Alabama: silenzio stampa per il bambino ostaggio di Midland City

Handout of suspect Jimmy Lee Dykes

Continua a tenere col fiato sospeso il dramma del piccolo Ethan, il bambino di cinque anni prigioniero da martedì in un bunker sotterraneo nella cittadina di Midlands City, in Alabama. E’ un team dell’Fbi a condurre i negoziati con il veterano del Vietnam, il 65enne Jimmy Lee Dykes, che martedì scorso ha rapito il bambino da uno scuolabus, dopo aver ucciso l’autista. Sulle trattative viene però mantenuto il più stretto riserbo.

L’uomo armato barricato in un bunker sotterraneo in Alabama dopo aver sequestrato il bambino, sta rendendo la vita dell’ostaggio ‘il più confortevole possibile’. Lo hanno sottolineato le autorità statunitensi, mentre il braccio di ferro tra loro e il carceriere è entrato oggi nel sesto giorno.

La polizia non ha fornito molte informazioni sulle richieste – ammesso che ne siano state avanzate – dell’uomo, che ha ucciso il conducente di uno scuolabus e ha preso in ostaggio il bambino prima di barricarsi nel bunker di Midland City. Una strategia precisa, orientata verso il silenzio stampa per non innervosire l’uomo. Anche il ringraziamento per il trattamento riservato al bambino va probabilmente letto in questo senso.

‘Continuiamo a mantenere una linea aperta di comunicazione 24 ore al giorno, ogni volta che vuole parlare’, hanno spiegato in una nota i soldati dell’Alabama. Una nota diffusa dopo che le autorità hanno cancellato una conferenza stampa perché non c’erano ‘nuove informazioni’ da segnalare. In un messaggio diretto al sequestratore, lo sceriffo Wally Olson ha detto in televisione di volerlo ‘ringraziare per prendersi cura del nostro bambino’ e per ‘averci permesso’ di inviare al piccolo libri e medicine. I negoziati vengono svolti grazie a un tubo per la ventilazione in plastica che proviene dal bunker, hanno spiegato le autorità.

Che hanno identificato il sospetto come Jimmy Lee Dykes, un 65enne ex autista di camion descritto da vicini e autorità come un uomo dedito alla sopravvivenza con opinioni anti-governative. Le informazioni finora diffuse hanno comunque avuto principalmente a che fare con le condizioni di salute del bambino.

Durante il sequestro, Dykes ha minacciato con un’arma l’autista dello scuolabus dicendo di voler portare via due bambini. Ma l’uomo, il 66enne Charles Poland, si è messo di traverso alla porta, permettendo a quasi tutti i piccoli di scappare dal retro. Dykes ha poi ucciso Poland ed è riuscito a catturare Ethan, sofferente di una forma di autismo, la sindrome di Asperger, portandolo poi in un bunker sotterraneo scavato nel suo giardino.

Il funerale di Poland si terrà oggi all’Ozark Civic Center, che si trova ad una ventina di chilometri da Midland City: la comunità sconvolta da quanto sta accadendo, lo ricorda come una persona buona, sempre disponibile a dare una mano agli altri. La notte scorsa si è tenuta una affollata veglia di preghiera per chiedere il rilascio di Ethan e stringersi accanto ai genitori.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

Blog at WordPress.com.

%d bloggers like this: