Whitney Houston al cinema: a sei mesi dalla morte, l’ultimo film della cantante è ‘Sparkle’

Didn't We Almost Have It All

Didn’t We Almost Have It All (Photo credit: Wikipedia)

Rivive a sei mesi dalla morte Whitney Houston con il suo ultimo film da protagonista. Da oggi negli Stati Uniti è ‘Sparkle‘ l’ultimo lavoro della cantante e attrice americana, appena prima della sua tragica fine dello scorso 11 febbraio.

Nella pellicola, un musical, remake dell’omonimo film del 1976, la Houston interpreta il ruolo della madre di tre ragazze che vogliono sfondare nel mondo della musica. Le riprese del film erano iniziate nell’autunno del 2011 e hanno visto la cantante scomparsa coinvolta anche nelle vesti di produttrice.

La critica parla di un’interpretazione vibrante e brillante, che nulla avrebbe fatto presagire della tragedia consumata per lei di lì a poco, trovata senza vita nella vasca da bagno di una camera d’albergo a Beverly Hills.

Con questo film la Houston avrebbe voluto rilanciare la propria immagine anche in campo cinematografico, a distanza di 16 anni dalla sua apparizione nel film ‘Uno sguardo dal cielo’ e di 20 dal celebre ‘the Bodyguard‘, che la consacrò anche sul grande schermo, nel ruolo di protagonista insieme a Kevin Costner.

Sparkle, diretto dal regista Salim Akil, porta in scena la storia del gruppo delle Supremes, attivo alla fine degli anni ’60 in Usa. La protagonista principale è Jordin Sparks, vincitrice del talent show America Idol nel 2007, nel ruolo della più giovane delle sorelle Sparkle. Nel cast anche Mike Epps, Derek Luke, Carmen Ejogo.

A 48 anni muore Whiteny Houston, la star del pop degli anni ’80 che assieme a Michael Jackson deteneva il record dell’artista di colore di maggior successo: oltre 190 milioni i dischi venduti.

‘Sparkle’ è solo l’ultimo di una serie di film ricordati per essere usciti postumi dopo la morte del protagonista. James Dean morì in un incidente stradale prima dell’uscita de ‘Il gigante’. Il divo americano di ‘Gioventù bruciata’ (Rebel Without a Cause, 1955) è stato il primo attore ad aver ottenuto una nomination postuma al Premio Oscar, onore che verrà poi concesso solo a Massimo Troisi per ‘Il postino‘ e da Heath Ledger, per il suo ruolo del Joker nel film ‘Il cavaliere oscuro’.

Altre morti famose prima dell’uscita di un film sono quelle di Clarke Gable, che spirò nel 1960 prima dell’uscita di ‘The Misfits’. Spencer Tracy nel 1967 prima di ‘Indovina chi viene a cena’. Tragico destino comune per Bruce Lee e il figlio Brandon: il primo morì nel 1973, prima dell’uscita del film ‘Enter the Dragon‘, mentre il secondo perse la vita vent’anni dopo, prima dell’uscita de ‘Il Corvo’.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

Create a free website or blog at WordPress.com.

%d bloggers like this: