La Tour Effeil va a Londra, o quasi

Il suo vero nome di battesimo è The Orbit, anche se a molti, parecchi, se non tutti, verrà più semplice identificarla come la Tour Effeil di Londra. Per l’altezza, la magnificenza, la compiutezza del design, e le forme articolate dall’alto verso il basso e viceversa.

Non è mai semplice descrive un’opera d’arte, la realizzazione personale di un artista per sé, gli altri, in risposta a un’immagine ispirata, o in prossimità di un evento.

Per le prossime Olimpiadi (27 luglio) Anish Kapoor ha appena consegnato The Orbit alla città del Big Ben, Londra, che ospiterà questi Giochi Olimpici. Il totem parafulmine, viaggio infernale come alcuni hanno osato definirlo per decrescere il potere visivo di un’opera gigante, sarà inaugurato proprio il giorno di apertura delle competizioni olimpiche, unendosi agli altri big del panorama londinese. Da The Eye al Millennium Dome.

‘Dapprima una fitta ramificazione di elementi – è la descrizione di Vincenzo Trione su Lettura, pagina blog del Corsera. Poi, la stratificazione di un continuo e aggrovigliato reticolo di tubi di acciaio rosso. Un totem di 115 metri, che ha richiesto ingenti investimenti (in larga parte finanziato dalla società ArcelorMittal) e che ha già suscitato molte polemiche. Più alto della Statua della Libertà, solenne, si staglierà sullo skyline londinese, rivaleggiando con il London Eye e con il Big Ben’.

Un’ardita costruzione, pensata da uno tra i maggiori scultori contemporanei (Kapoor) e da uno tra i più prestigiosi strutturisti del mondo (Balmond), che alimenterà subito infinite corrispondenze iconografiche. Non solo un’orbita imperscrutabile. Ma anche un parafulmine mascherato. Un serpente avvolto su se stesso. Una ‘massa contorta di interiora’ (nelle intenzioni degli autori). Un imponente Golia infuocato (secondo il sindaco di Londra, Boris Johnson)’.

http://www.anishkapoor.com/332/Orbit.html
http://www.london2012.com/ 

Londra 2012: arrivata a destinazione la fiaccola olimpica

La fiaccola olimpica è arrivata in Gran Bretagna. A darle il benvenuto a Land’s End, in Cornvaglia, è stato Ben Ainslie, marinaio tre volte olimpionico e primo degli oltre 100 tedofori che la porteranno a spasso per il Regno Unito.

La torcia sarà accompagnata nel suo viaggio verso Londra dalla principessa Anne, presidente del comitato olimpico britannico, che l’ha ricevuta giovedì nel corso di un’elaborata cerimonia ad Atene.

La fiaccola ha così cominciato l’ultima parte della sua lunga marcia di avvicinamento alla capitale britannica: nei prossimi 70 giorni farà tappa in un migliaio di città di Inghilterra, Scozia, Galles e Irlanda del Nord per poi concludere il suo itinerario nella città olimpionica, dove il 27 luglio è in programma la cerimonia di apertura dei Giochi.

‘L’arrivo della fiamma olimpica sul terreno di casa è un momento magico per qualsiasi paese ospitante – ha detto Sebastian Coe, capo del comitato organizzatore di Londra 2012 – un evento che unirà milioni di persone in tutto il mondo’.

Dopo essere stata consegnata dalle autorità greche al comitato organizzatore di Londra 2012, la fiaccola olimpica è stata trasportata dalla Grecia al Regno Unito con un volo speciale della British Airways. A custodire la fiaccola, il calciatore David Beckham che si è fatto fotografare vicino al prezioso fuoco e ha poi postato le immagini su Facebook.

Arrivati in Cornovaglia il calciatore ha acceso la fiaccola che sarà portata in tour per tutto il Regno Unito alla presenza della principessa Anna e del sindaco di Londra, Boris Johnson.

http://www.repubblica.it/sport/2012/05/19/foto/beckham_e_la_fiamma_olimpica_il_viaggio_in_aereo_finisce_su_fb-35473644/1/

Create a free website or blog at WordPress.com.