Cig straordinaria dal prossimo febbraio per gli operai Fiat di Melfi

fiat_melfi_5_milioni

Cassa integrazione straordinaria dall’11 febbraio 2013 al 31 dicembre 2014 per la ristrutturazione dello stabilimento Sata del gruppo Fiat a Melfi. Lo ha reso noto la Fiom.

La ristrutturazione sarà avviata per permettere la produzione di due nuovi modelli già annunciati dalla Fiat.

Il 20 dicembre scorso Fiat ha annunciato la ristrutturazione dello stabilimento lucano, con un investimento di 1 miliardo, dove dal 2014 saranno prodotte due nuove vetture a marchio Jeep e Fiat.

‘La prima della due vetture prodotte sarà un utility vehicle del marchio Jeep. Apparterrà ad un segmento di mercato nel quale il marchio oggi non è presente e, come tutti gli altri modelli della Jeep, verrà venduto nei mercati di tutti i continenti. Melfi sarà l’unico stabilimento al mondo che lo produrrà’, dice una nota diffusa allora.

A Melfi verrà prodotta anche la nuova Fiat 500X, un’ulteriore evoluzione della famiglia 500, ‘più grande, più spaziosa e più capace della 500L che è commercializzata da circa tre mesi’, aggiungeva il comunicato.

Con l’arrivo del Suv Jeep nel 2014 lo stabilimento, circa 5.000 addetti, dovrebbe cessare la produzione di Fiat Grande Punto, di cui non si conoscono ancora le prospettive.

‘L’avvio della ristrutturazione offre allo stabilimento di Melfi prospettive future molto concrete e lo impegna su una dimensione non solo più europea, ma mondiale e questo è l’aspetto più significativo e importante per una rapida uscita dalla crisi e di garanzia per il futuro del lavoro in Sata’. Lo ha sottolineato il reggente della Fim Cisl Basilicata e coordinatore nazionale del gruppo Fiat, Leonardo Burmo.

‘Con l’avvio della procedura di cassa integrazione straordinaria per ristrutturazione (comunicata oggi alla Rsa, alle organizzazioni sindacali e alle istituzioni) parte la ristrutturazione dello stabilimento Sata del gruppo Fiat a Melfi per la produzione dei due nuovi modelli già annunciati dalla Fiat’, ha aggiunto.

Tuttavia, secondo Burmo, ‘la fase che si apre vedrà sicuramente un 2013 molto complicato per le note vicende legate al mercato dell’auto in particolare in Europa e in Italia‘.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

Create a free website or blog at WordPress.com.

%d bloggers like this: