Scandalo alla Regione Lombardia: rimborsi per spese non istituzionali. Fra i 40 indagati anche Minetti e Bossi

minetti_nicoleI capigruppo in Regione Lombardia del Pdl e della Lega Nord, Paolo Valentini e Stefano Galli, sono indagati dalla Procura di Milano con l’accusa di peculato e che riguarda una quarantina di consiglieri lombardi di Pdl e Lega. Nell’ambito dell’inchiesta gli investigatori della Gdf avrebbero accertato un utilizzo illecito dei rimborsi regionali dei gruppi consiliari. L’indagine riguarderebbe spese fatte al di fuori dell’attività politica con soldi pubblici. Fra gli indagati anche la consigliera pidiellina Nicole Minetti e il figlio di Umberto Bossi, Renzo Bossi.

Secondo gli inquirenti, tra le ‘spese di rappresentanza istituzionale’ – rimborsate con denaro pubblico e riferite a singoli e non a gruppi consiliari – ci sono munizioni da caccia, colazioni al bar, cocktail, cene in ristoranti di lusso e persino pizze da asporto o pranzi da McDonald’s, con scontrini nei quali viene indicato il menù per bambini.

Quando il 10 ottobre scorso il procuratore aggiunto di Milano Alfredo Robledo ha spedito la Finanza in Regione ad acquisire i rendiconti 2008-2010 relativi ai rimborsi garantiti ai gruppi consiliari del Pdl e della Lega, probabilmente non pensava di scoprire così tante anomalie. Nel mirino sono finiti quasi tutti i consiglieri della maggioranza della giunta uscente guidata dal governatore Roberto Formigoni. Il presidente della Regione Lombardia esclude di aver mai sentito parlare di un utilizzo scorretto dei rimborsi da parte di qualche consigliere: ‘Le regole sono sempre state molto chiare e molto nette’ – ha detto. ‘Leggo che seppure con qualche ritardo i finanzieri hanno acquisito i documenti anche delle opposizioni. Le modalità di spesa dei finanziamenti dei gruppi regionali sono identiche per maggioranza e opposizione. La domanda – continua Formigoni – è semplice: perché queste indagini soltanto sui gruppi di maggioranza quando è noto che i criteri di spesa sono identici per tutti?’

A dare il via al nuovo scandalo sono state le verifiche partite, quasi per caso, sul leghista Davide Boni (ex presidente del Consiglio regionale, travolto da un’indagine per corruzione), sull’ex assessore del Pdl, Franco Nicoli Cristiani, arrestato un anno fa con in casa una mazzetta da 100 mila euro e l’ex assessore regionale Massimo Buscemi del Pdl. Nelle inchieste che li hanno coinvolti, decifrando alcune intercettazioni ambientali, Robledo e i suoi sostituti Paolo Filippini e Antonio D’Alessio hanno trovato tracce di cene che sarebbero state giustificate.

Dai ristoranti alle sigarette, nel mirino le spese dei consiglieri del Pdl e della Lega al Pirellone. Quasi tutti quelli della legislatura ormai scaduta, anche l’ex consigliera Nicole Minetti e Renzo Bossi. L’accusa: aver ottenuto rimborsi con soldi pubblici per spese dubbie.

Secondo l’accusa, le spese personali venivano addebitate al gruppo consiliare pur non trattandosi di costi sostenuti per l’attività politica. Ha comprato il libro ‘Mignottocrazia’ e ha conservato lo scontrino Nicole Minetti. L’ex consigliera regionale ha speso 16 euro di soldi pubblici per comprare il testo ‘Mignottocrazia’, ma non solo. Ha pagato 832 euro un aperitivo all’hotel principe di Savoia e 400 euro una cena da ‘Giannino’. L’ex consigliera ha anche comprato un iPad da 750 euro, nonostante la Regione Lombardia ne avesse già dato uno ad ogni consigliere. In tutto, le spese di Nicole Minetti fatte con i fondi del Pirellone ammontano a decine di migliaia di euro.

Renzo Bossi ha speso in videogames e Redbull.

La guardia di finanza di Milano sta acquisendo in Regione Lombardia con un decreto di esibizione i documenti relativi alle spese di altri Gruppi consiliari, tra cui Pd, Idv e Sel. Al momento, l’inchiesta vede una quarantina di indagati tra consiglieri del Pdl e del Carroccio dagli assessori come impegni istituzionali, ma che di politico avrebbero avuto molto poco.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

Blog at WordPress.com.

%d bloggers like this: