Monti si dimette, Napolitano vedremo fra otto giorni

monti-napolitano-111111160440_bigIl presidente del Consiglio Mario Monti ha comunicato al presidente della Repubblica le sue intenzioni ‘irrevocabili’ di dimettersi appena approvata la legge di stabilità e di bilancio.

La decisione è maturata dopo avere attentamente valutato le dichiarazioni in parlamento del segretario del Pdl Angelino Alfano che Monti ha interpretato come una sfiducia informale al suo esecutivo, appesantita da toni e motivazioni che il premier non ha potuto accogliere. Un atto di rottura che si può chiaramente evincere nel comunicato con il quale il Quirinale ha raccontato dell’incontro tra il Presidente Napolitano ed il Presidente del Consiglio dei Ministri. Monti, informato da Napolitano dei colloqui avuti con le forze politiche, ha espresso al Presidente la sua valutazione sulle dichiarazioni di Alfano che, si legge nella nota del Colle, ‘costituisce, nella sostanza, un giudizio di categorica sfiducia nei confronti del Governo e della sua linea di azione. Il Presidente del Consiglio non ritiene pertanto possibile l’ulteriore espletamento del suo mandato e ha di conseguenza manifestato il suo intento di rassegnare le dimissioni’.

‘Il Presidente del Consiglio – prosegue la nota – accerterà quanto prima se le forze politiche che non intendono assumersi la responsabilità di provocare l’esercizio provvisorio – rendendo ancora più gravi le conseguenze di una crisi di governo, anche a livello europeo – siano pronte a concorrere all’approvazione in tempi brevi delle leggi di stabilità e di bilancio. Subito dopo il Presidente del Consiglio provvederà, sentito il Consiglio dei Ministri, a formalizzare le sue irrevocabili dimissioni nelle mani del Presidente della Repubblica‘.

‘Credo proprio che a questo punto si voti a febbraio’, dice il segretario del Pd Pierluigi Bersani. L’annuncio del presidente del Consiglio non ha sorpreso il leader del Pd, ‘Non ci faremo logorare andando avanti ancora tre mesi e non accetteremo nessun altro governo Monti con una maggioranza diversa. Mi sembra inutile – ha detto Bersani durante l’ultimo colloquio in Quirinale con il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano  – anzi nocivo per il Paese, andare avanti con questa situazione sfilacciata, non lo dico solo per noi che comunque verremmo logorati e danneggiati da un Pdl che si mette a fare l’opposizione negli ultimi mesi della legislatura, mentre noi sosteniamo un governo i cui provvedimenti di certo non ci convincono fino in fondo. A questo punto è necessario che la parola torni agli elettori e che finalmente nasca un governo politico in grado di gestire le difficoltà che ci attendono’.

‘Di fronte all’irresponsabilità della destra che ha tradito l’impegno assunto un anno fa davanti al paese, aprendo di fatto la campagna elettorale, Monti ha risposto con un atto di dignità che rispettiamo profondamente. Noi siamo pronti ad operare per l’approvazione nei tempi più rapidi della legge di stabilità, ha continuato Bersani.

‘Siamo prontissimi a votare il disegno di legge di stabilità, stringendo i tempi – ha detto Angelino Alfano, segretario Pdl. Anche qui sta la nostra responsabilità, esattamente come avevamo preannunciato al Presidente della Repubblica e formalmente affermato in Parlamento. Noi ci siamo. Bersani, in questo momento così delicato, sospenda i toni da campagna elettorale’.

Pier Ferdinando Casini, su Twitter: ‘Chi pensava di costringere Monti a galleggiare, ora è servito’.

Calma, prudenza e lavoro. Il Capo dello Stato, il giorno dopo l’annuncio delle dimissioni di Monti, è tornato a farsi sentire misurando le parole: ‘Parlo fra otto giorni, alla cerimonia per i saluti alle alte cariche e lì farò le mie valutazioni’, ha detto Giorgio Napolitano, a margine del concerto di Natale al Quirinale. Ma i mercati riaprono domani, gli hanno fatto notare: ‘Vedremo cosa faranno’.

Per ora, ha proseguito il Presidente, ‘Facciamo quello che dobbiamo fare fino all’ultimo giorno’.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

Create a free website or blog at WordPress.com.

%d bloggers like this: