Roma Filmfest: Marc’Aurelio d’oro a ‘Marfa girl’ di Larry Clark

E’ ‘Marfa Girl’ del regista Usa Larry Clark il vincitore del Marc’Aurelio d’Oro per il miglior film di questa settima edizione del Festival Internazionale del Film di Roma. La giuria presieduta da Jeff Nichols ha preferito il racconto di formazione adolescenziale tra droga, sesso, violenza e arte ambientato in una città texana di confine, ma ha voluto comunque premiare l’Italia con due riconoscimenti al discusso ‘E la chiamano estate’ di Paolo Franchi, miglior regia e miglior interprete femminile Isabella Ferrari, e uno ad ‘Alì ha gli occhi azzurri’ di Claudio Giovannesi, Premio Speciale della Giuria. Quest’ultimo film si è aggiudicato anche il premio alla migliore opera prima e seconda assegnato dalla giuria capitanata da Matthew Modine.

Oltre alla Ferrari, in versione hot nei panni di una donna che vive una storia d’amore particolare con il compagno senza mai avere rapporti intimi, come interprete maschile ha vinto Jérémie Elkaim protagonista di ‘Main dans la main’ di Valérie Donzelli. Premio per il migliore contributo tecnico a Arnau Valls Colomer per la fotografia di ‘Mai morire’ e per la migliore sceneggiatura a Noah Harpster e Micah Fitzerman-Blue per ‘The Motel Life‘. L’apprezzato film di Gabriel e Alan Polsky, storia di due fratelli rimasti orfani e uniti da un legame molto forte con Emile Hirsch e Stephen Dorff, si è aggiudicato anche il premio del Pubblico Bnl per il miglior film scelto dagli spettatori.

Inoltre, nella sezione Prospettive Italia come miglior lungometraggio ha vinto ‘Cosimo e Nicole’ di Francesco Amato tra i documentari ‘Pezzi’ di Luca Ferrari e ‘Il gatto del Maine’ di Antonello Schioppa come miglior cortometraggio. Una menzione speciale dalla giuria della miglior opera prima e seconda è andata ad Alessandro Gassman per il suo esordio alla regia con ‘Razzabastarda’.

Infine, in CinemaXXI si è aggiudicato la vittoria il brasiliano ‘Avanti popolo’ di Michael Wahrmann, premio speciale della Giuria a ‘Picas’ di Laila Pakalnina e tra i cortometraggi e mediometraggi a ‘Panaida’ di Ana-Felicia Scutelnicu.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

Create a free website or blog at WordPress.com.

%d bloggers like this: