India: black out a nord ovest di Calcutta, 600 milioni di abitanti senza elettricità

Sono tutti ‘sani e salvi’ i minatori rimasti intrappolati in una miniera di carbone nell’est dell’India a causa del mega blackout elettrico che interessa metà del Paese. Lo spiega il direttore generale del gruppo minerario. Per cinque o sei ore, i minatori sono rimasti bloccati in un’ottantina di miniere diverse a Burdwan, 180 chilometri a nord ovest di Calcutta, capitale del Bengala occidentale. Grazie al ritorno della corrente nella zona, i minatori sono potuti ritornare in superficie con gli ascensori che prima si erano bloccati a causa del blackout.

Dopo il guasto alle linee elettriche nel nord e nell’est del paese, il blackout elettrico ha privato della corrente più di 600 milioni di abitanti in una ventina di Stati. A New Delhi la metropolitana si è fermata e i semafori spenti e la maggior parte del Bengala occidentale e Calcutta, capitale di questo Stato, sono vittime del black out di corrente.

Il guasto nella rete elettrica è durato circa otto ore, causando l’interruzione della metro di New Delhi con enormi disagi per i pendolari del mattino. I servizi negli ospedali e il 25% delle linee della metro sono stati ripristinati grazie a sistemi di emergenza. Oltre alla capitale, sono stati colpiti cinque stati. La causa è stato il collasso della ‘Northern Grid’.

Advertisements

London2012: nuoto 100 stile fuori Magnini e Dotto, ancora in gara per i 50. La furia del capitano

‘Bisogna rinnovare tutto: negli Usa gli atleti cambiano ma cambia anche lo staff. Io non cerco colpevoli, ma adesso serve fermarsi un attimo e parlarne’. Filippo Magnini, il capitano della nazionale di nuoto azzurra è furioso dopo l’eliminazione nelle batterie dei 100 stile.

‘La velocità ha ‘cannato’ completamente la preparazione olimpica. Da gennaio tutti male, serve una resa dei conti’. Fuori dai 100 stile il campione olimpico Filippo Magnini è una furia e spara a zero. ‘So di aver dato tutto, ma in gara non rendiamo. E’ un peccato presentarsi a un’Olimpiade così’ ha detto l’iridato nuotatore italiano ai microfoni di SkySport Italia.

‘Ho 30 anni e nuoto da 22 – continua – lo capisco da me quando sto male e quando sto da Dio‘.  E’ amareggiato Magnini, 19.mo in una batteria che ha visto l’americano Adrian Nathan chiudere con il miglior tempo di 48″19. ‘Sarà stato un mio errore non aver dato le indicazioni giuste per correggere certi errori. Io non cerco colpevoli, ma adesso serve fermarsi un attimo e parlarne’.

Nel gruppo dei velocisti, guidato da Caludio Rossetto, è entrata anche Federica Pellegrini che dopo il flop nei 400 è attesa stasera nella finale dei 200 sl. ‘Il suo arrivo non ha cambiato le cose, anzi – dice il fidanzato della olimpionica. Ci siamo allenati bene, lei ha imparato la leggerezza da noi e noi altre cose da lei. Io guardo al rapporto con Claudio e di sicuro qualcosa è mancato. Bisogna rinnovare tutto dell’Italia: parliamo degli statunitensi, lì gli atleti cambiano ma anche lo staff. La verità è che abbiamo fatto ma non è venuto fuori niente’.

Meno arrabbiato Luca Dotto, una medaglia mondiale e il rientro a casa obbligato prima della fine delle Olimpiadi, il 12 agosto se qualcosa dovesse andare storto. ‘Sono stati fatti errori da noi e dall’area tecnica – ammette lo sprinter, atteso ancora dai 50 stile, fuori dai 100 con il 22.mo crono – bisogna capire dove risiedono le responsabilità del fallimento: ci dovremo sedere e vedere tutte le cose che non sono andate, per ricominciare con serietà. Filippo? Lui è critico quando le cose vanno male, è un agonista puro e tira fuori tutto. Il gruppo è unito, anche con Federica Pellegrini. Da campionessa quale è, vuole le attenzioni in allenamento, ma è normale’.

Nelle eliminatorie della gara regina del nuoto, avanza con il quarto tempo il campione australiano James Magnussen (48″38), mentre solo decimo con 48″67 il brasiliano primatista del mondo.

Magnini e Dotto

https://cookednews.wordpress.com/2012/07/31/olimpiadi-london2012-oro-pellegrini-ora-o-mai-piu-skeet-judo-nuoto-maschile-e-tennis-le-gare-di-oggi/

http://www.london2012.com

Olimpiadi London2012: oro Pellegrini ‘Ora o mai più’. Skeet, judo, nuoto maschile e tennis le gare di oggi

Flavia Pennetta Linz 2009

Flavia Pennetta Linz 2009 (Photo credit: Wikipedia)

Pellegrini in finale sui 200 metri stile libero. La gara questa sera alle 20.41 ora italiana.  Superata la delusione dei 400, la nuotatrice olimpionica punta all’oro in questa competizione. ‘Voglio giocarmi tutto fino alla fine’. E per l’oro? ‘Ora o mai più’.

Solo una medaglia per gli azzurri, ieri, arrivata dalla carabina 10 metri ad opera di Niccolò Campriani, argento, purtroppo solo sfiorato l’oro in un testa a testa entusiasmante. Avanti nello skeet Falco e Lodde, male il setterosa contro l’Australia, bene la pallavolo femminile che batte il Giappone 3 a 1, Pennetta al terzo turno nel tennis come unica italiana. Oggi tocca a Magnini e alla Sensini nella vela.

E mentre sale l’attesa per il terzo oro olimpico questa volta nel nuoto, dopo la scherma e il tiro a segno, con un’Italia al quinto posto nel medagliere, ecco tutte le gare di oggi. 

Si inzia con il Tiro a volo, alle ore 9.00 qualificazioni  Skeet uomini con Ennio Falco e Luigi Lodde , alle 14:00 la finale al The Royal Artillery BarracksPiù tardi arriva il Judo, dalle ore 9:30 ci sono i sedicesimi categoria 81 Kg. uomini dove  Antonio Ciano sfiderà Bishof (Ger). Ottavi invece per le donne, categoria  63 Kg., Edwige Gwend contro la vincente Xu (Chn) – Silva (Bra), si gareggia all’ExCel North Arena 2. 

A seguire il Nuoto, alle ore 10.13 batterie dei 100 stile uomini con Filippo Magnini  e Luca Dotto. Alle ore 11.02 batterie 4×200 stile sempre uomini, dove schieriamo Marco Belotti, Alex Di Giorgio, Gianluca Maglia, Riccardo Maestri. Alle ore 19:30   semifinale dei 100 stile. Ore 20:41 Federica Pellegrini per la finale dei 200 stile libero.

Sempre in acqua le prove del canottaggio, alle ore 12.20 semifinale Due di coppia uomini con Battisti-Sartori, la semifinale quattro senza uomini con il quartetto Danesin, Caianello, Miani, Goretti.

Per il tennis, a partire dalle 11.30: singolare femminile con gli ottavi di finale Flavia Pennetta vs. P.Kvitova (Cze), doppio femminile 2°turno: Sara ErraniRoberta Vinci vs. Klepac-Srebotnik (Slo), Pennetta-Schiavone o Medina Garrigues-Parra Santonja (Esp) vs. Chuang-Hsieh (Tpe), gare a Wimbledon.

Il Tiro con l’arco alle 11:49 prova individuale di Michele Frangilli contro D. Hrachov (Ukr).

Sensini in vela per le regate in programma tra le 12 e le 18.

Per gli sport di squadra tocca alla ginnastica femminile, che è in finale alle ore 16,30 nella gara a squadra (Campana, Fasana, Ferlito, Ferrari, Preziosa). Per la Pallanuoto maschile Italia-Grecia e Italia-Argentina nella Pallavolo femminile, rispettivamente in gara alle 15:30 e alle 15:45. La scherma con i Sedicesimi, Fioretto Individuale maschile alle 11.50, dove Aspromonte affronterà il  vincente di Choi (Hgk)-Daraban (Rou). Alle 12.50 si sfideranno Baldini e Miyake (Jpn) e a seguire alle 13.20 Cassarà contro  il vincente Rosowsky (Gbr) – Samandi (Tun). Le finali questa stasera a cominciare dalle ore 19.40.

#ginnastevincetepernoi#lepopolariditwitter

https://cookednews.wordpress.com/2012/07/29/olimpiadi-london-2012-la-protesta-di-taki-mrabet-il-nuotatore-che-si-rifiuta-di-competere/

https://cookednews.wordpress.com/2012/07/29/london-2012-secondo-giorno-di-olimpiade-primo-bronzo-farciniti-nel-judo-al-femminile/

Formula 1: Lewis Hamilton ha vinto il Gran Prix di Ungheria

Lewis Hamilton ha vinto il Gp di Ungheria, undicesimo appuntamento del mondiale di Formula 1. Il britannico della Mclaren, partito dalla pole, ha preceduto sul podio le due Lotus Renault di Kimi Raikkonen e Romain Grosjean.

Quarto il campione del mondo della Red Bull Sebastian Vettel.

Alla fine può anche andar bene il quinto posto al leader della classifica Fernando Alonso. Lo spagnolo della Ferrari ha preceduto l’altra Mclaren di Jenson Button. A seguire Senna (Williams), Webber (Red Bull), Massa (Ferrari) e Rosberg (Mercedes). ‘E’ una giornata fantastica, un ottimo lavoro del team, ottimi pit-stop, sono davvero contento’. Il commento a freddo di Lewis Hamilton, vincitore del Gp di Ungheria, intervistato direttamente sul podio al termine della gara.

Fernando Alonso allunga a 40 punti il suo vantaggio su Mark Webber principale rivale in classifica. Un quinto posto all’agro-dolce per l’asturiano. ‘Vedendo che Weber partiva nelle retrovie volevo tenerlo dietro – afferma Alonso ai microfoni di RaiSport. Ho cercato di non perdere troppi punti con gli altri. Con Vettel abbiamo avuto fortuna perché abbiamo perso una sola posizione, mentre Hamilton era imprendibile. Le ultime gare sono state condizionate dalla pioggia, che ci ha favorito, in condizioni di asciutto avevamo sofferto anche prima. Sappiamo che Red Bull, Mclaren e Lotus sono piu’ veloci, abbiamo dei cambiamenti da fare per le prossime gare. Penso che dobbiamo essere concentrati, non preoccupati, dobbiamo andare in vacanza sapendo che quello che abbiamo in mano non è abbastanza per vincere il mondiale. Quaranta punti sono tanti, abbiamo una buona opportunità ma solo se riusciamo a trovare più velocità’.

Pausa di un mese prima della prossima gara in Belgio per lo Shell Belgian Gran Prix sul Circuit de Spa-Francorchamps e poi finalmente il Gran Premio fa tappa in Italia, per la tre giorni sul circuito di Monza. 

31 August, 01, 02 September 2012

BELGIUM

 Spa-Francorchamps

http://www.formula1.com/

Olimpiadi London2012: Federica Pellegrini in semifinale per i 200 metri stile libero, Campriani è argento nel tiro a segno

 Pronto riscatto. Federica Pellegrini si è qualificata per le semifinali dei 200 metri stile libero vincendo la sua batteria con il crono di 1’57″16, primo tempo delle eliminatorie. Reduce dal deludente quinto posto di ieri sera nei 400, la nuotatrice azzurra, dopo un avvio in sordina, è uscita in progressione, mettendosi alle spalle la temibile Franklin.

‘Nei 200 metri riesco a metterci sempre qualcosa in più, ma ragioniamo una gara alla volta, ora le batterie, poi la semifinale, poi eventualmente la finale – sono le dichiarazioni rilasciate a caldo da Federica ai microfoni di Sky -. Se ho cambiato idea riguardo l’anno di stop? Non mi fermerò completamente – ha assicurato – gareggerò nei campionati italiani e a livello internazionale cercherò di qualificarmi solo con le staffette. Dopo 10 anni sempre sul podio non è facile continuare senza mai staccare’.

Niccolò Campriani ha vinto la medaglia d’argento, la quarta per l’Italia, nel tiro a segno specialità carabina 10 metri, al termine di una finale vissuta sul filo delle emozioni. L’azzurro è stato superato solo dal rumeno Moldoveanu (702.1), chiudendo con 701.5 punti davanti all’indiano Gagan Narang (701.1).

Campriani si era qualificato per la finale con 599 su 600, stabilendo il record olimpico insieme a Moldoveanu. L’argento olimpico detiene un primato legato ai Giochi: è stato il primo atleta in assoluto a qualificarsi per Londra il 31 luglio 2010, grazie alla vittoria ai Mondiali di Monaco.

La gara di questa giornata – Nuoto – 200 m individuale stile libero femminile alle 20:30 e alle 20.38. Si aspetta l’oro.

http://www.londra2012.coni.it/

Olimpiadi London 2012: la protesta di Taki M’rabet, il nuotatore che si rifiuta di competere

Taki M’rabet (nuotatore tunisino) si rifiuta di competere nella piscina delle Olimpiadi London 2012 per la presenza di un atleta israeliano, membro della Israeli Air Force, le forze aeree che bombardano ogni giorno la Palestina. Motivo per cui l’atleta è stato squalificato nella gara del 28 sui 400 metri misti individuali. Riguardo all’atleta israeliano, l’unico nuotatore fra gli olimpici che compete per i 400 m individuali è Gal Nevo, 25 anni, nato a Kibutz Hamadia e laureato in economia alla Georgia University di Atlanta, negli Stati Uniti. Miglior tempo nei 20o m, farfalla maschile di oggi.

Mrabet avrà ancora l’opportunità di competere nei 200 misti individuali il 1 ° agosto. Mrabet è uno dei quattro nuotatori che competono in questo anno ai Giochi Olimpici di Londra. Secondo l’agenzia di stampa TAP, Mrabet è stato squalificato da un giudice per un fallo tecnico. Le violazioni sono punibili con la squalifica quando non si osservano gli strokes richiesti durante il misto (farfalla, dorso, rana e stile libero) e per il superamento del limite di distanza subacquea nella sezione freestyle, lo stile libero.

‘Nessuna medaglia d’oro per l’atleta olimpico tunisino, ma una coscienza d’oro – twittano dalla rete. Mentre qualcuno parla di fake, di falso perché al nome non corrisponde nessuno sportivo fra gli olimpici di London 2012. In realtà, ieri è stato diffuso il nome scritto da pronuncia. Quasi impossibile dunque risalire alla vera identità del nuotatore tunisino, 23 anni nato a Parigi, in Francia, del Sabadell Swimming Club (Sabadell, ESP). Inoltre la foto diffusa in rete è quella di Oussama Mellouli, il campione dei 1500 metri stile libero,  tunisino, anche lui alle Olimpiadi di Londra 2012. Li vediamo insieme in una foto GettyImages, durante gli Arab Games di Doha, nel dicembre del 2011.

Di seguito i commenti in Live Twitter.

Tunisian swimmer Taki M’rabet has won the entire Olympics, as far as I am concerned. No gold medals can beat a golden conscience. E ancora Nuotatore tunisino Taqi Murabit si rifiuta di gareggiare per la presenza di un israeliano membro delle forze aeree. #Olimpiadi e #dignità!

La foto: Tunisa‘s (L-R) Taki M’rabet, Talel M’rabet, Ahmed Mathlouthi and Oussama Mellouli celebrate after winning the gold medal in the men’s 4x100m freestyle relay final event at the 2011 Arab Games in Doha on December 20, 2011. AFP PHOTO/KARIM JAAFAR (Photo credit should read KARIM JAAFAR/AFP/Getty Images)

#Olympics2012#londra2012#olimpiadiinufficio

http://www.bbc.co.uk/sport/0/
http://www.london2012.com
http://www.tunisia-live.net/2012/07/28/taki-mrabet-disqualified-in-400m-individual-medley/

London 2012: secondo giorno di Olimpiade, primo bronzo Farciniti nel judo al femminile

Settima medaglia per l’Italia. Dopo i due ori del tiro a segno di Michele Frangilli  e dell’azzurra Elisa Francisca alla scherma, ancora un argento arriva dalla scherma, dopo il podio azzurro ottenuto al primo giorno di Giochi. Diego Occhiuzzi ha perso nella finale della sciabola maschile con l’ungherese Aron Szilagyi, accontentandosi dell’argento.

Nel pomeriggio l’azzurra Rosalba Forciniti ha vinto la medaglia di bronzo nel judo, categoria 52 kg donne. L’italiana nella finale per il terzo posto si è imposta sulla lussemburghese Marie Muller per verdetto dei giudici. Quella di Rosalba Forciniti è la prima medaglia italiana nel judo.

La ventiseienne cosentina nella semifinale per l’accesso all’oro era stata sconfitta per ippon dalla nordcoreana An Kum Ae. L’azzurra  non si dà per vinta, e nel match conclusivo sfodera tutta la grinta, dando vita ad un combattimento vivace, che però si conclude in parità, rendendo necessario il golden Score, dove allo scadere riesce quasi ad atterrare l’avversaria ma fuori tempo rendendo quindi nullo il punteggio.

Premiata ‘alle bandierine’ dai giudici, che alzano la blu per la Forciniti conquistando il bronzo e cominciando a saltare per la gioia e mostrando poi una maglietta con scritto ‘Le buone ragazze vanno in paradiso, le cattive ragazze vanno…a Londra!’. La judoka poi ha gridato ‘I love you Papi, Papi’, rivolgendosi al padre Domenico in tribuna.

 Solo quinta la Pellegrini nei 400 stile libero. ‘Ho dato il massimo, ha detto a fine gara Federica. Fa male, ma va bene’. L’oro è andato alla francese Muffat, che ha stabilito il nuovo record.

Con i risultati di oggi, siamo terzi dietro a Cina e Stati Uniti.

27 luglio – 12 agosto

#Londra2012 #podipodi

london2012.com 
https://cookednews.wordpress.com/2012/07/28/olimpiade-2012-mission-impossible-opening-ceremony-firmata-david-boyle-con-daniel-craig-e-queen-elisabeth-ii/

Related articles

London2012: primo oro per l’Italia nel tiro con l’arco, podio azzurro nel fioretto al femminile

Ricapitoliamo. Opening Ceremony ieri, primo giorno di gara oggi e l’Italia porta a casa l’argento con Tesconi nel tiro a segno e il primo oro nel tiro con l’arco. L’atleta vincente è Frangilli, la freccia della vita: 218 a 209 per gli Usa. Per vincere l’oro l’Italia del tiro con l’arco deve fare solo un ultimo centro, un 10. Ma c’e’ anche il rischio di fare 8 e perdere dopo aver condotto sugli Stati Uniti tutta la finale.

Michele Frangilli, come sempre accade alle Olimpiadi, compie un capolavoro e un miracolo sportivo: tiro secco ed è 10. Italia del tiro con l’arco vince il secondo oro della sua storia (il primo a Pechino con Marco Galiazzo), il primo a Londra2012. Michele Frangilli, Marco Galiazzo e Mauro Nespoli, la squadra maschile di tiro con l’arco, dopo aver battuto Taipei 216-206 negli ottavi, superato la Cina nei quarti (220-216) e il Messico in semifinale (217-215), batte anche gli States (219-218) e conquista la medaglia d’oro. In finale gli azzurri hanno affrontato gli Stati Uniti, che nell’altra semifinale hanno eliminato i campioni uscenti della Corea (medaglia di bronzo). Frangilli, Galiazzo e Nespoli avevano vinto la medaglia d’argento nel tiro con l’arco a Pechino. Oggi l’oro.

Prima medaglia per gli azzurri dai Giochi di Londra, invece, Luca Tesconi che vince l’argento nel tiro a segno da 10 metri con la pistola ad aria compressa. L’azzurro, qualificato alla finale al quinto posto, ha realizzato un forte recupero, piazzandosi alle spalle del coreano Jongoh (687 punti). Tesconi ha totalizzato 685,8 punti, soffiando la seconda piazza al serbo Zlatic, fermo a 685,2 punti.

Oro e argento sicuri, invece, dal fioretto femminile: Valentina Vezzali e Arianna Errigo si sono sfidate per arrivare in finale, con cambio della guardia, la campionessa olimpica Vezzali ha perso contro la giovane concittadina (sono entrambe di Jesi) vedendo sfumare il sogno del quarto oro olimpico consecutivo, record assoluto. Nell’altra semifinale Elisa Di Francisca ha battuto l’unica non italiana, la coreana Nam Hyun Hee. Questo prima che la Vezzali vincesse il bronzo. La rimonta costa agli avversari un podio completamente azzurro.

https://cookednews.wordpress.com/2012/07/28/london2012-prima-medaglia-azzurra-luca-tesconi-argento-nella-pistola-10-metri/

London2012: prima medaglia azzurra, Luca Tesconi argento nella pistola 10 metri

Tiro a Segno – Luca Tesconi regala all’Italia la prima medaglia ai Giochi. L’azzurro ha vinto l’argento nel tiro a segno, specialità pistola 10 metri, con 685.8. Oro per il coreano Jin Longoh (688.2) e bronzo per il serbo Andrija Zlatic. Quella conquistata oggi a Londra è l’ottava medaglia nella storia dell’Italia olimpica del tiro a segno, la terza d’argento. L’ultima a salire sul podio, nella gara delle carabina 3 posizioni di Atene 2004, era stata l’attuale ct della squadra azzurra (anche degli uomini) Valentina Turisini.

La scherma, Vezzali e Di Francisca: entrambe le azzurre sono in semifinale del fioretto femminile. Elisa di Francisca si è guadagnata l’accesso ai quarti battendo la tedesca Carolin Golubytskyi 15-9 grazie ad una grande rimonta. Valentina Vezzali si qualifica ai quarti di finale del torneo di fioretto ha battuto 15-6 la cinese Jinyan Chen.

Judo, salta il bronzo per Verde. Al termine di un match tiratissimo, Elio Verde che aveva illuso, si è dovuto arrendere al brasiliano  Felipe Kitadai che nell’extra time ha avuto la meglio sull’azzurro soffiandogli il bronzo.

Best event da seguire oggi in LiveTweet la finale di fioretto femminile alle 20.40 e la finale di nuoto 4×100 m stile libero staffetta femminile alle 21.43, per la quale le italiane non sono riuscite a qualificarsi. In semifinale la Vezzali affronterà la Errigo mentre la Di Fancisca se la vedrà con la coreana Nam, argento a Pechino. Due medaglie sicure per l’Italia della scherma alle Olimpiadi di Londra, con le tre azzurre nella semifinale del fioretto donne. Il terzo gradino del podio sarà deciso da una finale per il bronzo.

L’Italia dell’arco è in semifinale nel torneo maschile a squadre. Nei quarti, gli azzurri hanno sconfitto la Cina per 220-216 e ora attendono la vincente della sfida tra Messico e Francia.

Marin. Comincia bene l’avventura di Luca Marin alle Olimpiadi di Londra. L’azzurro del nuoto si è qualificato per la finale dei 400 misti che ha aperto il programma dell’Acquatic Center, chiudendo le batterie al sesto posto con 4’13″02: meglio del campione americano Michael Phelps che ha strappato l’ultimo posto per la finale. Niente da fare per l’altro azzurro Federico Turrini. Terzo tempo per l’americano rivale di Phelps, Ryan Lochte.

E niente da fare anche per la staffetta femminile 4×100 stile libero: la squadra italiana segna il proprio record ma non basta per accedere alla finale. L’Italia fallisce la qualificazione alla finale della 4×100 femminile stile libero alle Olimpiadi di Londra. Il quartetto azzurro formato da Alice Mizzau, Federica Pellegrini, Laura Letrari e Erika Ferraioli ha chiuso in 3’39″74, nuovo record italiano, al settimo posto nella seconda batteria. «Sapevamo che sarebbe stato difficile, abbiamo fatto il massimo, va bene così», ha commentato Federica a fine gara.

Phelps dentro per un soffio. La stella del nuoto statunitense si è salvata per sette centesimi ottenendo l’ottavo e ultimo tempo utile per qualificarsi.

400 stile. Samuel Pizzetti fallisce l’accesso alla finale dei 400 stile libero maschili. In batteria, l’azzurro non riesce a scendere sotto il tempo di 3’50″93. A sorpresa, fuori anche il tedesco Paul Biedermann (3’48″50), detentore del record mondiale, e il coreano Taehwan Park: il campione del mondo in carica è stato squalificato.

Tennis. Deve lottare per tre set Falvia Pennetta per superare il primo turno al torneo olimpico femminile di tennis. Nel singolare l’azzurra ha battuto per 6-2, 4-6, 6-2 la rumena Sorana Cirstea. L’incontro disputato sul campo numero 11 di Wimbledon è durato un ora e 38 minuti.

Ciclismo. Il kazako Alexander Vinokourov ha vinto la prova su strada di ciclismo, aggiudicandosi l’oro. Medaglia d’argento al colombiano Rigoberto Uran Uran. Terzo, staccato di qualche secondo, il norvegese Alexander Kristoff. Vinokourov, bandiera della kazaka Astana, ha vinto l’oro alla veneranda età di 38 anni, battendo in uno sprint a due Uran Uran, al termine di una prova lunga 249 km. A Sidney, ai Giochi del 2000, aveva vinto l’argento.

Primo degli italiani il milanese Luca Paolini, che si è piazzato al nono posto, dopo essere stato a lungo in fuga con un nutrito gruppo di corridori. Il favorito della corsa, il britannico Mark Cavendish, si è piazzato al 29esimo posto, alle spalle di un altro big, Tom Boonen. Elia Viviani si è dovuto accontentare del 38esimo posto. La corsa è stata caratterizzata da una lunga fuga che ha visto protagonista anche Vincenzo Nibali e da una caduta in curva, negli ultimi chilometri, dello svizzero Fabian Cancellara, che ha dovuto fare ricorso alle cure dei sanitari.

#PodiPodi #Londra2012 #Vezzali #aspettando1oro #Londra2012

(in foto le 8 medaglie vinte nel 2008)

http://www.londra2012.coni.it/

https://cookednews.wordpress.com/2012/07/28/gli-italiani-alle-olimpiadi-di-londra-2012-gli-azzurri-in-gara-sabato-28-luglio/

https://cookednews.wordpress.com/2012/07/28/olimpiade-2012-mission-impossible-opening-ceremony-firmata-david-boyle-con-daniel-craig-e-queen-elisabeth-ii/

Olimpiade 2012 Mission impossible: opening ceremony firmata David Boyle, con Daniel Craig e Queen Elisabeth II

Per Lorenzo Jovanotti, ritwittato 444 volte, ‘è stato il più grande spettacolo dalle parti del Big Ben. Bravissimi! (dovevo dirla).Danny Boyle!’. Le Olimpiadi affascinano si sa, dal  776 a.C. a oggi. Anzi la Olimpiade, per essere corretti, quell’intervallo di quattro anni che segna la fine e l’inizio dei prossimi Giochi Olimpici. E comunque.

Il regista di Trainspotting e The Millionaire è stato apprezzatissimo, forse più di Guy Ritchie in The Snatch, l’ex marito di Madonna. Apprezzatissimo per non aver mancato una sola citazione dei vivi e dei morti inglesi, apprezzatissimi tutti per la letteratura, anche quella infantile, da Tolkien alla Rowling di Harry Potter, prima delle gare di oggi.

L’Opening Ceremony di ieri della Olimpiade di London 2012, la terza che si svolge nella città britannica, è stata una mission impossible al contrario per lo 007 David Craig, agente dei servizi di sicurezza ‘massima’ per l’occasione e la persona da tutelare: la regina Elisabetta II, fresca di Giubileo con i quali ha festeggiato i suoi 60 anni di regno, si è paracadutata protetta dalla bandiera inglese da un elicottero, direttamente sull’Olimpic Stadium, insieme al nuovo James Bond.

La regnate è poi comparsa insieme al marito e salutati i 60mila spettatori lo spettacolo è continuato. Con uno show da 27 milioni di sterline firmato da Danny Boyle, all’insegna ‘dell’orgoglio nazionale ma anche della modestia’ perché, ha spiegato il regista ‘dobbiamo capire il nostro posto nel mondo, insieme agli altri. Come togheter, dunque: da Shakespeare ai Beatles, la città dei Giochi si presenta al mondo. Presenti anche l’italiano Giorgio Napolitano, Michelle Obama in rappresentanza del marito Barak, il premier russo Dmitri Medvedev, più qualche testa coronata in rappresentanza dell’audience globale: un miliardo di telespettatori.

In mezzo allo stadio, un prato fiorito di 15 mila metri quadrati: la green ad pleasant land di Jerusalem, l’inno non ufficiale del Regno Unito da una poesia di William Blake diventato colonna sonora del medagliere passando per Momenti di Gloria, il film olimpico per eccellenza.Inghilterra targata Tolkien. La casetta col tetto di paglia di Winny the Pooh, un mulino ad acqua, giocatori di rugby. ‘Non temere, l’isola è piena di suoni e melodie che dilettano e non fanno male’, legge Sir Kenneth Branagh dalla Tempesta di Shakespeare. Ma poi la terra trema e si apre minacciosa. Il verde scompare e lascia il posto a otto ciminiere, i dark satanic mills di Blake, ma anche Pandemonium, la capitale dell’inferno nel Paradiso Perduto di Milton e la Gran Bretagna della Rivoluzione Industriale.

Eccitazione e paura. Guerre e prosperità, fino alla ricchezza. Sindacati e suffragette. Tra le ciminiere viene forgiato un gigantesco anello che si unisce a altri quattro e la forza delle fonderie li spinge in cielo. La Regina e Bond. Poi la sovrana in carne ed ossa arriva accompagnata dal marito Filippo e dal presidente del Comitato Olimpico Jacques Rogge: a precederla il filmato in cui Bond la scorta da Buckingham Palace, in elicottero fino allo stadio.

Il terzo atto è all’insegna di due rivoluzioni di cui la Gran Bretagna è orgogliosa: la sua letteratura per l’infanzia e il servizio sanitario nazionale. Un pizzico di politica nella Gran Bretagna dei tagli ma anche una fiaba: Mary Poppins cala dal cielo e scaccia Voldemord, Crudelia e gli altri cattivi. ‘Seconda a destra e poi dritto fino al mattino’ nelle parole di Peter Pan, legge J. K. Rowling.

Ogni giorno, dal  ‎27 luglio – 12 agosto, Google si farà ispirare per il proprio Doodle quotidiano dai Giochi Olimpici di London 2012.

 sir danny boyle@dannyboylefilmdaily mail,#olympicceremonyDanny Boyle#openingceremony #OlympicCeremony

http://www.london2012.com/
https://cookednews.wordpress.com/2012/06/25/la-tour-effeil-va-a-londra-o-quasi/
https://cookednews.wordpress.com/2012/06/30/london2012-per-le-olimpiadi-a-lavoro-in-bici-si-dorme-anche-in-ufficio/

Create a free website or blog at WordPress.com.