La legge del caos Instangram Twitter Pinterest e i server di Amazon che saltano a causa del maltempo

Hanno studiato e appurato, in maniera più o meno veritiera, facendone materia di studio anche per le scienze sociali, che se una farfalla ‘sfarfalla’ su un lato del mondo, nell’emisfero opposto è probabile che possa accadere qualcosa di fenomenicamente spiegabile soltanto con il senno del poi. Se avessimo fatto questo, avremmo potuto fare questo e così via (tsunami, terremoti, nubifragi, frane, slavine, nubifragi, allagamenti satelliti di controllo etc.. ).

Ma è vero anche che per quanto forte e potente possa essere la scienza umana, e l’intelligenza dell’uomo applicata ad essa, succede che c’è una cosa che batte tutti e tutto. La Natura. Ed ecco che un temporale furioso ha interrotto per parecchie ore tutti i servizi concernenti la fotografia istantanea e la condivisione di immagini su Internet. ‘Chi in queste ultime ore ha un account su Istangram, PinterestNetflix, Heroku e si trova nella parte a est della costa statunitense, sta combattendo una lenta ripresa dallo stop imposto da violenti temporali in tutti gli Stati Uniti orientali, provocando interruzioni di corrente diffuse che hanno colpito un certo numero di popolari siti web ospitati online dai serve di Amazon’ leggiamo sul sito di Al Jazeera.

Il sito del Washington Postcontinua l’agenzia d’informazione degli Emirati Arabi  ha riferito che venerdì notte le potenti tempeste hanno disattivato ‘più di 1,5 milioni di abitazioni e aziende’ nel Maryland e in Virginia.

Il sito dedicato alla tecnologia VentureBeat ha riferito che i siti web che utilizzano l’Elastic Compute Cloud di Amazon del Nord Virginia, come Netflix, Instagram, Pinterest, Heroku erano tutti giù ad un certo punto nella tarda serata di venerdì e sabato mattina presto.

Alle 7 del mattino la maggior parte dei siti sono tornati a lavorare normalmente, fatta eccezione per Instagram.

Instagram, il popolare sito di photo sharing che Facebook ha recentemente acquistato per 1 miliardo di dollari, ha postato un messaggio su Twitter dal proprio account di sostegno alle 03:16 GMT ‘Al momento stiamo riscontrando difficoltà tecniche e stiamo lavorando per correggere i problemi. Grazie per la vostra pazienza.’

Alle 03:50 GMT, anche NetFlix, un sito famoso per i film in streaming e i programmi televisivi, ha postato un messaggio su Twitter dal proprio account di supporto, ‘Siamo consapevoli del fatto che per alcuni membri si verificano problemi di streaming di film e spettacoli televisivi. Stiamo lavorando per risolvere il problema. ‘

Alle 03:40 GMT, Amazon Elastic Compute Cloud ha pubblicato un aggiornamento sul proprio sito web a proposito dei servizi da riattivare: ‘Possiamo confermare il black out causato da diverse tempeste elettriche in un’unica zona. Stiamo attivamente lavorando per ripristinare i servizi’.

L’ultimo messaggio, postato alle 05:36 GMT, dice:  ‘Continuiamo a lavorare per ripristinare i servizi nei luoghi colpiti e  portarli di nuovo online. A seguito del blackout, alcuni volumi EBS possono avere fornito dati incoerenti’.

Sean Ludwig, da VentureBeat, ha scritto in un post sul blog, ‘L’interruzione sottolinea la vulnerabilità della funzione del cloud pubblico rispetto all’utilizzo di propri data center’.

Le interruzioni sul server cloud di Amazon si ripetono due settimane dopo un incidente simile, quando un certo numero di popolari siti web ospitati da Amazon è andato in black out. Un rapporto sull’incidente avvenuto ad Amazon ha scoperto che è stato fatto un errore di configurazione durante un aggiornamento di routine.

‘Con l’interruzione critica di Amazon, la seconda di questo mese, non saremmo sorpresi se questi servizi diffusi hanno iniziato a guardare altrove’.

Advertisements

London2012: per le Olimpiadi a lavoro in bici, si dorme anche in ufficio

  Abito scuro, meglio se chiaro, giacca e cravatta. E’ il look scelto per la City, il centro di Londra che non sospende i lavori neppure in prossimità delle Olimpiadi. Al più sostituisce qualche elemento dell’abito classico, elegante, per esempio la camicia piuttosto che la giacca, che a luglio, anche se a Londra, fa sempre caldo, richiesto per andare a lavoro.

I business man della City, vestiti da ciclisti, devono comunque pensare a come fare nei prossimi giorni, durante i Giochi Olimpici, che si inaugureranno il prossimo 27 luglio. Devono togliersi la giacca e  attrezzarsi per tornare a casa pedalando, una trentina di chilometri ancora. La capitale britannica si prepara così all’inizio delle Olimpiadi, sottoponendosi a degli stress test. I mezzi di trasporto nei giorni dei giochi saranno letteralmente presi d’assalto da circa 800 mila persone che parteciperanno ai diversi eventi.

Il sistema pubblico di trasporti già normalmente insufficiente per la mole di passeggeri, rischia il collasso e allora ecco che le imprese mettono in campo nuove strategie. A cominciare da Deloitte che ha previsto di far usare la bicicletta nei giorni di maggiore caos. Ma non solo, altre aziende permettono il telelavoro, mandano in ferie i dipendenti o trasferiscono momentaneamente gli uffici.

E c’è chi va oltre. Inter-action, ad esempio, che controlla enormi banche dati, sta provvedendo con i Pod Time, delle speciali capsule-dormitorio che permettono ai dipendenti di riposare sul posto di lavoro. ‘Non sono sicuro che le preoccupazioni siano esagerate, dobbiamo essere pronti a tutto e assicurare che il cliente sia sempre assistito’ spiega un manager.

Anche la borsa di Londra ha acquistato alcuni moduli dormitorio per consentire di lavorare senza rimanere bloccati a causa delle Olimpiadi. Come dire meglio essere pronti e non dormire sugli allori.

http://www.londra2012.coni.it/
http://www.london2012.com/
https://cookednews.wordpress.com/2012/06/25/la-tour-effeil-va-a-londra-o-quasi/ 

Kanye West sold out: il 6 e 7 luglio solo show al Revel di Atlantic City

C’è ancora tempo per chi vuole raggiungere l’apice della propria carriera musicale. E per Kanye West, uno dei maggiori produttori di musica hip hop, siamo soltanto all’inizio. Dopo l’annuncio di un ‘Watch The Throne 2 insieme all’inseparabile Jay-Z, Kanye decide di continuare da solo. Almeno per il prossimo show che lo vedrà  esibirsi sul palco del Revel Resort di Atlantic City, il 6 e 7 luglio, per una platea di appena 5.000 persone. E vedremo cosa avrà da dire mr. West.

Produttore di artisti come Jay-Z, DMXLil’ Kim, Kanye West passa a diventare un rapper solista, mettendosi in proprio.

Nel 2004 la sua versione d’esordio ‘The College Dropout‘ ha definito il suo stile unico  per i giochi di parole e il campionamento e un fatturato di oltre 1 milione – un fatto che si ripete per tutti e quattro i suoi album da solista successivi.

Con 18 Grammy Awards, West è tra i primi dieci vincitori del premio Grammy nella storia. E, avendo venduto più di 30 milioni di brani digitali negli Stati Uniti, è uno degli artisti digitali più venduti di tutti i tempi.

Il 6 luglio e il 7 luglio, dunque Kanye West si ferma alla Ovation Hall dell’Atlantic City Revel Resort per il suo primo solo show dopo più di 14 mesi. Un anfiteatro da 5000 posti che ospita celebrità musicali come Beyoncé e Maroon 5, l’Ovation Hall crea un’atmosfera intima, con una ricca acustica e una prospettiva senza ostacoli – che permette al pubblico di diventare parte integrante della performance.



http://kanyewest.com/
http://www.revelresorts.com/events/kanye-july-6# 

Tom Cruise e Katie Holmes pronti al divorzio

Addio a una delle coppie d’oro di Holliwood. Dopo 5 anni di matrimonio, Tom Cruise e Katie Holmes, avrebbero chiesto il divorzio.

Secondo la rivista People la coppia, che sta insieme da 5 anni e ha una figlia, ha deciso di divorziare. Per l’attore di ‘Top Gun‘, da questo mese al cinema con ‘Rock of  Ages’ e che tra qualche giorno compirà 50 anni, evento per il quale ha rilasciato un’intervista testimonianza a Playboy, si tratta del terzo matrimonio in frantumi.

Decisamente un brutto regalo di compleanno per Tom Cruise che martedì prossimo girerà la boa dei 50 anni. Un divorzio, il terzo, lo aspetta dietro l’angolo.

Ad annunciare la notizia, l’avvocato di Katie Holmes che ieri in un comunicato ufficiale ha chiesto il massimo riserbo. ‘Questa è una faccenda personale e privata per Kate e per la sua famiglia, la prima preoccupazione della mia cliente, come è da sempre, è il migliore interesse per sua figlia’.

La star di Mission Impossible’ ( ma anche di ‘Magnolia’ ‘Eyes Wide Shut’ e ‘Collateral’) e l’attrice di ‘Batman Begins’ si erano sposati 6 anni fa con una cerimonia da sogno nel castello di Bracciano, in Italia. Poco dopo era nata Suri, la loro bambina. Da tempo le voci di una crisi fra i due si sono fatte insistenti. I bene informati attribuiscono al fanatismo religioso di Tom Cruise nei confronti di Scientology, i problemi della coppia. Katie Holmes non si era presentata accanto al marito alla recente premiere di ‘Rock of Ages’, che vede protagonista Cruise nel ruolo di una rock star (Axel Rose dei Guns’ N Roses). L’attore aveva attribuito a un impegno in Cina, la defezione della moglie. 

Per l’attore di Top Gun si tratta del terzo divorzio, dopo quelli con Mimi Rogers e Nicole Kidman, con la quale aveva adottato due figli, Connor e Isabelle. Anche la separazione e il divorzio dalla Kidman (insieme alla quale ha interpretato l’ultimo capolavoro postumo di Stanley Kubrick) erano stati attribuiti alla passione di Cruise per Scientology, la religione fondata da Ron Hubbard di cui l’attore è un fervente discepolo e di cui non cessa di decantare i meriti, primo fra tutti quello di avergli regalato una forza di volontà in grado di farlo diventare l’artista che è e di averlo aiutato nel superare i problemi di dislessia che lo avevano afflitto durante l’infanzia. Non altrettanto positivo è stato l’impatto però con le compagne dell’attore, costrette a subire, più che accettare, un credo religioso piuttosto totalizzante.

La stessa carriera di Cruise pare averne risentito. Non ha mai vinto un Oscar, ma tre Golden Globe sì, segno forse di un probabile disappunto fra gli addetti ai lavori, gli stessi che decidono per le statuette, dai quali sembra essere non molto amato e questo nonostante film e ruoli da Oscar non siano mai mancati: nel 1981 era fra i protagonisti di ‘I ragazzi della 56ma strada’ di Francis Ford Coppola e poi era arrivato ‘the Legend’ di Ridley Scott.

Dopo Top Gun, del 1986, il film che lo elesse a sex symbol di un’intera generazione, quella degli anni Ottanta, venne diretto da Martin Scorsese in ‘Il colore dei soldi’ e poi arrivò ‘Rain Man L’uomo della pioggia’ di Barry Levinson e ‘Nato il quattro di luglio’ di Oliver Stone, con il quale ottenne una nomination all’Oscar, senza però ottenerlo.

Una seconda candidatura, anche questa senza vittoria, arriverà nel 1996 per ‘Jerry Maguire‘ di Cameron Crowe. Probabilmente Tom Cruise non è destinato a vincere l’Oscar, né a vivere una relazione sentimentale lunga felice e duratura, ma i suoi successi professionali non sembrano destinati a finire presto, soprattutto grazie alla sua capacità di rimettersi in gioco, ogni volta.  A fargli compagnia per il suo compleanno saranno i figli, Isabelle, Connor e la piccola Suri.

https://cookednews.wordpress.com/2012/05/17/tom-cruise-rocker-cruento-si-rivela-cinquantenne-in-unintervista-su-playboy/

Tullio De Mauro, l’Eurobarometro e l’Italiano ballerino

Tullio De Mauro pubblica un breve articolo sulla necessità di avere ‘Un cuore per far acquisti’.

L’introduzione su come ricordarsi di essere umani, piuttosto che macchine, il noto linguista la firma per ‘Internazionale‘. Partendo da un abboccamento molto semplice, l’utilizzo di un termine che mette subito curiosità creando interesse e auspicando a una buona lettura, (questo l’ingrediente più importante di un lead di successo?) cambia subito al primo capoverso, per introdurre l’argomento che più  preme all’autore. Gli acquisti in Rete e l’importanza di parlare l’italiano. E per farlo fa riferimento a Eurobarometro, il servizio della Commissione europea, istituito nel 1973 per misurare e analizzare le tendenze dell’opinione pubblica.

Eurobarometro sta per pubblicare i dati dell’indagine 2011 sulle competenze linguistiche degli europei. Intanto da tempo – dice  il linguista e filosofo del linguaggio – ha reso nota una ricerca sugli europei che fanno acquisti attraverso la rete. Nel gennaio 2011 è stato studiato un campione di 13.500 utenti di internet, 500 per ogni stato dell’Unione. Come ci si poteva aspettare dalle precedenti indagini generali di Eurobarometro, arrivano al 55 per cento le persone capaci di attingere informazioni usando una lingua diversa dalla propria nativa. Ma quando si viene al dunque di un vero acquisto la percentuale crolla: quelli che lo fanno servendosi di una lingua straniera sono appena il 10 per cento. Il 90 per cento, anche se dichiara di conoscere discretamente altre lingue, preferisce fare acquisti attraverso commissioni nella propria lingua.

Il dato dovrebbe spingere alla riflessione quanti hanno una visione puramente strumentale del linguaggio e quindi anche dell’apprendimento di lingue straniere.

Secondo De Mauro ‘Non bisogna stancarsi nel promuovere almeno un primo livello di conoscenza di altre lingue, ma bisogna anche avere chiaro che il livello strumentale va bene solo in circostanze relativamente banali. Per le cose di cui avvertiamo l’importanza e la complessità, il possesso di una lingua deve farsi possesso di una cultura altra, di un altro modo di vivere e sentire, come raccomandavano anni fa due grandi studiosi, Henri Meschonnic (La Poetica del tradurre – E. Mattioli  2003) e Harald Weinrich, filologo e filosofo del romanzo e della cultura tedesca.

‘Altrimenti – dice lo studioso – è ragionevole che ci si affidi alla propria lingua del cuore’.

https://twitter.com/eurobarometereu
https://www.facebook.com/eb.surveys
http://www.tulliodemauro.com/

Squarepusher: out now il nuovo album Ufabulum

I’ve started thinking about pure electronic music again. Something very melodic very aggressive‘. About Ufabulum released 14/15 maggio 2012. Squarepusher will performer in New York, Sao Paulo, Barcelona, Tokyo, London e molte città aorund the world.

Di poche parole, succinto ma efficace. L’annuncio di uscita del nuovo elettronico album di Squarepusher, nome in codice dell’artista gellese Thomas Jenkinson, lascia pochi margini, o nessuno, di immaginazione. E già tutto fatto?

Autore di musica elettronica, specializzato nei generi Drum and bass e Acid house con importanti influenze Jazz, è considerato uno degli esponenti massimi della drill’n bass, una sorta di drum and bass contaminata da musica acid e arrangiamenti ambient noise.

Conosciuto e apprezzato per le sue evoluzioni ritmiche con il basso, incide attualmente per la Warp Records. E’ in attività dal ’97.

Esegue e compone la propria musica con diversi hardware, tra cui riverberi King Tubby-style Spring, campionatori Akai, (S950 per i primi lavori, S6000 per i successivi) e un sintetizzatore Roland TB-303.

Now available worldwide, Squarepusher ha iniziato a lavorare ai live show per presentare il suo nuovo album ‘Ufabulum’ con una tournée che lo porterà in giro per il mondo durante tutto l’anno. Ogni cosa è stata originariamente pensata, scritta, disegnata e trasformata in musica dal vivo da  Tom Jenkinson (Squarepusher) in persona. Lo show è destinato ad evolversi nei prossimi mesi. Tutte le date dei live sono in fondo a questo articolo.

‘Ufabulum’, l’album è uscito in tutto il mondo proprio in questi giorni. Per un tempo limitato sarà valido in un Special Edition CD o Phosporescent Deluxe Vinyl: su tutti e due 3-track CD ‘Enstrobia EP’.

Squarepusher si scusa con tutti gli affezionati per gli inconvenienti avuti nella realizzazione del vinile, ‘siate pazienti – dice – se state aspettando di avere fra le vostre mani questo speciale formato’. Nei negozi in Uk durante la settimana, e in quelli di tutto il mondo dalla prossima.

Cosa ha detto la stampa specializzata a proposito di Squarepusher e del suo nuovo lavoro

‘Glowing mini-symphonies like Unreal Square take Jenkinson’s signature playfulness and disregard for any musical rules and expand them into complexly layered opuses, mind-numbingly intricate without becoming impenetrable or losing any of their joy. If Ufabulum indicates anything, it’s that there might be a deeper sophistication to come from this already groundbreaking superhero of electronic music.’- All Music Guide (US)

‘A hurricane of fresh air from one of music’s most imaginative extremists’ – Time Out (UK)

‘It’s hard to dispute that Ufabulum finds him in the form of his life’ – Uncut (UK)

 ‘Some of the most interesting electronic music made in the last 10, 15 years’ –NPR Music

‘Hypnotic’ –The New Yorker 

‘Marks a return to the aggressive electronic music on which he made his reputation’ – Wall Street Journal

‘Mind-blowing’ – XLR8R

Tracklistings

Ufabulum
WARPCD228, WARPCD228X & WARPLP228
01 (A1) – 4001
02 (A2) – Unreal Square
03 (B1) – Stadium Ice
04 (B2) – Energy Wizard
05 (B3) – Red In Blue
06 (C1) – The Metallurgist
07 (C2) – Drax 2
08 (D1) – Dark Steering
09 (D2) – 303 Scopem Hard
10 (D3) – Ecstatic Shock

Enstrobia EP
WAP336CD
01 – Angel Integer
02 – Panic Massive
03 – 40.96a

Digital Tracklisting

01 – 4001
02 – Unreal Square
03 – Stadium Ice
04 – Energy Wizard
05 – Red In Blue
06 – The Metallurgist
07 – Drax 2
08 – Dark Steering
09 – 303 Scopem Hard
10 – Ecstatic Shock


JUNE
09 Rome – MIT Festival Tickets + Info
15 Sonar Festival, Barcelona Tickets + Info
30 Evreux – Le Rock Dans Tous Ses Etats Tickets + Info

JULY
07 Bloc Festival, London Tickets + Info 
12 Dour Festival, Belgium Tickets + Info 
14 Germany – Melt! Festival Tickets + Info
31 Portland – Wonder Ballroom Tickets + Info 

AUGUST
02 San Francisco – Regency Ballroom Tickets + Info 
04 Los Angeles – Hard Summer Festival Tickets + Info
10 Route Du Rock, St Malo, France Tickets + Info

SEPTEMBER
30 Berlin, Astra Tickets + Info 

OCTOBER
03 Paris @ Bataclan Tickets + Info 
04 Brussels – Ancient Belgique Tickets + Info 
05 Amsterdam – Melkweg Tickets + Info
30 New York – Details to be announced soon
31 Boston – Royale Nightclub Tickets + Info

NOVEMBER
02 Toronto – Danforth Music Hall Tickets + Info
03 Chicago – Metro Tickets + Info

Tokyo No Nuke: in quindicimila a manifestare contro il nucleare

Fukushima un anno e mezzo dopo. Più di 15.000 contestatori anti-nucleare hanno bloccato oggi le strade fuori dall’ufficio del primo ministro giapponese, con tamburi e slogan contro il riavvio dei reattori quasi 16 mesi dopo il peggior disastro nucleare mondiale degli ultimi 25 anni.

La folla ha bloccato una strada a sei corsie e  quelle adiacenti che conducono alla residenza ufficiale del primo ministro Yoshihiko Noda, nel centro di Tokyo. La polizia ha parcheggiato cinque camionette blindate antisommossa davanti l’ingresso per impedire ai contestatori di entrare nell’edificio.

Diversi elicotteri hanno sorvolato la zona al tramonto. La protesta segue settimane di manifestazioni sporadiche ed è stata la più grande a Tokyo da quando Noda, questo mese, ha detto che il riavvio dei reattori nel Giappone occidentale è necessario per evitare danni all’economia.

https://cookednews.wordpress.com/2012/04/26/giappone-no-nuke-il-paese-del-sol-levante-spegne-i-reattori-a-uso-civile-lultimo-di-54/

Mtv Spit Mixtape: il meglio del freestyle italiano dallo show battle di quest’anno


E’ possibile ascoltarlo subito oppure decidere di aspettare il prossimo 6 luglio, quando sarà free sul sito della www.tempidurirecords.it E’ l’MTV Spit Mixtape, il meglio della scena rap italiana presentato quest’anno per la prima volta su MTV Italia Music Television da Marracash, oggi alle prese con la prima giornata di Mtv Days 2012, dopo l’opening party di ieri (dalla mezzanotte alle 3) alla Reggia di Venaria Reale. Ad animare la festa di apertura sono stati i principali esponenti della musica dance ed elettronica italiana: Stylophonic, Andro Id from Negramaro, Two Fingerz, Power Francers, Dj Aladyn, Salmo & Dj Slait e Useless Wooden Toys.

Dall’intro all’outro del rapper della Barona, passando per le migliori rime, inediti e freestyle, la tracklist da 28 pezzi raccoglie il meglio di Marracash speaker tv e presentatore di talenti come DJ Double S, Dari, Moreno, Kenzie, Dank, Noema, Kiave, Rancore, Clementino, Loop Luna, Fred De Palma, Nitro e Ensi, incoronato nuovo King del freestyle da una giuria fissa composta dal producer Musta Five, il cantautore Nicolò Agliardi e il rock ‘n roll rapper J-Axa cui di volta in volta si sono aggiunti gli special guest, Morgan, Max Pezzali degli 883, Filippo Tini e altri artisti della musica italiana, Clob Dogo, Fabri Fibra e Francesco Sarcina de Le Vibrazioni.

Anche Ensi, vincitore di questa prima edition di  MTV Spit battle hip hop dell’anno, sarà impegnato agli Mtv Days. Marracash è nel posto. Tutto pronto per gli MTV Days, il 29 e 30 giugno dalle 19.30 su MTV

 Il link al quale è possibile scaricare l’MTV SPIT MIXTAPE <<<

http://mobile.mtv.it/tv-shows/mtv-spit/mtv-spit/
https://cookednews.wordpress.com/2012/06/18/e-freestyle-lmtv-days-di-questanno/ 

Italia – Germania 2-1: siamo in finale

Per questi europei di calcio 2012 ce l’abbiamo fatta. Grazie alla doppietta di Balotelli, dopo dodici anni, l’Italia torna in finale nell’edizione 2012 di questi campionati europei. Torna a casa, la Germania sconfitta a Varsavia, nonostante il gol battuto su calcio di rigore dal tedesco Di Oezil, fissando il risultato finale sul 2-1.

Adesso si va a Kiev contro la Spagna per diventare campioni d’Europa.

Il primo gol azzurro arriva al ventesimo: è Cassano a passare, sinistra, cross ‘delicato’ per Balotelli che batte di testa, segnando. Preso coraggio, super Mario raddoppia: è il 36 minuto.

Tutti bravi, quei ragazzi. Al primo e secondo tempo. Tutti. Cassano, Marchisio (due volte), Di Natale, Diamanti e Balzaretti, Montolivo, Thiago Motta. Potrebbero, ma non lo fanno, non segnano. E’ compito di Balotelli farlo. Menzione ad Andrea Pirlo come Migliore in Campo.

‘Abbiamo dimostrato attaccamento alla maglia’ afferma Prandelli a fine partita ai microfoni della Rai. ‘Non svegliamoci più’. Il Ct dell’Italia non vuole svegliarsi dal ‘sogno meraviglioso che stiamo vivendo’. E a proposito dell’avversaria dice: ‘La Spagna? Non ci penso ancora, è una squadra straordinaria ma dobbiamo prepararla bene come stasera. Favoriti noi? No la favorita è la Spagna, ha anni e anni di lavoro alle spalle e arriva da partite in cui ha sempre dominato, troveremo una squadra brillante capace di giocare bene al calcio come ha dimostrato in questi anni.

È la nostra gara più bella forse per l’importanza del risultato e per gran parte del match abbiamo giocato davvero bene. È un sogno da cui non vogliamo svegliarci, una gioia incredibile. Infortunati? Non so ma affaticati sì, vediamo di recuperare le energie ma per una finale le ritroveremo e troveremo anche una squadra che ha speso molto come noi.

E poi ‘Che la doppietta realizzata questa sera possa essere una svolta nella carriera di Balotelli – sono gli auguri del ct della Nazionale Azzurra all’attaccante del Manchester City, nato a Palermo, 22 anni il 12 agosto. ‘La carriera di Mario è appena iniziata’ con grandi prospettive per il futuro. E il protagonista assoluto della serata, lui, Mario Balotelli, così risponde a chi si è arrabbiato per la sua ammonizione. L’attaccante azzurro festeggia in campo rimanendo a torso nudo: ‘E’ solo invidia’ dice e poi sorride. ‘Si sono arrabbiati perché sono invidiosi del mio fisico’.

Per il ct della nazionale Azzurra è la Spagna la favorita, ma per oggi può bastare. ‘La vittoria più bella è quella che deve ancora venire’, così il presidente del Coni Petrucci, nel dopo partita.

VOLEVAMO IL 3-0

La Germania, cattiva. Pericolosi questi tedeschi, sin da subito. Brutta che più brutta non si può. E allora Loew corre ai ripari nell’intervallo: fuori gli evanescenti Podolski e Gomez, dentro Reus e Klose. Tedeschi subito più pericolosi, proprio con Reus, che impegna Buffon con una bella conclusione da posizione defilata e poi colpisce la traversa direttamente su calcio di punizione. Balotelli è in giornata di grazia e si vede: al quarto d’ora del secondo tempo salta due uomini e poi calcia da posizione defilata. Palla a lato, ma l’Italia crea e diventa lei la pericolosa.

Prandelli decide di cambiare qualcosa a metà ripresa: fuori Cassano e Montolivo, dentro Diamanti e Thiago Motta. La Germania si lancia all’attacco senza più badare a difendere con l’Italia, che nel frattempo sostituisce Balotelli (acciaccato) con Di Natale, sbaglia a più riprese il colpo del ko. Sbaglia il 3-0 e invita la Germania a cena con il rigore di Oezil. Al 91esimo un tocco di mano di Balzaretti manda Oezil sul dischetto: Buffon intuisce, ma non ci arriva. Ma non c’è più tempo per recuperare: l’Italia supera la Germania e raggiunge la Spagna a Kiev. Per il titolo di campione d’Europa ci sono anche gli Azzurri di Cesare Prandelli. Dodici anni dopo l’ultima volta.

Spagna Spain 20:45 Italy Italia

 Domenica, 1 luglio, Kiev stadio Olimpico

http://it.uefa.com

Obamacare: ok della Corte Suprema alla riforma sanitaria voluta dal presidente Barack

English: President Barack Obama, Vice Presiden...

English: President Barack Obama, Vice President Joe Biden, and senior staff, react in the Roosevelt Room of the White House, as the House passes the health care reform bill. (Photo credit: Wikipedia)

La riforma sanitaria voluta da Barack Obama è costituzionale. A deciderlo è stata la Corte Suprema degli Stati Uniti, riunitasi alle 10 (le 16 in Italia) per esprimere il proprio giudizio sull’Obamacare. La riforma è uno dei punti fondamentali del mandato del presidente afro-americano.

Con cinque voti a favore e quattro contrari, la Corte Suprema degli Stati Uniti ha dichiarato costituzionale la riforma sanitaria varata dai democratici e da Obama nel 2010. Il giudice capo Roberts, conservatore, ha votato insieme ai liberali, Ruth Bader Ginsburg, Stephen Breyer, Elena Kagan e Sonia Sotomayor (le due giudici nominate da Obama). Il testo integrale della sentenza.

Fondamentale il cosiddetto individual mandate, cioè la norma che obbliga ogni cittadino americano ad acquistare un’assicurazione sanitaria. Si tratta dell’emendamento più contestato dai repubblicani che continuano a  considerare incostituzionale che il governo americano o il Congresso possano obbligare gli americani a comprare qualcosa. La Corte Suprema ha confermato invece il contenuto della legge, modificandone soltanto una parte: chi non compra alcuna assicurazione sanitaria non dovrà più pagare una sanzione, come sosteneva inizialmente il testo della riforma, ma una tassa.

E il Congresso ha la libertà di imporre le tasse che vuole – ha detto la Corte Suprema – bocciando invece una norma che dava al governo federale il potere di tagliare i fondi per il programma Medicaid agli Stati contrari ad espanderlo, secondo quanto prevede la riforma Obama.

English: President Barack Obama's signature on...

English: President Barack Obama’s signature on the health insurance reform bill at the White House, March 23, 2010. The President signed the bill with 22 different pens. (Photo credit: Wikipedia)

La riforma sanitaria, approvata nel marzo del 2010, è una delle leggi più vaste mai approvate dagli Stati Uniti e modifica la legislazione precedente sotto moltissimi aspetti. Quello americano è un sistema sanitario basato sulle assicurazioni: stipulate direttamente dai cittadini o dai loro datori di lavoro: fatta eccezione per gli anziani per i quali è previsto il Medicare e le persone a basso reddito, protette dal programma Medicaid.

La riforma sanitaria di Obama non stravolge nulla di tutto ciò e sembra avvicinarsi al sistema europeo o a quello italiano, sostanzialmente estendendo la copertura. Come? Le società assicurative dovranno concedere le loro polizze anche a quei cittadini che prima venivano sistematicamente rifiutati, ovvero quelli che necessitano di cure o affetti da patologie croniche. Il nuovo sistema sanitario mira a garantire sgravi fiscali e sussidi a un numero di cittadini americani molto più vasto rispetto al passato, per permettere di acquistare una polizza anche alle persone con un reddito medio-basso. Per legge, ogni cittadino americano dovrà contrarre un’assicurazione sanitaria entro il 2014, anno in cui, salvo imprevisti, il Patient Protection and Affordable Care Act entrerà definitivamente in vigore. Il cosiddetto individual mandate, che la Corte ha sostanzialmente confermato.

Da tempo considerata incostituzionale dai repubblicani conservatori, la riforma sanitaria è un ulteriore vittoria per il presidente americano Barack Obama. Un ulteriore consenso politico in vista delle prossime presidenziali di novembre. Lo stesso Mitt Romney, il candidato repubblicano, attuale governatore del Massachusetts, ha fatto approvare una riforma che sembra ricalcare quella di Obama, compreso l’individual mandate. Dopo la sentenza di oggi, ai repubblicani rimane comunque e sempre la possibilità di contestare al presidente afro un aumento delle tasse. L’Obamacare rappresenta la più importante revisione del sistema sanitario nazionale dagli anni Sessanta ad oggi.

http://www.supremecourt.gov/
http://www.reuters.com/article/2012/04/02/us-obama-healthcare-idUSBRE8310WP20120402
https://cookednews.wordpress.com/2012/06/16/obama-e-il-dream-act-il-presidente-americano-concede-i-permessi-di-lavoro-ai-figli-degli-immigrati/ 

Blog at WordPress.com.