Grillo su elezioni Camera e Senato: ‘ i traditori traggano le conseguenze’ e Bersani: ‘ho buttato via due ministri’

bersasni su boldrini e grassoPrima la minaccia di espulsione per i senatori Cinque Stelle che hanno scelto di votare Grasso. Poi un attacco a tutto campo nei confronti del Pd. Beppe Grillo non ha gradito l’esito delle votazioni per la presidenze delle Camere. E se la prende soprattutto con il partito di Bersani, accusato di aver ‘giocato l’unica carta rimasta, quella della foglia di fico visto che Franceschini e la Finocchiaro erano indigeribili’, come scrive in un nuovo post. ‘Sanno di essere impresentabili’ aggiunge Grillo, ‘e quindi devono presentare sempre qualcun altro. Per loro ci vuole del ‘conservatorismo compassionevole’. Quanto all’ipotesi di una candidatura di D’Alema al Quirinale, sarebbe ‘un fiammifero in un pagliaio’, dice Grillo. Il Paese ‘non reggerebbe a sette anni di inciucio. Un passo indietro preventivo e una smentita, anche indignata per le ‘voci infondate’, sarebbero graditi’, conclude. Infine, la previsione: ‘La legislatura sarà breve’.

Ma intanto i senatori Cinque Stelle – invitati a dimettersi in quanto avrebbero tradito gli elettori – stavolta non tacciono. E, con toni diversi, rispondono al leader, rivendicando autonomia di giudizio senza voler tradire la linea del movimento. “Sicuramente ieri nella cabina elettorale qualcuno di noi ha agito in coscienza e questa è stata una grande espressione di libertà, di quello che è il nostro spirito”, dice Vito Crimi, capogruppo del Movimento 5 Stelle al Senato, in un video pubblicato durante la notte su Facebook, per fare un resoconto delle votazioni.

Il candidato ideale del Movimento era Luis Orellana, ribadisce Crimi. ‘Dobbiamo però dare atto che in questi mesi siamo riusciti a stimolare le forze politiche a tirar fuori dei nomi un po’ più distaccati rispetto all’apparato di partito, un po’ più nuovi rispetto al Partito democratico. Ci possiamo prendere questo merito’, aggiunge.

Dando conto della concitata riunione a Palazzo Madama prima del voto, Crimi parla di un ‘bellissimo confronto, molto emozionante e anche acceso perché si sono tirate fuori tutte le storie legate alla mafia, all’antimafia, visto che avevamo in contrapposizione Schifani e Grasso. I nomi dicevano tutto’.

La coerenza del gruppo è stata rispettata, spiega, perché ‘il gruppo è uscito all’unanimità con un’unica speranza: la non rielezione di Schifani’. ‘In questa linea la quasi totalità ha proseguito nel voto bianca, qualcuno non ha votato, qualcuno Orellana, qualcuno ha agito in coscienza’, aggiunge.

‘Non siamo telecomandati. Ognuno di noi ha una propria sensibilità. Segue la propria coscienza. E certamente Pietro Grasso non faceva, e non fa, parte del vecchio apparato’, gli fa eco in un’intervista a La Stampa Luis Orellana.

Su Facebook si aggiunge anche la voce di Francesco Molinari, senatore grillino, che risponde al messaggio di Grillo con parole altrettanto nette: ‘Meno reazioni isteriche e più fiducia!’, chiede. A Grillo, il senatore dice ‘di stare sereno, non c’è nessun traditore‘ e il Movimento 5 stelle al Senato ‘è unito: nessuna alleanza nessuna fiducia’. Poi un consiglio: ‘studiare le differenze fra cariche istituzionali e ruoli politici non farebbe male’.

Anche la base discute animatamente sul blog di Grillo. ‘Beppe, che fai, li cacci?’. ‘No, ha ragione. Dimissioni immediate per i 12 traditori!’. Da una parte chi difende la libertà di coscienza e la scelta di votare Grasso, dall’altra chi invece è d’accordo con il leader e pensa che i ‘dissidenti’ debbano ‘trarre le dovute conseguenze’.

‘Con il vostro voto inutile avete resuscitato il cadavere Bersani. Dimissioni immediate per i 12 traditori. Forza Beppe resisti’, scrive Giovanni M. e come lui tanti altri che approvano il diktat di Grillo: chi ha votato per Grasso deve lasciare il Movimento, in nome della coerenza (‘Bravo Beppe traditori non ne vogliamo. Fuori dalle palle’, scrive Fulvio).

Ma la stragrande maggioranza dei commenti più votati non sono d’accordo. ‘Sono per una contrapposizione totale al sistema dei partiti ma sono d’accordo con quei senatori che fra mafia e antimafia hanno scelto l’antimafia’, scrive Vittorio Di Battista. Preoccupata Emanuela M.: ‘Questi toni da caccia alle streghe non sono la nuova politica’. ‘No a epurazioni o espulsioni’, dice Daniele Veronese. ‘Solidarietà a chi ha avuto il coraggio di votare Grasso’, scrive Francesco Iardella. ‘Caro Beppe hai creato una cosa meravigliosa come l’M5S ma non capisco…. ora.. qual’è l’obbiettivo…l’eutanasia???’, scrive Enrico Soldini. E P. Palesone: ‘Grillo, con queste poche righe ti sei giocato il mio voto e quello di qualche centinaia di migliaia di persone’.

Che la nomina dei due presidenti del Parlamento sia scaturita grazie al ‘sacrificio’ dei maggiorenti del Pd Bersani non lo nega ma lo rivendica come un patrimonio di pratica politica proprio del partito: ‘Siamo di una generazione capace di queste scelte, di non metterci davanti: Finocchiaro, Franceschini, io ed altri’. E sulla scorta dell’entusiasmo suscitato ieri dal discorso di Laura Boldrini al momento dell’insediamento, dopo che fra i commentatori è uscita l’ipotesi di sue future candidature a incarichi di governo, Bersani ha spiegato: ‘Mi ha molto colpito la sua reazione quando le abbiamo fatto la proposta: grande umiltà. E’ una persona che capisce il peso degli incarichi’. E con una battuta svela che i nomi di Boldrini e Grasso sarebbero stati spesi comunque nel suo eventuale governo: ‘Ho buttato via due ministri‘.

Il percorso, ora, si fa difficoltoso. Da martedì e mercoledì ‘il Quirinale prende in mano la situazione, mi affido al Capo dello Stato che ha un compito difficilissimo’. Lo afferma Pier Luigi Bersani alla trasmissione di Latella su Sky. ‘E’ una strada molto stretta, ma altre strade si rivelerebbero anche più strette’, dice il segretario del Pd. ‘Tutte le soluzioni che prevedessero una compartecipazione delle forze dovrebbero essere larghissime e unanime’, aggiunge Bersani.

(fonte laRepubblica)

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

Blog at WordPress.com.

%d bloggers like this: