La stampa tedesca contro gli Azzurri

La stampa tedesca contro gli Azzurri.  Non abbiamo ancora cominciato, che bisogna già difendersi. Il match di questa sera, decisivo per la finale da disputare con la Spagna, Italia Germania, deve ancora iniziare e i principali tabloid germanici sono già passati  all’attacco.  La Welt online elenca 20 motivi per i quali i tedeschi batteranno i sempre rivali italiani.

Tra i venti motivi più o meno seri che – secondo il giornale made in Deutschland – porterebbero la vittoria dalla loro parte ci si mette anche l’arbitro francese Stephane Lannoy. Inoltre a far vincere la Germania contribuirebbe anche Daniele De Rossi, unico giocatore importante dell’Italia, che ha già segnato un goal con la nazionale tedesca (in un’amichevole nel marzo 2006 a Firenze), in forse a causa di un dolore a una gamba. Ancora un motivo per cui l’Italia soccomberà questa al potere calcistico della più forte Germania? Si chiede ironicamente il Welt. ‘Perché allo stadio di Varsavia ci saranno 25mila fan tedeschi contro i circa 5mila italiani’  e ‘perchè agli italiani in tre semifinali non sono riusciti a portare a casa una vittoria o a fare un goal’.

Attacco caustico del Bild agli italiani intercettati come i più ‘scatenati’: De Rossi a cui piace Mussolini ( ma chi Alessandra, l’onorevole?)  e Antonio Cassano, ‘uomo bunga bunga da seicento donne’.

Sono forti i tedeschi, che continuano a buttar giù gli azzurri e gli italiani in generale, per il cibo, il papa, il numero di goal, lo stile di alcuni giocatori nel tirar palle in rete (riferimento esplicito fisso a Cassano insieme a Emanuele Giaccherini, considerati i peggiori del campionato e ai venti tentativi di Balotelli di segnare andati nulli, eccetto che per una volta.

E dopo aver più o meno efficacemente sparato a zero sugli italiani, il popolare tabloid Bild invita i suoi lettori a creare la formazione della nazionale tedesca, annunciata ufficialmente nel tardo pomeriggio prima della semifinale, spiegando la tattica del ct tedesco Joachim Loew di voler ‘evitare a ogni costo che il ct degli italiani Prandelli sappia in anticipo la collocazione dei giocatori e regoli di conseguenza la sua di tattica.

Ricorda invece il Der Spiegel online che ‘quando questa sera la nazionale tedesca incontrerà gli Azzurri per la semifinale degli Europei, a 1.200 chilometri di distanza a Bruxelles avrà luogo un duello italo-tedesco non meno importante’, quello tra Mario Monti e Angela Merkel.

Un ulteriore accusa arriva dalla prima del Sueddeutsche Zeitung che punta il dito contro i party patriottici tacciandoli di nazionalismo e pubblicando una foto di fan ricoperti di gadget e vessilli teutonici. Dai Mondiali 2006 ‘i tifosi tedeschi trasformano gli eventi sportivi e mondani in feste nero-rosso-oro. Occhio quindi alle derive nazionaliste.

Più moderato, per ovvie ragioni, il direttore (dal 2004) del berlinese Die Zeit (il Tempo) che insieme al Der Spiegel è il più importante settimanale della Repubblica Federale. Italiano nato a Stoccolma da mamma tedesca e papà italiano, emigrato in Germania a poco più di tredici anni, a Giovanni Di Lorenzo Sky Italia ha fatto qualche domanda.

‘Vivo in Germania da 42 anni. Dal 2004 ho la doppia cittadinanza. Ma stasera tiferò Italia. E’ la mia prima squadra e le squadre non si possono cambiare. Sarò a Brema per le prove di 3nach9, il programma radiofonico che conduco a Radio Bremen e probabilmente la vedrò in un ristorante italiano.

In particolare – continua Di Lorenzo – tutti lodano la classe di Andrea Pirlo, a cui il nostro giornale dedicherà un servizio e la prima pagina del numero in uscita. Nonostante questo rispetto, vengono tirati fuori i soliti pregiudizi verso il calcio italiano. Difensivo, teatrale, con i giocatori dediti a trucchi per ingannare gli avversari. Noi italiani, parlo per me, come si dice non siamo adatti a far niente, ma siamo capaci di tutto. Chi vincerà? Penso che si possa vincere, lo spero e me lo auguro, soprattutto per Cesare Prandelli, una persona che stimo per la sua grande onestà’.

https://cookednews.wordpress.com/2012/06/28/europei-di-calcio-2012-germania-italia-fra-sogni-e-visioni/

Spagna e Portogallo pronti allo scontro finale

Sarà un incontro decisivo quello di oggi allo stadio di Donetsk in Polonia per la semi finale di Euro 2012. Spagna e Portogallo si contendono un posto in finale. E se la Furia roja sembra essere pronta per entrare nella storia, prendendosi per la terza volta consecutiva il titolo di campione, dopo quello del mondo e d’Europa di cui è attualmente in carica, il Portogallo, dal canto suo, spera di stoppare i piani dell’avversaria Spagna, facendo un gioco lento e pensato, senza lasciare ai rivali il dominio del campo. Desideri da trasformare in realtà a match concluso.

La Furia Rossa (come viene soprannominata la squadra) è campione d’Europa e del mondo in carica. Occupa attualmente il 1° posto nella classifica FIFA aggiornata al 6 giugno 2012, posizione raggiunta per la prima volta a luglio 2008.

Portogallo Spagna semifinali Donbass ArenaDonetsk – 27/06/2012 – 20:45CET (21:45 ora locale)

http://it.uefa.com/uefaeuro/index.html

Euro 2012: inizia la battaglia per un posto in finale

L’Italia arriva in semifinale agli Euro 2012 contro un’Inghilterra che la dà ancora una volta vincitrice e un grande finale ai rigori di domenica. Dopo 120 minuti di gioco, gli italiani hanno afferrato la vittoria del 4-2. Gli azzurri dovranno confrontarsi adesso con la Germania, sul campo di Varsavia, giovedì prossimo. La prima semi-finale si giocherà invece fra Spagna e Portogallo a Donetsk mercoledì.

The battle begins for a place in Euro 2012’s final

Italy rounded off the quartet of Euro 2012 semi-finalists as England once again exited a major finals in a penalty shootout on Sunday. After 120 minutes of play the Italians grabbed a 4-2 victory. They go on to play Germany in Warsaw on Thursday. The first semi-final between Spain and Portugal takes place in Donetsk on Wednesday.

Balotelli e il goal che fa vincere l’Italia. In rete è ‘amazing’ con più di 100mila visualizzazioni

La coppia di ragazzi terribili firma la vittoria sull’IrlandaGli azzurri battono 2-0 la nazionale del quadrifoglio guidata dal  Trap e, grazie alla vittoria della Spagna per 1-0 sulla Croazia, volano ai quarti di finale come secondi del Gruppo C, proprio dietro le Furie Rosse. Ed è proprio la discussa coppia d’attacco Cassano-Balotelli a firmare il pass per la fase finale.

L’Italia,  a trenta minuti dal fischio di inizio, riesce a prendere le redini del gioco e passa in vantaggio al 35′ grazie allo stacco di testa di Cassano sul corner di Pirlo. Di Natale confeziona due gol, ma la difesa irlandese riesce a metterci una pezza. Nella ripresa gli azzurri soffrono, ma è Balotelli al 90′, entrato al posto di Di Natale, a sbloccare il risultato con una bella sforbiciata ancora da corner, questa volta di Diamanti. Il migliore epilogo che ci potesse essere per l’Italia di Prandelli.

E’ la fine quando si aspetta ancora un minuto  per il risultato di Danzica: la Spagna vince e il passaggio ai quarti è sigillato.

Ora contro gli azzurri la vincente del Gruppo D. Proprio nell’incontro del biscotto impossibile, le Furie Rosse, dopo un match combattuto ad armi pari contro la sorprendente selezione di Bilic, riescono ad avere la meglio grazie ad una rete all’88’ di Jesus Navas, che chiude al meglio un micidiale contropiede di Iniesta.

La squadra di Del Bosque, quindi, accede ai quarti come prima del girone, e affronterà la seconda del Gruppo D. L’Italia chiude al secondo posto con 5 punti, dietro alla Spagna prima con 7 e precede la Croazia che si ferma a 4 punti. La formazione di Cesare Prandelli interrompe la striscia negativa record, che non la vedeva vincere una gara tra fasi finali di Mondiali ed Europei dal 17 giugno 2008 (2-0 sulla Francia ad Euro 2008).

Nei soli Europei è  imbattuta da 6 partite con bilancio di 2 vittorie e 4 pareggi ed ultimo ko datato 9 giugno 2008, 0-3 dall’Olanda. L’Italia prosegue il proprio cammino grazie al gol sblocca risultato di Antonio Cassano e bissato allo scadere da Mario Balotelli. Con questa rete il fantasista di Bari vecchia diventa, solitario, capocannoniere azzurro all time in fasi finali europee con 3 centri.

Nei quarti di finale la Spagna tornerà in campo sabato 23 giugno, ore 20.45, a Donetsk contro la seconda classificata del girone D, che conosceremo questa sera. Mentre l’Italia di Prandelli giocherà a Kiev contro la prima del gruppo D alle 20.45 di domenica 24. Nel gruppo D, fuori ormai la Svezia a 0 punti, si contendono l’accesso ai quarti Francia e Inghilterra, a 4 punti, e Ucraina, a 3.

Le partite di oggi sono Svezia-Francia e Inghilterra-Ucraina.

Ed ecco l’amazing goal di Balotelli

http://www.mariobalotelli.it/home/
http://www.figc.it/index.shtml
http://www.figc.it/ 

Euro2012: aspettando Italia Irlanda, goleades e biscotti nell’era del calcio spettacolo

A chi il biscotto e a chi la goleada: storia di campionato di vecchi, buoni termini.

E anche se Prandelli Cesare, l’attuale ct della nazionale italiana non vuol sentirne parlare di prodotti da forno e affini, biscotto e biscottate nelle sue svariate declinazioni, sembra proprio che sia stato l’ex allenatore senese a passare la palla a un pubblico affamato di giornalisti, che fra conferenze stampa ufficiali e dichiarazioni rubate a bordo campo o negli spogliatoi, fashion gossip sulle 16 maglie delle nazionali che si contendono il trofeo di campioni d’Europa 2012, formazioni, calcioscomesse, parate e portavoci dell’eterodossia, ci siamo un po’ giocati tutto. Ed ecco che aspettando il grande match decisivo con l’Irlanda del vecchio, buon Trappatoni, che oggi festeggia l’Ulysse – è il Bloomsday – con un percorso d’obbligo nella Dublino dell’autore, James Joyce, gran parte dei giornali italiani, on e offline, qualora   ne esistessero ancora, dedicato fittissime pagine (almeno una) agli incontri che decideranno le sorti di questo ennesimo, importante e caldissimo campionato di calcio. Anche sotto la pioggia.

Girandoci i pollici nell’attesa di capire dove hanno lasciato le briciole di questo gran calderone che non ancora nessuna intenzione di spegnersi, visto i risultati e le gare che ogni giorno continueranno a susseguirsi fino al prossimo, caldo mese di luglio, ci siamo chiesti origine ed etimologia di alcune parole sulle quali si sono costruite queste giornate di gossip calcio e poco spettacolo.

Quindi. Cosa vuol dire biscotto e perché per la Spagna Campione del Mondo, che ha spiazzato l’avversaria Croazia con un 4 a zero tutto sommato prevedibilissimo, si parla di goleada e il nostro italianissimo Prandelli non vuol sentire parlare invece di biscotto?

Cercando goleada (SPAGNA-IRLANDA 4-0 4′ Torres, 49′ Silva, 71′ Torres, 83′ Fabregas) ecco che cosa ci restituisce la Rete. Nel gergo calcistico – ci dice il dizionario del Corriere – serie notevole di gol messi a segno in una partita, generalmente da una sola delle squadre. Definizione e significato confermati dall’Hoefli che alla voce SPORT spiega che la goleada corrisponde ‘nel calcio, a un elevato numero di gol, spec. segnati in un’unica partita’ . Il sostantivo di chiara origine spagnola, è femminile e al plurale si pronuncia aggiungendo la s, dunque goleadas. 

Per Zeronet goleada alla spagnola, è una ricca messe di goal segnati nel corso di una partita di calcio. Già usato da molti anni, il termine divenne anche più popolare dopo la vittoria della squadra italiana ai campionati mondiali di calcio svoltisi in Spagna nel 1982. Il campionato stesso diventò il mundial, i suoi vincitori i mondiali. Uno di loro, Paolo Rossi, ebbe il soprannome di ‘chico de oro’ o Pablito (de oro) – bambino d’oro.

Per questi UEFA – Euro2012 hanno tirato  nuovamente fuori dal cilindro il termine – appropriatissimo nel caso dei tifosi troll irlandesi –  per il numero di quattro goals messi a segno dalla Furia Rossa Campione del Mondo, la Spagna , contro l’Irlanda del Trap.

Ed ecco perché Prandelli (e neppure gli spagnoli) non vuole sentire parlare di biscotto.

Nel calcio, il biscotto indica un pareggio accordato fra due squadre in danno di una terza. Che sarebbe una combine ma non proprio  e  che durante dei campionati di calcio è quanto dire. Il pareggio andrebbe a vantaggio di entrambe le squadre, portandone alla vittoria una. E supponendo un pareggio fra le furie rosse e i croati, in pareggio con la nazionale italiana al primo match, ad esempio un 2-2 Spagna e Croazia,  l‘Italia sarebbe eliminata a prescindere dal proprio risultato contro l‘Irlanda per la regola dei goal negli scontri diretti che avvantaggerebbe spagnoli e croati. Anche se arrivare a fare 2-2 non equivale proprio a uno 0-0 o 1-1.

Con i 4 goal di Spagna Croazia, la furia roja di Del Bosque sale al comando del Gruppo C a quota 4 punti: gli stessi della Croazia ma con una migliore differenza di reti. L’Italia, in caso di ‘pareggio biscottato’ tra Spagna e Croazia, sarebbe dunque condannata a prescindere dal risultato contro l’Irlanda. Dal biscotto scandinavo alla galleta, il destino degli azzurri all’Europeo è molto simile a quello di Euro 2004.

Quando Svezia e Danimarca brigarono per un fasullo 2-2 e resero vana la vittoria dell‘Italia contro la Bulgaria. Il turno andò a loro, mentre gli azzurri tornarono a casa.

Ma quando si gioca Italia – Irlanda?

Dopo i due pareggi contro Spagna e Croazia, l’Italia di Cesare Prandelli tornerà in campo lunedì 18 giugno contro l’Irlanda al Municipal Stadium di Poznan, Polonia. Fischio d’inizio alle 20:45. Alla stessa ora si gioca l’altra partita del girone C, Spagna-Croazia (in campo all’Arena Gdansk).

Per passare il turno, gli azzurri dovranno battere l’Irlanda e sperare che Spagna-Croazia non finisca con un pareggio ricco di gol (dal 2-2 in su)

 Di seguito alcuni ‘biscotti storici‘.

http://www.ansa.it/web/notizie/europei2012/news/2012/06/15/Calcio-biscotti-quanti-casi-_7043362.html
http://it.eurosport.yahoo.com/blog/top-flop/top-10-dei-biscotti-internazionali-094019353–spt.html
http://it.uefa.com/uefaeuro/

Euro 2012: al via i campionati Europei. Oggi si gioca Polonia Grecia, domani Italia contro Spagna

Iniziano oggi alle 18.00, allo stadio Narodowy di Varsavia, con il primo dei match Polonia-Grecia, gli Euro 2012, i campionati di calcio Europei. La 14esima edizione di quest’anno vedrà scendere in campo 16 squadre (24 alla prossima), pronte a competere per la vittoria. Suddivise in quattro gironi di 31 gare, si giocherà la finalissima il prossimo 1 luglio, a Kiev.

Tra le nazionali partecipanti, la favorita per il successo finale è la Spagna, attuale Campione del Mondo e d’Europa. Le Furie Rosse, come sono chiamati i giocatori della nazionale spagnola per i colori della squadra, sono inserite nel gruppo C insieme all’Italia.

Girone tutt’altro che facile per gli azzurri agli Europei di Polonia e Ucraina che incontrano subito la Spagna e avversari come l’Irlanda di mister Trapattoni e la Croazia. Gli uomini di Prandelli, nel gruppo C, giocheranno tutta la prima fase in Polonia. Per l‘esordio, previsto per domani 10 giugno, alle 18, la nazionale è arrivata con un volo charter da Cracovia a Danzica, dove giocherà contro le Furie rosse. La sfida con la Croazia sarà il 14 giugno a Poznan, sempre alle 18. A chiudere il girone l’Irlanda, il 18 giugno alle ore 20.45, ancora a Poznan.

 Spagna a parte, l’attenzione è concentrata anche su Germania e Olanda, altre due nazionali costruite per vincere. I tedeschi possono contare su un perfetto mix di giocatori esperti e giovani promesse, mentre l’Olanda, dopo la finale del Mondiale 2010 persa con la Spagna, punta a rifarsi, mettendo in campo fuoriclasse come Van Persie e Sneijder.

Seguono Francia, Portogallo e Inghilterra, con un occhio particolare anche alla nostra Nazionale. La squadra di Cesare Prandelli è considerata una possibile sorpresa. Calcioscommesse e relativi scandali a parte, gli Azzurri puntano a stupire tutti, come è accaduto nel 2006 quando, nonostante Calciopoli, hanno portato a casa il Mondiale.

Per Gigi RivaRombo di Tuono ‘è un girone alla nostra portata’. Il commento a caldo del team manager degli Azzurri, che ha dovuto rinunciare, all’ultimo minuto, agli Europei per una lussazione a una spalla ,è ottimista. ‘E’ un girone alla nostra portata anche se impegnativo, dice. La Spagna sappiamo bene chi è e come è – ha detto il capocannoniere leggenda del calcio italiano. La Croazia è un’ottima squadra e incontreremo di nuovo l’Irlanda del Trap che ci rende la vita difficile. Tuttavia ribadisco è un girone alla nostra portata’.

Ai microfoni della Rai il ct Prandelli fa un bilancio del sorteggio: ‘Non volevamo pescare Trapattoni per tanti motivi, ma sarà un girone molto difficile. Il passaggio di turno? Dipenderà dalle condizioni fisiche dei nostri giocatori. Croazia e Irlanda sono due squadre diverse e conoscendo il Trap, lotterà fino all’ultimo secondo. Ci vuole la mentalità giusta’.

‘Fateci sognare’ è il messaggio del presidente UEFA Michel Platini e di milioni di appassionati di calcio. Chi saranno i campioni d’Europa? Platini, ovviamente, non ha la sfera di cristallo: ‘So solo che otto squadre arriveranno ai quarti di finale, poi ce ne saranno quattro, poi due, e poi darò il trofeo ai vincitori – ha commentato -. Sarà una competizione molto aperta e ci saranno tante sorprese. Chi avrebbe mai pronosticato la vittoria della Danimarca nel 1992 o della Grecia nel 2004? Come sempre, il calcio è irrazionale, ma è bello proprio per questo’.

Tutti i gironi degli Europei

GIRONE A: Polonia, Grecia, Russia, Repubblica Ceca
GIRONE B: Olanda, Danimarca, Germania, Portogallo
GIRONE C: Spagna, Italia, Irlanda, Croazia
GIRONE D: Ucraina, Svezia, Francia, Inghilterra

http://www.euro2012.it/
http://it.uefa.com/
https://www.facebook.com/pages/NAZIONALE-ITALIANA-AGLI-EUROPEI-2012/197451357005873 

Blog at WordPress.com.