Vogue Fashion’s Night Out di settembre, dal 6 al 18, a Milano, Roma e Firenze anche il caffè è di moda

Per la Vogue Fashion’s Night Out di settembre, il 6 a Milano, il 13 a Roma e il 18 a Firenze, anche il cibo si unisce alla moda. E a darne prova il caffè Lavazza. Che per l’occasione realizza una Limited Edition di lattine di caffè ¡Tierra!

Fondata a Torino nel 1895 – e ancora di proprietà della famiglia stessa – Lavazza è l’azienda italiana produttrice di caffè tostato che è da sempre attenta alla qualità e alla tradizione per il gusto oltre che all’innovazione del prodotto e alla salvaguardia delle risorse naturali:un’azienda responsabile, per uno sviluppo sostenibile.

Proprio seguendo il cammino verso la sostenibilità nel 2002 viene sviluppato il progetto ¡Tierra! con l’obiettivo di migliorare le condizioni di vita e di lavoro nelle comunità dei paesi produttori di caffè attraverso assistenza tecnica e sociale. Dopo i primi interventi di successo in HondurasPerùColombia, e con il lancio sul mercato della miscela ¡Tierra!, Lavazza ha coinvolto per la seconda fase BrasileIndia eTanzania. Proprio in Tanzania nasce l’idea di creare una edizione limitata per l’Africa di Lavazza ¡Tierra!.

Lavazza e Fashion 4 Development – partner operativo dell’ONU che attraverso la moda vuole incrementare la crescita di un’economia sostenibile – hanno chiesto a sei stilisti italiani di fama internazionale di rivestire a proprio gusto la lattina e la miscela di ¡Tierra!MarniRoberto CavalliMissoniEtroVersace e Moschino hanno dato così vita a una speciale limited edition che sarà venduta esclusivamente durante la Vogue Fashion’s Night Out nelle serate di MilanoRoma e Firenze.

Vogue Fashion’s Night Out è un’iniziativa globale nata nel 2009 ed organizzata daVogue. La manifestazione, ormai al suo quarto anniversario, vuole avvicinare il mondo della moda al grande pubblico coinvolgendo tutti i cittadini di diverse città del mondo in una serie di eventi poliedrici che si tengono in una notte prefissata di settembre.

Per l’edizione 2012 l’evento internazionale dedicato allo shopping e alla moda sarà ospitato – oltre che dall’Italia – da diciannove Paesi nel mondo che hanno confermato la partecipazione a settembre dando così il loro sostegno al mondo dello stile: 6 settembre (InghilterraFrancia,Stati UnitiGermaniaSpagnaRussia,MessicoAustralia e Korea), 7 settembre(CinaIndiaGermania e Russia), 8 settembre(Taiwan e Giappone), 10 e 12 settembre(Brasile), 13 settembre (PortogalloTurchia,Olanda e Messico),  20 e 25 settembre(Grecia).

Gli omini ‘fluo’ di Alienatio animano le notti italiane firmate Vogue

#Occupy Montenapoleone

Vogue Fashion’s Night Out

Milano: giovedì 6 settembre
Roma: giovedì 13 settembre
Firenze: martedì 18 settembre

vfno-2012-video
http://vfno2012.vogue.it/
https://www.facebook.com/Lavazza
https://twitter.com/vogue_italia

Advertisements

Italiani alle Olimpiadi: i risultati del Day 14

(Great Britain competes in the Women’s Teams Synchronised Swimming Free Routine final on Day 14)

Taekwondo: Mauro Sarmiento non è riuscito a battere lo spagnolo Nicolas Garcia Hemme in semifinale e disputerà l’incontro per il  terzo posto. Un colpo quasi allo scadere del terzo round, quando i due erano in parità (1-1) ha condannato l’azzurro al tabellone dei ripescaggi. In precedenza Sarmiento aveva superato i quarti di finale, battendo l’azero Ramin Azizov 2-1 dopo aver sconfitto (5-1) nel primo incontro della categoria -80 kg, l’atleta del Kirghizistan Rasul Abduraim.

Canoa: Si è conclusa la corsa di Norma Murabito, 7ª classificata nel K1 200 (43.820), non potrà accedere alle semifinali.

Pugilato Bronzo per Vincenzo Mangiacapre nella categoria 64 kg di pugilato. L’azzurro è stato sconfitto in semifinale dal cubano Roniel Iglesias Sotolongo per 15-8 (3-2, 7-4, 5-2 i parziali). E’ la 20esima medaglia per l’Italia ai Giochi: 7 ori, 6 argenti e 7 bronzi. Clemente Russo vola in finale nei 91 kg., al termine di un match vibrante e pieno di emozioni contro l’azero Mammadov. L’azzurro, sotto dopo i primi due round (2-3 e 6-4), ha confezionato un terzo round da applausi. Il parziale di 9-4 gli ha consegnato la vittoria per 15-13. La giuria ha respinto il ricorso dell’azero, confermando il verdetto. Russo disputerà domani la finale contro l’ucraino Usyk. Roberto Cammarelle, invece, difenderà il titolo di campione olimpico della categoria + 91 kg, domenica 12 agosto. Cammarelle ha battuto, in un match molto intenso, l’azero Magomedrasul Medzhidov 13-12. In svantaggio dopo il primo round (4-6), l’azzurro ha reagito nel secondo portando a segno alcuni colpi determinanti ai fini del punteggio (6-4). Con la situazione in parità, il terzo round ha dimostrato i limiti dell’avversario e l’olimpionico ne ha subito saputo approfittare con due colpi pesanti che hanno fatto vacillare l’azero. Cammarelle affronterà nell’ultimo incontro il britannico Joshua.

Vela Con il sesto posto nella medal race della classe 470 maschile Gabrio Zandonà e Pietro Zucchetti si sono classificati al 4° posto in classifica generale con 72 punti. La medaglia d’oro è stata vinta dall’Australia (22 p.) che ha preceduto Gran Bretagna (30 p.) e Argentina (63 p.). Quinto posto finale invece per l’equipaggio femminile della 470. Giulia Conti e Giovanna Micol hanno disputato un’ottima regata finale per le medaglie, conclusa al 2° posto, collezionando 73 punti complessivi. Prima la Nuova Zelanda (35 p.) precedendo Gran Bretagna (51 p.) e Olanda (64 p.).

Nuoto di fondo Valerio Cleri ha concluso al 17° posto la 10 km con 1:51:29.5. Cleri non è riuscito a mantenersi nelle prime posizioni fin dall’inizio in una gara quanto mai impegnativa soprattutto per il ritmo che da subito hanno impresso il tunisino Mellouli con il canadese Weinberger e il tedesco Waschburger alternatisi in testa alla gara. Nella volata finale il tunisino Mellouli si è ripreso il primo posto tagliando il traguardo in 1:49:55.1 davanti al tedesco Lurz (1:49:58.5) e al canadese Weinberger (1:50:00.3).

Ginnastica ritmica: Elisa Blanchi, Romina Laurito, Marta Pagnini, Elisa Santoni, Anzhelika Savrayuk, Andreea Stefanescu hanno conquistato l’accesso alla finale con il secondo posto al termine delle due rotazioni. Oggi nella prova 3 nastri e 2 cerchi, le farfalle azzurre hanno ricevuto 27.700 punti totalizzando, con la gara di ieri (5 palle -28.100 p.), 55.800 punti. Meglio dell’Italia la Russia (56.375) ma dietro è rimasta la Bielorussia (54.750). Domenica in la finale si riparte da zero. Julieta Cantaluppi nella seconda giornata di qualificazione ha ottenuto dalla giuria alle clavette 26.850 punti, mentre nell’esercizio con il nastro ha ricevuto 26.550. In totale l’azzurra ha realizzato 105.275 punti concludendo in 15ª posizione, che non le consentirà di disputare la finale.

http://www.london2012.com/
https://cookednews.wordpress.com/2012/08/10/london2012-i-campioni-da-decidere-nel-day14-di-olimpiade/
https://cookednews.wordpress.com/2012/08/09/azzurri-a-londra2012-i-risultati-del-day13/
https://cookednews.wordpress.com/2012/08/07/london2012-italia-doping-latleta-schwazer-positivo-ai-controlli-cammarelle-in-semifinale-nella-boxe/

 

London2012: Italia a quota 10 medaglie, Battisti e Sartori argento nel canottaggio

La sesta giornata di Olimpiade inizia bene con la prima medaglia ai Giochi di Londra 2012 per il canottaggio. Il due di coppia senior, composto da Romano Battisti e Alessio Sartori, ha vinto l’argento con il tempo di 6:32.80, dietro la Nuova Zelanda (Coehen-Sullivan in 6:31.67) e davanti alla Slovenia (Spik-Cop in 6:34.35). L’Italia tocca così quota 10 medaglie: 3 ori, 5 argenti e 2 bronzi.

Nel fioretto a squadre femminile, l’Italia si è qualificata per la finale, superando agevolmente la Gran Bretagna nei quarti, con il punteggio di 42-14, e in semifinale la Francia, con il risultato di 45-22. Per le azzurre Elisa Di Francisca, Valentina Vezzali e Arianna Errigo finale alle 20.15 ora italiana contro la Russia.

Concludono al quinto posto Elia Luini e Pietro Ruta nella semifinale del doppio pesi leggeri di canottaggio. La coppia azzurra dovrà accontentarsi della finale di consolazione. Non raggiunge la finale olimpica anche il 4 senza azzurro, composto da Simone Venier, Mario Paonessa, Luca Agamennoni e Vincenzo Capelli. A Eton Dorney, gli italiani sono giunti quarti nella loro semifinale, col tempo di 6’05″00. Gli azzurri disputeranno la finale B.

Le azzurre del beach volley, Greta Cicolari e Marta Menegatti, hanno vinto 2-1 (21-12, 23-25, 15-10) contro le canadesi Annie Martin e Marie-Andree Lessard nel torneo olimpico di Londra 2012. La coppia azzurra chiude al comando del Girone F, qualificandosi per gli ottavi di finale del torneo.

Nel nuoto Alessia Filippi è stata eliminata nei 200 dorso: la nuotatrice romana ha chiuso la sua batteria al settimo posto. Luca Dotto, argento mondiale nei 50 sl, difende il prestigio della medaglia e agguanta la semifinale nella sua categoria con l’11° tempo in 22″12.

Nel beach volley, Paolo Nicolai e Daniele Lupo sono stati sconfitti per 2-0 (26-24, 21-18 ) dalla coppia brasiliana Alison Cerutti e Emanuel Rego. Questo successo vale il primato nel Girone A per i brasiliani, mentre la coppia azzurra dovrà attendere la fine degli altri incontri per sapere se passerà direttamente alla fase successiva, nel caso venisse selezionata come migliore terza, o se sarà invece costretta a disputare uno spareggio.

Nel tiro con l’arco femminile, Pia Lionetti è stata eliminata nei quarti di finale: l’azzurra è stata eliminata dalla messicana Aida Roman per 6-2. La Lionetti si era qualificata per i quarti della prova individuale battendo negli ottavi di finale Ya-Ting Tan, atleta di Taipei, con il punteggio di 6-2.

L’italiana Maria Clara Giai Pron non si è qualificata per la finale della canoa nella specialità K1 slalom. L’azzurra, al Lee Valley White Water Centre, nella semifinale è giunta in ultima posizione, con 176.61.

Ginnastica artistica: ore 17.30 Vanessa Ferrari e Carlotta Ferlito saranno impegnate nella finale femminile di Individuale assoluta.

Boxe: ore 21.30 Domenico valentino sarà impegnato negli ottavi 2 della categoria maschile Pesi leggeri.

https://cookednews.wordpress.com/2012/08/01/london2012-daniele-molmenti-e-oro-nella-canoa-slalom-il-terzo-per-litalia/
https://cookednews.wordpress.com/2012/07/28/london2012-primo-oro-per-litalia-nel-tiro-con-larco-podio-azzurro-nel-fioretto-al-femminile/

Related articles

London2012: Daniele Molmenti è oro nella canoa slalom, il terzo per l’Italia

Quinto giorno di Olimpiade, terza medaglia d’oro. E’ il canottista Daniele Molmenti a far salire nel medagliere la squadra italiana di canottaggio.

Daniele Molmenti ha vinto l’oro nella canoa slalom con il punteggio di 93.43, precedendo il ceko Hradilek (94.78) e il tedesco Aigner (94.92). Si tratta del terzo oro dell’Italia ai Giochi di Londra. Molmenti si è fatto il regalo più bello: l’azzurro festeggia oggi il suo 28esimo compleanno.

Su Twitter sono ‘#Molmenti di gloria. #Londra2012 #oro‘.

‘Siamo grandi, siamo grandi’. Con gli occhi quasi fuori dalle orbite, Daniele Molmenti si esalta e grida tutta la sua felicità d’aver conquistato l’oro nello slalom k1 proprio nel giorno del suo compleanno: ‘Ho investito su me stesso, ho venduto anche la mia moto, una Ducati, l’avevo promesso al mio allenatore. A Pechino avevo sbagliato io, questa volta mi è servito l’aiuto di Ferrazzi per gestire la mia emotività, oggi è il mio compleanno, c’erano tante cose che combaciavano’.

Secondo oro per il team Gb, vince Wiggo nella crono. Bradley Wiggins ha vinto la medaglia d’oro nella prova a cronometro delle Olimpiadi di Londra 2012. Quello di Wiggo, primo inglese in maglia gialla al Tour de France, è il secondo oro della giornata del team Gb e il secondo dall’inizio dei Giochi. Chris Froome, sempre della squadra Gb, ha vinto il bronzo. Secondo sul podio, il tedesco campione del mondo Tony Martin, alias Panzenwagen. Wiggins, che ha dato a Martin 42 secondi, ha già conquistato sette medaglie tra cui quattro ori in passate Olimpiadi.

Finale 4X200 per la Pellegrini. Non è ancora chiusa l’Olimpiade di Federica Pellegrini. L’azzurra è tornata in acqua e ha spinto la 4X200 sl alla finale di stasera (stile libero staffetta femminile – finale 22:04). L’italia ha chiuso con il quarto tempo di 7’52″90. Prime le australiane. La staffetta azzurra composta da Alice Mizzau, Alice Nesti, Diletta Carli e Federica Pellegrini ha chiuso con il tempo ufficiale di 7’52″75, alle spalle dell’Australia, prima in 7’49″44. Secondo posto dopo le batterie per gli Usa in 7’50″75, terzo per il Canada in 7’50″84. Dietro le azzurre, le francesi con la campionessa Camille Muffat che si è di nuovo sfidata con la Pellegrini nell’ultima frazione, 7’52″88 il tempo delle transalpine.

Scherma azzurri out: Finisce la gara delle italiane nel torneo di sciabola a Londra 2012. Dopo Gioia Marzocca esce anche Irene Vecchi, eliminata nei quarti dall’ucraina O. Kharlan. Finisce ai quarti la gara olimpica di Paolo Pizzo nel torneo di spada. Il catanese, campione del mondo in carica, è stato sconfitto 15-12 dal venezuelano Ruben Limardo Gascon.

Judo, Roberto Meloni ed Erica Barbieri eliminati. Sono stati eliminati Roberto Meloni ed Erica Barbieri, i due judoka italiani impegnati nelle gare olimpiche di oggi. Meloni, sceso sul tatami nella categoria 90 Kg, è stato sconfitto agli ottavi di finale dal brasiliano Camilo Tiago. La Barbieri, che combatteva nella categoria 70 Kg, ha perso con la sudcoreana Hwang Yes-Sul ai sedicesimi.

Biscotto Badminton: via otto atlete. La federazione internazionale del badminton ha escluso dalle Olimpiadi di Londra le quattro coppie del badminton donne, ritenute colpevoli di aver ‘combinato’ dei risultati. Sono le cinesi Wang Xiaoli e Yu Yang, le indonesiane Greysia Polii e Meiliana Jauhari e le sudcoreane Jung Kyung-eun, Kim Ha-na, Ha Jung-eun e Kim Min Jung. La notizia dell’esclusione delle Olimpiadi delle quattro coppie del badminton donne autrici del ‘biscotto’ è stata data dalla Bbc, secondo cui le otto giocatrici sono state ritenute colpevoli di ‘aver violato lo spirito olimpico e di non aver fatto del loro meglio per vincere, tenendo una condotta contraria ai principi dello sport’.

Secondo Sebastian Coe, il presidente del comitato organizzatore dei Giochi, ‘si è trattato di un comportamento inaccettabile e deprimente’.

http://www.london2012.com/
http://www.danielemolmenti.it/

Obama for America: 101 giorni al voto

President Barack Obama addresses the House Dem...

President Barack Obama addresses the House Democratic Caucus Issues Conference in Williamsburg, Virginia. (Photo credit: Wikipedia)

Piena campagna elettorale per le prossime presidenziali del 6 novembre negli Stati Uniti. Il presidente Barack Obama invita chiunque fosse desideroso di contribuire, a visitare il sito Obama Biden (Presidente e Vicepresidente). Il 4 agosto sarà il suo compleanno, ‘forse l’ultimo da Presidente, non sta a lui decidere’, dice Obama in un messaggio pubblicato ieri dal titolo ‘My Birthday’ e indirizzato ai volunteers e ai supporters. L’invito è aperto a chiunque volesse partecipare. Obama scrive:

‘My upcoming birthday next week could be the last one I celebrate as President of the United States, but that’s not up to me—it’s up to you.

This July deadline is our most urgent yet, coming after two consecutive months of being significantly outraised by Romney and the Republicans.

And if you pitch in whatever you can before midnight tonight, you and a guest will be automatically entered to join me at my birthday get-together next month.

Thanks. Hope I’ll see you soon.’

Barack

L’Election Day è più vicino di quanto pensi. ‘Sostenere il Presidente e costruire questa campagna è più importante che mai, dona oggi – dice la nota sul sito. Quando lo fai, entro il 31 luglio, sarai inserito automaticamente fra gli invitati al 51esimo compleanno di Barack per festeggiare con lui nella sua casa di Chicago‘. E buon compleanno.


http://www.barackobama.com
http://www.barackobama.com/calendar
https://cookednews.wordpress.com/2012/06/16/obama-e-il-dream-act-il-presidente-americano-concede-i-permessi-di-lavoro-ai-figli-degli-immigrati/
https://cookednews.wordpress.com/2012/06/28/obamacare-ok-della-corte-suprema-alla-riforma-sanitaria-voluta-dal-presidente-barack/
http://www.youtube.com/barackobama?source=primary-nav

F1 Gran premio di Germania: ad Hockenheim vince Alonso. Seguono Vettel e Button

Vince Alonso e vince la Ferrari. Il pilota di Oviedo convince e allunga in classifica generale. Ottenuta la pole position – la seconda consecutiva – sotto la pioggia torrenziale di Hockenheim, controlla la gara, passa indenne dai due pit stop per il cambio gomme e resiste a Vettel e dopo di Button, portando la monoposto del Cavallino rampante di nuovo sul podio e al posto più alto.

Festeggiato anche dai compagni.

Fernando Alonso, pilota della Ferrari e leader della classifica del Mondiale di F1, ha chiuso al primo posto il Gp di Germania sul circuito di Hockenheim. Terza prova vinta in questa stagione dallo spagnolo, che ha resistito agli attacchi di Sebastian Vettel (Red Bull) prima e Jenson Button (McLaren) poi. Quarta piazza per Kimi Raikkonen (Lotus), che ha invece preceduto Kamui Kobayashi (Sauber) e di Sergio Perez. Settimo Michael Schumacher (Mercedes) davanti a Mark Webber (Red Bull) ed a Nico Hulkenberg (Force India). Ha chiuso in zona punti Nico Rosberg (Mercedes).

La classifica

Fernando Alonso allunga in testa alla classifica del Mondiale piloti a quota 154 punti: dietro di lui l’australiano della Mark Webber (120 punti) e il campione del mondo Sebastian Vettel (118 punti).

La gara

Un successo, il terzo in questa stagione giunta già alla decima gara, che gli permette di allungare decisamente in classifica generale, portandosi a 34 punti di vantaggio su Mark Webber, oggi solo ottavo e a 36 su Sebastian Vettel, finito secondo sorpassando all’ultimo giro Jenson Button, uscendo oltre il limite della pista, tanto da finire sotto inchiesta da parte dei commissari di gara. Il campione del mondo della Red Bull sarà ascoltato dagli steward e potrebbe essere sansionato.

Vettel è apparso molto nervoso e con un errore di guida nel finale e la difficoltà di superare la McLaren di Lewis Hamilton (in lotta con Alonso per il primo posto), riesce ancora una volta a rimanere secondo nel Gran Premio di casa. I tre giorni di gara  meno allegri del campionato per il team iridato, con un Webber mai stato in gara e finito ottavo, dopo essere stato sospettato di avere usato una mappatura del motore diversa rispetto alle gare precedenti, con il rischio di essere penalizzato.

Un sospetto che rimane anche dopo la decisione degli steward di farli correre. La Red Bull, comunque, mantiene la leadership tra i Costruttori con 238 punti contro i 177 della Ferrari che dopo la buona prestazione di Silverstone, non può contare nuovamente sull’apporto di Felipe Massa. Il brasiliano tampona in partenza la Toro Rosso di Ricciardo, distruggendo l’alettone anteriore.

Fermo ai box per la sostituzione, conclude la gara fuori dai punti, al dodicesimo posto. Kimi Raikkonen, quarto con la Lotus che lo proietta nell’identica posizione anche nella classifica iridata, scavalcando Hamilton, unico ritirato della corsa per problemi meccanici.

Buona gara anche per la Sauber a motore Ferrari di Kamui Kobayashi, quinto davanti al compagno di squadra Sergio Perez. Settimo posto per Michael Schumacher che con la sua Mercedes ha optato per le tre soste. Ottavo Webber, a chiudere la top ten Nico Hulkenberg con la Force India, e Nico Rosberg con la seconda Mercedes.

Il Circus della massima Formula 1 ora si rimette immediatamente in marcia per raggiungere Budapest, dove domenica prossima si correrà il GP di Ungheria, l’ultimo prima della lunga pausa estiva. Si tornerà in pista a fine agosto con il week end belga (2 settembre) prima della gara italiana il 9 settembre a Monza.

http://www.formula1.com/
https://cookednews.wordpress.com/2012/07/22/f1-alonso-e-il-nuovo-uomo-della-pioggia-in-pole-sul-circuito-di-hockenheim/

 

Crono per Wiggins: l’italiano Nibali terzo sul podio del Tour de France. Domani ultima gara

Non era mai successo. Che non uno, ma due britannici si aggiudicassero il primo e il secondo posto del podio al Tour de France. Il terzo va all’italiano Vincenzo Nibali.

Il Crono incorona Wiggins con il miglior tempo di 1’04”13: 1’16” su Froome e 1’50” a LL Sanchez. A Parigi sarà il primo corridore from Great Britain  a salire sul gradino più alto del podio della Grande Boucle. Insieme al britannico del Team Sky.

Un britannico per la prima volta sul gradino più alto del Tour de France. Bradley Wiggins riesce nell’impresa che Sky si era posta come obiettivo primario una volta entrata nel ciclismo. Il re della 99esima edizione del Tour de France è lui.  Ex pistard di 32 anni, si aggiudica una Grande Boucle dura e faticosa.  In montagna, sempre a ruota e a cronometro, ha dato lezioni a tutti anche a Chartres, meritando – come si dice – l’amara vittoria.

La massacrante cronometro di 53 km, che in tanti temevano a inizio Tour e che proprio da inizio tour già davano vinta al tenacissimo e resistente Wiggings, in realtà non è stata nemmeno necessaria. Distacchi già decisi dalla seconda prova contro il tempo,  i 40 km di Besançon, sono poi definiti negli ultimi giorni dai Pirenei. Dopo le polemiche per gli attacchi alla leadership di Froome, arriva la prova di forza dell’acuto capitano.

Vincitore quest’anno anche di Parigi-Nizza, Romandia e Delfinato, Wiggins ha dato un pugno al Tour de France (è così che ha esultato sul traguardo l’inglese vincente) nel giorno a lui più favorevole, dominando la 19esima tappa della corsa a 50 km/h di velocità media e mettendo altro tempo fra sé e i rivali.

Froome chiude al secondo posto a 1’16”. Luis Leon Sanchez, che accompagna con sorrisi nervosi le pedalate di Wiggins fino all’arrivo, è terzo a 1’50”. Poi gli altri, tutti con ritardi superiori ai due minuti: Velits, Porte, Gretsch, la maglia bianca Van Garderen, Kiryienka, Taaramae e Roy. Questa la Top Ten, dove non si scorge il nome di Vincenzo Nibali, che chiude al 16esimo posto a 3’38” dal vincitore, ma che domani riporterà l’Italia sul podio a Parigi, sette anni dopo il secondo posto di Ivan Basso nel 2005. Mai nella storia del Tour de France un britannico era salito sul podio. A Parigi, nel 2012, ce ne saranno addirittura due. E saranno compagni di squadra: Wiggins e Froome. Il terzo è italiano e si chiama Vincenzo Nibali.

Complimenti a Daniel Oss, che 14esimo riesce a superare il  suo capitano. I bocciati Grande Boucle di questa edizione sono Denis Menchov, mai protagonista sulle Alpi e sui Pirenei e che nell’ultima cronometro rimedia oltre 4′ di ritardo, e soprattutto Cadel Evans. Lo scorso anno in festa per il suo primo trionfo al Tour de France, quest’anno risulta piegato da una carta di identità che comincia a farsi impietosa.

Mai nella storia del Tour de France un britannico era salito sul podio e a Parigi, nel 2012, ce ne saranno addirittura due. E saranno compagni di squadra: Wiggins e Froome. Il terzo è italiano e si chiama Vincenzo Nibali.

#TDF12

Facebook :http://goo.gl/4s1GM
Google + : http://goo.gl/VCI2S
· http://www.letour.fr
http://www.letour.fr/le-tour/2012/us/

Related articles

Club Dogo ft Giuliano Palma PES video ufficiale

Italiano: Il gruppo rap italiano Club Dogo

Italiano: Il gruppo rap italiano Club Dogo (Photo credit: Wikipedia)

P.E.S pro evolution soccer official video. I Dogo del Club Guè Pequeno, Don Joe e Jack La Furia, fanatici del game Konami hanno deciso di realizzare un tribute video in featuring con Giuliamo Palma, molto estivo e molto da spiaggia. I tre del rap italiano non mancano di citare anche la concorrente Play station. Un metaforico ringraziamento a quelle giornate in cui è meglio non fare proprio nulla.

Il messaggio è no stress. La domanda,  la nuova #hit estratta da #noisiamoilclub sarà un successo anche questo? Il video ufficiale è già online sulla  con l’immancabile cammeo di emilianolozio, alle prese con un’anguria gigante e un mestolo da cucina mangia a bordo campo fra Jack la Furia e Guè avversari durante un torneo di calcio balilla.  diventato nuovamente papà.

E rischiando di diventare la nursery del web, esordiamo nel mondo del Gossip con un fiocco rosa, quello di Emiliano lo zio. Personaggio indiscusso della scena rap italiana, per la presenza costante sugli spalti prima dopo e durante lo show, conosciuto per le dimensioni considerevoli, base per altezza, è diventato papà da qualche giorno, per la seconda volta. Auguri da Cookednews alla piccola di zio, Sophie.

 Stasera live al Tresor Marina Di Pietrasanta ore 21, Versilia.

Regia Gianluca ‘Calu‘ Montesano
Compra su iTunes il nuovo album ‘Noi siamo il club’
http://itunes.apple.com/it/preorder/noi-siamo-club-bonus-track/id525847904

@theRealDonJoe @THEREALGUE @thereallafuria
http://www.clubdogo.org/
http://www.thebluebeaters.com/
http://www.ficb.it/ 

The Twilight Saga al Comic-Con 2012 con Breaking Dawn 2

Si sono presentati al Comic Con 2012  di San Diego sorridenti e felici, in stile fresco e pulito, per l’ultimo panel della saga di Twilight e nel frattempo si sono fatti travolgere dal ruolo. Kristen Stewart (22 anni e secondo Forbes la più pagata) e Robert Pattinson (26), i vampiri più giovani del mondo, secondo fonti indiscrete si sarebbero lasciati andare a commenti sull’essere genitori durante le riprese di ‘The Twilight Saga: Breaking Dawn – Parte Seconda’.

Sembra che i due attori, legati sentimentalmente anche fuori dal set, abbiano trovato un feeling speciale con la piccola collega Mackenzie Foy (11 anni), che interpreta il ruolo della figlia Renesmee Cullen, mezza vampira e mezza umana, nata in  in Breaking Dawn-part one.  

L’ipotesi è che i due insieme da diversi anni abbiamo iniziato a pensare a un probabile bebè interpretando il ruolo di genitori vampiri nel nuovo episodio della Saga presentato in apertura al film festival di San Diego.

‘Parlavano di come avrebbero cresciuto i loro bambini’ ha raccontato una fonte non bene precisata a ‘Us Weekly‘ secondo la quale per la Stewart sembra essere un po’ presto. La Bella di Twilight  avrebbe infatti detto ‘Be’, io non farei mai questo o quello’. Che stessero scherzando o facendo sul serio lo si vedrà più avanti. Il 23 giugno scorso, Rob e Kristen, insieme da tre anni, sono andati al matrimonio di un’amica. ‘Kristen parlava con un’ospite in dolce attesa, confessandole che amerebbe avere un figlio con Rob’.

‘Ha detto che pensava fosse una cosa bellissima, e ha voluto toccare la pancia della donna per sentire se il bambino calciava’. Pattinson, da parte sua, è più che convinto che la Stewart sarà la madre dei suoi figli. ‘E’ totalmente innamorato di Kristen’ hanno riferito dal set. ‘Per lui, lei è la persona… Per quanto riguarda i figli, è solo una questione di tempo’.

Nel film in uscita si prosegue col romanticismo. Un lungo percorso insieme, iniziato con il primo film ancora un po’ fuori dalle logiche da botteghino. Merito forse della regista Catherine Hardwick, ma anche di una certa spensieratezza sul set, prima che ogni episodio diventasse una corsa al primato.

E ognuno ha la sua da rivelare: si parte dalla creatrice, Stephenie Meyer, incerta sul dare un sequel alla quadrilogia, ma che non nega per il futuro un possibile spin off. Protagonista, la figlia di Bella ed Edward, la vampiretta Renesmee, che nel film in uscita è interpretata dalla piccola Mackenzie Foy.

Pattinson, scherzando ha anche detto che l’unico possibile sequel della storia sarebbe il divorzio della coppia vampira. A dimostrazione che anche fra gli immortali, le unioni non durano.

Per quanto riguarda invece la vita di coppia da vampiri, Breaking Dawn – Parte 2 inizia esattamente dove termina la prima parte: Bella è stata vampirizzata e vede per la prima volta il mondo con gli occhi da immortale, cogliendo ogni dettaglio di quello circostante come mai prima. Edward le si avvicina e lei lo abbraccia, ma, inconsapevole della sua nuova forza, gli fa del male.

In Italia dal 16 novembre.

http://www.twilightitalia.com/home/
http://www.twilight-blog.eaglepictures.com/
http://www.comic-con.org/
http://www.breakingdawn-themovie.com/ 

MotoGp bagnato in Germania: pole di Stoner, nono Valentino Rossi


Casey Stoner vola sul bagnato del Sachsenring e trova la 4ª pole stagionale. Ben figura anche Bradl con la Honda satellite, mentre deludono le Ducati di Hayden e Rossi, lontane dai primi anche con la pioggia.

E’ di Casey Stoner la pole position dell’ottava prova del Motomondiale classe MotoGp, in scena questo fine settimana nel circuito tedesco del Sachsenring, in Germania. Sotto una pioggia battente, che concede qualche tregua soltanto negli ultimi minuti delle qualifiche, l’australiano della Honda vince la sfida con il cronometro e si piazza davanti a tutti con il tempo di 1’31”796. Insieme a Stoner, partiranno dalla prima fila anche l’americano Ben Spies (Yamaha) e il compagno di scuderia Dani Pedrosa, staccati rispettivamente di 193 e 285 millesimi di secondo.

Solo il quinto tempo per Jorge Lorenzo, primo del mondiale insieme a Stoner (140 punti), in ritardo per più di mezzo secondo. La    Yamaha di Cal Cruchlow precede il maiorchino di poco meno di un decimo e si inserisce tra la Honda del connazionale Pedrosa e la Yamaha numero 99 di Lorenzo.

Sesto tempo per il tedesco Stefan Bradl, che più volte ha fatto segnare il miglior giro provvisorio nel corso delle qualifiche sul circuito di casa. Alle sue spalle la prima Ducati, quella di Nicky Hayden, autore di una serie di ottimi giri che lo hanno visto in testa per buona parte delle prove. Per l’americano il sogno della pole è sfumato soltanto nelle ultime due tornate, con sei piloti che hanno migliorato il suo 1’32”795.

Bisogna spostarsi in terza fila per vedere i primi italiani sulla griglia di partenza: Dovizioso, ottavo, paga ancora qualche sbavatura con la sua Yamaha Tech 3 e conferma le difficoltà sul bagnato. Valentino Rossi è nono, staccato di quasi un secondo e mezzo dalla pole di Stoner ma a soli 12 millesimi da Dovizioso, e sulla pista tedesca non riesce a sfruttare come in passato l’asfalto bagnato, tra i pochi fattori che mantengono vive le speranze di podio del campione di Tavullia.

Tutti vicini gli altri italiani delle ‘tre P’ Pasini, Petrucci e Pirro: quindicesimo tempo per il primo, subito dietro gli altri due. Ultima posizione per il collaudatore Ducati Franco Battaini, che sostituisce l’infortunato Karel Abraham.

La MotoGP ha dovuto fare i conti con il maltempo anche oggi nel secondo giorno di prove al Sachsenring con una pioggia torrenziale nelle libere del mattino e condizioni simili anche nelle qualifiche del pomeriggio con Stefan Bradl che ottiene la seconda fila in vista del GP di domani.

Il portacolori del Team LCR Honda ha dominato la maggior parte del turno nonostante le pessime condizioni dell’asfalto migliorando il suo passo in sella alla RC213V giro dopo giro e regalando ai suo i fan uno spettacolo esaltante chiudendo con la sesta piazza (1’32.510).

Stefan Bradl: ‘Non ci aspettavamo un turno di qualifiche bagnato anche oggi ma alla fine ha piovuto molto. Noi però ci siamo comportati molto bene anche sul bagnato. Abbiamo fatto un buon lavoro di messa a punto e per tutta la sessione siamo stati veloci e precisi: questo è un segno positivo. Grazie alle modifiche mi sono adattato facilmente e velocemente sul bagnato e giravo con un ritmo buonissimo. Alla fine la pista ha iniziato ad asciugarsi e tutti hanno spinto per fare meglio compreso il sottoscritto. Purtroppo ho trovato qualche pilota più lento nel mio ultimo giro e la prima fila è sfumata. È un peccato ma possiamo essere contenti del lavoro che abbiamo fatto e del risultato’.

Nicky Hayden e Valentino Rossi domani partiranno dalla terza fila dello schieramento di partenza del Gran Premio di Germania dopo aver ottenuto rispettivamente il settimo e il nono tempo in qualifica sotto una pioggia battente.

Il pilota americano a cinque minuti dalla fine del turno era in pole provvisoria ma nelle ultime concitate fasi della sessione è rimasto intrappolato nel traffico e non ha potuto migliorare come gli altri.

Valentino Rossi era molto veloce nel primo e nell’ultimo ‘split’ del giro ma nella sezione centrale non riusciva ad essere altrettanto efficace. In caso di gara bagnata è tuttavia fiducioso di poter perfezionare l’assetto anche nei due settori centrali.

Nicky Hayden ‘Questa mattina la pista era umida e, per risparmiare le gomme da pioggia, non abbiamo girato molto anche se la moto andava davvero bene. All’inizio delle qualifiche la pioggia torrenziale aveva allagato la pista e le condizioni erano così difficili che abbiamo deciso di fermarci ed aspettare un po’. Nelle curve lunghe avevamo un po’ di problemi di ‘grip’ in piega mentre, raddrizzando la moto, la trazione risultava molto buona. Le cose sono via via migliorate e, a cinque minuti dalla fine avevo il miglior tempo. Poi, negli ultimi due giri sono rimasto imbottigliato nel traffico. So che a volte questa è un po’ una scusa ma oggi mi è successo davvero altrimenti un paio di posizioni avrei potuto guadagnarle. E’ un po’ frustrante dover partire dalla terza fila ma in gara domani daremo il massimo.’

Valentino Rossi ‘Ci aspettavamo di più da una sessione bagnata perché di solito siamo davvero molto veloci ma sfortunatamente abbiamo fatto un piccolo errore nell’assetto della parte posteriore della moto che, con così tanta acqua in pista, mi creava qualche difficoltà nel ‘T2’ e nel ‘T3’. Purtroppo, perdendo diversi decimi in quella parte, anche se nel primo e nell’ultimo settore ero molto veloce, alla fine ho fatto solo la terza fila. Di positivo c’è che risulta chiaro dai dati dove abbiamo sbagliato e in caso di gara bagnata, sistemando quel particolare dovremmo essere comunque competitivi. Se invece la gara fosse asciutta, spero lo sia anche il warm-up perché in tutto il fine settimana abbiamo avuto solo 45 minuti dry.’

eni Motorrad Grand Prix Deutschland

8 luglio 2012                              Showing race local time (GMT +2)

MotoGPWUP                                 MotoGPRAC

09:30 – 09:50                                           13:00

http://www.motogp.com/it/

Create a free website or blog at WordPress.com.