Sequestro Spinelli: pagato riscatto da 8 milioni di euro

 Per la liberazione del ragionier Giuseppe Spinelli, cassiere di Silvio Berlusconi, fu pagato un riscatto. Ne sono convinti i giudici, mentre l’ex premier smentisce. Per il momento l’arresto di una banda di albanesi e italiani per il sequestro lampo che ha tenuto prigionieri per una notte Giuseppe Spinelli e sua moglie è l’unica certezza di una storia dai contorni assai oscuri. Per la liberazione del ‘cassiere’ di Berlusconi, l’inesauribile ‘bancomat’ delle Olgettine a cui i malviventi avrebbero offerto documenti in grado di riscrivere il processo sul Lodo Mondadori, potrebbe essere stata pagata la somma stratosferica di otto milioni di euro.

Ma occorre partire dal fatto storico, ritenuto incontestabile per gli inquirenti, per capire quali tasselli debbano essere ancora riempiti per dare coerenza a questa vicenda. Sono le nove di sera del 15 ottobre e, come ogni lunedì, Spinelli rincasa nella sua abitazione di Bresso, vicino a Milano, dopo avere fatto i ‘conti settimanali’ ad Arcore con l’ex premier. Appena esce dall’ascensore e suona alla porta, viene aggredito da un paio di uomini, hanno le pistole in pugno, lo spingono dentro l’appartamento, immobilizzano la moglie e li costringono a stare su un divano, in attesa del capo, che arriva alle due.

Francesco Leone, barese, ex pentito di mafia, il ‘capo’, spiega a Spinelli che vogliono 35 milioni da Berlusconi e in cambio gli offrono una chiavetta e un dvd che conterrebbe sette ore e quarantadue minuti di ‘cose che avrebbero danneggiato De Benedetti in relazione al Lodo Mondadori’. Gli mostrano anche un foglio su cui sono scritti nomi di magistrati, e parlano di una cena in cui Gianfranco Fini prometterebbe gratitudine a dei magistrati per ‘mettere in difficoltà’ l’ex premier. Al mattino, su pressione dei rapinatori Spinelli chiama prima Berlusconi, alle sette e trenta, e poi Niccolò Ghedini, alle otto e dieci, e si spende col primo per convincerlo di avere visto il filmato con Fini e quello che inchioderebbe De Benedetti e che deve pagare 35 milioni, quello che i sequestratori calcolano essere il sei per cento dei 560 milioni dovuto da Berlusconi nella causa Imi – Cir. Ghedini, fuori dall’aula del processo Ruby, oggi spiega di essersi accorto di ‘qualcosa di strano’ in quella telefonata, soprattutto ‘perché avevo invitato Spinelli a venire ad Arcore con quei filmati e lui non era venuto’.

A questo punto mancando due tasselli essenziali. La ragione per la quale la vittima denuncia il sequestro con ‘un oggettivo ritardo’, sottolinea un inquirente, solo il 17 ottobre e via fax. E il finale della storia: cosa induce i rapitori ad andarsene da casa Spinelli? Sul primo punto di domanda si registra la risposta di Ghedini: la vittima ‘aveva paura, era sotto choc’. Più inquietante la ricostruzione dell’epilogo.

Sempre secondo il legale parlamentare, i banditi se se ne sarebbero andati perché avevano capito che non avrebbero ottenuto niente. Per i pm Ilda Boccassini e Paolo Storari, invece, è concreta l’ipotesi del pagamento di un riscatto. A dimostrarlo sarebbero i febbrili contatti tra alcuni arrestati, in particolare Alessio Meier e Leone, su dove spostare una somma di otto milioni di euro e metterla al sicuro. A fare scattare il blitz, le conversazioni in cui i componenti della banda discutevano su come prelevare da due banche varesine il contenuto di tre cassette di sicurezza (una presso il Credito Valtellinese e le altre due presso Banca di Credito Cooperativo di Busto Garolfo e Buguggiate) e metterlo poi al sicuro presso una banca di Lugano.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

Create a free website or blog at WordPress.com.

%d bloggers like this: