Regione Sicilia conti in rosso: pignorati gli stipendi

La Regione Sicilia non finisce mai di stupire. I dipendenti dell’Assemblea regionale siciliana giovedì 27, giorno di pagamento delle retribuzioni, non percepiranno lo stipendio. I conti di Palazzo dei Normanni sono stati pignorati dai legali di un gruppo di 76 dipendenti ai quali il giudice del lavoro ha riconosciuto scatti di anzianità a partire dal 2005.

L’amministrazione dell’Assemblea ha diramato una circolare, informando i 270 dipendenti che gli stipendi saranno ‘differiti’. Nella storia del Parlamento più antico d’Europa non era mai successo. Il decreto ingiuntivo, che ha congelato i conti correnti, è stato presentato per 24,5 milioni di euro.

Da oggi dunque, niente paga per i dipendenti  dell’Assemblea regionale siciliana, che nel giorno di pagamento delle retribuzioni, non percepiranno lo stipendio. I conti di Palazzo dei Normanni sono stati pignorati. Si prospetta un giovedì nero anzi in rosso per i 270 dipendenti regionali che non hanno percepito lo stipendio.

Francesco Cascio, presidente dell’Assemblea assicura: ‘Ci sarà qualche giorno di ritardo, ma non ci dovrebbero essere problemi a garantire comunque tutte le buste paga’.

L’Ars, ad appena 29 giorni dalle elezioni, dallo spiegare le consulenze esterne al far rimanere a dir poco sbalorditi per il netto degli stipendiati, le indennità, le pensioni d’oro, le auto blu, le presunte gare truccate, lo spreco di dirigenti, il numero ‘eccessivo’ di impiegati e l’ultima inchiesta sulle spese, ha il suo gran da fare.

Intanto da una nota stampa  dell’assessorato regionale per il Turismo, lo Sport e lo Spettacolo fanno sapere che è stato sbloccato il pagamento degli stipendi e degli oneri riflessi di luglio e agosto dei dipendenti del Teatro Vittorio Emanuele di Messina. Il ritardato pagamento è stato causato da una interruzione del sistema informatico regionale, risolto il quale è stata sbloccata l’intera procedura.

http://www.ars.sicilia.it

Related article

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

Create a free website or blog at WordPress.com.

%d bloggers like this: