Compravendita di parlamentari: chiesto il rinvio a giudizio per Silvio Berlusconi

Sergio De GregorioPer Silvio Berlusconi i pm di Napoli che indagano sulla presunta compravendita di parlamentari per sabotare l’ultimo governo Prodi, hanno chiesto il rinvio a giudizio. L’ipotesi di reato è quella di corruzione e analoga richiesta è stata avanzata per l’ex senatore Sergio De Gregorio e Valter Lavitola.

La notizia che filtra da Napoli trova riscontro nei legali di una delle persone coinvolte: la richiesta, appena approdata all’ufficio del gip non è stata ancora presa in esame. La mossa dei pm coordinati da Francesco Greco, era attesa dopo che il gip aveva respinto la richiesta di giudizio immediato per il Cavaliere, nel marzo scorso.

Nei confronti di Berlusconi, Lavitola e De Gregorio i pm di Napoli ipotizzano il reato di corruzione. Già nel marzo scorso la Procura aveva chiesto il giudizio immediato per i tre indagati, richiesta che era stata respinta dal gip.

Le indagini si sono concentrate sulla presunta compravendita di senatori avvenuta tra il 2006 e il 2008 quando, secondo la ricostruzione accusatoria, l’ex premier avrebbe versato tre milioni di euro (due in nero e uno destinato al movimento ‘Italiani nel mondo’ guidato dall’ex senatore) a De Gregorio, e tramite Lavitola, al fine di convincerlo a cambiare schieramento e passare con il centrodestra.

Un’operazione che, secondo le accuse, sarebbe stata tentata anche con altri senatori dell’epoca. L’inchiesta, condotta dalla Procura napoletana, dopo le dichiarazioni rese da Lavitola all’indomani del suo arresto si è arricchita delle dichiarazioni spontanee rese da De Gregorio a dicembre scorso. Tutto il materiale indiziario sarà ora al vaglio del gip che dovrà stabilire la data dell’udienza preliminare e pronunciarsi sulla richiesta di rinvio a giudizio avanzata dai pm.

Calciomercato: Balotelli al Milan, è confermato

Mario_Balotelli_1C’e’ l’accordo tra Milan e Manchester City, Mario Balotelli è un giocatore rossonero. Lo ha annunciato Milan Channel, che ha anche annunciato che domani Supermario sosterrà le visite mediche a Milano e firmerà il contratto che dovrebbe legarlo al Milan fino al 30 giugno 2017. Per Balotelli contratto fino al 2017 a 5 milioni l’anno.

Secondo il ‘Sun‘,  SuperMario avrebbe organizzato un party a casa sua per salutare gli amici più stretti.

 Il suo agente Mino Raiola è volato a Manchester per la seconda volta nel giro di pochi giorni, con la disponibilità del Milan a chiudere l’acquisto a titolo definitivo per 20 milioni di euro, con pagamento in 5 rate annuali, ciascuna da 4 milioni di euro.

L’arrivo di Balotelli non esclude affatto quello di Kakà. Arriva dal Real Madrid, e precisamente dal vice di Mourinho Kakanka, la notizia che la trattativa con il Milan va avanti e che si cerca di trovare la soluzione “ideale per tutti”. Con SuperMario in rossonero è prevedibile che il Milan acceleri le operazioni per la cessione di Antonini e di Abate, chiesti rispettivamente dallo Spartak Mosca e dallo Zenit San Pietroburgo di Spalletti.

Littizzetto su Berlusconi: ‘Avete rotto il cazzo’. Per la Rai si tratta di insulti

Fabio-Fazio-e-Luciana-Littizzetto-a_h_partb‘Alla luce di quanto avvenuto e considerando anche che il prossimo Festival di Sanremo si svolgerà in un periodo di campagna elettorale, se non proprio alla immediata vigilia delle elezioni politiche, confido nel senso di equilibrio e nella professionalità di Fabio Fazio‘. Così Antonio Verro, consigliere Rai, a proposito di un Sanremo che rischia di annunciarsi ‘bollente’ per gli interventi della Littizzetto, che sarà protagonista con Fazio del prossimo festival.

Verro prende spunto da quanto avvenuto l’altro ieri sera su Rai3 nel corso di ‘Che tempo che fa‘ con la Littizzetto che ha commentato, con parole che il consigliere Rai ha definito veri e proprie insulti, il ritorno in campo di Silvio Berlusconi. Il prossimo Sanremo andrà in onda dal 12 al 16 febbraio 2013 su Rai1, vale a dire nella settimana che precederà – almeno stando alle previsioni attuali – il voto degli italiani per le politiche.

‘Un maggior rispetto e una maggiore attenzione nei confronti di tutti gli esponenti politici, evitando eccessi’, fermo restando il ‘legittimo rispetto della satira’. E’ quanto il direttore generale della Rai Luigi Gubitosi ha sollecitato al direttore di Rai3 Antonio Di Bella, chiedendogli – si apprende in ambienti Rai – di adoperarsi prontamente a dare indicazioni in tal senso ai conduttori e alla struttura della rete che si occupa della trasmissione ‘Che Tempo che Fa’.

Un intervento di prima mattina, quello della direzione generale di viale Mazzini sul direttore uscente di Rai3, dopo le parole di Luciana Littizzetto l’altro ieri sera in diretta tv a proposito del ritorno in campo politico di Silvio Berlusconi. Parole della scrittrice e attrice che da più parti sono state lette come veri e propri insulti alla persona, andando al di là del significato o della volontà proprie della satira.

Allegri Inzaghi stretta di mano, fra i due del calcio italiano ‘Nessuna offesa, solo un frainteso’

Massimiliano Allegri e Pippo Inzaghi si sono chiariti dopo l’incontro poco amichevole di due giorni fa al Vismara. L’episodio fra l’allenatore del Milan e quello della squadra Allievi Nazionali, secondo la versione riferita da ambienti rossoneri, è stato causato da un fraintendimento. La pace fra i due è testimoniata anche da una foto che li vede uno accanto all’altro, scattata in mattinata nella sala dei trofei della sede del Milan, dove sia Allegri sia Inzaghi hanno rilasciato un’intervista a Milan Channel.

‘Non è successo nulla, con Pippo assolutamente non ci sono problemi: c’è stato uno scambio di opinioni di un minuto ma senza offese’: così Massimiliano Allegri ha ridimensionato le notizie di un diverbio avvenuto con Pippo Inzaghi mercoledì in un’intervista congiunta a Milan Channel. Lo stesso Inzaghi ha confermato: ‘È durato un minuto, i ragazzi non si sono accorti di nulla perché non è successo nulla. Ci spiace molto, in questo momento bisognerebbe dare una mano al Milan anziché scrivere cose che non sono successe’.

L’intervista congiunta al canale del club rossonero si è conclusa con una stretta di mano fra Allegri e Inzaghi. ‘Non ci sono mai stati problemi, siamo tutti dalla stessa parte’, ha detto Allegri che nel corso dell’intervista ha spiegato: ‘Spero di rimanere al Milan a lungo, non lo sarò in eterno e Filippo ha tutte le caratteristiche per fare un’ottima carriera di allenatore. ha detto. È partito da un’ottima base con gli Allievi Nazionali del Milan.

Può fare un buon lavoro perché la società ha voluto che i rapporti fra prima squadra e settore giovanile si intensificassero’. ‘Il Milan ha sempre abituato tutti benissimo, ha osservato a sua volta l’ex attaccante a proposito del momento complicato della prima squadra. Magari nelle sconfitte fa più scalpore, bisogna lasciare in pace lavorare il Milan e la società, ci può essere un momento difficile ma con l’aiuto di tutti torneremo a essere protagonisti’.

http://www.acmilan.com/it/news/milan_channel

Blog at WordPress.com.