Azzurri a Londra2012: i risultati del Day13

Canoa: Josefa Idem ha concluso la finale del K1 500 al 5° posto in 1: 53.223. Ha vinto l’ungherese Kozak (1:51.456), davanti all’ucraina Osypenko – Radomskai (1:52.685) e alla sudafricana Hartley (1:52.923). L’azzurra ha mantenuto una posizione defilata fino ai primo 250 metri per poi rientrare in lotta per le medaglie ai 400 metri. Solo nel finale ha subito il ritorno delle avversarie dimostrando comunque grande talento e tanto carattere.

Tuffi: Noemi Batki ha completato la serie di cinque tuffi di semifinale dalla piattaforma 10 metri collezionando 325.45 punti. L’azzurra con il 10° posto ha conquistato l’accesso alla finale in programma questa sera.

Martina Grimaldi ha vinto la medaglia di bronzo nella 10 km nuoto di fondo disputata a Hyde Park con il tempo di 1:57:41.8, dietro all’ungherese Eva Risztov (oro in 1:57:38.2) e all’americana Haley Anderson (argento in 1:57:38.6). Si tratta della prima medaglia olimpica conquistata dall’Italia nella disciplina e la 18esima complessiva ai Giochi di Londra: 7 ori, 6 argenti, 5 bronzi.

Ginnastica: Nella ritmica Julieta Cantalupi, dopo le prime due rotazioni con il cerchio e la palla, occupa il 19° posto (51.875). Domani gli altri due esercizi dell’individuale: clavette e nastro.

Pallanuoto: La nazionale femminile di Fabio Conti ha concluso il torneo al 7° posto superando nell’ultimo incontro la Gran Bretagna 11-7 (2-3;4-0; 3-2;2-2).

Rinviata a domani, alle 10, la Medal Race 470 m maschile di Vela.

Niente di fatto per Manuel De Vecchi che  al termine delle cinque corse dei quarti di finale nel Ciclismo BMX, si è classificato 7° collezionando un secondo posto, due ottavi, un sesto e un quinto posto per un totale di 29 punti. Troppi per raggiungere la semifinale.

Per gli sport equestri, Valentina Truppa insella ad Eremo del Castegno ha concluso la gara di dressage al 15° posto. Il binomio azzurro ha totalizzato un 78.214% tra gli esercisti tecnici e artistici in rapporto con il piazzamento.

Aggiornamento Vela: l’assenza di vento ha tenuto in sospeso, per gran parte della giornata, gli equipaggi della classe 470 maschile che dovevano disputare la medal race. Nel pomeriggio la giuria ha deciso di rimandare la gara. Domani si disputeranno le regate finali della 470 maschile con Gabrio Zandonà-Pietro Zucchetti e femminile con Giulia Conti-Giovanna Micol.

 Venerdì 10 luglio: ore 13.00 italiane – Medal Race 470 Maschile; ore 14.00 italiane – Medal Race 470 Femminile: ore 15.30 italiane – Semifinali di Match Race.

 470 Maschile (27 nazioni) Gabrio Zandonà (CV Marina Militare)-Pietro Zucchetti (SV Fiamme Gialle) sono in zona podio. Dopo 10 prove e uno scarto gli azzurri occupano il 4° posto in classifica provvisoria con 60 punti e i parziali 6-(26)-1-8-6-14-8-4-11-3. Primi gli australiani Belcher-Page a 18 punti (oggi 1-1), secondi i britannici Patience-Bithell (22 pt), terzi gli argentini Calabrese-De la Fuente (57) e quinti i kiwi Snow Hansen-Saunders a 72.

 470 Femminile (20 nazioni) Dopo dieci prove con uno scarto le azzurre Giulia Conti- Giovanna Micol (CC Aniene) si sono qualificate per la Medal Race con il 7° posto in classifica provvisoria (parziali 8-10-(18)-2-3-1-16-16-6-7) a 69 punti. Sono cinque gli equipaggi che venerdì 10 agosto si daranno battaglia per la medaglia di Bronzo: Olanda (52), Francia (55), Brasile (61), Australia (67) e Italia.

Atletica: Donato è bronzo nel triplo

Fabrizio Donato ha vinto la medaglia di bronzo nel salto triplo. Donato ha trovato la progressione giusta che per metà gara lo stava proiettando in lotta per la prima posizione (17.45) contro lo statunitense Claye (17.54), tallonato dal compagno di squadra Daniel Greco (17.34). Al quarto salto lo statunitense Taylor ha trovato la misura giusta per superare il terzetto con 17.81, suo primato stagionale, ridimensionando la posizione dei primi tre. Nonostante i miglioramenti di Claye (17.62) e di Donato (17.48) il podio è rimasto invariato con Greco al quarto posto (17.34).

Fabrizio Donato è il secondo triplista italiano a salire sul podio dopo Giuseppe Gentile, anche lui medaglia di bronzo, a Città del Messico 1968.

Su Twitter l’hastag è #Donato

http://www.london2012.com
https://cookednews.wordpress.com/2012/08/09/london2012-bolt-pronto-per-il-doppio-sprint-finale-italia-a-che-punto-siamo-le-gare-di-domani/

Advertisements

London2012 seconda settimana di giochi: 20 sport in gara, 18 le medaglie alla decima giornata

Ancora oro per la decima giornata di Olimpiade. Sono 18 le medaglie d’oro da assegnare nei  20 sport in programma: Londra 2012 entra così nella sua seconda settimana di Giochi.

Yelena Isinbayeva sarà uno dei più grandi nomi in mostra all’Olympic Stadium mentre punta ad un terza medaglia d’oro consecutiva nei Pole Vault donne.

La primatista mondiale è l’unica dei 12 finalisti ad aver coperto i cinque metri, ma se lei non dovesse riuscire a dare il meglio di sè c’è la Germania con l’atleta Silke Spiegelburg, o l’americana Jennifer Suhr per gli States o ancora sarà la giovane Holly Bleasdale della squadra Gb a trarne vantaggio.

Il capitano della squadra inglese Dai Greene avrà la possibilità di consegnare ulteriori successi in casa nella finale dei 400 ostacoli maschili, anche se il gallese dovrà migliorare rispetto al quarto posto ottenuto in semifinale.

Dovrà affrontare la concorrenza di Felix Sanchez, campione olimpico nel 2004, il più veloce nel qualificarsi con il miglior tempo al mondo quest’anno, e di Javier Culson.

Altre medaglie da consegnare in atletica leggera sono quelle per i 400m  uomini, nello Shot Put donne e nei 3000m siepi.

Tre le medaglie d’oro del giorno 10 di Olimpiadi ci sono da assegnare anche quelle della Ginnastica Artistica, con le finali anelli e salto uomini e  e le parallele asimmetriche delle donne.

Il pubblico di casa spera di rallegrarsi con il secondo oro di Beth Tweddle , ma He Kexin della Cina, il campione olimpico in carica, e Viktoria Komova della Russia rientrano a pieno fra i possibili vincitori dell’oro.

Nell’ Hockey femminile, testa a testa fra Argentina e Australia per le semi-finali nel round finale di partite al Pool B. Un pareggio  basterebbe all’Argentina per superare l’Australia, ma è necessario vincere, a meno che la Germania non abbia battuto la Nuova Zelanda, nel qual caso un punto sarebbe sufficiente.

La situazione è ugualmente tesa al Pool A, dove si punta tutto sull’incontro fra Cina e Giappone. Con il secondo posto e  le medaglie d’argento per Pechino, la Gran Bretagna avrà bisogno di un pareggio contro i campioni di Olanda, per qualificarsi.

Nella ripresa (shooting), la finale di trap maschile segue la conclusione del Rifle 50m maschile a tre posizioni e porterà il sipario su 10 giorni di gara presso la Royal Artillery Barracks ( la Caserma di Artiglieria Reale), e la scelta della pista ciclabile per lo Sprint uomini al Velodromo.

Ci sono anche tre finali nella lotta greco-romana nelle categorie di peso 60kg, 84kg e 120kg, mentre nel Laser maschile e le classi Laser Radial delle donne conducono alla gare di Vela.

I finalisti del calcio femminile sarà deciso nel faccia a faccia Francia Giappone a Wembley prima di passare al Canada che affronterà gli  USA a Old Trafford.

Chiuso il programma di nuoto e scherma, i riflettori si concentrano quindi su boxe, atletica e sport di squadra. In serata i pugili azzurri.

http://www.londra2012.coni.it/
http://www.london2012.com/schedule-and-results/

London2012 Golden Slam: Serena Williams batte Sharapova. Pistorius in semifinale. Ok Bolt

Bolt atto Primo. All’Olympic Stadium l’esordio di Usain Volt alle Olimpiadi di Londra è stata una passeggiata. O quasi. Il giamaicano si è assicurato la vittoria nella gara più attesa dell’ottava giornata. Le batterie dei 100 metri hanno dato il via alla grande sfida: da un lato il re, Usain Bolt, primatista mondiale e campione olimpico uscente, che vince la 4/a serie dei 100 correndo in 10″08, tempo poi modificato dai giudici in 10”09.  Dall’altro gli aspiranti al trono, dagli amici Yohan Blake e Asafa Powell al trio americano composto da Justin Gatlin, Tyson Gay e Ryan Bailey, insieme al beniamino di casa Dwain Chambers che prova a farsi spazio. In precedenza meglio di Bolt avevano fatto gli americani Gatlin e Bailey, imponendosi nelle rispettive batterie in 9″97 e 9″98. Come Bolt era andato Tyson Gay, vincitore della prima serie in 10″08. Però, a differenza di Bolt, lui aveva il vento contrario.

Momento storico per l’atletica nei 400m uomini di queste Olimpiadi. Il campione paralimpico Oscar Pistorius si è presentato in pista nella prima batteria dei 400 metri e ha disputato la sua prima gara ai Giochi contro atleti normodotati. Il sudafricano ha superato il turno classificandosi al secondo posto, in 45″44 (suo primato stagionale) dietro al dominicano Santos (45″04). Fuori invece a sorpresa LaShawn Merritt. Il campione olimpico in carica,  argento agli ultimi mondiali di Daegu, non ha portato al termine la sua prova nella sesta batteria e quindi è stato eliminato.

Oscar Pistorius ha finalmente vinto la sua battaglia e può sfidare gli atleti normodotati correndo con le sue protesi in fibra di carbonio al posto delle gambe, amputategli quand’era bambino per una malformazione congenita. Il sudafricano passa il turno senza problemi, è secondo alle spalle del dominicano Luguelin Santos (che gli fa gli auguri prima della partenza) in 45″44, suo record personale in questa stagione, e può già concentrarsi sulla semifinale di domani. Al momento della sua presentazione in pista, prima dello sparo dello starter c’é un autentico boato: gli 80mila dell’Olimpico di Londra (anche oggi gremito in ogni ordine di posti) sono tutti con lui, l’uomo che ha sfidato l’impossibile, e riesce finalmente ad essere non più soltanto un fenomeno dell’atletica paralimpica. Ruolo che comunque vuole mantenere, visto che ha già annunciato di voler difendere i suoi titoli nei 100, 200 e 400 alle Paralimpiadi che la capitale britannica ospiterà dal 29 agosto al 9 settembre.

‘Stamattina ero così nervoso. Dentro di me avevo una tale mistura di sensazioni che non sapevo se piangere. Mi sono emozionato a vedere la bandiera del Sudafrica, ed ora voglio ringraziare il mio team e tutti coloro che hanno creduto in me. Ho lavorato duro sei anni per arrivare fin qui, e quando sono andato sui blocchi di partenza ho provato a sorridere’.

Se il calcio è spettacolo, il tennis cosa è? Goldem Slam, Sharapova Golden Slam! E invece è Serena Williams a vincere l’oro olimpico. Serena Williams è sempre la regina dell’All England Club: dopo il Championships, la statunitense demolisce Maria Sharapova nella finale olimpica (6-0, 6-1) per la medaglia d’oro del Golden Slam. Bronzo a Vika Azarenka, che si aggiudica la finalina, battendo 6-3 6-4 Maria Kirilenko.

 Twitter hashtag serena williams crip walkmaria sharapovavenus williamsblack guys

http://www.london2012.com/
https://cookednews.wordpress.com/2012/08/03/london2012-ottava-giornata-di-gara-speranza-paltrinieri-nel-nuoto-in-pista-bolt/
https://cookednews.wordpress.com/2012/08/01/phelps-19-medaglie-la-leggenda-del-cannibale-di-baltimora-record-per-il-nuotatore-statunitense/

London2012, ottava giornata di gara: speranza Paltrinieri nel nuoto. In pista Bolt

Ottava giornata di Olimpiade, ecco i risultati del 3 agosto e le gare di oggi. In finale, gli azzurri della sciabola qualificati al 3° posto, Paltrinieri sui 1500 sl, terza in qualifica la Cagnotto.

Tiro a Segno. Niccolò Campriani ha concluso 8° la finale della carabina 50 metri con 697.6. Per arrivare in finale però c’è stato bisogno di un maxi shoot-off con nove partecipanti. Fissati i primi tre posti in classica con il bulgaro Martinov (600 p. record mondiale in qualifica uguagliato), il belga Cox (599 p.) e lo sloveno Debevec (596 p.) in quota 595 si è trovato Campriani ed altri otto tiratori. Dopo i cinque tiri di spareggio con 51,7 ,l’azzurro è passato in finale con il sesto punteggio. Marco De Nicolo è lontano dalla qualificazione chiude al 36° posto (589).

Quarto posto nel canottaggio per Lorenzo Carboncini e Niccolò Mornati nel due senza (6:26.17). Gli azzurri in lotta fino ai 1500 metri per il bronzo, non sono riusciti a raggiungere Francia (6:21.11) e Gran Bretagna (6:21.67) che hanno chiuso al secondo e terzo posto. La gara è stata vinta dai neozelandesi (6:16.65).

Matteo Stefanini, Francesco Fossi, Pierpaolo Frattini, Simone Raineri, impegnati nella finale B del 4 di coppia, hanno concluso la gara al 5° posto (6:02.57).

Nel nuoto, Gregorio Paltrinieri è entrato in finale nei 1500 sl con il quarto tempo (14:50.11), questa sera la finale, mentre Gabriele Detti ha fatto registrare 15.06.22 chiudendo in classifica generale al 13esimo posto. Erika Ferraioli ha concluso al 32esimo la 50 sl con 25.69. Uscita di scena per le staffette miste. Nella 4×100 le azzurre Barbieri, Guzzetti, Bianchi e Federica Pellegrini hanno ottenuto l’11esimo tempo in 4:02.20. Nella mista maschile Di Tora, Scozzoli, Rivolta, Dotto si sono classificati al 14° posto con 3:36.88.

Nell’atletica, nessuna qualifica per Simona La Mantia nel salto triplo (m. 14.40). Il miglior salto dell’azzurra è stato m. 13.92 (18ª) non troppo distante però dalla minima misura di accesso (14.16) della dodicesima qualificata la slovena Sestak. In testa Olga Rypagova (Kazakistan) con 14.79. Libania Grenot, con il 3° posto in batteria, si qualifica per la semifinale die 400 metri (52″13). Accede alle semifinali dei 400 ostacoli anche Jose Reynaldo Bencosme con il 17° tempo (49″35). Con il secondo posto nella batteria dei 3000 siepi si è qualificato per le semifinali Yuri Floriani che ha coperto la distanza in 8:29.01. Nicola Vizzoni è entrato in finale nel martello con m. 74.79 classificandosi 10°al termine delle due poule di qualificazione. Lorenzo Povegliano, invece, non ha superato il turno piazzandosi 27° (m. 71.55). Giorgio Rubino è outsider nella 20 chilometri in marcia, mentre nel ciclismo Elia Viviani punta all’omnium sulla pista londinese.

Scherma: Italia sconfitta in semifinale nella sciabola a squadre dalla Corea 37-45. E’ bronzo (12esima medaglia) per Aldo Montano, Diego Occhiuzzi, Luigi Tarantino, dopo aver prevalso per una sola stoccata sulla Bielorussia (45-44), grazie alla rimonta di Aldo Montano. Gli azzurri non hanno avuto la stessa opportunità contro i coreani, che hanno mantenuto un piccolo margine di vantaggio fin da metà gara. La finale per il terzo posto sarà contro la Russia. Oggi, tentativo di rivalsa da parte della squadra femminile di spada. Fiamingo, Navarria, Del Carretto e Mollehausen tornano in pedana dopo i non esaltanti risultati nella prova individuale.

Pugilato. Eliminato al primo turno Vincenzo Picardi contro Tugstsogt Nyambayar. Il pugile italiano si è arreso ai punti per 17 a 16.

Sport Equestri. Valentina Truppa, su Eremo del Castegno, con il 9° posto si è assicurata la partecipazione al Grand Prix Special di dressage. Al termine delle qualifiche solo 18 migliori binomi su 49 concorrenti hanno ottenuto l’accesso alla fase finale che si disputerà in due prove il 7 e il 9 agosto.

Tennis. Sfuma il sogno della coppia azzurra Bracciali-Vinci, che esce sconfitta dai tedeschi Kas-Lisicki nel torneo di doppio misto. In vantaggio di un set (6/4) gli italiani hanno ceduto il secondo set al tie-break . Nel tie-break finale che ha deciso il match hanno recuperato dal 2 a 5 sino al 6 pari per poi cedere per 10 punti a 7.

Trampolino Elastico: undicesimo posto per Flavio Cannone che ha totalizzato 104,170 punti.

Beach Volley: Lupo/Nicolai hanno vinto 2-0 (21-17-21-19) il terzo incontro battendo gli statunitensi Rogers/Dalhausser, campioni olimpici di Pechino 2008, coppia numero 2 del tabellone. Gli azzurri passano così ai quarti di finale che si disputeranno il 6 agosto, contro l’Australia.

Tuffi: Tania Cagnotto ha raggiunto il terzo posto al termine della serie di cinque tuffi di qualificazione dal trampolino a 3 metri. L’azzurra, con 349.80 punti, ora in semifinale si trova dietro le due cinesi Wu (387.95) ed He (363.85) ma precede la canadese Abel (344.15) e l’australiana Stratton (342.70). Anche Francesca Dallapé si è qualificata per la semifinale con il 13° posto (311.25).

Vela. Proseguono le regate a Weymouth e oggi c’è stata l’esordio del 470 femminile. Giulia Conti e Giovanna Micol si sono piazzate al nono posto con 19 punti. Nella categoria Laser Uomini, alla nona regata 35° posto per Michele Regolo. Nei Finn, 22° posto per Filippo Baldassari con 164 punti dopo la decima regata. Nei 470 uomini Gabrio Zandonà e Pietro Zucchetti sono noni con 41 punti. Nei 49, la coppia Angilella-Sibello è al 15° posto dopo la regata numero 11 con 102 punti. Nei Laser Radial, Francesca Clapcich è al 18° posto con 119 punti.

In definitiva, siete pronti per la golden rush, la corsa all’oro anche se sul medagliere olimpico? Tenetevi pronti, perché oggi è un super sabato. Uno dei giorni più attesi di Londra 2012, con 25 medaglie d’oro da vincere in 11 diverse discipline sportive, tra cui atletica, nuoto, canottaggio, ciclismo e tennis. All’Olympic Stadium, la sprinter giamaicana Shelly-Ann Fraser-Pryce cercherà di difendere il titolo dei 100 metri donne, vinto a Pechino nel 2008 e Mo Farah avrà il pubblico di casa dietro di lui per la finale dei 10.000 m maschili, mentre il Team GB Helen Jenkins è tra i favoriti per il Triathlon femminile in Hyde Park. E, a Wimbledon, Maria Sharapova (Russia) si trova di fronte Serena Williams (USA) nella finale individuale di tennis femminile.

Alle 13:30, l’americano Bolt debutta in pista per i quarti di finale dei 100 metri maschili. Le donne invece si giocheranno la medaglia nella finalissima delle 22:55. Quarta giornata per il torneo di pallacanestro maschile: riflettori puntati su Russia – Spagna e Usa – Lituania. Nel vivo anche il torneo di calcio, con i quarti di finale.

http://www.londra2012.coni.it/
https://cookednews.wordpress.com/2012/08/03/london2012-tocca-al-tiro-a-volo-jessica-rossi-in-pedana-per-il-trap-domenica-pellielo-e-fabbri/
http://www.taniacagnottoweb.net/
http://www.london2012.com/schedule-and-results/day=4-august/all-day.html

Blog at WordPress.com.