Europei di nuoto di Debrecen: Magnini è oro nei 100 stile. E’ il quarto in quattro giorni

Filippo Magnini è tornato. Il pesarese ha conquistato la medaglia d’oro nella gara regina degli Europei di Debrecen, in Ungheria, i 100 stile libero. Nella specialità che gli regalò due ori Mondiali, nel 2005 e nel 2007, l’azzurro ha condotto la solita gara in rimonta: settimo dopo i primi 50 metri, Magnini ha guadagnato metri sul francese Alain Bernard e ha toccato per primo la piastra d’arrivo in 48″77. Addirittura fuori dal podio l’altro transalpino e favorito della vigilia, Amaury Leveaux, quarto in 49″16.

‘Sono felicissimo – ha esordito il nuotatore, fidanzato di Federica Pellegrini ai microfoni di RaiSport. Avevo nuotato 48″8 in semifinale ma dovevo farlo anche in finale, ce l’ho messa tutta. Ho fatto fatica con il braccio destro, il 48″7 non in condizione ottimale è bellissimo. Ho pensato tutto il giorno a cosa dire se avessi vinto. Vorrei dedicare la medaglia a tutte le persone che mi sono state vicine nei due anni in cui ho vinto tutto e in quelli in cui invece ho sbagliato tutto’.

Filippo Magnini non trionfava sui 100 in campo internazionale proprio dall’oro iridato a Melbourne 2007: ‘Ero stufo di non riuscire a vivere quelle emozioni che hanno reso la mia vita bella e oggi sono contentissimo’.

Gli altri azzurri che hanno vinto l’oro agli Europei di nuoto di questi giorni sono Federica Pellegrini, Fabio Scozzolo e Gregorio Paltrinieri. Parteciperanno tutti alle prossimi Olimpiadi di Londra 2012, il 27 luglio.

https://cookednews.wordpress.com/2012/05/25/europei-di-nuoto-a-debrecen-terzo-oro-per-litalia/

Europei di nuoto a Debrecen: terzo oro per l’Italia

Terzo oro dell’Italia agli Europei di nuoto in corso a Debrecen, in Ungheria. Il primo sotto il segno di Federica Pellegrini. La fuoriclasse di Spinea ha condotto la staffetta 4×200 stile libero al gradino più alto del podio con un prodigioso recupero sull’ultima frazionista ungherese, partita largamente in vantaggio ai 600 metri. Insieme alla pluri campionessa mondiale, che ha nuotato in 1’55″33, Alice Mizzau, Alice Nesti e Diletta Carli, protagoniste del primo oro europeo azzurro nella specialità.

Con il tempo di 7’52″90 l’Italia guadagna anche la qualificazione alle Olimpiadi di Londra, ben sotto al limite di 7’57″50.

‘Sono contenta, anche perché questa cosa all’Italia non è mai capitata – afferma la Pellegrini, autrice di un cambio al limite, ai microfoni di RaiSport. Canteremo l’inno a squarciagola, perché siamo felicissime. Le gare individuali? Sta andando bene, ma non diciamo niente. Domani finalmente si comincia. Devo dire la verità, girarmi i pollici e vedere gli altri gareggiare per due giorni non è stato facile’.

Qualche giorno fa a vincere è stato Fabio Scozzoli (in foto insieme a Luca Dotto). Prima medaglia d’oro per l’Italia ai campionati europei di nuoto a Debrecen, ha vinto il titolo nei 100 rana. Nella stessa gara bronzo per Mattia Pesce. Argento per l’ucraino Dymo. Scozzoli, 22 anni, è arrivato primo con il tempo di 1’00”55, Pesce ha fermato il cronometro sull’1’00”93. Il nuotatore romagnolo nei 100 era stato bronzo agli Europei di Budapest di due anni fa e argento ai Mondiali di Shanghai del 2011. L’azzurro ha dedicato la vittoria al campione norvegese Dale Oen, scomparso recentemente: ‘Non potevo che pensare a lui, mi ha accompagnato in tutti miei successi degli ultimi anni’ ha detto Scozzoli.

Il neo campione d’Europa ha aggiunto, parlando della gara: ‘La condizione non era al top, dovevo dare il meglio di me in aggressività e in gestione per poter vincere una gara che era alla mia portata anche se molto dura’, ha spiegato ai microfoni di RaiSport.

A portare a casa il secondo oro è stato Gregorio Paltrinieri. Il 17enne di Carpi ha conquistato la medaglia d’oro nei 1500 stile libero, ottenendo con il tempo di 14’48″92 anche il pass per le Olimpiadi di Londra. L’azzurro ha condotto per tutta la gara, aumentando progressivamente il vantaggio sugli ungheresi: secondo è Gergo Kis in 14’58″15, terzo Gergely Gyurta in 15’04″38. E’ la seconda medaglia d’oro per la spedizione italiana nella rassegna continentale dopo quella di Fabio Scozzoli nei 100 rana.

Blog at WordPress.com.