La prima del Bild scritta a penna ‘per non far morire un pezzo di cultura’

Rigorosamente in tedesco, ma il concetto è sempre lo stesso. Scripta volant verba manent: dunque per evitare di trappassare all’oblio, i germanici, che domani incontreremo sul campo di calcio polacco di  Donetsk, questa volta però della categoria giornalisti e in particolare quelli di Bild hanno avuto un’idea. Hanno pensato di scrivere a penna la prima pagina pubblica oggi per lanciare l’allarme. Il messaggio è ‘Non facciamo morire la scrittura‘.

Non si tratta proprio di penna e calamaio, quanto di un bisogno visivo di inchiostro. Sapere con certezza ferma che il foglio è solcato dalla biro. In lettere e sillabe che formano parole e frasi di senso compiuto. Rime? Non è il caso del linguaggio giornalistico, spesso asciutto e di sintesi, spesso aggressivo e urlato, meglio quando raccontato.

E’  allora ecco la trovata di Bild, che manda in stampa il menabò, ovvero la prima del giornale disegnato e scritto con i pennarelli. Lo spunto arriva da uno studio made in GB, secondo il quale un adulto su tre ha dimenticato o sta dimenticando come si tiene in mano una  biro non scrivendo più niente di proprio pugno da circa un anno e mezzo.

La media è di 41 giorni che è il tempo in cui gli intervistati non hanno visto una penna. O meglio, magari l’hanno anche vista, ma non se ne sono fatti niente, preferendo sms, email insiste il giornale di Springer. E come ogni medicina con foglio illustrativo ecco indicazioni    e controindicazioni: secondo gli esperti l’85% delle aziende in Germania lavora con le calcolatrici, il 79% delle famiglie ha in casa un personal computer e connessione Internet (banda larga, wi fi) a cui si aggiungono i cellulari, con 12 milioni di smartphone venduti nel solo 2011 (più 31%).

Insomma se non torniamo a prendere carta e penna il rischio è – dicono – di rallentare la memoria, utilizzando meno quella parte della mente addetta alla scrittura. Che lo studio degli inglesi sia poco attendibile e scrivere utilizzando i tasti non sia la stessa cosa? E poi la retina assimila.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

Blog at WordPress.com.

%d bloggers like this: