Lady Gaga unica data italiana con ‘Born This Way Ball Tour’, ospite accolta da Donatella Versace

Al pop non si comanda, se poi a dettarlo è Lady Gaga, ancora meno. In un Forum di Assago da tutto esaurito, con undicimila e duecento paganti, lo show futuristico e provocatorio della regina attuale del pop non ha deluso le aspettative di chi, con diversi mesi di anticipo sulla data del concerto, si era già aggiudicato un posto nell’arena milanese, teatro dell’unica data italiana del tour mondiale dedicato all’album ‘Born this way’ (sei milioni di copie vendute nel mondo).

Musica, certamente, ma anche tanto glamour e presenze vip d’eccezione a condire un evento che, come preannunciato, non poteva essere solamente musicale, quanto piuttosto anche di costume nel senso più allargato del termine.

Il palco, come da buona tradizione di ogni concerto targato Lady Gaga, un contenitore di infiniti effetti speciali, a partire dal gigantesco castello che ha fatto da sfondo al concerto-saga, un finto cavallo cavalcato in apertura da Mother G.O.A.T, alter ego malvagio della popstar, alieni a volontà, un letto a baldacchino, la dueruote mezza moto e mezza Lady Gaga cavalcata da una motociclista, oltre a vari riferimenti al mondo della moda. Già allo scoccare delle 21, orario fissato per l’apertura del concerto, è andata in scena la prima provocazione in perfetto Gaga style: la protagonista della serata ha infatti fatto il suo ingresso nella forma di un parto simulato dalla parte inferiore di una gigantesca mezza bambola di pezza, con tanto di cerniera aperta al momento della ri-nascita della cantante di bianco vestita (prima di cominciare i suoi cambi cromatici).

Da ‘Highway unicorn’ a ‘Just dance’ e ‘Marry the night‘, passando da ‘Alejandro‘ e dall’immancabile ‘Paparazzi‘. Nel pubblico che ha preso d’assalto gli ingressi del palazzetto milanese già nel pomeriggio, grazie alla fascia garantita dei mezzi di trasporto in sciopero che ha permesso di raggiungere il Forum di Assago in metropolitana, una buona dose di parrucche fluo d’ordinanza, oggetti luminosi vari e calze in nylon rigorosamente indossate già a brandelli.

Tanti, gli ospiti d’eccezione della serata, dalla ultra fotografata Simona Ventura a Nicola Savino, passando da una fila di personaggi dello spettacolo. Dopo la festa organizzata la sera prima del concerto di miss Germanotta (che dedica al padre Giuseppe la sua unica esibizione italiana ed ha lanciato il suo nuovo profumo ‘Fame’) da Donatella Versace, acclamata dal pubblico e salutata più volte dal palco dalla cantante che ha giurato di essersi divertita un bel po’ durante il suo soggiorno italiano, la stilista ha deciso di partecipare anche all’evento musicale propriamente detto, accomodandosi su una poltrona piazzata per l’occasione proprio dietro al mixer audio e passando buona parte del tempo in piedi a ballare.

Prima dell’inizio del concerto ha fatto il suo ingresso anche Giorgio Armani, accomodato qualche fila più indietro, sulla tribunetta riservata agli ospiti. (fonte Ansa)

The 2012 Met Gala: Scenes from the Red Carpet. Papermag pubblica gli shoots

Direttamente dagli spalti del Met Gala 2012, la cerimonia che celebra il mondo del fashion e dell’alta moda couturier, ecco gli scatti che il sito Papermag ha pubblicato del Red Carpet.

Le fotografie sono di CAROLINE TOREM CRAIG e in questa Marc Jacobs in pizzo e mutande e Milla Jovovich in un Prada da collezione

‘Il nostro website – spiega la redazione americana  – ha scelto questo giorno (8 maggio) come giornata fra tutte per fare un breve break dal lavoro, pubblicando, anche se un po’ in ritardo, le foto del Met Gala.

Ma it’s fun guardare le foto delle celebrità nei loro vestiti indossati esclusivamente in quel giorno – dice la breve didascalia che accompagna la carrellata di immagini – così ne abbiamo pubblicate il più possibile.

Guardatele tutte – ci invitano dal magazine online – da BeyonceRooney Donatella Versace impettite sul tappeto rosso del Costume Institute Gala, annuale al Metropolitan Museum of Art di New York. 

Personaggio la cui presenza sembra essere inaspettata fra i name of famous, una delicata Kristen  Stewart in un abito pachtwork Balenciaga dal décolleté pitonato e a punta di pipistrello e con inserti in latex. La Bella Swan di Twilight, per intenderci. Ha portato l’Astrattismo al Met Ball 2012, dicono, e si è fatta fotografare abbondantemente anche vicino a una seducente Gwyneth Paltrow, in uno splendido abito di seta grigio perla Prada.

E in occasione del Met Gala verrà inaugurata domani Schiaparelli and Prada: Impossible Conversations, Schiaparelli e Prada: Conversazioni impossibili, una mostra interamente dedicata a Miuccia Prada considerata da Vogue regina del prêt-à-porter e alla rivoluzionaria couturier Elsa Schiaparelli che nei ’30 e ’40 collaborò con i surrealisti.

La mostra, organizzata dal Costume Institute, sarà aperta al grande pubblico dal 10 maggio al 19 agosto e analizzerà come le due signore abbiano usato la moda ‘per provocare e sovvertire le nozioni convenzionali legate al gusto, alla bellezza, al glamour e alla femminilità’, precisa Andrew Bolton, curatore della rassegna insieme ad Harold Koda.

Il video è stato prodotto in collaborazione con Amazon e Livestream

http://www.papermag.com/2012/05/met_gala_red_carpet_celebrity_photos.php
http://www.metmuseum.org/
http://www.metmuseum.org/exhibitions/listings/2012/impossible-conversations
http://www.metmuseum.org/exhibitions/listings/2012/impossible-conversations/audio-and-video
http://www.vogue.it/f#people-are-talking-about/vogue-arts/2012/04/schiaparelli-e-prada-al-met

Create a free website or blog at WordPress.com.