Deleterio aka Del ft. Fabri Fibra – Zombie

 

#Deleterio a.k.a. Del #Dadaismo #Cookednews

 Storie di cessi a forma di pera e non è ‘Amore tossico’. Pisciatoi latrine firmati e stoicamente quotati, paradisi artificiali per vesciche puramente maschili. Baffi Gioconda, metronomi monoculari, Ulissi del rap di ritorno ad Itaca. Wheel di bici in sosta, aspettano una chiamata. Il ring suona ed ecco DADAISMO, il primo album di DELETERIO (Dogo Gang)

#Dadaismo  #Gioconda #DELETERIO #cookednews #dadaismo #waveofaction Deleterio a.k.a. Del CookedNews

Advertisements

Fabri Fibra: ‘Niente di personale’

#dissing #fibra #vacca #cookednews

Disrespecting, beef, dissing. Non rispettare. E’ la risposta di Fabri Fibra al rastaman Vacca, dopo un alterco niente male. Proprio come al Rolling Stone

Fabri Fibra. Niente Di Personale. Prod. Shablo.
Testo: http://fabrifibra.it/nientedipersonale

Oh mi fai… Mi fai la metrica come il pezzo suo…
Tu non hai le rime, lo stile, hai testi flosci /
vali tanto quanto un giornaletto di gossip /
questa qui è la prova che non sei un vero artista /
in Italia, in Giamaica, sei solo un turista /
resti intrappolato in mezzo a questi due mondi /
in entrambi i casi stai a secco, non sfondi /
c’è chi ti difende anche se poi zitto zitto /
sogna di rappare sul palco col sottoscritto /
scappi dall’Italia per problemi col fisco /
pure Baby K ti ha scartato dal suo disco /
tutti che commentano ogni singola parola /
litigo con mio fratello, ok, e allora? /
e questa tua metrica che uso mi fa schifo /
quindi basta /
Scarica gratis e vaffanculo, scarica gratis e vaffanculo /
Fabri Fibra! Ha!
Io non capisco perché dici tante cazzate /
se mi passi il microfono ti gonfio di mazzate /
lo so che avevi un sogno, ora puoi dirgli addio /
Milano è cambiata da quando sono arrivato io /
mi ricordo, sembra ieri /
primo posto in classifica, i soldi quelli veri /
volevano conoscermi in tutti i quartieri /
e tu muto, mentre scattavo foto /
sentivo il tuo sguardo addosso /
ogni cazzo di minuto /
hai detto “faccio il disco” /
io ho pensato “aiuto!” /
nessuno che si è accorto tipo al lupo al lupo /
non ce l’hai fatta, non hai venduto /
mi rispondi perché sai che è vero quello che ho scritto su Zombie /
sfigato, cosa ti sei inventato? /
Fritz ha fatto il disco ma tu non sei invitato /
Del ha fatto il disco ma tu non sei invitato /
siamo un altro Stato /
altro che fan all’asilo /
fatti i cazzi tuoi, tu sei Craxi in esilio /
molla il rap e resta in mezzo ai pesci /
coi soldi in Italia a fine mese non ci arrivi /
tu non ci riesci nemmeno di striscio /
potremmo organizzarti un Vacca Extreme Makeover Home Edition /
Sposta quel bus! Sposta quel bus! /
Sposta quel bus! Sposta quel bus! /
In arrivo l’album, Squallor /
Il nuovo album di Fabri Fibra /
dalla scena per la scena /
Universal, Tempi Duri! /
Basta, basta ‘sta roba, mettimi una base mia…
ha! Prima di iniziare hai qualcosa da dirmi?
Vaffanculo! Haaa! Ha!
Chi c’è nel disco di Gue’ ? /
Bravo Ragazzo /
c’è Vacca!? No! C’è Fibra testa di cazzo! /
rime malate, il flow ti fotte, entra ed esce /
ti resta poco come chi c’ha l’AIDS /
rapper falliti vi vedo, state ascoltando /
sono sempre nei vostri incubi più profondi /
senza casa, senza soldi /
non vorrei vivere la vostra vita nemmeno per due secondi /
solo chi è stupido non ha paura /
la gente prima fa il mio nome e poi si autocensura /
le regole fondamentali, uno vendere i dischi /
due suonare in giro e tre mandare fattura /
chi non ce l’ha fatta con il rap? Fuori i nomi /
il tuo sicuramente è il primo della lista /
disperati mc, disperati i produttori /
forse Internet vi ha offuscato la vista /
non ti ricordi? Ho detto, se vedi che sto zitto e non chiamo /
è perché sto contando i soldi /
rapper invidiosi di me ma non lo dite /
non rifate ciò che ho fatto io nemmeno in quattro vite /
Gangsta! Gangsta! Sempre collegato /
altro che gangsta, sei un hacker /
a casa ho quattro cessi, sai dove abito /
se ti presenti ficco la tua faccia nel water /
mando questa gente in coma cerebrale /
dalle Marche al nord il sapore è acre /
tu sulla strumentale cadi e sbatti la testa /
il flow è macabro tipo bum! Shumacher /
Manda un’altra base…
Entra nell’amplesso /
succhiami ‘sto testo /
Vacca dice “vienimi in bocca” /
rispondo “è presto” /
la gente vuole il sangue, eccolo /
viene da Vacca, perché? /
Perché c’ha il mestruo /
in famiglia/
non mi rispettavano, ora vivo in una villa /
e tu stacca la lingua dal culo di Emis Killa /
non vendi più un disco e per disperazione /
posti le tue foto a pesca insieme a tua figlia /
ma dai! Come sei messo? /
non hai mai fatto un cazzo di successo /
come questi rapper che stanno ancora ascoltando questo pezzo /
mentre commentano su facebook /
il mio show un’ora e venti, Alcatraz, tutto esaurito /
cosa inventi? Bla bla bla /
il tuo show mi ricorda una canzone della Sindrome /
Gratta e Gratta /
vai sul personale, tipo, scopa poco /
dovrei preoccuparmi? Il tuo rap è innocuo /
è tutta una finta, sorrido mentre in camera /
mi faccio questa pornostar lesbica incinta /
da oggi la tua misera carriera è finita /
prendo il Viagra e vengo a fotterti la vita /
io in copertina su Rolling Stone /
tu il mantenuto disoccupato a Kingston /
frate’ questi rapper dopano le vendite /
facendo quattrocentocinquanta mila instore /
vivo a Milano ma mi sento uno straniero /
perché sono cresciuto ascoltando Sangue Misto /
mai avuto debiti, pago le tasse e lavoro /
come fa un vero uomo /
ho solo creditori, gente come te /
che mi nomina da sempre per farsi la promo /
Vado bene? Vaffanculo!
Cena di Natale, Vacca è preso male /
mi siedo a tavola, famiglia ospitale /
la madre mi domanda perché sono sempre solo /
poi dice “grazie a te oggi lui ha un lavoro” /
rispondo “sa signora, io ce la metto tutta /
è un ambiente complicato /
molta gente che ti sfrutta e che ti assilla /
la madre mi interrompe e dice a Vacca /
“Ale guarda, in tv c’è il cantante che ti assomiglia” /
mi giro e su MTV appare Lil Wayne /
Vacca salta sul divano e parte a dire /
“Young Money! Voodoo Smokers Familia! /
Racket! Jamaica! Rap! Mamma! Ha…” /
cazzo dice questo qui? /
anzi, cazzo faccio qui? /
tu non sei nel mio cd, a dirti la verità /
per me sei morto, quando sento la tua voce è come se /
venisse dall’aldilà, ha! /
tipo seduta spiritica /
gente che non ha concluso un cazzo nella vita /
e poi ti critica /
Waccaleaks la rivista scandalistica /
la vita del perdente è pesantissima /
specie per un tossico /
da sette anni /
nascondo una ragazza morta nell’armadio e tu sei il prossimo /
Fabrizio si è fatto con le sue mani /
ti polverizzo e ti pippano i giamaicani /
“Pfffff… Yeah!”
Il rap è uguale al cinem a, ciak, sei pronto? /
pistola in mano, carico e sparo, bang! Sepolto /
preghiamo per questo ragazzo che c’ha lasciati /
“vaffanculo!” Amen /
definiscimi un dissing /
fune al collo, tirare /
questo qui non è un dissing /
questo è il tuo funerale /
e questa sotto è la messa /
sono tutti all’ascolto /
parenti e amici che pregano /
tu che domandi “chi è morto?” /
ma nessuno ti sente /
ti specchi e non ci sei riflesso /
corri verso il microfono /
ma ci passi attraverso /
la vita è un film, bella Slimer /
Ghostbusters /
la tua non interessa, chiudi /
Blockbuster /
Ritornello: Attiro così tante facce /
così tanti nemici /
lo so che stai parlando di me /
e chissà cosa dici /
hai fame, e chissà cosa dici /
infame, e chissà cosa dici /
parli di me? Tu non sai cosa dici /
Zzzzza! Tosatrici! /
Ammazza! Ammazza! Uccidi! Uccidi! /
Ammazza! Ammazza! Uccidi! Uccidi! /
Appena scesi dal palco /
cominciano a sparlare di me /
ingrati, io li guardo dall’alto /
a lui e a quell’altro /
ingrati /
a lui e a quell’altro /
via dieci grammi e uccido anche te /
ogni dieci anni a cicli di tre /
muoviti a tempo la rima è una lama /
zac! Sangue rosso bandana /
lo bevo tipo rito satanico /
mentre le radio passano Panico /
questo mondo è esoterico /
esplode il rap, dai, di chi è il merito? /
il mio disco, Italia /
il tuo disco imita /
vieni in tour in Italia, sì ma il fisco /
ti limita /
e alla gente che mi scrive /
“quello è un incapace” /
io rispondo /
“era, al passato, riposa in pace” /
Ritornello.
Il titolo del mio quarto disco è come te, Bugiardo /
un mare di merda, tu che affoghi /
io sto qui e ti guardo /
blublublublublublu… /
addio, annega, sparisci /
R.I.P. coglione /
il nome d’arte, arte nel nome /
prova di stile, il tuo è il cognome /
che cazzo pensavi si facesse l’appello? /
la scena rap è a gambe larghe /
io mi scappello /
poi entro, è un bordello /
hai firmato con la major grazie a chi? /
questo è il bello, dai fammi le doppie /
canta il ritornello /
attiro così tante facce, così tanti nemici…
va bene così Fabri? Sì, va bene, sei bravo a cantare…
sì però su Rolling Stone…
sì lo so, su Rolling Stone quando mi hanno chiesto se mi piace la tua musica,
ho detto che sono più tuo amico che tuo fan e tu ti sei offeso,
però non è che puoi andare in giro a parlare male di me in ogni intervista,
a farmi i dissing, hai il mio numero, chiamami,
basta promo col mio nome.
Ritornello.

#ops #Nientedipersonale  #Squallor #NienteDiPersonale #FabriFibra  #cookednews #Fibra #Vacca#Shablo

In viaggio con Lady Ghigliottina Boldrini

La Boldrini nel suo ruolo è inadeguata, impropria, miracolata. Lo sa lei, lo sanno tutti. Ha due meriti, piace a Napolitano e ubbidisce agli ordini e, per questo Regime, due medaglie così bastano e avanzano. La Boldrini deve andarsene e in fretta dalla Camera. Il presidente della Camera è un ruolo di garanzia del dibattito parlamentare. Lei ha tradito il suo mandato.

Il decreto legge IMU-Bankitalia ha regalato 7,5 miliardi alle banche sottratti agli italiani (e Renzie predica da un mese che vuole far risparmiare un miliardo agli italiani…) con un sotterfugio da magliari di terz’ordine, associare l’abolizione della seconda rata dell’IMU alla sottrazione di valore di Bankitalia. Si potevano scorporare i due decreti, il M5S avrebbe immediatamente votato per l’abolizione dell’IMU, non è stato fatto. Il M5S ha sollevato delle eccezioni a norma di regolamento, ha fatto “opposizione” da non confondere con il termine “ostruzionismo” caro ai telegiornali e alla carta igienica quotidiana che sono diventati quasi tutti i giornali.

Non siete abituati all’opposizione dopo decenni di inciuci? Beh, dovrete farvene una ragione. A termini di regolamento giovedì erano previsti numerosi interventi che avrebbero, per la loro durata, fatto decadere il decreto. La cosiddetta “tagliola“, la procedura che consente di interrompere la discussione e andare immediatamente al voto è presente nel regolamento del Senato, ma NON in quello della Camera. La Boldrini ha interrotto ogni discussione senza neppure l’appiglio del regolamento. Ha agito motu proprio, con un abuso di potere, fatto votare in un minuto per scappare dalla porta di servizio. Non era mai successo nella storia della Repubblica, neppure ai tempi di Pajetta che scavalcava i banchi per colloquiare con i colleghi democristiani o ai tempi di Tambroni. Mai è stata messa a tacere l’opposizione con un atto di imperio di natura strettamente personale. Giovedì 29 gennaio la democrazia è morta. Si è accettato il principio che le opposizioni, quando disturbano il Potere, devono essere messe a tacere ad ogni costo. Prima le banche, poi i cittadini.

I politici sono i camerieri dei banchieri e 7,5 miliardi valgono le messe di un’intera legislatura e la fine del confronto parlamentare. Boldrini a casa.

Il viral video di oggi. Pubblicato de giorni fa da FreedomChannelG su youtube, è stato ripreso da tutta la stampa nazionale e internazionale e fatto il giro (dell’Oca) della Rete. Visualizzazioni 5.676, all’orario in cui scriviamo, (19.01 ora italiana), su un canale youtube da 823 iscritti.

FreedomChannelG – YouTube

#CookedNews

Fabri Fibra scende dal palco del Primo Maggio, Cgil, Cisl e Uil lasciano il rapper a casa

Fabri-FibraFabri Fibra scende dal palco del Primo Maggio. E non lo fa di sua spontanea volontà: la sua cacciata è stata voluta dai sindacati confederali, organizzatori del tradizionale Concertone.

Le canzoni del rapper numero uno in Italia sarebbero piene di messaggi omofobi, sessisti e misogini. Queste le accuse mosse, pochi giorni fa, dall’associazione D.i.re (Donne in rete contro la violenza) presieduta da Titti Carrano che in una lettera aperta ai sindacati aveva chiesto l’espulsione di Fabri Fibra dal Concertone. Due, in particolare, i rap contestati: ‘Su le mani‘ (del 2006) che arriva a citare Pacciani e ‘Venerdì 17‘ (del 2004) in cui descrive lo stupro e l’assassinio di una bambina.

Così Cgil, Cisl e Uil hanno lasciato Fibra a casa. Una decisione che a molti potrebbe apparire come una censura preventiva, finora mai utilizzata per il Concertone. Sorpreso dalla scelta, lo storico organizzatore dell’evento Marco Godano rilascia un breve commento: ‘Non è nei nostri poteri rifiutare le indicazioni che ci arrivano dai sindacati’.

Fabri Fibra fa sapere che le sue considerazioni le metterà in rete – via Facebook e Twitter – entro domani. Ma una prima risposta alle accuse di D.i.re l’aveva già affidata a una lettera, pubblicata online dall’ Huffington Post : ‘Il rap, come il cinema, racconta delle storie, alle volte crude alle volte spensierate. Spesso le rime e il rap servono per accendere i riflettori dove c’è il buio’. Aveva anche sottolineato che: ‘Il rapper non prende una posizione sulla canzone che scrive: è l’ascoltatore che è costretto a riflettere e a prendere una posizione.

Nel 2013 sono stanco di essere descritto ancora come il rapper violento: in passato mi accusavano di non rispettare le donne nelle rime, ma io scrivevo quello che vedevo non quello che pensavo’. Ha anche chiamato in causa il regista pulp per eccellenza: ‘Nemmeno Quentin Tarantino, con i suoi film spesso crudi, crede o incita alla violenza; quella non è la realtà. I suoi film non sono documentari. Il rap segue lo stesso principio…’. E ha espresso la sua condanna al femminicidio e alla violenza domestica che ‘ha raggiunto in Italia proporzioni inquietanti. Tutti ne dobbiamo immediatamente prendere le distanze e deprecarla come uno dei peggiori crimini che si possano commettere’.

Le sue spiegazioni però non sono bastate e alle centinaia di migliaia di giovani che affolleranno piazza San Giovanni è stata tolta l’occasione di ascoltare Fibra che con il suo linguaggio esplicito e politicamente scorrettissimo – sulla scia dei ‘maestri’ del rap americano – ha sempre attirato critiche. Però per lui sono sempre stati fortissimi anche i consensi: il suo nuovo album, ‘Guerra e pace‘, ha debuttato al primo posto in classifica e ha conquistato un disco d’oro. Il Concertone, in diretta su Rai3, sarà presentato da Geppi Cucciari. Il cast, ancora da definire, comprende Elio e le Storie tese, Nicola Piovani e un’orchestra di strumentisti rock. Ma con l’espulsione di Fibra ora è a corto di star. (fonte Corsera)

Ed ecco la risposta del rapper dal suo profilo Facebook. ‘Concertone del Primo Maggio in Piazza San Giovanni: nemmeno quest’anno sarò su quel palco. Mi sembrava strano. In effetti, l’invito entusiasta da parte di Marco Godano mi aveva sorpreso, era una bella novità. Invece poi non sono gli organizzatori che decidono chi suona in piazza. Nei miei testi forse non tutti ci leggono l’impegno politico o sociale necessario per eventi del genere. Nel 2013, per alcuni, il rap e i suoi meccanismi artistici sono ancora da interpretare e da capire fino in fondo. Qualcuno voleva che io suonassi e qualcuno no. Nonostante il tentativo, non si fa nulla. Il Primo Maggio è ancora soggetto a certi schemi che in altri circuiti live non ci sono o comunque non ci sono più. Penso in ogni caso che i concerti siano una bella occasione per i ragazzi di vivere esperienze musicali reali. Ci vediamo comunque in tour quest’estate e quest’autunno.’

Mtv Hip Hop Awards, ‘Best Artist’ a Marracash, J-Ax ‘Rap Icon Award’

marracash-mtv hip hop awards 2012Marracash, Emis Killa, Ensi, J-Ax, Club Dogo, Mondo Marcio, Fedez, Salmo. Ecco gli artisti premiati ai primi Mtv Awards dedicati al rap e all’hip hop italiano la cui cerimonia di consegna si è svolta ieri nel corso dell’evento live su Mtv.

Per la categoria ‘Best Artist’, il successo è andato a Marracash, che si conferma il re del rap superando l’agguerrita concorrenza di Club Dogo, Emis Killa, Fabri Fibra e J-Ax. Emis Killa, conquista invece il premio nella categoria Best New Artist. Nella categoria ‘Best Album’ trionfo per i Club Dogo con il loro ultimo lavoro ‘Noi Siamo Il Club’. Il vincitore di Mtv Spit, Ensi sbaraglia gli altri candidati al premio ‘Best Freestyle’.

Il progetto Rap per l’Emilia realizzato da Emis Killa, Club Dogo, J-Ax e Marracash ha vinto il premio nella categoria ‘Best Collaboration’ con il brano ‘Se il mondo fosse’. Il video ‘Senza cuore’ di Mondo Marcio si è affermato nella categoria ‘Best Video’, mentre ‘Salmo’ ha conquistato la categoria ‘Best Crossover’. ‘Faccio Brutto’ di Fedez è stato premiato come Best Song.

A J-Ax, trionfatore nella categoria ‘Best Live’, è stato assegnato anche il ‘Rap Icon Award’, il premio che riconosce all’artista milanese il grande successo della sua lunga carriera, dal debutto con gli Articolo 31, ai progetti da solista e alle numerose collaborazioni con altri grandi nomi della scena musicale italiana.

Italian Best Dance Crew e Hip Hop Awards: scena tutta rap per Mtv dal 12 dicembre

MTV Italia e Vodafone inaugurano la prima edizione degli award che premiano il meglio del rap italiano! L’evento si terrà a Milano mercoledì 12 dicembre 2012 e vedrà la partecipazione e le performance degli esponenti più rilevanti della scena rap italiana!

Questo è l’anno zero anche per i primi Hip Hop Awards lanciati da Mtv per quanto riguarda il panorama italiano della musica rap.

 Gli artisti nominati alla prima edizione degli MTV Hip Hop Awards che potrai vedere su MTV e MTV Music il 12 dicembre dalle 21.10 sono ancora soggetti a voto.

E’ possibile votare fino al giorno dell’evento per tutte le categorie e assegnare i premi agli artisti preferiti candidati per Best Artist, Best New Artist, Album of the Year, Song of the Year, Best Live, Best Freestyler, Best Crossover e Best Collaboration.

In più continua il voting per la categoria Vodafone Square Italian Best Dance Crew, il premio dedicato al miglior gruppo di ballerini hip hop del Paese: votando per le crew si partecipa al concorso che mette in palio tre VIP pass per l’evento, che si terrà a Milano sempre il 12 dicembre.

Qui sotto la lista completa dei nominati e intanto oggi esce Carpe Diem, l’ultimo lavoro del Soundboy Mr. Entics.

BEST ARTIST    
Club Dogo
Emis Killa
Fabri Fibra
J-Ax
Marracash    

BEST NEW ARTIST    
Emis Killa
Entics
Fedez
Ghemon
Salmo    

ALBUM OF THE YEAR    
Club Dogo ‘Noi Siamo Il Club’
Emis Killa ‘L’Erba Cattiva’
Marracash ‘King Del Rap’
Salmo ‘Death Usb’
Two Fingerz ‘Mouse Music’

SONG OF THE YEAR    
Club Dogo ‘P.E.S. (feat. Giuliano Palma)’
Emis Killa, Club Dogo, J-Ax, Marracash ‘Se Il Mondo Fosse’
Ensi ‘Numero Uno’
Fedez ‘Faccio Brutto’
Marracash ‘Sabbie Mobili’

VIDEO OF THE YEAR    
Clementino e Fabri Fibra in Rapstar ‘La Luce’
Emis Killa ‘Parole Di Ghiacci’o’
Ensi ‘Numero Uno’
Fedez ‘Faccio Brutto’
Mondo Marcio ‘Senza Cuore’

BEST LIVE    
Club Dogo
Emis Killa
Fedez
J-Ax
Marracash

BEST FREESTYLER     
Clementino
Ensi
Kiave
Nitro
Rancore    

BEST CROSSOVER    
Entics
Nesli
Power Francers
Salmo
Two Fingerz    

BEST COLLABORATION    
Big Fish & Caparezza ‘Solo Col Mic’
Clementino e Fabri Fibra ‘Rapstar’
Emis Killa, Club Dogo, J-Ax, Marracash ‘Se Il Mondo Fosse’
Fabri Fibra & Crookers ‘L’Italiano Balla’
Max Pezzali ‘Hanno Ucciso L’Uomo Ragno 2012’

http://www.mtv.it/

Fabri Fibra – ‘Casus Belli’ in uscita il prossimo 30 ottobre

Fabri Fibra  – ‘Casus Belli‘ in uscita il prossimo 30 ottobre in free download direttamente dalla Tempi duri records, l’etichetta indipendente del rapper italiano proveniente da Senigallia, ma da tempo insediatosi a Milano.

Casus Belli è una produzione indipendente e precede il prossimo album di Fabri Fibra, ‘Guerra e Pace’, annunciato insieme alla Universal, la major con la quale questa estate ha rinnovato il contratto, per gennaio 2013.

Il lavoro di Casus Belli continua quello di pubblicazione con il duo di dj Crookers, con i quali il rapper ha collaborato dando voce alla hit ‘L’Italiano Balla‘, il cui ricavato è devoluto interamente alla ricostruzione di alcuni istituti scolastici post terremoto in Emilia Romagna

‘L’Italiano Balla – Male’ ha scatenato una competizione tradotta in video di grande successo e partecipazione, inducendo a creare una piattaforma a cui poter inviare i propri singoli in concomitanza con Radio Dj, prima in assoluto a fare ascoltare il single made Tempi Duri records e conclusasi il 10 settembre scorso con la Rap Race, la prima corsa ippica dal mondo del rap italiano a San Siro.

Medeline, Deleterio, Luckybeard, Mustafive, D-Ross, C 65, Cashe N. Cashe, Fyre Dept. sono soltanto alcune delle produzioni di Casus Belli Ep., 12 inediti compresi di Intro e qualche featuring che abbiamo avuto modo di conoscere nella gabbia di Mtv Spit ( mi riferisco a Nitro e alla traccia n.9 ‘Felice per me’ insieme a Nitro) e la cui pubblicazione è stata annunciata da Fibra a inizio settembre attraverso Twitter.

”Casus belli’ è il prequel, il motivo della guerra, ‘Guerra e pace’ è lo svolgimento, la narrazione della storia – aveva detto’.

Buon ascolto dal 30 ottobre

Su Twitter: #casusbelli

http://www.tempidurirecords.it/

Rap Race: a San Siro, Milano, la prima corsa ippica dal rap italiano

Il giorno dopo. Potrebbe sembrare una minaccia, ma è esattamente così. Il giorno dopo la corsa di cavalli a cui alcuni dei rapper più in vista della scena musicale italiana e, diciamolo pure, internazionale, hanno scelto dei purosangue a cui dare un nome soltanto per un giorno, appunto, domenica 9 settembre. In questa data si è corsa la prima Rap Race d’Italia. Per ridare un nome ai prossimi cassa intregrati dell’ippica, che ahi loro non hanno scelto la strada del rap per poter sfamare figli e famiglia, e per continuare ad aiutare i terremotati d’Emilia. Con un Iban di riferimento, che noi di Cooked News, attenti sostenitori del buon rap made in Italy, riportiamo dando un volto ai fantini della rima parlata. Fabri Fibra, Marracash, Mondo Marcio, Entics, ENSI, Emis Killa. Sono loro che hanno voluto sostenere ancora una volta le parti oscure del sistema Italia, o quantomeno quelle sulle quali gli spot dell’Ippodromo di San Siro, a Milano, sui 1.600 mt di rettilineo dell’Ippodromo più importante d’Italia, non hanno ancora acceso le luci. Fossimo tutti dei gran conigli in gabbia?

I fantini che hanno montato i 5 purosangue inglesi sono tra i più importanti a livello nazionale: Dario Vargiu , Cristian Demuro, Sergio Urru, Pierantonio Convertino, Ganriele Congiu, Michael Rossini. Gli Allenatori che hanno prestato i cavalli delle proprie scuderie sono: Bruno Grizzetti, Marinella Arienti, Frank Turner, Diego Dettori, Marco Gonnelli, Fausto Trappolini.

Ogni artista con la propria scuderia e il proprio cavallo, ha dato un nome al cavallo proveniente dalle scuderie da corsa, nonché i disegni delle giubbe, sono stati pensati, ideati e creati dai 5 artisti. Ai cavalli sono stati dati i seguenti nomi: Controcultura (Fabri Fibra), King del Rap (Marracash), Carpe Diem (Mr. Entics), 60 Rackz (Emis Killa), Senza Cuore (Mondo Marcio), Numero Uno (Ensi).

Il rapper ha seguito la propria scuderia di appartenenza in tutte le fasi della corsa: dal peso del Fantino, all’insellaggio (dove il cavallo viene insellato e bardato), dall’arrivo dei cavalli e dei Fantini al Tondino, luogo dove i cavalli dei 6 rapper hanno sfilato davanti agli occhi del pubblico, fino allo start vero e proprio della corsa. 30 minuti di pura adrenalina e attesa che decreteranno un unico vincitore.

‘Rap Race’ si è corsa a Milano, San Siro. RAP RACE è ufficialmente presentato da SAVE ITALIAN RACING movimento a favore e sostegno dell’ippica italiana. RAP RACE è anche beneficienza, il ricavato delle offerte per la corsa verrà devoluto all’associazione ‘Ancora In Piedi – Hip Hop 4 Emilia‘ impegnata per la ricostruzione della Scuola Media Dante Alighieri di Sant’Agostino (FE) e della Scuola Elementare Primaria di San Carlo (frazione di Sant’Agostino), distrutte dal terremoto dello scorso maggio. Per donazioni: Ancora In Piedi ASD – Banca Credem AG. 1 Ferrara – IBAN: IT96Y0303213001010000000927

Salmo: il metallaro del rap italiano al RockFestin Rome per l’Orion Red Stage. Subito dopo J-Ax

Arriviamo con qualche giorno di ritardo da quando è iniziato, anche se abbiamo dato in anticipo Snoop Doog che dopo l’arresto passeggero in Norvegia per un quantitativo inappropriato di weed, marijuana, si è esibito sul palco capitolino del Rock Fest In Rome (data del 3 luglio).

C’è stato segnalato tale Salmo (e chi non lo conosce? Qualcuno c’è ndr.) ricordate il frontman di ‘ cura né luogo’ e ‘Marragheddon’ in King del Rap insieme a Marracash? Il dubstepper più hardcore d’Italia? Dicono sia il ‘metallaro’ del rap italiano. Sardo di Olbia e sempre in giro per la penisola o a lavoro per le riprese di una clip sconvolgente per immagini e voce, per la ‘strumentale’, perché è il ‘King dell’hardcore’, Maurizio Pisciottu, ‘Salmo (classe 1984) o Salmolebon è nato e cresciuto in Sardegna ed è un musicista, rapper, beat maker e writer’ – leggiamo direttamente dalla bio del sito e che carichiamo tutta, tanto fa piacere leggerla.

‘Artisticamente attivo dall’età di 13 anni, nel ‘97/’98 incide le prime strofe su vari tape. Dal 1999 produce come rapper i primi demo: ‘Premeditazione e Dolo’, ‘Sotto Pelle’ (2004) e ‘Mr. Antipatia’ (2005). Negli stessi anni lavora su progetti musicali paralleli girando per l’Italia e l’Europa con gli SKASICO (band rap-metal), con i quali produce ‘Terapia’ (2004) ’21 grams’ (2006) ‘Orange Bloom’ (2008). Nel 2009 collabora con la stoner band THREE PIGS TRIP producendo l’EP ‘Mercyfull Bullets’.

In contemporanea consuma i palchi internazionali con la punk/hardcore band TOEDGEIN incidendo ‘TOEDGEIN’ (2008) e ‘Shell Shock’ (2011). Nel 2011, dopo tredici anni di dischi e live show, il primo LP da solista ‘THE ISLAND CHAINSAW MASSACRE’, 17 tracce di puro rap sperimentale . L’atmosfera di questo album destabilizza i canoni dell’attuale scena italiana: i tappeti ritmici sono un mix di metal, drum n’ bass, elettronica, rock n’ roll e beat pesanti che riportano al sapore del rap anni ‘90. I contenuti trasudano negatività, introspezione, poesia volgare. ‘Un album elegantemente sporco – lo hanno definito imprevedibile, spontaneo da cui sono stati tratti ben nove singoli accompagnati da altrettanti video’.

SALMO ha direttamente prodotto, curando regia ed editing, i video dei singoli ‘Il senso dell’odio’ e ‘Rancho della luna’, mentre tutti gli altri videoclip sono stati realizzati da Mirco de Angelis e Alberto Salvucci, membri della Machete Crew. Nel settembre 2011 arriva Milano: è il momento per SALMO di andare a vivere in città e affittare una casa con tutta la Machete crew. Nasce una factory creativa con un home studio in cui convivono rapper, beat maker e video maker.

Nel frattempo conosce Dj Harsh e inizia ad avvicinarsi a Zona Uno Booking, grazie alla quale porta in tour fino a dicembre 2011 ‘THE ISLAND CHAINSAW MASSACRE’ suonando in più di trenta date in tutto lo stivale. A febbraio 2012 è uscito in free-download ‘MACHETE MIXTAPE’, venti tracce tra rap, dubstep e drum’n’bass che vedono la partecipazione di tutta la crew Machete e di alcuni fra i più importanti esponenti dell’attuale scena rap italiana. SALMO vive di notte e dorme di giorno. Questo disturbo del sonno continua a influenzare fortemente l’immaginario delle sue canzoni, tra riferimenti macabri e atmosfere splatter e brutali.

Nel gennaio del 2011 si è rinchiuso nella Machete Factory e ha composto e registrato in una sola settimana tutto il suo nuovo disco Death USB  presentato al pubblico il 23 Febbraio 2012, durante la settimana del Festival di Sanremo e da subito primo in calssifica su Itunes.

Cosa c’entra J-Ax? Salmo sarà live sul palco dell’Orion Red Stage al RockFest in Rome subito dopo il rapper n’ roller degli Art. 31, d’appoggio ai canadesi Datsik e prima di Young MushJ-AX torna dal vivo nell’estate 2012 dopo il grande successo del ‘Meglio Prima tour’, più di 30.000 spettatori in 14 date nell’ottobre 2011 e sold out a ripetizione continua.

Chi ha visto J-Ax dal vivo almeno una volta lo sa: è un’esperienza da non perdere, uno spettacolo di pura energia, dall’impronta decisamente rock, con almeno 25 canzoni in scaletta, per oltre 2 ore di concerto a ritmo serratissimo.

L’ultimo lavoro in studio è stato ‘Meglio Prima’, uscito in settembre 2011: 27 settimane consecutive in classifica e disco d’oro. Sette i singoli che ne sono stati tratti: ‘Dentro Me’, ‘Musica da Rabbia’, “Meglio Prima’, ‘Domenica Da Coma’  (pezzo dell’anno ai Rockol Award), ‘I Love My Bike’, ‘Altra Vita’, una ballad dallo spirito punk, il cui video è un viaggio fra i luoghi che hanno visto Ax crescere e il più recente ‘Tutta Scena’, una sorta di riempipista da pogo, ideale per anticipare l’atmosfera di questi concerti estivi. Per i suoi fan vecchi e nuovi – 500 mila su facebook e superati i 100.000 follower su twitter a pochi mesi dall’apertura dell’account – da marzo a maggio è uscita tutta la sua discografia completa, dagli album con gli Articolo 31, la sua band fino al 2005, fino a oggi, solista con 5 album all’attivo, passando per side project come i ‘Due di Picche’ con Neffa.

In questo periodo J-Ax spopola in radio anche con ‘Sempre Noi’, il featuring realizzato per l’album di Max Pezzali, in occasione del ventesimo anniversario degli 883, nonché con ‘Man Of Simple Pleasure’ una collaborazione alquanto sorprendente con i Kasabian.

A seguire J-Ax, sul palco dell’Orion Red Stage, Dubstep, Hip Hop, EDM e tanta musica elettronica con tre grandi nomi: DATSIK (Canada) + Salmo eYoung Mush.

A soli 21 anni DATSIK (Aka Troy B.) è già tra gli artisti dubstep più influenti di tutto il panorama mondiale. Il suo sound è riconoscibile per i suoni hip-hop e future-tech che creano un groove futuristico dai ritmi pesanti e linee di basso potentissime. Vanta numerose uscite che sono balzate al primo posto su Beatport, ben 7 solo nel 2009, dimostrando che la musica di Datsik è ascoltata davvero in tutto il mondo. Ha prodotto remix per the Crystal Method, Freestylers, Bassnectar, Noisia, Diplo, the Wu-tang Clan, Apex. Con la popolarità ancora in crescita Datsik continua a dedicarsi a sperimentazioni sonore che lo porteranno ad una trasformazione fino a raggiungere un livello successivo.

Di Salmo vi abbiamo già detto. Dunque.

Producer e dj attivo da primi del 2005, YOUNG MUSH esordisce come dj resident della scuderia Evilsound in un evento nel 2010 esibendosi prima di Skream, il suo dj set fu talmente esplosivo da surriscaldare una sala ancora timida nei confronti del nuovo genere. Da li in poi fu un susseguirsi di ottime performances: ha condiviso il palco con artisti di fama mondiale come Crookers (quelli di L’Italiano Balla insieme a Fabri Fibra), Steve Aoki, Dirtyphonics, Boys Noize, Cyberpunkers, Vitalic, Pendulum, Skream, Calvertron, Zomboy.

Di lui dicono: ‘Young Mush, deejay poliedrico che spazia dalla fidget alla dubstep, dalla dutch alla drum’n’bass senza mai esagerare e senza far perdere l’entusiasmo di chi ha davanti.’

Nel 2011 fonda la Beatlife Records, divenendo uno dei dj/producer piu promettenti d’Italia.

Ancora qualche info di pertinenza al RockinFest che avrebbe dovuto ospitare i Radiohead. Postdatato il tour a settembre (stesse date ma a settembre) dopo il crollo del palco a Toronto. Il concerto di Boys Noize invece, previsto a Roma sabato 7 Luglio, si terrà il 21 luglio all’interno dell’evento ‘Make Some Noise’ (Ippodromo delle Capannelle).

Il prossimo 21 luglio Salmo e la Crew Machete sarà allo SBAINIGHT @ Venice DOC Festival.



IPPODROMO DELLE CAPANNELLE
Via Appia Nuova, 1245 – Roma
POSTEPAY ROCK IN ROMA e gli eventi della THE BASE sono anche su FACEBOOK

Informazioni sul festival e le prevendite:
WWW.THE-BASE.IT – WWW.POSTEPAYROCKINROMA.COM
Tel. 06.54220870 – Info diversamente abili: Tel. 06.54220870

LUOGO CONCERTI:
IPPODROMO DELLE CAPANNELLE
Via Appia Nuova 1245 (Roma)

PREZZO BIGLIETTI:
Posto unico intero per J-Ax:  €  22,00 + 3,30 d.p.
Prezzo biglietto serata ‘Orion Red Stage’: €  15,00 + 3,00 d.p.
La sera del concerto i biglietti possono essere acquistati al botteghino dalle ore 18

ORARI:
Apertura porte: ore 18:30
J-Ax: ore 21.45

Serata dubstep ‘Orion Red Stage’: ingresso dalle 23.00, inizio show 23.30

INFOLINE: tel. 06.54220870
WEB UFFICIALIwww.postepayrockinroma.com – www.the-base.it
ORGANIZZAZIONE: THE BASE S.R.L.
DIREZIONE ARTISTICA: SERGIO GIULIANI, MAXMILIANO BUCCI

http://www.salmonlebon.com/
https://www.facebook.com/salmoofficial
https://twitter.com/Salmolebon
http://www.salmonlebon.com/videos/
www.myspace.com/salmonlebon
http://www.rockinroma.com/calendario-rock-in-roma-2012.html

Attualità/Blogs/Cooked News/Cultura/Eventi/fashion/Gossip&VIP/I Post più letti/Internazionale/Internet/Latest news/Magazines/Musica/Newspapers/Politica/Rete sociale/Spettacolo/Web News/world news/Worpress.Com

//////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////

E’ uscito l’Italiano Balla, Fabri Fibra vs Crookers

Ok, fa caldo. Ma anche questo pargolo è stato messo al mondo. Supportato da un Emis Killa che tanto male poi non balla, ecco il video tanto atteso del nuovo Fabri Fibra (il vecchio dove sta?). L‘Italiano Balla, in parole di Fabrizio Tarducci e in musica dei Crookers (due dj Italiani di musica house, in particolare electro house e fidget, con un’influenza hip-hop. I membri della band sono Phra (Francesco Barbaglia) & Bot (Andrea Fratangelo), spiega come è possibile ballare senza sentirsi o farsi male. Anche questo è una produzione Tempi duri records. 

L’etichetta del rapper di Senigallia firma anche il successo benefico di Emis Killa che insieme a J-Ax, Club Dogo e Marracash hanno lanciato con Rap X l’Emilia una raccolta fondi per la ricostruzione dell‘Istituto Superiore Galileo Galilei di Mirandola, in provincia di Modena. Con il brano ‘Se il mondo fosse‘ presentato agli MTV Days di Torino di questi giorni, disponibile su iTunes e già in top ten come numero uno, l’iniziativa è aperta a tutti coloro volessero contribuire alla ricostruzione.

Sull’iniziativa ‘Adotta una scuola’ (Ufficio Scolastico Regionale per l’Emilia-Romagna) informazioni anche su: www.istruzioneer.it

Al link You tube il canale official ‘Fabri Fibra Io Ballo Male‘ con Clementino Iena White, Elisa, Luca De Gennaro, Two Fingerz, Emis Killa, Mr. Entics, la Universal Music Italia, Albertino, theCrookers, Rise BeatBox e persino gli italo americani di Jersey Shore (ballano malissimo) tutti a ballare. E male. Non si vede ballare Fabri Fibra. #Balla

Chi si decide a ballare e male, può mandare la clip a ballamale@deejay.it @asganaway

il singolo su iTunes: http://itunes.apple.com/it/album/litaliano-balla-fabri-fibra/id537759875 

Fabri Fibra & Crookers. L’Italiano Balla. Video ufficiale.
Regia Rino Stefano Tagliafierro. ‘Si ringrazia Ricky Rock per aver ballato. Male.’





watch?v=aEdwdfUbqiA&feature=player_embedded#!

https://cookednews.wordpress.com/
http://www.youtube.com/user/fabrifibra?feature=g-all-lik
http://www.hmatt.it/

Antagonismo e Attivismo/Arte/Attualità/Blogs/Cooked News/Cronaca/Cultura/Economia/Esteri/Eventi/fashion/Gossip&VIP/I Post più letti/Internazionale/Internet/Interni/Latest news/Lavoro/Magazines/Musica/News dallo Spazio/Newspapers/Politica/Rete sociale/Spettacolo/Sport/Uncategorized/Web News/world news/Worpress.Com

///////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////

Create a free website or blog at WordPress.com.