Primarie: seggi aperti in tutta Italia, si vota fino alle 20

Seggi aperti in tutta Italia per le primarie che dovranno stabilire il candidato premier del centrosinistra. Alle 7 di questa mattina si sono insediati i seggi e, alle 8, sono regolarmente iniziate le operazioni di voto delle Primarie. Gia’ un milione e mezzo erano i votanti pre-registrati, di cui 850mila online. Cinque i candidati: Pierluigi Bersani, Matteo Renzi, Nichi Vendola, Bruno Tabacci e Laura Puppato. Si vota fino alle 20 di stasera.

Un milione e mezzo, tanti sono gli elettori che si sono pre-registrati per votare.

Il segretario del Pd, è arrivato nel seggio di via XXIV Maggio a Piacenza per esprimere il suo voto. Accompagnato dalla moglie e dalle figlie Bersani intervistato dai giornalisti prima di votare sottolinea che oggi ‘è il giorno della festa della democrazia. E’ stata una campagna elettorale meravigliosa con una partecipazione incredibile’.

Giornata densa di appuntamenti e iniziata di buon mattino quella del sindaco di Firenze, Matteo Renzi. Alle 9.30, in Lungarno Pecori Giraldi, ha dato il via alla Firenze Marathon, a cui hanno preso parte 10mila persone. Lo stesso Renzi sta gareggiando nella Mezza Maratona (‘non ho potuto allenarmi a sufficienza’, ha spiegato qualche giorno fa). Il sindaco era vestito con pantaloni della tuta blu, scarpe da ginnastica e una maglietta rossa con scritta sopra una citazione di Jimi Hendrix: ‘Se sono libero è perché continuo a correre’.

‘Se perdo le primarie, sarà stata comunque una grande esperienza di popolo, ma vinceremo’ ha scritto Renzi su Twitter ringraziando ‘chi corre con noi in tutta Italia’. Renzi, se non cambierà idea all’ultimo minuto, dovrebbe recarsi a votare alle 17, al seggio di piazza dei Ciompi, allestito nella sede dell’Arci, e poi aspettare i risultati delle votazioni nella sede del suo comitato elettorale, allestito alla Fortezza da Basso. In Toscana sono 1.021 i seggi allestiti per le primarie, 160 quelli di Firenze e provincia, dove sono al lavoro 2.000 volontari.

Chi è molto preoccupato è Nichi Vendola, il leader di Sel era poco convinto fin dall’inizio di queste primarie e i sondaggi di queste settimane dimostrano che le perplessità erano fondate: il confronto sui media è stato soprattutto tra Bersani e Renzi e il risultato è che il Pd è cresciuto oltre il 30% nei sondaggi, mentre Sel perde colpi. Vendola non ha nemmeno apprezzato che ieri Bersani abbia detto che voterebbe Renzi in un ipotetico ballottaggio (il 2 di dicembre) tra il sindaco di Firenze e il leader di Sel. Una frase che Vendola ha interpretato come un invito al ‘voto utile’ lanciato proprio ai potenziali elettori del governatore della Puglia. ‘Bersani – ha attaccato Vendola – in questi giorni ha mantenuto ispirazioni nobili, ma sempre contraddittorie. Lo vedo costretto a contorsioni logiche e culturali per non prendere posizioni nette e chiare sui temi più importanti’.

Lui, il leader Pd, evita invece polemiche con gli sfidanti. I sondaggi lo rassicurano e ancor di più lo rincuora l’alto numero di pre-registrati. L’ultima giornata di campagna elettorale Bersani l’ha passata in Liguria, prima rendendo omaggio al paese di Sandro Pertini (‘Ci ha indicato la strada del coraggio’) e poi parlando già da candidato premier: ‘Governare non sarà rose e fiori, ci vuole consapevolezza dell’enorme responsabilità che abbiamo. Le mie parole d’ordine saranno ‘moralità e lavoro’. Se scelgono me mi scelgono perché io dove sono stato ho sempre cambiato, non ho mai lasciato le cose come le ho trovate’.

Chi vota
Per le primarie sono in campo 100mila volontari per lo sforzo organizzativo. Possono votare tutti gli elettori over 18 al 25 novembre 2012, compresi cittadini Ue residenti in Italia e stranieri con permesso di soggiorno.

Registrazione 
Ci si può iscrivere in qualsiasi ufficio elettorale del centrosinistra. Bisogna presentarsi con la tessera elettorale, un documento di identità e versare almeno 2 euro.

Il voto
Le primarie del centrosinistra prevedono la possibilità di un eventuale ballottaggio, domenica 2 dicembre.

Come si vota
Si vota esibendo il documento di identità, la tessera elettorale, e il certificato di elettore di centrosinistra ‘Italia bene comune’. Ogni elettore può recarsi a votare solo nel seggio che include la propria sezione elettorale. Si può esprimere solo una preferenza. Sono 9239 i seggi distribuiti in 7949 comuni, in tutta Italia. Sono 135 i seggi in 19 Paesi di tutto il mondo. Oltre 6mila i registrati all’estero.

http://www.primarieitaliabenecomune.it/

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

Create a free website or blog at WordPress.com.

%d bloggers like this: