US Open: Errani e Vinci ancora numero uno nel doppio tennis

Tocca ancora una volta alle azzurre del tennis tenere alti i colori della squadra italiana. E questa volta non ci sono se e non ci sono ma. Perché Roberta Vinci e Sara Errani hanno fatto qualcosa di unico, meritando gli applausi di tutti noi.

C’era chi dopo il successo di Francesca Schiavone al Roland Garros, non aveva trovato nulla di meglio da fare che commentare la fisicità della Leonessa milanese, chi aveva dato Sarita sconfitta contro la Sharapova sempre a Parigi ancora prima che scendesse in campo e, ovviamente, c’è già chi preferisce parlare degli errori della Kerber e della forma non perfetta della Radwanska invece di sottolineare la sempre maggior importanza che sta assumendo il movimento tennistico italiano in gonnella.

Perché è da ben 5 edizioni che le nostre ragazze raggiungono i quarti di finale dello Slam statunitense, storicamente non uno dei più generosi con i nostri colori e quest’anno è sicuro che un’azzurra sarà in semifinale.

Davvero uno splendido risultato per queste due atlete che già da tempo dimostrano il loro valore nel doppio. Sono ai quarti anche nel tabellone del doppio femminile dove sono la testa di serie numero 2 e, già una certezza, a fine torneo saliranno al primo posto. Quindi, per quanto il loro risultato nel singolare faccia parlare, non è altro che l’ennesima dimostrazione di come il duro lavoro paghi e di come queste due ragazze meritino ogni successo che raggiungeranno in carriera.

Nei precedenti conduce la Errani, ma qualsiasi cosa succeda in campo, la loro amicizia non è a rischio perché  ‘vale più di una semifinale di Slam – dice Roberta Vinci. Quando sono entrata negli spogliatoi Sara era lì ad aspettarmi ed abbiamo versato insieme lacrime di gioia. Le mie erano lacrime anche di paura, di nervosismo, ma belle sensazioni, sto vivendo emozioni fantastiche. Sono felice, siamo felici. E’ la mia miglior amica e vivremo insieme una momento storico: comunque vada un’italiana sarà in semifinale agli ‘.

Ma qual è il segreto del loro successo? A spiegarlo la stessa Sarita in un’intervista di qualche mese fa, quando ha parlato di come ‘le donne abbiano più spirito di sacrificio. In Italia non c’è la cultura del correre, del soffrire’. Loro invece sudano, soffrono, corrono, si allenano e si supportano. Perché dove non arriva una, ha imparato ad arrivare l’altra.

Così si diventa numero 1 nel doppio, così ci si aiuta nella vita. Così si rispetteranno in campo regalando all’Italia una semifinalista a Flushing Meadows. E scusate se è poco.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

Create a free website or blog at WordPress.com.

%d bloggers like this: