Azzurri a Londra2012: i risultati del Day13

Canoa: Josefa Idem ha concluso la finale del K1 500 al 5° posto in 1: 53.223. Ha vinto l’ungherese Kozak (1:51.456), davanti all’ucraina Osypenko – Radomskai (1:52.685) e alla sudafricana Hartley (1:52.923). L’azzurra ha mantenuto una posizione defilata fino ai primo 250 metri per poi rientrare in lotta per le medaglie ai 400 metri. Solo nel finale ha subito il ritorno delle avversarie dimostrando comunque grande talento e tanto carattere.

Tuffi: Noemi Batki ha completato la serie di cinque tuffi di semifinale dalla piattaforma 10 metri collezionando 325.45 punti. L’azzurra con il 10° posto ha conquistato l’accesso alla finale in programma questa sera.

Martina Grimaldi ha vinto la medaglia di bronzo nella 10 km nuoto di fondo disputata a Hyde Park con il tempo di 1:57:41.8, dietro all’ungherese Eva Risztov (oro in 1:57:38.2) e all’americana Haley Anderson (argento in 1:57:38.6). Si tratta della prima medaglia olimpica conquistata dall’Italia nella disciplina e la 18esima complessiva ai Giochi di Londra: 7 ori, 6 argenti, 5 bronzi.

Ginnastica: Nella ritmica Julieta Cantalupi, dopo le prime due rotazioni con il cerchio e la palla, occupa il 19° posto (51.875). Domani gli altri due esercizi dell’individuale: clavette e nastro.

Pallanuoto: La nazionale femminile di Fabio Conti ha concluso il torneo al 7° posto superando nell’ultimo incontro la Gran Bretagna 11-7 (2-3;4-0; 3-2;2-2).

Rinviata a domani, alle 10, la Medal Race 470 m maschile di Vela.

Niente di fatto per Manuel De Vecchi che  al termine delle cinque corse dei quarti di finale nel Ciclismo BMX, si è classificato 7° collezionando un secondo posto, due ottavi, un sesto e un quinto posto per un totale di 29 punti. Troppi per raggiungere la semifinale.

Per gli sport equestri, Valentina Truppa insella ad Eremo del Castegno ha concluso la gara di dressage al 15° posto. Il binomio azzurro ha totalizzato un 78.214% tra gli esercisti tecnici e artistici in rapporto con il piazzamento.

Aggiornamento Vela: l’assenza di vento ha tenuto in sospeso, per gran parte della giornata, gli equipaggi della classe 470 maschile che dovevano disputare la medal race. Nel pomeriggio la giuria ha deciso di rimandare la gara. Domani si disputeranno le regate finali della 470 maschile con Gabrio Zandonà-Pietro Zucchetti e femminile con Giulia Conti-Giovanna Micol.

 Venerdì 10 luglio: ore 13.00 italiane – Medal Race 470 Maschile; ore 14.00 italiane – Medal Race 470 Femminile: ore 15.30 italiane – Semifinali di Match Race.

 470 Maschile (27 nazioni) Gabrio Zandonà (CV Marina Militare)-Pietro Zucchetti (SV Fiamme Gialle) sono in zona podio. Dopo 10 prove e uno scarto gli azzurri occupano il 4° posto in classifica provvisoria con 60 punti e i parziali 6-(26)-1-8-6-14-8-4-11-3. Primi gli australiani Belcher-Page a 18 punti (oggi 1-1), secondi i britannici Patience-Bithell (22 pt), terzi gli argentini Calabrese-De la Fuente (57) e quinti i kiwi Snow Hansen-Saunders a 72.

 470 Femminile (20 nazioni) Dopo dieci prove con uno scarto le azzurre Giulia Conti- Giovanna Micol (CC Aniene) si sono qualificate per la Medal Race con il 7° posto in classifica provvisoria (parziali 8-10-(18)-2-3-1-16-16-6-7) a 69 punti. Sono cinque gli equipaggi che venerdì 10 agosto si daranno battaglia per la medaglia di Bronzo: Olanda (52), Francia (55), Brasile (61), Australia (67) e Italia.

Atletica: Donato è bronzo nel triplo

Fabrizio Donato ha vinto la medaglia di bronzo nel salto triplo. Donato ha trovato la progressione giusta che per metà gara lo stava proiettando in lotta per la prima posizione (17.45) contro lo statunitense Claye (17.54), tallonato dal compagno di squadra Daniel Greco (17.34). Al quarto salto lo statunitense Taylor ha trovato la misura giusta per superare il terzetto con 17.81, suo primato stagionale, ridimensionando la posizione dei primi tre. Nonostante i miglioramenti di Claye (17.62) e di Donato (17.48) il podio è rimasto invariato con Greco al quarto posto (17.34).

Fabrizio Donato è il secondo triplista italiano a salire sul podio dopo Giuseppe Gentile, anche lui medaglia di bronzo, a Città del Messico 1968.

Su Twitter l’hastag è #Donato

http://www.london2012.com
https://cookednews.wordpress.com/2012/08/09/london2012-bolt-pronto-per-il-doppio-sprint-finale-italia-a-che-punto-siamo-le-gare-di-domani/

London2012: Bolt pronto per il doppio sprint finale. Italia a che punto siamo, le gare di domani

(In foto: Maroi Mezien (L) of Tunisia competes against Isabelle Sambou of Senegal during their women’s Freestyle 48 kg Wrestling match on Day 12)

Occhi puntati su Usain Bolt per questo Day13 dei Giochi Olimpici di Londra 2012. La gara in cui correrà oggi l’uomo più veloce del monto è quella del doppio sprint finale sui 200m, in un giorno in cui saranno assegnate 23 medaglie d’oro in 12 sport – di cui tre nel pugilato femminile.

Grande attesa per lo sprinter jamaicano Usain Bolt, che ha conservato il titolo dei 100m con un’altra splendida vittoria allo Stadio Olimpico , domenica sera e da allora ha rivolto la sua attenzione per vincere un altro oro nei 200m.

Mentre il connazionale Yohan Blake ha vinto l’argento nei 100m, cercherà di fare ancora meglio e di eclissare super Bolt di fronte a una foltissima folla di gente.

ExCeL ospiterà le prime tre finali di pugilato di Londra 2012, con le medaglie in palio nei pesi mosca donne (48-51kg), pesi leggeri femminili (57-60kg) e pesi medi donne (69-75kg).

Si torna alla pista di atletica, e anche la finale sugli 800m finale avrà il suo pubblico: dal Kenya, David Rudisha tenta di aggiungere il titolo olimpico al titolo mondiale, vinto l’anno scorso. Mohammed Aman dall’Etiopia e Abubaker Kaki dal Sudan sono altri due rivali di questa gara, mentre Andrew Osagie è il primo atleta britannico a raggiungere la finale a 20 anni.

Il primatista mondiale degli Stati Uniti Ashton Eaton concorrerà per garantirsi il primo titolo olimpico nel Decathlon, con il giavellotto e i 1500m degli ultimi due eventi.

Christian Taylor è il favorito per la finale di salto triplo, ma ci sono buone possibilità anche per il suo compagno di squadra, lo statunitense Will Claye e l’italiano Fabrizio Donato, tra gli altri contendenti.

La folla dell’Olympic Stadium applaudirà anche nella finale femminile di giavellotto, con Barbora Spotakova in gara per la Repubblica Ceca per mantenere il suo titolo olimpico.

Ancora una grande folla è prevista a Hyde Park per la maratona di nuoto 10 km femminile, con Keri-Anne Payne che spera di vincere l’oro per la Gran Bretagna nel Serpentine.

Gli Stati Uniti e il Giappone si contenderanno la finale della competizione di calcio femminile allo stadio di Wembley. In un’emozionante semifinale, calcio di inizio al Canada, che dopo aver raggiunto tutte e sei le finali olimpiche, cercherà di vincere una terza medaglia d’oro consecutiva. Dovrà affrontare una dura prova contro una squadra che ha battuto il Giappone nella finale dei Mondiali l’anno scorso.

Horse Guards Parade ancora una volta accesa, quando si giocherà la gara di Beach Volley nella finale maschile tra Brasile e Germania.

Saranno quattro le gare nello Sprint finale di Canoa a Eton Dorney, con il doppio Canoa maschile (C2) 1000m, il Kayak maschile a quattro (K4) 1000m, il Kayak femminile singolo (K1) 500m e e il Kayak femminile doppio (K2). Le prove medaglia si svolgono al mattino.

A Greenwich Park, oro conteso nel Dressage individuale, mentre i 470 maschile medal race sarà il momento clou della gara a Weymouth e Portland.

Gli Stati Uniti e la Spagna si affronteranno in un testa a testa femminile nella finale di Polo, mentre all’Aquatics Centre le atlete di nuoto di contenderanno la finale sui 10m piattaforma nei tuffi. Per l’Italia si è qualificata Noemi Batki si è qualificata. L’azzurra ha chiuso al dodicesimo posto (324.20) il turno preliminare, mentre Brenda Spaziani, ventritreesima con 268.00, è stata eliminata.

Excel è il luogo per i maschili e femminili, 68kg e 57kg, di Taekwondo, mentre nel Freestyle Wrestling si affronteranno le donne della categoria 55kg e quelle dei 72kg.

Italia a che punto siamo

Italia forte anche nei Giochi di  squadra: Settebello e Italvolley in semifinale dopo i tornei di ieri.

Pallanuoto. Il Settebello di Alessandro Campagna vola in semifinale grazie alla vittoria 11-9 contro l’Ungheria (2-2, 5-4, 8-5, 11-9). Decisive le realizzazioni di Felugo (3), Presciutti (3), Figlioli (3), Perez (1) e Giorgetti (1), al termine di un incontro equilibrato fino al decisivo allungo nel terzo tempo. I centri di Felugo e Presciutti nel quarto tempo vanificavano il ritorno dell’Ungheria: il 10 agosto gli azzurri sfideranno la Serbia in semifinale.

Pallavolo: Gli azzurri del Ct Mauro Berruto hanno vinto l’incontro dei quarti di finale con gli Stati Uniti 3-0 (28-26; 25-20; 25-20). Savani e compagni affronteranno in semifinale il Brasile il 10 agosto.

Pugilato: Vincenzo Mangiacapre ha ottenuto l’accesso in semifinale nella categoria 64 kg e, contestualmente, la certezza di una medaglia. L’azzurro ha infatti sconfitto ai quarti il kazako Yeleussinov per 16-12 (4-5, 7-9). Si tratta del terzo pugile gia’ sicuro di un posto sul podio dopo Clemente Russo (91 kg.) e Roberto Cammarelle (+91 kg.). In semifinale Mangiacapre sfiderà il cubano Roniel Iglesias Sotolongo, che stasera ha sconfitto nettamente l’uzbeko Uktamjon Rahmonov per 21-15. Questo risultato fa raggiungere all’Italia quota 20 medaglie, mentre il pugilato eguaglia il numero di podi collezionato a Pechino 2008.

Vela: Undicesimo giorno di regata dei XXX Giochi Olimpici Londra 2012. Al termine della Medal Race per la classe 49er Giuseppe Angilella (CC  Roggero di Lauria) – Gianfranco Sibello (GS Fiamme Gialle) chiudono al  9° posto overall. Nel 470 femminile, Giulia Conti e Giovanna Micol si qualificano per la Medal Race.

Oggi riposo per il 470 maschile, che domani vedrà impegnati in Medal Race Gabrio Zandonà e Pietro Zucchetti. Dopo 10 prove e uno scarto gli azzurri sono al 4° posto in classifica provvisoria con 60 punti e i parziali 6-(26)-1-8-6-14-8-4-11-3. Primi gli australiani Belcher-Page a 18 punti (oggi 1-1), secondi i britannici Patience-Bithell (22 pt), terzi gli argentini Calabrese-De la Fuente (57) e quinti i kiwi Snow Hansen-Saunders a 72.

Primi sulla linea di partenza alle 12 ore locali il 470 femminile (Race 9&10) seguiti dalla Medal Race dei 49er e ultimo a scendere in campo il Match Race femminile. Per Giuseppe Angilella, siciliano di Palermo, ‘E’ finita col sole in tutti i sensi, anche per noi. Abbiamo raggiunto il  nostro obiettivo che era entrare in Medal Race e abbiamo protetto la nostra posizione’.

Giulia Conti-Giovanna Micol (oggi 6-7) si qualificano per la Medal Race e sono al 7° posto in classifica provvisoria. Sono cinque gli equipaggi che venerdì 10 agosto si daranno battaglia per la medaglia di bronzo: Olanda, Francia, Brasile, Italia e Australia.

http://www.londra2012.coni.it/
http://www.london2012.com/news/
https://cookednews.wordpress.com/2012/08/09/london2012-arrivano-le-bici-piu-veloci-del-mondo-ecco-la-tre-giorni-di-competizione-in-bmx/
https://cookednews.wordpress.com/2012/08/08/london2012-oro-states-nel-salto-in-lungo-nei-110m-a-ostacoli-e-sui-200m/ https://cookednews.wordpress.com/2012/08/08/alcune-foto-dal-day12-di-london2012/ https://cookednews.wordpress.com/2012/08/07/london2012-italia-doping-latleta-schwazer-positivo-ai-controlli-cammarelle-in-semifinale-nella-boxe/

Blog at WordPress.com.