestazione della squadra per Gianluigi Buffon: ‘Il due a zero era ingiusto è alla fine abbiamo dato la dimostrazione di avere molto carattere. Tornare in UEFA Champions League è un brivido ed è ancora piu entusiasmante dopo anni di delusioni e di grande sacrificio.

‘Questa prestazione è un messaggio a tutti, ma non esageriamo – continua il capitano – la differenza tra le squadre forti e meno forti sta nella continuità. Prima dimostriamo che la prestazione di stasera non è solo un episodio sporadico e che la Juve se la può giocare con tutti o quasi tutti’.

Una curiosità: per il capitano bianconero Gigi Buffon si tratta della partita numero 400.

OscarVidal e Quagliarella tre esordienti subito in gol nella UEFA Champions League.

Nel girone E della UEFA Champions League balza in testa lo Shakhtar Donetsk che ha sconfitto per 2-0 i norvegesi del Nordsjælland, mentre Chelsea e Juventus sono appaiate a un punto dopo il 2-2 dello Stamford Bridge. L’appuntamento con lo spettaolo della UEFA Champions League tornerà il 2 Ottobre.

http://it.uefa.com
http://www.juventus.com
https://www.facebook.com/Juventus

Brasile 2014: Buffon non lascia, l’appuntamento è per i prossimi Mondiali, lo sfogo su Facebook

Brasile 2014, anzi meglio. Anticipo di dodici mesi con la Confederations Cup, quindi giugno 2013. Io voglio esserci e non per fare presenza’. Il capitano della Nazionale italiana, Gigi Buffon non lascia. Per il numero 1 azzurro, che come i suoi compagni ha vissuto l’amarezza del 4 -0 incassato dalla Spagna nella finale di Euro 2012 a Kiev, è già ora di pensare ai Mondiali, tra due anni in Brasile.

‘Vi ho raccontato di un sogno – scrive Buffon rivolgendosi ai tifosi dalla sua pagina Facebook. Ieri l’ho sfiorato, ma il sogno continua. Siamo cresciuti in questo mese come squadra e nella consapevolezza di essere un gruppo. Un gruppo in cui ognuno ha fatto il suo e anche di più. In cui ognuno ha trovato il suo spazio. Un gruppo che ha incoronato un grande Capitano che non sono io, ma Cesare Prandelli, maestro prima che ct. Un uomo perbene prima che un selezionatore. Possiamo essere orgogliosi di quanto fatto e non posso che stare dalla sua parte ancora una volta’.

Cacciata la delusione, anche fra i tifosi romani che al Circo Massimo hanno dovuto assistere all’arresto di un estremista di destra che piuttosto che portare la bandiera italiana ha sventolato il simbolo littorio, quello di Gigi Buffon è un inno alla forza. Richiama i compagni di squadra con tenacia e convinzione. E un ringraziamento di cuore a chi ha sostenuto l’Italia durante tutto il campionato.

Subito dopo il triplice fischio dell’arbitro, Buffon è stato tra i primi a riconoscere la netta superiorità della Spagna: ‘La vera sorpresa a Kiev non è stata la coppa alzata da Casillas, ma il fatto che fossimo noi gli avversari dei campioni di tutto – si confida Buffon.

Inarrivabili ragazzi, ancora troppo distanti gli spagnoli. Li guardi negli occhi e sai che per il momento non ce n’è. Ma ho dormito sereno perché conscio di aver dato tutto, io come chiunque sia sceso in campo e anche come chi non ha giocato nemmeno un minuto. Ci avete visto piegati dalla stanchezza, in lacrime, con al collo un argento che non può sapere di sconfitta quando hai dato tutto. Per qualche ‘gufetto’ d’occasione dovevamo uscire al girone. Siamo arrivati a Kiev carichi solo di pensieri belli. Quelli più belli lì rivolgo a voi tifosi, vero premio a questo mese massacrante. Il vostro affetto, il vostro amore che avete portato ieri nelle piazze italiane. Mai avrei voluto vedere i vostri occhi delusi e tristi. Ci sta nel breve, ma fate come me. Siate lungimiranti, andate oltre. Questa onda ci ha travolti. La prossima sarà perfetta’.

‘Un ultimo ringraziamento va ai miei compagni – conclude il portiere juventino. È stato un onore per me, poter giocare insieme a un gruppo simile, un gruppo di ragazzi a posto, un gruppo che conosce il valore di rappresentare la nostra Italia. Grazie ragazzi per quello che mi avete regalato, grazie vita per avermi dato la possibilità di essere il loro capitano’.

Buffon è fra i quattro italiani considerati i migliori in campo su 23 scelti agli Europei 2012, insieme a Pirlo, Balotelli e De Rossi.

I migliori 23 nominati dalla Uefa

PORTIERI: Gianluigi Buffon (Italia), Iker Casillas (Spagna), Manuel Neuer (Germania).

DIFENSORI: Gerard Pique (Spagna), Fabio Coentrao (Portogallo), Philipp Lahm (Germania), Pepe (Portogallo), Sergio Ramos (Spagna), Jordi Alba (Spagna).

CENTROCAMPISTI: Daniele De Rossi (Italia), Steven Gerrard (Inghilterra), Xavi (Spagna), Andres Iniesta (Spagna), Sami Khedira (Germania), Sergio Busquets (Spagna), Mesut Ozil (Germania), Andrea Pirlo (Italia), Xabi Alonso (Spagna).

ATTACCANTI: Mario Balotelli (Italia), Cesc Fabregas (Spagna), Cristiano Ronaldo (Portogallo), Zlatan Ibrahimovic (Svezia), David Silva (Spagna).

https://www.facebook.com/GianluigiBuffon
https://cookednews.wordpress.com/2012/07/01/cavolo-ha-vinto-la-spagna/
https://cookednews.wordpress.com/2012/06/29/italia-germania-2-1-siamo-in-finale/
https://cookednews.wordpress.com/2012/06/28/europei-di-calcio-2012-germania-italia-fra-sogni-e-visioni/

Europei di calcio 2012: Germania – Italia fra sogni e visioni

‘Ho avuto una visione’. No, Pierluigi Bersani, segretario del Pd, non ha avuto un’apparizione salvifica, non ha visto la Madonna (la cantante o il personaggio religioso?). Piuttosto, ha rivelato ai giornalisti di Montecitorio, è stato un sogno: la vittoria dell’Italia sulla Germania con un 2 a zer ofirmato Marchio Balotelli e la conseguente qualificazione degli azzurri alle finali di questi Campionati europei 2012. Contro la Spagna.

Anche il numero 1 Gianluigi Buffon ha fatto un sogno. Ma ha preferito raccontarsi ai fan su Facebook.  Per il capitano della nazionale la Germania è un avversario difficile, un ostacolo ‘insormontabile e probabilmente lo sarà. Ma ora che siamo giunti sin qui dobbiamo osare a spingerci un po più in là verso il sogno’.

L’Italia non ha mai perso contro la Germania in match competitivi, ma non l’ha mai battuta nella fase finale di un Europeo: nel 1988 a Dusseldorf la sfida terminò 1-1 (rete di Mancini e Brehme), nel 1996 a Manchester finì 0-0 (Zola sbagliò un rigore e gli azzurri di Sacchi vennero eliminati).

Cesare Prandelli, Ct Azzurro, non crede che sarà un’Italia stanca quella che vedremo questa sera allo Stadio Nazionale di Varsavia. Nonostante i 120 minuti di battaglia con l’Inghilterra e i pochi giorni di recupero i suoi azzurri ‘sono tutti recuperati mentalmente e fisicamente  l’adrenalina è sempre la stessa, il pensiero c’è, e tutto questo basta per far scomparire la stanchezza’ ha assicurato durante la conferenza stampa di anticipazione della semifinale tra Germania e Italia a UEFA EURO 2012, mentre il suo collega Joachim Löwassicura di avere ‘sensazioni positive per la sfida’.

Anche se la tradizione non è molto amica della Germania, avendo perso finora entrambe le sfide in semifinale contro gli italiani in un torneo maggiore (e non avendoli ancora battuti in una gara non amichevole), il Ct tedesco Löw nutre una grande fiducia in vista della partita di oggi benché ammetta di essere impressionato dagli Azzurri, ‘che sono migliorati tantissimo in questo EURO‘.

In definitiva? Sarà una ‘gara fantastica’ chiosa il Ct della Germania che porta in campo una nazionale ‘più matura’, l’obiettivo è scrivere una nuova pagina di storia. ‘Anche loro – dice riferendosi agli Azzurri – sono cambiati in questi ultimi anni, hanno mutato la loro filosofia calcistica, sono più offensivi e hanno grande qualità nella costruzione del gioco. Ma i nostri sanno di poter cambiare il corso della storia, il passato non conta: possiamo battere chiunque, abbiamo un grande potenziale e siamo molto fiduciosi, la Germania non è inferiore a nessuno’.

Intanto la Spagna è la prima finalista degli Europei 2012. La squadra di Del Bosque, campione in carica, si è imposta ai rigori 4-2 sul Portogallo, dopo che i tempi supplementari si erano conclusi sullo 0-0. Domenica sera, a Kiev, affronterà la vincente della seconda semifinale tra Germania e Italia. Nella serie finale dagli undici metri decisivo l’errore di Bruno Alves.

Gli Europei di calcio vedono dunque scendere quest’oggi sul verde prato di Varsavia Italia – Germania.

Germania Italia Semifinali National Stadium WarsawVarsavia – 28/06/2012 – 20:45CET (20:45 ora locale)

http://it.uefa.com/index.html
http://www.fifa.com/ 

Euro2012: Buffon ‘siamo qui per stupirvi’. Domani il primo, importante match contro gli spagnoli

‘Stupire’. Per il capitano della Nazionale italiana è l’ordine categorico da seguire in questi campionati Europei appena iniziati. ‘Dentro abbiamo una grande determinazione, per capire dove ci porterà dobbiamo solo aspettare – ha detto Gigi Buffon in conferenza stampa alla vigilia dell’esordio europeo contro la Spagna, domani alle 18 allo stadio Gdansk di Danzica. C’è la consapevolezza e la convinzione di poter far bene – dice il numero 1 della nazionale, anche lui coinvolto nel Calcioscommesse. Per Buffon ‘Quello che verrà, se sarà un verdetto onesto del campo, lo prenderemo. Rappresentiamo un paese intero che sta attraversando un periodo non facile. Ma abbiamo l’opportunità per rendere i tifosi partecipi ed orgogliosi di questa Nazionale e dei ragazzi che indossano la maglia azzurra’.

Una sfida da non sottovalutare quella con la Spagna. Non solo perché l’Italia si troverà di fronte i campioni del mondo e d’Europa, desiderosa di una rivincita dopo la sconfitta agli Europei di quattro anni fa. ‘Il nostro precedente con la Spagna brucia ancora un pochino – ha ammesso il neo campione d’Italia – ma è anche vero che da quella partita in poi la Spagna ha ampiamente legittimato la supremazia che si è conquistata. Di certo inorgoglisce il fatto che nel loro momento migliore, senza rubare nulla, avevamo creato alla Spagna in quella partita qualche difficoltà’.

Secondo il portiere azzurro ‘la Spagna non deve temere l’Italia. Loro hanno talmente tante certezze che non temono nessuno. Ci rispetteranno come si fa con tutti gli avversari che si incontrano’. Gigi Buffon è consapevole che sono loro la squadra da battere. ‘Nel calcio quasi sempre vincono i più forti e loro lo sono’, ammette. Ma poi aggiunge anche: ‘Ogni tanto vincono i più bravi e questo ci lascia qualche speranza. La Grecia nel 2004 è stata superiore a tutte le altre rivali, ma non era la più forte. Lo stesso vale per la Danimarca nel 1992’.

Gigi Buffon è poi tornato sulla vicenda calcioscommesse, dopo le polemiche che lo hanno toccato anche personalmente per le sue puntate sospette in una tabaccheria di Parma. ‘Le situazioni che stiamo vivendo, e che ci sono state, chiaramente non ci possono aiutare a trovare la serenità giusta. Però se si è uomini, e se si ha una certa esperienza, come hanno molti di noi, può essere una buona leva per avere qualche stimolo in più’.

Il portiere della Juve, ormai veterano della maglia azzurra: ‘Penso che sia molto bello potere guardarsi indietro e vedere che è dal ’97 che vesto questa maglia e dopo 15 anni ci sono ancora, questo per me vuol dire tanto’.

Buffon si rivolge anche a Mario Balotelli, volto nuovo della nazionale fra i veterani. ‘A livello calcistico, è un talento puro a cui non si deve suggerire nulla. E’ uno dei pochi giocatori che può farci vincere le partite. Fuori dal campo si è sempre comportato in maniera diligente con noi. Ha 22 anni, è giusto che commetta errori: è importante che uno sbaglio si trasformi in esperienza’.

In un gruppo che comprende anche Irlanda e Croazia, quello tra Italia e Spagna è il match-clouPrandelli, dopo l’imbarcata presa in amichevole contro la Russia (azzurri sconfitti per 3-0), per questi Euro2012 sembra aver scelto di schierare la difesa a 3, puntando sullo spostamento di De Rossi centrale, in mezzo ai due juventini Bonucci e Chiellini. In attacco fiducia al tandem Cassano-Balotelli, per provare a sorprendere la non irresistibile retroguardia spagnola e per dare un segnale di risposta a tutto quello che sta accadendo al calcio italiano, sommerso dallo scandalo scommesse.

Danzica, gli azzurri nello stadio d’ambra

Nuovo di zecca, consegnato ufficialmente nel 2011, l’Arena Gdansk di Danzica ha ospitato oggi il primo allenamento degli azzurri in vista del match contro la Spagna. Stadio avveniristico dai colori ambrati – Danzica è città dell’ambra – l’Arena ha una capienza massima di 40.000 spettatori ed è il campo dove gioca le partite interne la squadra della città baltica, il Ks Lechia Gdansk. Ecco una panoramica della struttura costituita da 18.000 piastrelle simili all’ambra.

Calcio scommesse: il ct Prandelli ‘No alle Crociate. Possiamo rinunciare agli Europei’, fuori Destro e Ranocchia

‘Possiamo rinunciare agli Europei’. Lo ha detto il ct della Nazionale Cesare Prandelli a Rai Sport dopo le notizie sull’informativa della Guardia di Finanza sul portiere della Juve e degli Azzurri Gigi Buffon, che non risulta indagato.

‘Se ci dicessero che per il bene del calcio la Nazionale non deve andare agli Europei, non sarebbe un problema’ ha detto il mister.

Secondo gli inquirenti, che hanno ricostruito i movimenti bancari, Buffon avrebbe giocato circa un milione e mezzo di euro in una tabaccheria dove si scommette. Per quanto riguarda i giocatori, quelli coinvolti nell’inchiesta, ‘non partiranno per gli Europei’, dice Prandelli. ‘ Io – ha aggiunto il ct della nazionale – dico no alle crociate‘.

Dopo il rientro a Coverciano per il ritiro degli Azzuri, e un conferenza stampa in cui Buffon ritratta sui ‘pareggi comodi’, è ancora bufera sulle partite truccate. ‘Non posso dire quello che realmente cuore e mente pensino. Ho avuto l’ennesima conferma che alla fine le persone con la coscienza a posto e senza scheletri nell’armadio non possono esprimere il loro pensiero – spiega Buffon. Se per quelle frasi verrò ascoltato in Procura non lo so, il brutto è che le cose si apprendono sempre da voi giornalisti giorni prima’ – dice, rivolgendosi alla platea di microfoni e registratori. 

L’azzurro sullo scandalo scommesse che sta scuotendo il mondo del calcio è chiaro: ‘Ho piena fiducia nei pm che possono fare piena giustizia. Non c’è nulla di peggio che giocare o speculare sulla vita delle persone. E’ una vergogna che se ci sono delle operazioni giudiziarie voi lo sapete tre o quattro mesi prima. Uno parla coi pm e voi sapete il contenuto dieci minuti dopo: è davvero una vergogna’.

Buffon non vuole entrare in polemica con il presidente del Consiglio Mario Monti circa l’ipotesi di chiudere il calcio per due o tre anni a fronte degli scandali: ‘Non mi permetto di proferire verbo sulla questione’. L’indagine in corso sul tecnico Antonio Conte sta scuotendo l’ambiente juventino, ma il portiere bianco nero è sicuro: ‘Non temo di perdere Conte, è un’eventualità che non ho nemmeno preso in considerazione. Da quello che ho letto e sentito dire da lui e da Agnelli, le accuse che gli sono state rivolte non sono così forti’.

Il capitano della Nazionale spiega come si potrebbero punire i calciatori che risultano colpevoli: ‘Introduciamo fortissime penali economiche nei contratti dei giocatori che sbagliano, oppure bisogna pensare che verso la fine del torneo si debba intervenire sul palinsesto bloccando alcune giocate’.

Di seguito la lista ufficiale dei 23 calciatori che giocheranno agli Europei in Polonia e Ucraina, convocati dal commissario tecnico della nazionale di calcio italiana.

Rispetto alla prima lista di 32, oltre a Criscito, Viviano, Bocchetti, Astori, Cigarini, Schelotto e Verratti esclusi perché indagati, non ci sono Andrea Ranocchia e Mattia Destro.  C’è Bonucci anche lui in odor di scommesse.

Portieri
Gianluigi Buffon (Juventus), Morgan De Sanctis (Napoli),Salvatore Sirigu (Paris St. Germain)

Difensori
Ignazio Abate (Milan), Federico Balzaretti (Palermo), Andrea Barzagli (Juventus), Leonardo Bonucci (Juventus), Giorgio Chiellini (Juventus), Christian Maggio (Napoli), Angelo Obinze Ogbonna (Torino)

Centrocampisti
Daniele De Rossi (Roma), Alessandro Diamanti (Bologna), Emanuele Giaccherini (Juventus), Claudio Marchisio (Juventus), Riccardo Montolivo (Fiorentina), Thiago Motta (Paris St. Germain), Antonio Nocerino (Milan), Andrea Pirlo (Juventus)

Attaccanti
Mario Barwuah Balotelli (Manchester City), Fabio Borini (Roma), Antonio Cassano (Milan), Antonio Di Natale (Udinese), Sebastian Giovinco (Parma)

Create a free website or blog at WordPress.com.