London2012: super Bolt vince ancora, nuovo record mondiale per l’uomo più veloce del mondo punta ai 200m

Atletica AT – 100m Uomo

Solo  Usain Bolt riesce a superare se stesso. L’uomo più veloce del mondo nella nona giornata di questa  Olimpiade di Londra 2012 ha eseguito sui 100m batterie il suo secondo tempo mondiale con 9,58 secondi, superando il record fissato da lui stesso a Berlino nel 2009 e vicendo ancora una volta l’oro.

Il campione del Mondo e compagno di allenamenti Yohan Blake ha preso l’argento con i 9,75 per eguagliare il suo record personale, insieme al campione olimpico del 2004 Justin Gatlin, che ha preso il bronzo con un tempo di 9,79.

English: Yohan Blake during 2011 World champio...

English: Yohan Blake during 2011 World championships Athletics in Daegu (Photo credit: Wikipedia)

In sette hanno battuto la soglia dei 10 secondi, facendo un buon tempo ma le probabilità per tutti gli otto di farlo per la prima volta sono state rovinate quando l’infelice Asafa Powell, il giamaicano terzo in finale, ha subito un infortunio poco prima della linea e zoppicando, è riuscito a portare a casa un 11,99.

Bolt ha detto che sapeva di essere nel giusto e nella forma fisica più adatta per vincere il titolo.

‘Ero felice – dice BBC1. Quando sono uscito al primo turno mi sentivo di poter fare questo. Ero un po’ preoccupato per la mia partenza, non voglio di nuovo false partenze. Credo di essermi seduto ai blocchi, accomodato, e non credo che sia la migliore reazione al mondo, ma ho eseguito il mio istinto che è stato la chiave del mio successo.

‘Il mio allenatore mi ha suggerito di smettere di preoccuparmi per l’inizio, la parte migliore della vostra razza – ha detto – è alla fine, nello sprint, è lì che governate’.

‘Così ho smesso di preoccuparmi della partenza e ho fatto la mia corsa.

Questo oro vuol dire che sono un passo più vicino ad essere una leggenda, è quella la direzione per cui sto lavorando. Questo è solo un passo, ho il 200m da fare e non vedo l’ora’.

https://cookednews.wordpress.com/2012/08/05/alcune-foto-direttamente-dalle-olimpiadi-di-london2012/

Advertisements

London2012 Golden Slam: Serena Williams batte Sharapova. Pistorius in semifinale. Ok Bolt

Bolt atto Primo. All’Olympic Stadium l’esordio di Usain Volt alle Olimpiadi di Londra è stata una passeggiata. O quasi. Il giamaicano si è assicurato la vittoria nella gara più attesa dell’ottava giornata. Le batterie dei 100 metri hanno dato il via alla grande sfida: da un lato il re, Usain Bolt, primatista mondiale e campione olimpico uscente, che vince la 4/a serie dei 100 correndo in 10″08, tempo poi modificato dai giudici in 10”09.  Dall’altro gli aspiranti al trono, dagli amici Yohan Blake e Asafa Powell al trio americano composto da Justin Gatlin, Tyson Gay e Ryan Bailey, insieme al beniamino di casa Dwain Chambers che prova a farsi spazio. In precedenza meglio di Bolt avevano fatto gli americani Gatlin e Bailey, imponendosi nelle rispettive batterie in 9″97 e 9″98. Come Bolt era andato Tyson Gay, vincitore della prima serie in 10″08. Però, a differenza di Bolt, lui aveva il vento contrario.

Momento storico per l’atletica nei 400m uomini di queste Olimpiadi. Il campione paralimpico Oscar Pistorius si è presentato in pista nella prima batteria dei 400 metri e ha disputato la sua prima gara ai Giochi contro atleti normodotati. Il sudafricano ha superato il turno classificandosi al secondo posto, in 45″44 (suo primato stagionale) dietro al dominicano Santos (45″04). Fuori invece a sorpresa LaShawn Merritt. Il campione olimpico in carica,  argento agli ultimi mondiali di Daegu, non ha portato al termine la sua prova nella sesta batteria e quindi è stato eliminato.

Oscar Pistorius ha finalmente vinto la sua battaglia e può sfidare gli atleti normodotati correndo con le sue protesi in fibra di carbonio al posto delle gambe, amputategli quand’era bambino per una malformazione congenita. Il sudafricano passa il turno senza problemi, è secondo alle spalle del dominicano Luguelin Santos (che gli fa gli auguri prima della partenza) in 45″44, suo record personale in questa stagione, e può già concentrarsi sulla semifinale di domani. Al momento della sua presentazione in pista, prima dello sparo dello starter c’é un autentico boato: gli 80mila dell’Olimpico di Londra (anche oggi gremito in ogni ordine di posti) sono tutti con lui, l’uomo che ha sfidato l’impossibile, e riesce finalmente ad essere non più soltanto un fenomeno dell’atletica paralimpica. Ruolo che comunque vuole mantenere, visto che ha già annunciato di voler difendere i suoi titoli nei 100, 200 e 400 alle Paralimpiadi che la capitale britannica ospiterà dal 29 agosto al 9 settembre.

‘Stamattina ero così nervoso. Dentro di me avevo una tale mistura di sensazioni che non sapevo se piangere. Mi sono emozionato a vedere la bandiera del Sudafrica, ed ora voglio ringraziare il mio team e tutti coloro che hanno creduto in me. Ho lavorato duro sei anni per arrivare fin qui, e quando sono andato sui blocchi di partenza ho provato a sorridere’.

Se il calcio è spettacolo, il tennis cosa è? Goldem Slam, Sharapova Golden Slam! E invece è Serena Williams a vincere l’oro olimpico. Serena Williams è sempre la regina dell’All England Club: dopo il Championships, la statunitense demolisce Maria Sharapova nella finale olimpica (6-0, 6-1) per la medaglia d’oro del Golden Slam. Bronzo a Vika Azarenka, che si aggiudica la finalina, battendo 6-3 6-4 Maria Kirilenko.

 Twitter hashtag serena williams crip walkmaria sharapovavenus williamsblack guys

http://www.london2012.com/
https://cookednews.wordpress.com/2012/08/03/london2012-ottava-giornata-di-gara-speranza-paltrinieri-nel-nuoto-in-pista-bolt/
https://cookednews.wordpress.com/2012/08/01/phelps-19-medaglie-la-leggenda-del-cannibale-di-baltimora-record-per-il-nuotatore-statunitense/

Blog at WordPress.com.